Under 17: il Torino supera l’Ascoli e vola in semifinale Scudetto

Under 17: il Torino supera l’Ascoli e vola in semifinale Scudetto

Dopo il 3-0 dell’andata, Moreo e Montenegro decidono la gara di ritorno: il Torino di Sesia tra le quattro grandi d’Italia

di Diego Fornero, @diegofornero

Il Torino Under 17 di mister Marco Sesia vola in semifinale Scudetto: dopo il 3-0 della gara di andata, termina 2-1 il match di ritorno contro l’Ascoli, deciso dalle reti di Moreo nella prima frazione e Montenegro nella ripresa.

IL PRIMO TEMPO: APRE MOREO, RISPONDE INTINACELLI

Il risultato dell’andata influenza senza dubbio l’avvio di gara, con un Toro tranquillo, che fa girare il pallone senza fretta, ed un Ascoli piuttosto aggressivo che prova a metterla sul fisico. Le migliori situazioni di gioco dell’avvio, comunque, sono tutte di stampo granata, complice anche un Kone in grande spolvero, fisicamente straripante.

È proprio l’ivoriano, schierato sulla fascia destra, a regalare il primo brivido sulla partita con un pallonetto che attraversa tutta l’area al 10’, senza trovare compagni pronti a ribattere sul secondo palo. Poco dopo, è Moreo ad avere sui piedi l’occasione del vantaggio con una punizione dal limite conquistata da Garetto: effetto troppo a giro col destro, e pallone a lato. Nemmeno due minuti, ed è ancora Kone a servire col contagiri Vrikkis sul secondo palo, ma il piattone di prima intenzione del cipriota non inquadra la porta.

Quello del Toro è un vero e proprio monologo: siamo al 17’ quando il solito Kone parte col turbo in contropiede, allarga per Moreo il cui cross rasoterra teso è leggermente lungo per Garetto, che ci arriva in scivolata colpendo alto. Lo stesso attaccante, poi, prova il destro dal limite di poco distante dall’angolino.

Il vantaggio granata, però, è soltanto rimandato e lo firma il miglior marcatore del Torino, Moreo, che raggiunge quota 18 in stagione con un destro a fil di palo che batte Zizzania. Un vantaggio fugace, perché con un’azione rocambolesca l’Ascoli trova subito il pari: tiro-cross di Alessandretti che trova Intinacelli pronto a ribattere in rete sul secondo palo firmando l’1-1.

L’inerzia della gara, peraltro, non cambia: prima è Moreo ad impegnare ancora Zizzania con un pallone deviato in tuffo in fallo laterale, poi Kone strappa applausi con una “rotela” al limite, servendo alle propria spalle l’accorrente Tesio la cui conclusione si spegne di poco alta sopra la traversa, con la prima frazione di gioco che si chiude sull’1-1.

IL SECONDO TEMPO: GIRANDOLA DI CAMBI, MONTENEGRO LA CHIUDE

Nella ripresa, l’Ascoli prova a metterci qualcosina in più sfruttando l’estro di Buonavoglia: il fantasista marchigiano è protagonista di un avvio vivace e dopo 7 minuti di gioco porta a spasso Tesio andando fino al limite dell’area, dove, però, il tocco smarcante per Gega è troppo profondo. Il Toro risponde con il proprio numero 10, Moreo, che al 10’ si esibisce in un numero superando Le Noci in area con un tocco morbido e calciando a rete da posizione angolata, murato dalla difesa bianconera. Poco dopo è ancora lui a sfiorare il gol con un pallonetto dalla sinistra che termina alto davvero di poco, mentre al 15’ ci proverà su calcio di punizione dai venti metri con una conclusione centrale sporcata dalla barriera e respinta dal portiere.

Il Toro controlla senza spingere più di tanto, contro un Ascoli volenteroso ma disordinato: le migliori sortite offensive sono granata, come al 17’ quando Kone si infila sulla destra, arriva con una serie di dribbling sul fondo e crossa cercando la testa di Garetto ma trovando l’uscita di Zizzania. L’unico brivido per il portiere granata Trombini arriva al 29’, con Micheli lanciato a tu per tu in area, ma fermato in posizione irregolare.

La rete del vantaggio granata arriva al 32’ e la firma il subentrato Montenegro, che insacca con un rasoterra un ottimo pallone servito da Garetto, portando il risultato sul 2-1. Da qui, è ordinaria amministrazione: Sesia completa la girandola dei cambi dando spazio pressoché a tutti (in panchina restano, in ossequio al regolamento, i soli Lewis e Leggero), e conducendo fino al triplice fischio, che certifica l’avanzamento del turno, al termine di una grandissima stagione condotta sempre al comando.

[LA TOP 3 DI TORINO-ASCOLI UNDER 17]

IL TABELLINO

Torino – Ascoli 2-1

Marcatori: 25’ Moreo (T), 29’ Intinacelli (A); st 32’ Montenegro (T)

TORINO (4-4-2): Trombini; Spaneshi, Morra, Enrici, Ricossa (st 34’ Savino); Kone (st 23’ Del Bianco), Rotella (st 34’ Cuoco), Tesio (st 13’ Bongiovanni), Vrikkis (st 13’ Sandri); Moreo (st 23’ Montenegro), Garetto (st 34’ Celesia)

A disp. Lewis, Leggero

All. Sesia

ASCOLI (4-4-2): Zizzania; Le Noci, Alessandretti, Maurizi, Felicetti (st 19’ Donzelli); Intinacelli, Pulsoni (st 19’ Micheli), Olivieri, Rossi (st 37’ Persiani); Buonavoglia (st 37’ Marini), Gega (st 19’ Coltorti)

A disp. Caccetta, Zizzi, Scarimbolo, Scafetta

All. Cerasi

Arbitro: Gandolfo di Bra

Note: Ammoniti Moreo (T), Ricossa (T), Trombini (T), Felicetti (A), Rossi (A), Alessandretti (A), Olivieri

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy