Torino, parla Zappacosta: “Onoreremo il Filadelfia e faremo tanto per questa città”

Torino, parla Zappacosta: “Onoreremo il Filadelfia e faremo tanto per questa città”

Le parole del terzino destro: “Vi spiego il mio incidente alla fine dello scorso campionato”

Ha parlato ai microfoni di Torino Channel il terzino destro Davide Zappacosta, che ha detto la sua sui primi allenamenti al Filadelfia e sul ritiro di Bormio. Ma prima di tutto, ha spiegato l’insolito incidente che l’ha costretto fuori per gli ultimi match della stagione passata. “Durante un allenamento sulle palle inattive mi sono scontrato con Obi e dopo, la cosa più strana, nella ricaduta c’è stato un taglio all’interno della guancia con un dente. Questo ha causato un ascesso e ho dovuto fare una piccola operazione. Abbiamo dovuto prenderci qualche giorno per capire qual era il problema”.

Calciomercato – La Roma pensa a Barreca

“Il Filadelfia? Grossa emozione, rappresenta gran parte della storia del Torino. E’ stato calpestato, quel campo, da una grande squadra e da grandi giocatori. Per noi è un onore, lo rispetteremo, faremo tanto per questa maglia e per questa città”.

“E’ importantissimo anche per evitare problemi ad inizio preparazione. Stare completamente fermi può causare infortuni che possono dare fastidio e compromettere la preparazione estiva. Ecco perchè anche durante le vacanze è importante non stare del tutto fermi ma continuare con attività fisica”. 

TURIN, ITALY - APRIL 02: Davide Zappacosta (C) of FC Torino in action against Jakub Jankto (R) and Samir of Udinese Calcio during the Serie A match between FC Torino and Udinese Calcio at Stadio Olimpico di Torino on April 2, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – APRIL 02: Davide Zappacosta (C) of FC Torino in action against Jakub Jankto (R) and Samir of Udinese Calcio during the Serie A match between FC Torino and Udinese Calcio at Stadio Olimpico di Torino on April 2, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Ora il ritiro di Bormio, con i granata che hanno iniziato la preparazione in altura: “Le prime sedute a Bormio sono andate bene. Abbiamo iniziato con carichi pesanti, e lavorando nello specifico per fase difensiva e offensiva. Più passeranno i giorni e meglio staremo”.Una riflessione personale: “Quella passata è stata una stagione assolutamente positiva per me. Ma ora devo pensare al futuro perchè la prossima sarà ancora più importante. Sono soddisfatto del percorso fatto. Ho conquistato la Nazionale: un onore indossare quella maglia, rappresentare una Nazione. E’ il sogno di ogni bambino. Ma questo passa per il Torino: dovrò migliorarmi per dimostrare di poter competere ai più alti livelli”. Sugli obiettivi della squadra: “E’ iniziata una nuova stagione, non si scherza più. Dobbiamo migliorare la stagione precedente. A fine campionato sarò contento se centreremo la qualificazione europea. Comunque ragioneremo partita per partita, senza fissarci su un obiettivo in particolare. E’ solo così che potremo toglierci le soddisfazioni”.

Il terzino spiega come si sviluppa la routine quotidiana a Bormio:

“Facciamo allenamento al mattino, poi in hotel per il pranzo. In seguito un riposino per ricaricare le batterie, prima dell’allenamento pomeridiano. In seguito la cena, magari una passeggiata a Bormio, e poi alle 11 tutti in camera per riposare”.

Daniele Baselli ha rinnovato fino al 2022. E vi ha offerto una cena? “Quello che conta è il gruppo, senza non si va da nessuna parte. La cena offerta da Baselli è la dimostrazione che il gruppo è molto unito e affiatato”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy