Primavera Torino, il Chievo come esempio: più cinismo per il rush finale

Primavera Torino, il Chievo come esempio: più cinismo per il rush finale

Giovanili / I granata costruiscono e sprecano – come già accaduto contro Juve e Roma – i veneti non mancano un colpo. La differenza al Filadelfia sta tutta qui. Ma non fa poi così male

di Nikhil Jha, @nikhiljha13

Non fa poi così male, la sconfitta contro il Chievo della Primavera al Filadelfia. Una partita che i granata hanno controllato per larghi tratti, subendo il cinismo dei veneti (Coppola non ha effettuato una parata, ma ha raccolto tre volte il pallone nella sua rete) e non riuscendo a capitalizzare le proprie occasioni, passando solo su sviluppi di calci da fermo. Certo, la classifica ne risente: i granata scivolano a -5 dal Milan sesto in classifica (ma con una partita in meno), e in mezzo ci sono lo stesso Chievo (+4) e la Juventus (+3 con una partita in più). Insomma, ora per i playoff bisognerà inseguire, sperando anche in qualche passo falso delle concorrenti. Ma in questa stagione i risultati impronosticabili sono all’ordine del giorno.

LEGGI Il racconto di Torino-Chievo 2-3: tre sconfitte di fila

Non fa poi così male, si diceva: questo perché la testa va subito al Torneo di Viareggio – in cui i granata esordiranno domani – una lotteria inebriante e intensa, che fa tabula rasa e mette tutti in corsa per uno dei trofei più prestigiosi della categoria. Ma anche perché i granata puntano tante fiches sulla doppia finale di Coppa Italia contro il Milan, in programma tra meno di un mese. La stagione della Primavera, dunque, resta apertissima e potenzialmente vincente.

P1400963

“In questo campionato,non c’è nessuna squadra che non abbia avuto un mese senza risultati”, è l’analisi del tecnico Coppitelli (le sue parole). È vero, i granata hanno perso contro Juventus, Roma e Chievo, ma in tutte e tre le partite se la sono giocata ad armi pari meritando, in ognuna delle tre, sicuramente qualcosa di più. Un qualcosa che non è arrivato ma che lascia sereno il gruppo: “I ragazzi si accorgono che giochiamo e siamo lì. Manca solo che ci girino gli episodi”. Quegli episodi che, a partire proprio dal Viareggio, saranno decisivi di qui in avanti.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. michelebrillada@gmail.com - 8 mesi fa

    per fare gol e vincere le partite si deve tirare in porta io ho visto il derby e ho visto tanti veli per nessuno al limite dell’area di rigore ebbene da lì si tira in porta e magari si fa gol ,questo vorrei vedere

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy