Tavana, dopo i successi al Milan l’approdo al Torino: ecco chi è il nuovo medico granata

Tavana, dopo i successi al Milan l’approdo al Torino: ecco chi è il nuovo medico granata

Nuovi arrivi / Il Torino rinnova lo staff medico: via Gianfranco Albertini e dentro l’ex rossonero

di Marco De Rito, @marcoderito

Il nuovo acquisto del Torino conta in bacheca due Champions League e sei Scudetti, non stiamo parlando di un giocatore ma del nuovo responsabile sanitario: il dottor Rodolfo Tavana. Il medico, dopo esser stato alle dipendenze del Milan per trent’anni (con un’interruzione dal 2003 al 2011), si appresta ad iniziare una nuova avventura tutta granata ritrovando Sinisa Mihajlovic con cui aveva già lavorato insieme a Milano nella stagione 2015-16.

Bilancio Torino, le cifre dello scorso mercato e il budget investibile

Il curriculum di Rodolfo Tavana non conta solo l’esperienza al Diavolo ma ha anche seguito, tra le fila della Pro Patria insieme al tecnico Giorgio Rondelli ed il fisioterapista Mario Ruggiu, atleti del calibro di Cova, De Madonna, Marchei e Panetta. E’ stato anche  medico nella Federazione Italiana Atletica nonché responsabile sanitario della FISI (Federazione Italiana Sportiva Invernale). Il dottor Tavana negli anni ha collaborato anche con il prof. Moretti e l’allenatore della Pro Sesto Venini.

Cagliari Calcio v FC Torino - Serie A

La nuova esperienza del dottore comincerà ufficialmente dal primo luglio quando sostituirà Gianfranco Albertini portando nuova linfa ad il Torino che vuole cercare di ridurre il numero di infortuni dopo i disastri della passate stagioni

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. torinodasognare - 1 anno fa

    Che notizia croccante!
    Forza Tavanaaas (parola piemontese che significa tafano….)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fedeltoro49 - 1 anno fa

    Gli infortuni muscolari sono sempre responsabilità dei preparatori.Bisogna darsi una regolata ed approfondire l’argomento.Io,insegnante di educazione fisica diplomato presso l’ISEF di Napoli nel lontano 1966, in oltre 45 anni di carriera trascorsi come preparatore atletico ed allenatore nel basket non ho mai avuto infortuni di questo genere.Non dubito della preparazione dei preparatori fisici del Toro ma la cosa mi puzza parecchio per cui credo bisogna rivedere i metodi di preparazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dbGranata - 1 anno fa

      Per spezzare una lancia per i preparatori, c’è da dire che hanno a che fare con ragazzi che si allenano con un’intensità incredibile. Rispetto ad anni fa il calcio è diventato estremamente più veloce, è certo molto più facile farsi male. Se noti tanti infortuni sono spesso dei terzini/laterali, che devono farsi km e km ogni partita, con continui cambi di direzione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy