Berenguer contro Molinaro: il confronto tra il presente e il passato granata

Berenguer contro Molinaro: il confronto tra il presente e il passato granata

Il confronto / Lo spagnolo dovrebbe sostituire De Silvestri, il veterano verso la titolarità a sinistra nei canarini

di Redazione Toro News

Alejandro “Álex” Berenguer Remiro e Cristian Molinaro: 23 anni il granata con la maglia numero 21, 35 anni la vecchia conoscenza ora ai ciociari con il numero 3. Entrambi, salvo sorprese, scenderanno venerdì in campo all’Olimpico-Grande Torino mossi dalla stessa voglia di conferme per le rispettive squadre: il granata è in cerca, insieme ai compagni, di punti pesanti per continuare a far bene e stazionare nella parte alta della classifica; l’ex Toro attualmente in forza al Frosinone è in cerca di punti per lasciare i bassifondi della classifica, impegnato con la nuova sfida frusinate, forse l’ultima della sua lunga carriera. I due dovrebbero essere contrapposti sulla stessa fascia: Molinaro dovrebbe stazionare lungo l’abituale out di sinistra, mentre Berenguer dovrebbe sostituire l’acciaccato De Silvestri sulla corsia di destra del Torino.

IL TORO DI PAMPLONA – Berenguer trova spazio nel 3-4-1-2 adottato dal tecnico granata Mazzarri. Il classe ’95, decisamente offensivo, nella scorsa stagione ha calcato i campi italiani per 1.039 minuti in 22 gare, segnando 1 goal e servendo 3 assist. Numeri, questi, che ha intenzione di migliorare, e che per ora ammontano a 2 assist in 347’ (suddivisi in 6 gare). Il trend recente parla di una crescita da parte dello spagnolo, che pare in un buon momento di forma: subentrato a Bergamo e a Verona nelle ultime due partite, ha dato buoni segnali e ha messo a segno l’assist decisivo per il gol vittoria di Zaza al Bentegodi. Ora dovrebbe arrivare un’altra chance dall’inizio: starà a lui dare le risposte che servono.

LEGGI ANCHE: Molinaro, il veterano ritorna a Torino

IL VETERANO – Molinaro, 13 stagioni nelle massime serie di Italia e Germania (ha militato per 4 stagioni in Bundesliga, allo Stoccarda), 81 presenze in granata e 2 in Nazionale, più difensivo dello spagnolo, è un vero e proprio veterano della fascia e si trova a proprio agio nel 3-5-2 che il tecnico Moreno Longo ha fin qui messo in campo: è stato infatti utilizzato in 535’ divisi nelle 6 gare fin qui disputate dal calciatore di Vallo della Lucania. Gli è stata affidata la fascia di capitano del Frosinone: ha il compito di trascinare in campo e fuori un gruppo giovane che al momento non ha dimostrato di essere sufficientemente attrezzato per la permanenza nella massima serie.

LA STAGIONE INSIEME – Nella scorsa stagione Berenguer e Molinaro hanno entrambi vestito i colori granata. Il primo, appena arrivato a titolo definitivo dall’Osasuna, era stato “soffiato” al Napoli, che l’aveva inseguito durante quell’estate di calciomercato, ed aveva ritrovato Sirigu, anche lui con un trascorso all’Osasuna; il secondo, alla quarta stagione in granata, era stato nella seconda metà di stagione utilizzato sempre meno, complice anche l’infortunio occorso al perone. Poi, a luglio 2018, la scadenza di contratto col Toro e il trasferimento al Frosinone. E venerdì sera si ritroveranno di nuovo al Comunale Grande Torino: il presente contro il passato delle fasce granata a confronto.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Vanni - 2 mesi fa

    Il Toro di Pamplona? Marooonnaaa che leccahulo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toro71 - 2 mesi fa

    Spero che Berenguer stasera possa fare gol.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy