Calciomercato Torino: quando Jansson restituì i soldi al Malmo. Ora il rinnovo

Calciomercato Torino: quando Jansson restituì i soldi al Malmo. Ora il rinnovo

Il retroscena / Il gesto del centrale svedese: “Ho versato circa 500 mila euro sotto forma di trattenute sullo stipendio pur di non sfruttare la legge Bosman”

CONVINCERE MIHA

Jansson Sweden v Slovenia - International Friendly

Un rinnovo all’orizzonte, un retroscena dietro le quinte e una storia di un calcio che oggi non esiste più: Pontus Jansson restituì di tasca sua 500mila euro al Malmö, prima di svincolarsi e approdare al Torino. Mentre in il suo entourage (bilancio alla mano) incassò 550mila euro di oneri di commissione dal club granata.

Il centrale svedese ha preso parte alla spedizione dei suoi ad Euro 2016 e una volta tornato sotto l’ombra della Mole, dovrà impegnarsi a convincere il tecnico Sinisa Mihajlovic a puntare fortemente su di lui. E l’occasione appare ghiotta, giacché sembra sempre più vicina la cessione del capitano Kamil Glik, di cui sino alla scorsa stagione era considerato il diretto sostituto.

Sullo sfondo, però, l’eventuale approdo in granata di Tomovic: fedelissimo di Mihajlovic, specialista della difesa a quattro e quindi un possibile rivale per un posto da titolare in campo.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gireggio - 9 mesi fa

    e poi perchè Tomovic. Tutta la vita Pontus. Per me è pronto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. antijuve - 9 mesi fa

    Come Immobile. Uguale uguale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. antijuve - 9 mesi fa

    Uguale uguale ad Immobile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. MAgo - 9 mesi fa

    Complimenti per la signorilità per i valori come la riconoscenza : da noi sempre meno frequenti… Non sarai un fenomeno ma farò ancora di più il tifo per te, abbiamo bisogno di uomini, nel Toro e in generale nel mondo !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mak73 - 9 mesi fa

    Sei un grande!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy