Toro, il 2018 di Meïté si conclude male (ed in anticipo) all’Olimpico

Toro, il 2018 di Meïté si conclude male (ed in anticipo) all’Olimpico

Focus / Non riesce a chiudere su Milinkovic-Savic, poi si fa buttare fuori al 90′ accompagnato da vergognosi ululati razzisti: nel nuovo anno deve ritornare più forte

di Redazione Toro News

Non ha concluso al meglio il suo 2018 Soualiho Meïté, che è sembrato poco sul pezzo nella gara di ieri contro la Lazio, non riuscendo a portare a termine i compiti assegnatigli da Mazzarri, a differenza di altri momenti del girone di andata, nel quale addirittura il Toro è sembrato quasi Meïté-dipendente. Un momento di appannamento, probabilmente passeggero, che al rientro dalla sosta dovrà già esser stato agilmente superato dal francese, sul quale il centrocampo granata conta molto.

LA STAGIONE – Fin qui sempre in campo (meno che contro il Parma per squalifica) anche per qualche minuto, Soualiho Meïté si è conquistato a suon di buone gare un posto da titolare nel centrocampo del Torino: Mazzarri non può farne a meno, e l’ex Monaco ha ripagato tale fiducia mettendo a segno, nei 1.501′ giocati, 2 goal ed un assist. Un giocatore che pare quindi essere uno dei top player di questo Toro, anche se commette un gran numero di falli, che gli sono costati 6 gialli ed il rosso di ieri.

CONTRO LA LAZIO – Ieri invece il Meïté a cui ci eravamo abituati non si è visto. In una partita decisamente negativa per lui, perde il duello con Milinkovic-Savic, al quale Mazzarri lo accoppia per contenerlo, e nell’azione che porta al goal il laziale non riesce a chiuderlo camminandogli accanto. Nella ripresa spreca poi un potenziale 4 contro 2, rischia di causare un rigore con un intervento troppo irruento su Acerbi ed al 90′ si prende pure un rosso diretto a causa della manata rifilata allo stesso difensore biancoceleste, lasciando il Toro in 10 e vanificando la superiorità numerica (Lazio è già in 10 per l’espulsione di Marusic) e le chance di diventare pericolosi in avanti: il francese lascerà l’Olimpico accompagnato da vergognosi ululati razzisti. A fine gara Mazzarri si dirà “arrabbiato” per questo rosso, che definirà “un’ingenuità”.

La speranza di Mazzarri è che questa settimana di stop, prima che inizino di nuovo gli allenamenti, serva al giocatore per ritrovare la condizione mentale per ritornare ad essere un riferimento in granata.

Andrea Marchello

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Simone - 5 mesi fa

    Fare un assist in 1501′ x un centrocampista x voi è sintomo di buon giocatore?
    X me no, un centrocampista se quello è il suo ruolo ne deve fare molti ma molti di più mentre lui ha più o meno lo stesso ruolo di Rincon e cioè distruggere il gioco avversario.
    In piedi sono sicuramente migliori ma non inventa una verticalizzazione, non tira praticamente mai in porta (le prime giornate un poco meglio) ed è LENTISSIMO.
    La settimana scorsa è entrato tipo l’ultimo quarto d’ora ed era più lento di chi giocava dall’inizio.
    Lo si deve velocizzare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Seagull'59 - 5 mesi fa

    concordo con Granata della bassa: tirata d’orecchie ma non dimentichiamoci che questo ragazzone, al primo anno in Italia, è stato il migliore nel centrocampo del Toro. Se riesce a disciplinarsi e acquisire un po’ di velocità, può diventare un punto fermo del Toro prossimo venturo!
    Buon 2019 a tutti i tifosi granata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granatadellabassa - 5 mesi fa

    Gravissima ingenuità, spero che gli facciano un bel cazziatone! Sul calo di rendimento non ne farei una tragedia. Nel corso di una stagione ci sta. Per me resta il miglior centrocampista del girone di andata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 5 mesi fa

      Essendo Rincon un centrocampista, basso ma pur sempre un centrocampista, il migliore nel girone d’andata è stato lui

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14003131 - 5 mesi fa

    Ha sicuramente giocato male, ma gol a parte il serbo non è che abbia incantato eh…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. lello - 5 mesi fa

    Forza Meité, il Toro ha bisogno di Te.
    Dimenticare l’episodio di Mercoledì (anche se io non ho visto nulla), e ritrovare subito entusiasmo e fiducia.
    Buon Anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lello - 5 mesi fa

      Sabato

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy