Centrocampo Torino, il punto: quante incognite da risolvere

Centrocampo Torino, il punto: quante incognite da risolvere

Il punto / Baselli e Benassi, nodi da risolvere. Donsah e Castro i nomi più caldi in entrata

di Redazione Toro News

IL CENTROCAMPO

TURIN, ITALY - MARCH 18: Daniele Baselli (L) of FC Torino is challenged by Roberto Gagliardini of FC Internazionale during the Serie A match between FC Torino and FC Internazionale at Stadio Olimpico di Torino on March 18, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – MARCH 18: Daniele Baselli (L) of FC Torino is challenged by Roberto Gagliardini of FC Internazionale during the Serie A match between FC Torino and FC Internazionale at Stadio Olimpico di Torino on March 18, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Mancano ormai poche settimane al ritiro estivo del Torino, e dopo aver analizzato ai raggi X la difesa granata, vagliando i vari nomi di chi resta, chi è in partenza e chi potrebbe arrivare, è arrivato il momento di fare lo stesso anche per il centrocampo. Nella stagione conclusa lo scorso mese, il centrocampo della squadra di Mihajlovic ha avuto dei momenti altalenanti, facendo fatica a trovare equilibrio e a dare sostegno agli altri reparti. Solo nella parte finale di campionato, con il cambio del modulo e piazzando Baselli e Acquah come titolari, il mister è riuscito a risanare il centrocampo e a renderlo più solido e compatto.

In ogni caso il Torino intende agire sul mercato per cercare di rafforzare ancora più il centrocampo, considerando i diversi nomi di coloro che potrebbero salutare il Toro per trasferirsi altrove, partendo da Benassi, Obi e Valdifiori. Dal punto di vista tattico, Mihajlovic vuole un centrocampo capace di giocare sia a due che a tre uomini, con la prima soluzione che dovrebbe essere quella di partenza.

DI SEGUITO IL PUNTO SUL CENTROCAMPO DEL TORINO

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. LoviR - 1 anno fa

    Il centrocampo è il “motore” della squadra e Sinisa farebbe meglio a porci più attenzione….è anche un filtro per la difesa.
    Forza Sinisa e FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. iugen - 1 anno fa

    L’incognita principale è: con quale centrocampo vuole giocare Mihajlovic? A due o a tre?
    Sinceramente spero a tre, almeno siamo un po’ più coperti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Toro - 1 anno fa

    Quindi mi state dicendo che Castro è il giocatore giusto per un centrocampo a 2? Quindi dovremmo vendere la mezzala Benassi (22 anni valore 15 mil.) Per comprare la mezzala/esterno Castro (28 anni valore 10 mil.) Questo secondo voi fa parte del processo di crescita? Non ho parole!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. mpelleg_940 - 1 anno fa

    il Toro osserva e valuta…….e gli altri Team ci fottono i migliori giocatori( per il nostro livello…per cui basso) che ci sono sul mercato. Cosa è certa se si vuole fare il mercato spendendo poco o nulla e sottopagando i giocatori non penso si andrà molto lontano anche quest’ anno. Per cui animo in pace ed anche per il 2017/2018 un bel campionato di fatica per salvarci dalla B. i JOLLY ormai li abbiamo spesi negli ultimi 4 anni in cui per fortuna abbiamo imbroccato un paio di giocatori giusti a stagione …ovviamente subito rivenduti con ricche plusvalenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. vittoriogoli_77 - 1 anno fa

    Io vedo solo tante idee confuse:
    Benassi,Valdifiori (richiesto da Miha),Gustafson ,Milinkovic e Lukic o fuori dal progetto o da mandare a maturare.
    Acquah e Baselli riottosi a fare parte del progetto.
    Belotti in silenzio tombale.
    Difesa da … lavori in corso.
    Mah le gambe tremano; poche idee,sopratutto ben confuse . Un gallo (Miha),un Braccino è uno che viaggia a fari spenti.
    Che gli Invincibili facciano un miracolo da lassù .

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy