Zaza e Belotti titolari a Genova? Tre motivi per schierarli insieme contro la Samp

Zaza e Belotti titolari a Genova? Tre motivi per schierarli insieme contro la Samp

Focus on / Probabile che il 9 e l’11 tornino titolari insieme: ecco perché saremmo d’accordo

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

I TRE MOTIVI

L’inaspettata sconfitta di lunedì sera con il Lecce ha animato le polemiche e i commenti sulla formazione schierata da Mazzarri. Una delle obiezioni più frequenti riguarda il modulo con una sola punta (Belotti) supportata da un trequartista (Berenguer). Con Verdi appena arrivato e Zaza rientrante dall’infortunio al ginocchio che gli ha fatto saltare la trasferta di Parma, Mazzarri ha adottato una soluzione che si è dimostrata infruttuosa e per questo a Genova dovrebbe cambiare qualcosa. Contro la Samp è probabile che ci sia proprio Zaza a far coppia con Belotti: ecco tre motivi per cui sarebbe opportuno far giocare il 9 e l’11 insieme dal primo minuto.

31 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. michelebrillada@gmail.com - 1 mese fa

    assolutamente non zaza non è un giocatore da serie A poi gli altri vanno tutti bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dario61 - 1 mese fa

    Io reputo Ansaldi il miglior giocatore tecnico del Toro e mi piacerebbe vederlo di nuovo sulla trequarti quando starà bene …
    sirigu
    Aina Izzo nkoulu lyanco Laxalt
    Rincon baselli
    Verdi Ansaldi
    Belotti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Claudio70 - 1 mese fa

    Ancora a parlare di Zaza.
    O Zaza ha la stampa amica, oppure non si spiega.
    Zaza ha fatto le migliori partite in un anno contro Debrecen, Chievo e Soligorsk.
    Diventa inutile appena il livello si alza, lo si è visto contro il Wolverhampton.

    Mazzarri vuole giocare 3-4-3 con Iago e Verdi.
    Lo ha detto.
    Lo ha ribadito.
    Basta “pompare” Zaza, dai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. eurotoro - 1 mese fa

    6 ali di ruolo (jago verdi berenguer parigini edera millico)…2 centravanti di ruolo (belotti zaza)…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Bischero - 1 mese fa

    Ancora con Zaza e Belotti? Ma basta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ardi - 1 mese fa

    Ma fare il 3-4-3 o3-4-2-1 con verdi e falque sulle ali nel loro ruolo no è? E per favore si rimetta subito titolare al centro della difesa n’koulou poi izzo e provare come terzo lyanco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. michelebrillada@gmail.com - 1 mese fa

    io zaza non lo farei mai giocare (si fa per dire)sembra un saltimbanco da circo e darei spazio a verdi e sopratutto a lianko

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_13686323 - 1 mese fa

      concordo !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Giustoro - 1 mese fa

    Ma per vedere Millico giocare una mezza partita, in modo da poterlo giudicare, dobbiamo aspettare che abbia 30 anni?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Toro Forever - 1 mese fa

    Molte squadre lamentano di avere dei problemi “sulle” palle inattive. Il Torino ha invece un grosso problema “di” palle inattive. Troppi giocatori soffrono di “Atrofia Testicolare”. E Mazzarri, su questo, non può farci niente se non forse un “trapianto”. Ma mancherebbero i “donatori”. Chi ce le ha, se le tiene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. inf_710 - 1 mese fa

    Sirigu

    Izzo Nkoulou Bonifazi

    DeSilvestri Lukic Rincon Baselli Laxalt

    Belotti Verdi

    Bonifazi e non Lyanco per ora perchè sarebbe scorretto poi se la giocheranno

    Altri al momento per equilibri e giocatori che non hanno la forma fisica dei 90°

    Zaza per me è bravo ma troppo simile a Belotti e saremmo senza una punta veloce(Falque e Verdi)

    Il 4-3-3 Mazzarri non lo ha mai fatto(Livorno Protti-Lucarelli Sampdoria Pazzini-Cassano Napoli Cavani-Lavezzi)…

    Credo che si possa fare molto bene e Mazzarri merita fiducia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luke69 - 1 mese fa

      Sirugu

      Izzo N’kuolou Lyanco

      Ansaldi Lukic Rincon Laxalt

      Falque Belotti Verdi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ardi - 1 mese fa

        Ecco luke questa anche la mia formazione ideale

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 1 mese fa

      Protti lucarelli??? Mi sa che ti sei confuso con bianchi amoruso. Ma in quella reggina giocava anche pasquale Foggia e faceva il 3-4-3 o 3-4-1-2.ma amoruso non ha niente a che vedere con zaza dal punto di vista tecnico. Non era una prima punta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. inf_710 - 1 mese fa

        Stratosferica la coppia d’attacco Protti-Lucarelli (ben 53 gol in due), entrambi protagonisti di un’annata indimenticabile; importante anche il contributo del giovanissimo difensore Giorgio Chiellini.

        wikipedia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 1 mese fa

          Cribbio. Mi ero dimenticato che Mazzarri aveva allenato il Livorno….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. inf_710 - 1 mese fa

            il gobbaccio Chiellini errato copia-incolla! scusate lui qui non c’entra

            Dai che il mister ce la fa a trovare lla quadra i suoi attaccanti hanno fatto sempre(o quasi)bene.

            Mi piace Non mi piace
    3. superbibeToro - 1 mese fa

      A Napoli alto a dx c’era anche Hamsik

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. granata - 1 mese fa

    Avrei titolato invece di:Tre motivi per schierarli insieme”, “Nessuno motivo per non schierarli insieme”. Con Zaza si è già perso troppo tempo per prevenzioni, antipatie, preconcetti. Lo ha perso Mazzarri che ha da subito preso di storto l’ acquisto di Zaza e Soriano e li ha emarginati dal suo inossidabile progetto tattico. Soriano lo ha smentito andando a ben figurare nel Bologna di Mihajlovic, Zaza lo ha smentito con alcune buone prestazioni alla fine dello scorso campionato e, soprattutto, con quelle a inizio di questa stagione. Con Belotti forma una coppia d’ attacco veloce e potente e non averlo intuito tempestivamente è una colpa grave per un tecnico fra i più pagati della Serie A. Certo Zaza non è un campione (non è Ronaldo o Higuain o Llorente), ha sbavature e irruenze, ma segna ed è, come dice l’ articolista, un’ ottima spalla per alleggerire la pressione su Belotti. Insomma un buon giocatore per un club che non può permettersi ingaggi stellari. Mazzarri la smetta di preferirgli l’ inconcludente Berenguer e la smetta anche di preferire Berenguer a Iago Falque, altro buon elemento se sfruttato sulla fascia a fare il tornante per servire le punte o per convergere e calciare di precisione dal limite come abbiamo apprezzato (chissà perchè) soprattutto prima dell’ arrivo di Mazzarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 1 mese fa

      Questa squadra due punte tecnicamente scarse come Belotti e Zaza non se la protra mai permettere. Quante partite dovrai ancora vedere per capirlo. Poi se per te ben figurare in coppia contro degli scarponi dei paesi del est é fare calcio competitivo non vediamo il calcio alla stessa maniera. Sono stati un flop insieme. Sono un flop insieme e saranno sempre un flop insieme. Fattene una ragione. Contro defense competitive é organizzate non vedono il bocio, allungano la squadra e spezzano il gioco perdendo palla 9 volte su 10 senza mai scambiarsela.gia non rendevano Belotti e immobile figuriamoci Zaza Belotti. Il lucano si sogna la tecnica e la mobilità di immobile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Luke69 - 1 mese fa

    …quando schieri una punta e una sottospecie di trequartista come berenguer, per lo più in casa contro il Lecce , il messaggio che arriva alla squadra è che sei un cagasotto, purtroppo questa è la mentalità di un perdente come Ventarri,
    Schierare Zaza e Belotti senza il trequartista è inutile facendo così dimostra sempremi suoi continui limiti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rza78 - 1 mese fa

      questa volta concordo che WM (che l’anno scorso ha fatto un miracolo a centrare il 7 posto con i vari aina Lukic berenguer didjii …e questo lo terrei sempre ben presente) abbia toppato l’11 iniziale. vero è però che riproporre lo stesso 11 reduce da bergamo aveva senso e che non conosciamo lo stato di forma degli eventuali sostituti fatta eccezione per zaza (e con lui in campo non mi sembra che l’atteggiamento sia gran che cambiato). credo che dovremmo tutti abituarci all’idea che il campionato italiano fatta eccezione per i gobbi il napoli e forse inter è così: puoi vincere a bergamo e perdere in casa con il lecce, perdere con la spal (lazio) ecc Quello che invece è chiarissimo ma vi giuro non lo ripeto più è che non possiamo prescindere da nkoulu sia in fase di impostazione dalla difesa che come marcatore (didjii e bremer sono giocatori modesti…mi spiace ma è cosi). fiducia al mazza che alla fine trova sempre la quadra

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luke69 - 1 mese fa

        Sirugu

        Izzo N’koulou Lyanco

        Ansaldi Lukic Rincon Laxalt

        Falque Belotti Verd

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. christian85 - 1 mese fa

    @LeoJunior

    la tua non è una provocazione, anzi è una cosa anche sensata.
    Ma… secondo te vuoi sia questo il motivo principale per il quale si perde una partita ?
    L’adrenalina dovresti averla già solo dal fatto che vincendo saresti primo a 9 punti.
    E dovresti avere doppia motivazuione già solo quando entri nello stadio e vedere la Maratona cantare per l’ingresso dei giocatori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 1 mese fa

      ma certo che non penso si possa vincere o perdere una partita solo per il tifo che accompagna i giocatori. Ma la mia provocazione era mirata a cercare di essere attivi e convincere i giocatori ed abituarli al fatto che in casa NON si attende nulla. Si parte a mille fin dall’inizio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. suoladicane - 1 mese fa

    secondo me bisogna giocare con il 3-4-3, modulo che esalta e qualità del Gallo e di Falque, se aggiungiamo Verdi a sx sulla carta diventiamo irrefrenabili
    Sirigu, Izzo, Lyanco, Bremer (Bonifazi o Dijdi)
    Aina Rincon Lukic Laxalt
    Falque, Belotti, Verdi

    questa la mia formazione tipo, sempre; in una difesa schierata a tre come quella dei ciclisti dovrebbe funzionare bene.
    So che il mister non lo farà perchè lui è superprudente, ma dobbiamo ripartire e provare i nuovi ed i reduci dagli infortuni, cosa aspettiamo?
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. LeoJunior - 1 mese fa

    Chissà se mi è permessa una piccola provocazione. Certo la partita con il Lecce ha fatto giustamente arrabbiare tutti noi. L’occasione è stata buona per sfogare le frustrazioni che la vita, spesso difficile, ci riserva. E quale medicina migliore che trovare uno o più colpevoli verso i quali riversare le nostre pulsioni. Se poi guadagnano infinitamente più di noi, fanno una vita migliore della nostra, etc. dai che ci sfoghiamo e ci depuriamo un pò. Ci sta e forse è una delle funzioni dello sport e del tifo.
    Però deve passare. E come in tutte le vicende della vita, lamentarsi e scagliarsi contro qualcuno non porta a nulla. Anzi, lascia un vuoto ancora più grande. Chiediamoci allora se le colpe sono solo tutte fuori di noi o anche noi, per una piccola parte, possiamo essere attori. Possiamo cambiare il corso degli eventi, o dobbiamo subire passivamente?
    Tifo allo stadio: se i ns ragazzi hanno qualche remora quando giochiamo in casa con squadre meno forti, se partono con ritmi lenti, se aspettano di prendere il goal per svegliari, noi cosa possiamo fare? Allora mi piacerebbe che fossimo noi a dettare i ritmi. Partiamo con un tifo incalzante, all’inglese. Dove per i primi 30 min spingessimo ad ogni palla recuperata, ad ogni angolo conquistato. Vediamo se i giocatori riescono a restare timorosi e trottanti. Perchè se anche il tifo parte in sordina, con qualche canto di rito, qualche tamburo che batte un ritmo da ninna nanna, allora siamo complici. Costringiamoli a cambiare atteggiamento.
    Io ci proverei. E’ un suggerimento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Cerutti_Gino - 1 mese fa

    Ecco. Spero nell’equilibrio del nostro tecnico: in una partita come quella di Genova, in cui la Samp vorrà fare di tutto per segnare (magari subito) ed essere trascinata dai proprio tifosi, un Toro bello chiuso lo vedrei bene. Paradossalmente per noi è più facile giocare in trasferta a Genova che in casa con il Lecce! Quindi domenica ben venga il 3-5-1-1, magari con qualche interprete variato, ma la solidità deve restare quella dei mesi scorsi.
    P.S.: vedrei bene un Lukic a centrocampo, Laxalt a sinistra e Verdi dietro il Gallo: potrebbero essere i tre che ci danno il giusto dinamismo. W TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. torracofabi_13706409 - 1 mese fa

      Troviamo per la seconda volta di fila una squadra con zero punti, a differenza di lunedì, questa volta dopo tre giornate, giochiamo chiusi???!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cerutti_Gino - 1 mese fa

        Sì, esattamente. Anche perchè sappiamo solo giocare così.
        La partita sarà “obbligata” a farla la Samp, per le condizioni ambientali a cui ci arriva (0 punti, Allenatore già in bilico, tifosi esigenti, partita in casa).
        Giocare chiusi e ripartire rapidi! questo dobbiamo fare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. torracofabi_13706409 - 1 mese fa

          Se dici che sappiamo giocare solo così, la cosa è alquanto grave per una squadra che ambisce a qualcosa, allora, si pone la domanda:perché sappiamo giocare solo in questa maniera? Credo che buona parte della risposta sta nel post del fratello granata……….

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy