Torino, tutti i granata daranno il massimo con le proprie nazionali

Torino, tutti i granata daranno il massimo con le proprie nazionali

La Lavagna Tattica di Lello Vernacchia sui granata impegnati con le nazionali: “Una cosa è importante, che nessuno si faccia male in queste partite”

Anche con il campionato fermo per gli impegni delle nazionali, questa settimana abbiamo contattato l’allenatore Lello Vernacchia per la sua Lavagna Tattica.

Visto che il Torino non giocherà questo week end abbiamo chiesto all’ex giocatore quanto possano influire sul gruppo di Ventura i tanti impegni con le proprie nazionali dei giocatori granata: “Agli allenatori non fa mai piacere dare giocatori alle risprettive nazionali, vedi l’opposizione agli stage di Conte, ma si sa che purtroppo per loro si devono adattare. Per i giocatori del Toro – continua l’allenatore – sono partite molto importanti, soprattutto per la loro carriera, ma anche dispendiose dal punto di vista delle energie e dell’attenzione”

Per quanto riguarda i tanti granata in giro con le proprie nazionali Vernacchia non ha dubbi: “Tutti daranno tutto quello che hanno, la Nazionale è un palcoscenico prestigioso e fare bene può giovare sia a se stessi che al Torino”.

Su tutti spiccano gli importanti impegni da protagonisti di Darmian e Glik: “Darmian ha avuto un miglioramento esponenziale in questi due anni che gli è valso l’attenzione dei migliori club europei e con l’Italia darà sicuramente il massimo come ha sempre fatto. Per quanto rigurda Glik – prosegue l’ex calciatore – è un giocatore navigato ed esperto, è una garanzia per la propria nazionale e farà sicuramente bene. Moretti sarà sicuramente un’ottima riserva per questa Italia che gioca con il 3-5-2. Ha dimostrato di essere un ottimo centrale destro nella difesa a tre e Conte, visto che lo ha convocato, nell’amichevole con l’Inghilterra lo proverà sicuramente in questo ruolo.

Con i tanti giocatori impegnati c’è il rischio che Ventura opti del turn-over in campionato: “Il Torino è libero dalle coppe e deve concentrarsi solamente sul campionato e sulla rincorsa all’Europa. Penso che il turn-over non vada fatto o fatto solamente di uno o due uomini in caso di infortuni e defezioni. La rosa è competitiva e ci sono tante scelte nei reparti, una volta rientrati il tecnico valuterà la condizione di tutti e deciderà chi sarà dei titolari. Una è importante però, che nessuno si faccia male in questi incontri con le nazionali”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy