Belotti, il bomber che non teme Higuain e aspetta Lapadula

Belotti, il bomber che non teme Higuain e aspetta Lapadula

Dal ritiro / L’attaccante proverà ad andare anche all’assalto anche della classifica dei capocannonieri

Belotti

Facendo un semplice calcolo, considerando le reti segnate nel girone di ritorno della scorsa stagione di Belotti – 11, che sommate al gol al Bologna all’andata hanno composto il bottino finale di 12  – e immaginando che la prolificità dell’attaccante granata rimanga costante, si giunge alla previsione (più o meno ottimistica, lo dirà il campo) di 22 reti in una stagione. Un bottino che, nel complesso, gol più gol meno, potrebbe seriamente candidare il Gallo alla cima della classifica marcatori – fu sufficiente ad Immobile nel 2014, sempre con il Torino, e a Toni e Icardi l’anno successivo.

Certo, la concorrenza sarà durissima, soprattutto dopo l’annata stratosferica messa in campo fino a pochi mesi fa da Higuain, arrivato a 36 reti, record per la Serie A (ma non per il campionato italiano in genere, vero Rossetti?). L’attaccante italiano però è pronto alla sfida, dove proverà a ingaggiare il duello con le altre grandi punte del campionato. Come dichiarato nella conferenza di ieri ai colleghi della carta stampata, infatti, Belotti ha sottolineato che non ci sono solo di mezzo le abilità dei giocatori di mezzo, ma anche il modo in cui gira la squadra, soprattutto ad inizio campionato. Un’annata cominciata con il piede giusto, infatti, regalerebbe a squadra e giocatore entusiasmi che poi andrebbero solamente coltivati lungo l’anno, aumentando le possibilità di competere fino alla fine con i grandi.

Non c’è solo Higuain, infatti: tra i nomi più gettonati anche Icardi, un altro che “l’ha sempre messa”. E infine, anche una “curiosità personale: chissà se Lapadula sarà la sorpresa”, riuscendo a ripetere almeno in parte la straordinaria stagione vissuta con il Pescara l’anno scorso in Serie B, quando realizzò 30 gol tra regular season e playoff. Insomma, gli avversari non mancano. Ma Belotti, come sottolineato, ha davanti a sé un solo obiettivo: segnare ancora di più. Sempre che questo si trasformi in punti sul campo per il Torino, specifica. Il Gallo è duque pronto a caricarsi la squadra sulle spalle, senza mai accontentarsi, senza mollare un centimetro. Andrea Belotti: il bomber del Toro che non teme Higuain

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy