Romania-Serbia, Lukic verso la conferma da titolare. E Mazzarri…

Romania-Serbia, Lukic verso la conferma da titolare. E Mazzarri…

Granata in Nazionale / Il centrocampista dovrebbe giocare come interno nel centrocampo a tre

di Marco De Rito, @marcoderito

Dopo la vittoria della Serbia di Sasa Lukic contro il Montenegro – in cui il granata è partito da titolare e ha giocato per 72 – le aquile bianche s’apprestano ad affrontare la Romania per la gara valida per la quarta giornata di Nations League. Grazie ai sette punti conquistati nelle prime tre giornate, la nazionale allenata da Krstajić è capolista nel gruppo 4 nella League C. Contro la Romania, per Lukic e compagni sarà fondamentale ottenere un risultato positivo. I romeni sono secondi in classifica e le aquile bianche devono cercare di strappare un risultato positivo per tenere la testa della classifica. La Nazionale allenata dal selezionatore Contra dista solo due punti dai serbi.

Con ogni probabilità Lukic scenderà in campo dal 1′. Non sarà l’unico calciatore che disputa la Serie A a giocare – salvo sorprese – tra le fila della Serbia, ci dovrebbero essere anche: Milenkovic della Fiorentina, Maksimovic del Napoli e Milinkovic Savic della Lazio. Il granata dovrebbe essere schierato come interno nel centrocampo a tre, anche se – già nel Torino – ha dimostrato una certa duttilità. Mazzarri l’ha utilizzato nell’ultima gara contro il Frosinone come mezzala, mentre a Bergamo contro l’Atalanta addirittura come trequartista. Il classe 1996 – che l’anno scorso ha convinto con la maglia del Levante – dopo aver conquistato un posto da titolare nella Nazionale vuol convincere anche Mazzarri a utilizzarlo con più frequenza e queste partite, che disputa con la propria selezione, gli possono servire anche da trampolino di lancio per conquistarsi più spazio con la maglia granata.

 

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ilCalu - 1 mese fa

    Lo vedrei bene come regista basso al posto di Rincon. Meno muscoli, meno interditore ma più veloce nel girarsi, saltare l’uomo e far ripartire l’azione. Rincon è un ottimo falegname, ha anche segnato un bel goal con il Frosinone ma è lento. I cambi di gioco li fa con lanci precisi ma lenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy