Sassuolo-Torino 1-1, l’analisi dei gol: Obi opportunista, Molinaro da rivedere

Sassuolo-Torino 1-1, l’analisi dei gol: Obi opportunista, Molinaro da rivedere

Day after / Frame dopo frame, analizziamo le 2 reti del match di domenica pomeriggio

di Marco De Rito, @marcoderito

OBI PORTA IL TORO IN VANTAGGIO

 

IMG_2031

Il pareggio contro il Sassuolo, per il Torino, è stato deludente. Sia per le aspettative che c’erano per il match ed anche per come si era messa la gara dopo 26′. I granata, nonostante una prestazione non brillante, erano riusciti a passare in vantaggio. L’azione del gol è nata da una punizione fischiata da Fabbri, dopo un fallo di Duncan su Daniele Baselli. Alex Berenguer s’incarica della battuta ed opta per un cross in mezzo.

IMG_2032

Acerbi, con un intervento maldestro, cerca di spazzare via il pallone. La sfera rimpalla sul corpo di Falcinelli che non riesce ad indirizzarla il più lontano possibile ma serve un ottimo assist a Joel Obi.

IMG_2033

A tu per tu con Consigli, il centrocampista nigeriano nota la palla vagante, si coordina, tenta il tiro il volo e riesce a superare il portiere avversario. Segnatura non così semplice, come può sembrare. L’ex Inter nel post-partita ha affermato che è stato molto fortunato a trovarsi la palla tra i piedi, c’è da aggiungere però che è stato bravo a cogliere al volo il rocambolesco rimpallo su Falcinelli. Il Toro passa in vantaggio e scoppia la gioia nel settore ospiti.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. luna - 4 mesi fa

    Con un Sassuolo in gran forma ed un Toro non al meglio della condizione, con assenze importanti e con il genio in panchina che non avrebbe certo difeso il pareggio, alla fine l’avremmo probabilmente persa.
    Piccoli passi il lavoro da fare è ancora tantissimo, il cambio di modulo in corsa con una squadra che si conosce poco, da un lato dimostra un gran coraggio e dall’altro elasticità mentale e capacità di leggere la partita.
    Credo che ieri non si poteva fare di più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Simone - 4 mesi fa

    Molinaro da quando gioca a dx?
    Chi ci doveva essere su Berardi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Esempretoro - 4 mesi fa

      Ho rivisto oggi la gara,in effetti il Moli l’ha seguito in un taglio da destra a sinistra. Ha chiuso il piede forte di Berardi,ma l’altro lo ha gabbato con il rientro sul destro. Bravo anche lui,un po’ distante per chiudere Moli. Omelette servita,si sa che se non sbagliassero mai finirebbero tutte 0-0…credo che in ogni caso la versione di Berardi di ieri sia una delle migliori della stagione. Naturalmente…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 4 mesi fa

        Moli è andato a coprire colui che avrebbe dovuto marcare Berardi quando si sposta a dx.
        La cosa più grave è che abbiamo preso un contropiede essendo in vantaggio

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maraton - 4 mesi fa

          come al solito mi viene da dire. ma la cosa a mio parere più grave è il posizionamento dei nostri giocatori al momento del cross di duncan. guardate la foto: 6 giocatori del TORO che non stanno marcando ne chiudendo le linee a nessun giocatore avversario. falque a 5 metri da duncan, de-silvestri nella terra di nessuno, ecc. ecc. quando impareremo a stare in campo queste cose non dico che non succederanno più, ma accadranno sempre meno…molto meno.
          buon (gran) lavoro mazzarri!!!!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. IlDadoDelToro - 4 mesi fa

            Buongiorno Maraton,
            la penso esattamente come te. Durante tutto il campionato ho notato queste posizioni in campo un po’ spensierate dei nostri centrocampisti e difensori.
            Poi l’arrivo di Mazzarri e la partita con il Bologna mi avevano illuso di aver risolto il problema: coperture puntuali, spazi e linee di passaggio ben impegnate, anticipi, il tutto condito dalla sensazione di non essere mai veramente vulnerabili, scoperti, sbilanciati, in ritardo.
            Invece con il Sassuolo son tornati i vecchi fantasmi: amnesie, svarioni, poca grinta sull’avversario, posizioni in campo difficilmente decifrabili.
            Come accennava qualcuno, speriamo si tratti dei carichi di lavoro.
            Forza Toro.

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy