Toro, contro il Bologna una vittoria di carattere

Toro, contro il Bologna una vittoria di carattere

L’ analisi di Gino Strippoli / Segna Berenguer poi i granata sanno soffrire per la vittoria

di Gino Strippoli

Una vittoria del Toro sicuramente di carattere, agevolato anche da un Bologna offensivo che ha permesso ai granata di ripartire velocemente in contropiede per tutto il primo tempo. Il gol di Berenguer è ancora una volta nato da un’iniziativa del “Gallo” Belotti, davvero un capitano indomito che per 94 minuto non si è mai risparmiato battendosi in attacco come a centrocampo e in difesa. Vero è che la vittoria non è stata per nulla facile e per Sirigu è stata una nuova giornata di straordinari da Superman. L’estremo difensore granata dopo soli 7 minuti si è dovuto immolare in angolo su secco tiro di Schouten. I rossoblu hanno iniziato la partita con l’impeto del loro allenatore Mihajlovic, mentre il Toro si è subito affidato al contropiede veloce di Belotti e Berenguer. Poi all’11’ il gol dello spagnolo-granata con un Bologna che reagisce immediatamente con Palacio lanciato a rete fermato da un bel intervento di Nkoulou. Ancora i rossoblu davvero molto attivi con un Toro che viene schiacciato nella propria area da Orsolini che al 12′ si mangia in dribbling Djidji e va al tiro egoisticamente, da posizione difficile, con Sirigu che para a terra sicuro. Il Toro riesce a ripartire con Belotti che sfiora poi il gol aiutato sempre da Berenguer  e da Verdi, alla sua migliore prestazione in granata, che riesce anche ad andare al tiro prendendo il palo. I granata soffrono l’irruenza di Orsolini ma riescono sempre a uscire indenni da ogni situazione. A parte qualche sbavatura la difesa è sembrata tornare quella imbattibile dello scorso anno. Un primo tempo che finisce con il Toro in vantaggio di una rete, ma proprio il piccolo svantaggio dà nel secondo tempo una forza incredibile al Bologna che fa la partita e mette in difficoltà il Toro che viene schiacciato nella propria metà campo. Più volte i rossoblu sfiorano il gol con Poli al 47′ su assist di Soriano e pallone di poco lontano dal palo di Sirigu, poi lo show di Palacio che al 53′ di testa manda la palla contro il palo. Al Toro sembrano di colpo mancare le forze, e i 90 minuti disputati contro il Genoa si fanno sentire mentre il Bologna appare intrepido  alla ricerca del pareggio. Ancora Palacio al 56′ solo davanti alla porta si mangia il gol del pareggio tirando fuori e facendo correre un brivido a tutti i granata. Sospiro di sollievo ma solo per poco visto che al 59′ è Sansone ad impegnare Sirigu che poi si esalta ancora all’87’ salvando il Toro e mettendo i sigilli alla vittoria granata ancora su Palacio in un tu per tu esaltante.

Le pagelle di Torino-Bologna 1-0: Sirigu e Belotti monumenti granata

Quello che è emerso in questa vittoria è il carattere granata emerso in tutti i giocatori, al di là delle prestazioni singole. Da cassare, ad esempio, quella di Meité, indecorosa la sua prestazione, e in parte quella di Ola Aina che ha sbagliato spesso appoggi facili regalando palle agli avversari. Ma l’unione fa la forza e il Toro alla fine soffrendo ha centrato l’obiettivo vittoria che lo porta adesso a 27 punti in classifica. Non male per una squadra che comunque è caratterizzata da un ‘ non gioco’ . Questo è il Toro che sa giocare solo sulle ripartenze e finché sono gli avversari a far le partite i granata potranno sempre ottenere vittorie. Può essere un difetto o un pregio difficile dirlo ma le vittorie diventano sempre più importanti e arrivano anche quando non si sa costruire e si imposta il gioco sugli avversari. Ieri il Toro ha rischiato più del dovuto ma alla fine ha vinto e chi vince ha sempre ragione.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fede Granata - 1 settimana fa

    Almeno un encomio particolare oltre che al solito Gallo e Sirigu ..Ieri anche a Berenguer. Che sa trovarsi al posto giusto nel momento giusto. Ha avuto un grande miglioramento nelle ultime partite anche perché giocando sempre si è conquistato la fiducia di tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ciccio Graziani - 1 settimana fa

    Fine stagione Mazzarri se ne andrà, Sirigu, Belotti e altri anche. Il Torino andrà avanti e loro andranno a stare meglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 1 settimana fa

      No non dirlo Ciccio, facciamo tutti i nostri bei conteggi a fine stagione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Donato - 1 settimana fa

    La peggiore sconfitta di quest’anno è la contestazione che sta indebolendo l’ambiente.
    A fine anno perderemo sicuramente allenatore, Sirigu e qualcunaltro.
    E dovrrmmo dire grazie a chi sta detasilizzando l’ambiente con una stupida contestazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 1 settimana fa

      dire che perderemo SICURAMENTE è azzardato,di certo su eventuali decisioni anche questo influirebbe,quindi nel caso succedano cose di questo tipo i contestatori a diverso titolo,non si dovranno ritenere fuori

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. eurotoro - 1 settimana fa

    di nuovo orgoglioso di questo gruppo! avanti cosi!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. christian85 - 1 settimana fa

    E’ stata certamente una prova di carattere, sperando che queste due vittorie ( tre con la Coppa Italia ) siano l’inizio di un percorso inverso rispetto quello del girone d’andata, dove si son persi troppi punti per strada inspiegabilmente.

    Una prova di carattere contro una squadra aggressiva e offensiva come il Bologna. dove davvero non pensavo di vincerla, visti gli infortuni e vista la condizione atletica svantaggiata rispetto loro.
    Nonostante ciò, i ragazzi hanno stretto i denti e sono riusciti a vincerla, sebbene soffrendo nel 2 tempo e soprattutto nel finale.

    Chiaramente, i problemi restano, in diverse occasioni non fosse stato per N’Koulou e per il solito Sirigu, il risultato sarebbe stato diverso.
    Gli errori di Djidji poteva costare caro.
    Ci sono alcune lacune che indubbiamente vanno a riguardare il mercato, in cui servono 2 centrocampisti di sostanza, perchè non potremo chiedere sempre gli straordinari a El General Rincon ( infatti non ha giocato ) e non possiamo affidarci a Meitè in quanto non convince per nulla.

    Bisogna comunque fare i complimenti a Mazzarri che è riuscito a gestire alla grande un periodo davvero difficile tra infortuni, squalifiche e continue contestazioni inutili, che come detto da Sirigu e Belotti, oltre a non servire nulla, creano solo disagio.
    Con una rosa cosi ristretta, sifdo davvero un altro allenatore a fare meglio di Walter, che avrà sicuramente commesso degli errori tecnici, ma con questa rosa ed essere settimi, credo sia un qualcosa di straordinario.

    In estate poco prima di giocare i preliminari, mi ero detto che era quasi impossibile ripetere l’annata scorsa, con questa rosa.. in effetti i problemi si son visti, ma oggi 13 gennaio, il Toro è di nuovo al suo posto con ancora tantissime partite da giocare.

    Lascimoli lavorare e soprattutto lasciamo stare Walterone, che sa quel che deve fare.

    FORZA TORO !!!!!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Thor - 1 settimana fa

    Questa vittoria è stata ottenuta con gli straordinari. Il problema è l’ordinario: se non si migliora la resa della formazione nei momenti “calmi”, non si può pensare di vivere di exploit.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy