Viareggio Cup / Torino-Empoli, Longo: “Una signora partita per 70′ “

Viareggio Cup / Torino-Empoli, Longo: “Una signora partita per 70′ “

Postpartita / Le parole del tecnico granata al termine della sfida vinta ai rigori

Torino Moreno Longo tecnico della Primavera

Al termine di Torino-Empoli 2-2, gara poi terminata 7-5 dopo i calci di rigori e che vale il pass per i quarti di finali di questa Viareggio Cup ai ragazzi granata (qui la diretta), ha parlato Moreno Longo. Ecco il pensiero del tecnico della Primavera Campione d’Italia ai nostri microfoni: “E’ stata una signora partita, abbiamo fatto quello che dovevamo. Era una gara difficile contro una formazione di qualità, l’abbiamo affrontata nel migliore dei modi, col piglio giusto, con aggressività. Insomma, i ragazzi hanno giocato come gli avevo chiesto, infatti eravamo avanti 2-0. Poi due distrazioni nei minuti finali hanno dato loro la chance di tornare in partita, rischiando di rovinare quanto di buono avevamo fatto. Nei rigori, però siamo stati bravi, ed è andata bene così. “

Il sogno continua? “Si il sogno continua, giusto dirlo, ma dobbiamo prendere in considerazione ciò che facciamo noi, partita dopo partita, per cercare di raggiungerlo. Il torneo è molto impegnativo, si gioca ogni 48 ore, le partite durano 10′ di meno, e i valori tecnici spesso vengono annullati. Per questo  ogni partita fa storia a sè e può succedere di tutto, e bisogna dunque stare sempre “sul pezzo”.

Sul prossimo prossimo avversario, lo Spezia (qui il dettaglio dei quarti di finale): “Li conosciamo bene, li abbiamo affrontati due volte in campionato, abbiamo vinto in casa e perso in trasferta, sono una squadra molto ostica con attaccanti forti e quindi sarà un’altra partita molto impegnativa” 

Sulla strada del sogno potrebbe esserci anche la Juve in semifinale, e qui il mister glissa: “Ah si? Non lo sapevo, lo apprendo da voi, non ci avevo pensato, e dobbiamo pensare una partita alla volta: come ho gia detto, i valori tecnici spesso vengono annullati, e in ogni partita puo succedere di tutto. Dobbiamo stare mentalizzati sul prossimo avversario, assolutamente.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy