Primavera, le pagelle di Torino – Cagliari 3-0: Tobaldo da applausi, e Segre…

Primavera, le pagelle di Torino – Cagliari 3-0: Tobaldo da applausi, e Segre…

I voti di TN / Il mediano milanese ci ha preso gusto; Osei orchestra, Edera e Candellone timbrano. E quel Friedenlieb…

2 commenti

Diamo i voti ai giovani della Primavera del Torino, protagonisti di questa importante vittoria casalinga per 3-0 sul Cagliari, che li proietta alla finale playoff contro la vincente tra Fiorentina e Chievo. Una prestazione corale complessivamente ottima, con acuti importanti da parte di alcuni protagonisti.

DI SEGUITO LE PAGELLE DI TORINO-CAGLIARI

ZACCAGNO 7: Balzo felino sulla botta di Pennington in apertura di ripresa. È sempre decisivo.

CARISSONI 6,5: Tranquillo e senza sbavature, nella ripresa è bravo a francobollare Arras.

IMG_1260

MANTOVANI 7: Guida la difesa con coraggio e ordine, non rischia nulla (ma bisogna ammettere che l’attacco rossoblù oggi non ha fatto molta paura).

FRIEDENLIEB 7: Grandissimo salvataggio sulla conclusione di Murgia al 20′, “Caballero” gioca con eleganza e quel pizzico di spregiudicatezza che fa ben sperare per il futuro. Il paraguayano è un giocatore da iniziare a prendere in considerazione per un futuro “tra i grandi”.

PROCOPIO 6,5: Non esagera con la spinta, gioca con ordine e serenità. È la partita che Longo gli chiede.

ZENUNI 6,5: Inizio sprint: è sua la progressione e il bel cross teso che Segre non deve fare altro che ribattere in rete. Nel corso dei 90′, tanto, tantissimo lavoro sporco.

IMG_1275

OSEI 7: Gli riesce tutto: dribbling, giocate e aperture. Una delle sue migliori partite con la maglia granata.

SEGRE 7: Terza rete nelle ultime due partite: il centrocampista ex Milan, tenuto un po’ in naftalina da Longo nelle ultime settimane, è il protagonista assoluto di questo momento di grazia granata. Ci prende gusto e nella ripresa, dopo una bella serpentina, trova – con poca fortuna – la conclusione dalla distanza (dal 35’st PICCOLI sv: a risultato già deciso, non deve fare molto, ma gioca un quarto d’ora di sostanza).

EDERA 7: Liscia la conclusione di tacco sulla palla poi insaccata da Segre, si riscatta alla grande con un mancino perfetto dei suoi per il raddoppio. Ci ripetiamo: la qualità pesa. (dal 40’st BERARDI sv: non ha molto tempo per rendersi pericoloso).

IMG_1243

TOBALDO 7,5: Al 24′ Montaperto gli nega il goal sugli esiti di un’azione in mischia, nella ripresa trova un palo di testa. Monumentale nei suoi rientri difensivi: è la classica punta totale per cui Longo non può che stravedere, e anche i tifosi apprezzano, tributandogli un grande applauso al momento del cambio (dal 43’st COMPAGNO: sv)

CANDELLONE 7: Fa la differenza sulla sinistra nell’azione del raddoppio granata ed è bravo a strappare un pallone in area e a scaricare la botta diagonale di destro che vale il 3-0. Sempre utile alla causa.

Il commento: tutto facile e il sogno continuaLe parole di Longo VIDEO: il saluto al pubblico presente

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. claudio sala 68 - 8 mesi fa

    Allenare degli uomini è differente da dei ragazzi, concordo che il rischio si bruciarlo è concreto. Magari se facessero le squadre b in lega pro, potrebbe essere una buona palestra. Saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. RDS- toromaremmano - 8 mesi fa

    Non sono un favorevole alla promozione di Longo in prima squadra,ma non perché non ho fiducia in Moreno, solo perché ho paura di bruciarlo, non vorrei un nuovo Inzaghi, ma da come affronta le PARTITE CHE CONTANO, mi piace quella grinta TUTTA GRANATA, mi piacerebbe che il prossimo allenatore chiunque sia assomigli a lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy