Toro-Napoli: chi al posto di Vives? Pandev insidia Hamsik

Verso Toro-Napoli / Giampiero Ventura deve ancora decidere chi giocherà al posto di Vives. Benitez, senza Maggio, si affida a Ghoulam e Revéillère terzini. Mertens favorito su Insigne

di Federico Lanza, @LanzaFederico

Per tornare a vincere dopo prestazione deludenti. Vincere, per non vanificare il buon lavoro svolto finora e soffiare il secondo posto alla Roma, che vorrebbe dire qualificazione diretta alla Champions League. Squadre diverse, ma stesse forti motivazioni. Torino e Napoli si stanno avvicinando ad ampie falcate alla sfida di lunedì. E se disputare una partita alle 19 di un lunedì qualunque pare quanto mai una scelta illogica, è altrettanto vero che Torino e Napoli offriranno, ai presenti, uno spettacolo sicuramente godibile. Analizziamo la situazione delle due squadre a 48 ore dal fischio d’inizio.

QUI TORO –  Senza lo squalificato Vives e gli infortunati Masiello e Pasquale, Ventura ancora una volta è alle strette per quanto riguarda le scelte di formazione. I rientri di Glik e Maksimovic, comunque, rendono meno difficili e obbligate le scelte dell’allenatore ligure. Matteo Darmian – contro l’Inter arretrato in difesa – tornerà ad occupare il ruolo di esterno destro, garantendo con Alessio Cerci una pericolosità non indifferente in quella zona di campo. Lo schieramento difensivo, come detto, vedrà il ritorno del serbo e di Bovo (o Moretti, dal momento che il numero 24 è completamente recuperato dall’infortunio). Marko Vesovic, in ottica 3-5-2 (o anche 3-4-1-2) giocherà come esterno di sinistra, cercando di mettere in luce quelle qualità che a San Siro si sono viste a lampi. Jasmin Kurtic è sicuro di un posto da titolare. Ma ora le dolenti note: chi al posto di Vives? Il principale indiziato è Panagiotis Tachtsidis, ma il centrocampista greco non ha ancora convinto. Quindi Ventura valuta le alternative.

QUI NAPOLI – L’unico indisponibile di Rafa Benitez sarà Christian Maggio, ricoverato d’urgenza venerdì mattina per uno pneumotorace causato da un colpo subito in allenamento. Il difensore si è sentito male non appena l’aereo di ritorno dal Portogallo è atterrato a Capodichino. Il giocatore è stato ricoverato alla clinica Pinetamare. Con il senno di poi, nulla di grave. Lo spavento e la paura sono già passati. I tempi di recupero, comunque, si aggirano sulle tre settimane. Il posto del terzino sarà occupato da Anthony Revéillère, mentre sull’altro versante agirà Ghoulam (vecchio pallino di Petrachi inseguito per tutta l’estate). A centrocampo, Inler e Jorginho prendono il posto di Behrami ed Henrique. Il terminale offensivo sarà GonzaloHiguain, mentre alle sue spalle, il tecnico spagnolo schiera un terzetto di tutto rispetto: Callejon, Hamsik (insidiato da Pandev) e Mertens, in netto vantaggio sullo “scugnizzo” Insigne. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy