Mister Giampaolo, non perda la testa 

Editoriale / Difficile reagire dopo una mazzata del genere, ma lo deve fare per primo il tecnico o altrimenti…

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto
giampaolo

Non si è mai visto un Giampaolo così fuori di testa come nel post partita di Torino-Lazio. Benvenuto al Toro, verrebbe da dirgli, qui non ci si è mai fatti mancare nulla. Il tecnico ha abbandonato l’aria del filosofo zen e si è sfogato davanti ai microfoni come era umanamente comprensibile dopo aver visto materializzarsi l’incredibile. Al netto però delle dichiarazioni sopra le righe – inciso: vogliamo sorvolare su frasi come “oggi non riesco a fingere la solita conferenza del cazzo”, contando sul fatto che sia stata un’esagerazione figlia dell’amarezza – per Giampaolo è fondamentale non perdere la trebisonda e continuare a credere di poter risollevare la squadra. Deve essere lui il primo a crederci, se vuole rimanere sulla panchina del Torino a lungo.

TURIN, ITALY – NOVEMBER 01: Felipe Caicedo of SS Lazio celebrates a fourth goal during the Serie A match between Torino FC and SS Lazio at Stadio Olimpico di Torino on November 01, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Marco Rosi – SS Lazio/Getty Images)

Qualche appiglio per ripartire dal suo lavoro e dalle sue convinzioni, infatti, l’allenatore abruzzese ce l’ha. Il Torino, contro Sassuolo e Lazio (non due squadre qualsiasi), si è infatti costruito i presupposti per vincere la partita. Vuol dire che di riffa o di raffa, sotto il piano tecnico-tattico, Giampaolo sta tirando fuori qualche ragno dal buco, e sta portando la squadra a giocare a calcio. Anche con l’umiltà di abiurare in parte ai suoi dogmi sull’altare dei risultati (lo dimostra l’adozione della difesa a tre per la seconda partita di fila). Certo, si parlava di presupposti. Infatti, da sei punti potenziali, il Torino ne ha portati a casa uno.

TURIN, ITALY – NOVEMBER 01: Felipe Caicedo of SS Lazio scores a fourth goal during the Serie A match between Torino FC and SS Lazio at Stadio Olimpico di Torino on November 01, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Marco Rosi – SS Lazio/Getty Images)

Qui subentra il tema psicologico, che nel calcio ha la preponderanza su tutti gli altri aspetti. Questa squadra non riesce proprio a scrollarsi di dosso la mentalità da perdenti maturata dopo dieci mesi di un 2020 da dimenticare. Se la rimonta subita dalla Lazio fosse un caso isolato, Giampaolo potrebbe anche chiudere un occhio, fare una tirata d’orecchi collettiva e mandare giù il rospo. Il fatto è che qui si parla di undici punti persi da situazione di vantaggio in questo campionato. La squadra è permeata da un alone di negatività che ha già contagiato anche i nuovi e ha coinvolto anche le poche certezze che c’erano (vedi Sirigu e Nkoulou). La conclusione automatica che si può trarre è che durante il calciomercato non si sia cambiato abbastanza. Ora però la patata bollente è nelle mani dell’allenatore. Contro Sassuolo e Lecce erano stati fatti due passetti in avanti verso la “Cima Coppi” dell’autostima, ora il Torino è ruzzolato al punto di partenza o forse anche più sotto. Può essere Giampaolo l’uomo giusto per scacciare via i fantasmi dalle teste di questi giocatori? Se perde la testa lui per primo, addio.

115 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. christian85 - 3 settimane fa

    Adesso va bene tutto,
    d’accordissimo all’unanimita’ che Cairo e’ e restera’ sempre il copevole di questa situazione IMBARAZZANTE, ma ora se si deve parlare di calcio, fino a un certo punto Cairo c’entra ben poco.

    Parliamo di professionisti di Serie A che sin dai tempi dell’Oratorio ti insgnano a difendere il risultato anche a costo di spazzare via tutto.

    Qui la colpa e’ solo dei calciatori, altro che Cairo e Giampaolo.

    Non esistono scuse, avevano gia’ preso 2 gol in un minuto 7 gg prima con il Sassuolo, errare umanum est, perseverare diabolicum est !!!!

    Si facciano tutti un’esame di coscienza e su Cairo che ha colpe sicuramente, non gli si puo’ puntare il dito su tutto.

    Ora Giampaolo riveda quello che manca nella mente soprattutto nei minuti finali e finiamola con ste figure di merda

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ayace67 - 3 settimane fa

    Non commento! Solo ancora un po’ di sangue agli occhi! Meite Rodriguez Linetty in testa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marcel Marceau - 3 settimane fa

    La testa l’ha già persa…
    Uno che ripete gli stessi errori è in confusione
    Già con il Sassuolo fa la cazzata in vantaggio di due gol di passare a tre dietro e mettere N’Koulou…e abbiamo preso due pappine
    È altre due pappine con la Lazio per la stessa cagata…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 3 settimane fa

      Ti informo che come ha messo Nkolu 17 minuti dopo abbiamo segnato e siamo andati in vantaggio fino al 95 minuto.
      Dai ascolto a me occupati di altro che è meglio fai più bella figura.
      E che cazzo basta veramente ma siete ignoranti come capre con rispetto per loro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. giacki - 3 settimane fa

    Riguardo al voto sul mercato…quale allenatore inizia la stagione dicendo “mi avete preso delle m..”?avrebbe subito lo spogliatoio contro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. giacki - 3 settimane fa

    Grazie Comi per il meno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Garra - 3 settimane fa

    Sto malissimo ma il calcio giocato mi é piaciuto. Miglioriamo ancora la difesa. Alla fine non mettiamo un difensore per un attaccante, per la prossima al massimo un altro centrocampista… #iostocongiampaolo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. giacki - 3 settimane fa

    Ma per sentire Comi e Vagnati…chiamiamo Chi l’ha visto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 3 settimane fa

      Per comi meglio se chiami 4 ristoranti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giacki - 3 settimane fa

        I ristoranti la sera sono chiusi..starà facendo la fila per l’asporto!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Marcel Marceau - 3 settimane fa

        Ahahaah

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Toro_felix - 3 settimane fa

    Giampaolo confermato fino all’inizio del calciomercato di gennaio e non rompete più le scatole! qua quelli che se la stanno facendo sotto sono Cairo e Vagnati quest’ultimo forse che gli rode perché lui Giampaolo non lo voleva . ma io comunque ho visto due buone partite per 80 minuti quindi non è proprio il caso di dire che non ci sono idee e tutto il resto… Giornalisti pennivendoli?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Ardi - 3 settimane fa

    Certo che criticare la conferenza stampa di Giampaolo, facendola passare come capo espiatorio dicendo che ha perso la testa non fa onore a chi ha scritto l’articolo. Mi sembra chiaro che cairo, anche attraverso tn, di cui è proprietario, stia cercando di instillare l’idea che le colpe siano dell’allenatore. Piuttosto, fate come hanno fatto molte squadre e prendete dei mental coach. Oltretutto la causa scatenante di questo stato mentale è da impiegato al presidente, che promette e non mantiene. Prima, per due calciomercato non prende i giocatori necessari e promessi, lo scorso gennaio addirittura ha solo venduto o prestato, la conseguenza è che diversi giocatori delusi se ne vogliono andare, ma lui non li vende perché vuole troppi soldi, alla fine usa l’allenatore di turno come capo espiatorio. Complimenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. filippo.burdes_10466498 - 3 settimane fa

    Io voglio credere in Giampaolo. Inizialmente non mi piaceva, ma finalmente ho visto cose interessanti e dalla conferenza di ieri ho capito quanta passione mette nel suo lavoro. Gasperini all’atalanta il primo anno aveva iniziato con una serie simile di sconfitte. Basta una vittoria per sbloccare tutto. Forza Toro!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Wallandbauf - 3 settimane fa

      Allegri al cagliari credo ne perse 6 di fila a inizio anno..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Vit71 - 3 settimane fa

    è un’accozzaglia infinita di errori… societari e tecnici!
    che mi auguro non ci conducano al baratro della serie B…
    premesso che non credo nei maestri, soprattutto in quelli esonerati in gran parte delle esperienze passate…
    a prescindere da questo:
    1) ha senso investire in Gianpaolo proprio nell’anno in cui di tempo per prepararsi, già si sapeva, ce ne sarebbe stato pochissimo???
    2) ha senso farlo con un mercato che già si sapeva sarebbe stat per tutti al minimo indispensabile?! e quindi senza dargli giocatori adatti???
    3) mister, delle 2 l’una… o facciamo gli integralisti o non lo facciamo per nulla! come giocatori, questa squadra non è adatta a giocare a 4 dietro perchè ha troppi difensori! ma se giochiamo a 4 facciamolo per tutta la partita!!!! hai fatto fuori (finalmente!) ‘Nkolou… perchè farlo giocare alla fine??? 20 mm giocati tra ieri e sassuolo = 4 gol subiti!!! quelli ieri solo per colpa sua…
    4) hai avuto il coraggio di far fuori ‘Nkolou, cosa che la società non ha maldestramente fatto già 2 anni fa, come avrebbe dovuto… cosa aspettiamo per Sirigu??? scontento e indisponente da un anno abbondante, quest’anno non ne prende una!!!!
    5) il resto è un mix di colpe tra società e allenatore, per giocatori non all’altezza… Rincon mi da tenerezza, fa solo passaggi elementari e falli da principiante! Rodrigez fa solo cose scolastiche… Verdi non ne ha tenuta una e ha sbagliato gol incredibili di cui l’ultimo è imbarazzante! peraltro non ci sono cambi… perchè vogliamo parlare di Bonazzoli, Ansaldi, etc…
    6) tattica: mi chiedo quando saremo pronti per fronteggiare il cambio gioco?! anche ieri diverse occasioni subite + il primo gol…

    non mi pare infine che, a fronte di gol subiti, la squadra dimostri una pericolosità importante in attacco; anche ieri abbiamo fatto 3 gol da episodi, corner, rigore (da azione solitaria) e palla rubata… come in altre occasioni da miracoli di Belotti! è pur vero che sbagliamo gol clamorosi dopo alcune discrete azioni, ma resta il fatto che siamo imbarazzanti in difesa senza essere devastanti in attacco!?

    e allora dove sta il maestro????
    se volevano cambiare filosofia, si doveva andare su qualcuno che non fosse già vecchio come questo!!! e rischiare davvero, come ha fatto il Parma per esempio…
    ma noi mai, sempre vie di mezzo inutili; e allora ci tenevamo Longo che almeno tifava e tifa Toro come noi, e con noi soffre…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. poluva66 - 3 settimane fa

    Ma quale testa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Bischero - 3 settimane fa

    A me non sembra che stia perdendo la testa. È solo incazzato nero. Conosce il calcio e i suoi aspetti. Fosse aiutato dalla proprietà le cose andrebbero meglio.sta tagliando diversi big che per motivi tecnici fisici o mentali non sono più utili. Sta persino(con scarsi risultati a mio avviso) snaturando il suo credo calcistico. Il problema é sempre e solo 1.tutti lo sappiamo. Speriamo di fare 6 punti e rimetterci in carreggiata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granatasky - 3 settimane fa

      “Il club ha fatto il massimo di quello che si poteva fare, il mercato non fila sempre liscio come si vorrebbe, io sono sempre contento dei calciatori che alleno e non di quelli che non ho e avrei potuto avere, voglio costruire qualcosa di positivo con quello che ho, la rosa è numericamente giusta, ora tocca a noi. Nel momento in cui il mercato si chiude sono soddisfatto, come voto do dieci“.

      “Noi lavoriamo per creare delle specificità nel ruolo, nel senso che individuiamo un calciatore da collocare in quel ruolo, così che se manca uno dei due lo possiamo sostituire degnamente. Il pensiero è collettivo. Quel ruolo al momento lo ricoprono Rincon e Segre. Non dovesse giocare il primo, il secondo potrebbe subentrare. Poi in un campionato può succedere di tutto e magari un altro giocatore potrebbe ricoprire quel ruolo. Al momento non è questo il caso, perché i registi sono Rincon e Segre“.

      Queste sono state le sue dichiarazioni al termine del mercato, dunque nessun rispetto, almeno da questo punto di vista, per un individuo che, mentendo spudoratamente, si è fatto andar bene la “merda” in cambio di 1,5 milioni di ingaggio all’anno, per due anni con opzione per il terzo.

      E adesso si incazza pure, sapendo esattamente che da dei ferri da stiro fuori ruolo e da degli scazzati cronici il ricavo finale è pari a zero ?

      Quandi svestirà il suo ruolo da aziendalista e alzerà la voce come si deve nei confronti del mandrogno e del suo DS lacchè, dicendo chiaro e tondo come stanno le cose, allora avrà il mio rispetto, almeno come uomo, a prescindere dai risultati

      Che il problema sia sempre e solo uno lo sanno anche i sassi, ma al momento è irrisolvibile e duqnue inutile sperare in una sua immediata risoluzione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 3 settimane fa

        Ogni anno con ogni allenatore scrivete sempre le stesse cose. Sono professionisti e ragionano da aziendalisti.poi peró rileggiti i suoi concetti durante le interviste e cosa dice fra le righe sul modo di giocare e interpretare di molto calciatori. Non mi sembra sia contento. Possiamo sognare il nostro allenatore ideale. Quello che sputtana questo presidente ma sai alla fine chi allenerebbe il toro? Nessuno. Perché tolto il secondo anno di sinisa puntualmente gli allenatori non sono mai stati accontentati. Mai.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. granatasky - 3 settimane fa

          Quindi mi confermi che, da buon aziendalista professionista, come i suoi predecessori, è venuto alla cairese solo per la grana e, anche se sbotta o non è contento o chiama un padre esorcista, alla fine trangugia la merda e non sputa nel piatto in cui mangia.

          Tanto, male che vada, alla fine contratterà la buonuscita con il mandrogno, proprio come ha fatto il suo predecessore livornese.

          Magari tutti gli allenatori si rifiutassero di venire ad allenare questa squadra a causa delle continuative prese per il culo e mancanze del mandrogno…!!!

          Sarebbe la situazione ideale affinchè il mandrogno si “convinca” far fagotto e a togliersi dai cogloni.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bischero - 3 settimane fa

            Certo. Lavorano per soldi. Tutti. Nessuno escluso. Nessun lavoratore al mondo direbbe a mezzo stampa che non é messo a lavorare nelle migliori condizioni. Figuriamoci una con certi stipendi milionari.

            Mi piace Non mi piace
      2. abatta68 - 3 settimane fa

        E quindi? Quale sarebbe la soluzione? Longo? Mazzarri? Mhjailovic? Oppure nomi nuovi che per 1,5milioni anno si venderebbero pure la madre? GP ha solo detto come lavora e su cosa intende lavorare, nonè lui che dispone dei soldi per comprare i giocatori. Come lui ci sono altri 1000 allenatori disposti a fare la stessa cosa. Continuiamo esonerare allenatori?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. granatasky - 3 settimane fa

          Sino a che ci sarà il mandrogno non esisterà alcuna soluzione, di nessun genere e in nessun campo.

          Lui gli allenatori e i DS li seleziona appositamente incapaci o falliti e li strapaga in cambio del loro aziendalismo e del loro lassismo. E lo stesso vale per i quadri dirigenziali.

          L’obiettivo del mandrogno è quello di incenerire e cancellare quel che resta del fu Torino Calcio e lo farà, senza se e senza ma, ci puoi scommettere.

          Poi, forse, se ne andrà definitivamente.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Cristiano.123 - 3 settimane fa

    Sull’orlo di una crisi di nervi.
    Per quanto mi riguarda ogni commento sull’operato e sulla conduzione tecnica del Maestro e’ sospeso fino alla partita interna con il Crotone (7^ giornata).
    Quel che vorrei sottolineare sono le singolari espressioni dialettiche utilizzate nel corso delle interviste a caldo dopo l’incontro. A me sembra sconveniente che un allenatore serio si esprima in modo cosi’ terra terra, e che le uniche eccezioni sono egli stesso e Mihajlovic, quest’ultimo piu’ di un tecnico in senso stretto sembra vivere la propria esistenza e professione in una sorta di grande fratello, tutto assume spettacolo.
    Da Mondonico in poi non rammento di un tecnico del Toro che si sia espresso in termini volgari, forse ho dei vuoti di memoria?
    In ogni caso sarebbe utile inserire nelle clauole contrattuali impegni precisi nei confronti delle comunicazioni verso i mass media, che tutelino la societa’ da figure come queste e magari delle multe come conseguenza.
    Auguro al Presidente, ai calciatori del Torino, a tutti i calciatori di ogni squadra e serie, ai tifosi ed a tutti coloro tuttora alle prese con il male una pronta guarigione e di vincere la partita piu’ impegnativa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. leggendagranata - 3 settimane fa

    E’ ovvio che le colpe scendono a cascata dal presidente, alla struttura societaria, all’ allenatore ai giocatori. Il vero limite di Cairo non è che è tirchio (alle fine non lo è poi più di tanti altri presidenti), ma è la sua “bausciaggine”, cioè la presunzione di intendersene anche in un campo (quello del calcio) in cui non ha la minima competenza. E cosi’ commette errori a raffica: la storia dei suoi 15 anni è costellata da decisioni che si potrebbero definire comiche, se non fossero state abbastanza tragiche per il Toro. Fra l’ altro crede di essere furbo e alla fine prende cantonate o si fa prendere per il naso. Cito solo alcuni casi: il mancato riscatto di Immobile, finito ala Lazio per 8 milioni; la vendita alla Sampdoria di Quagliarella per 3,5 milioni; il mancato ingaggio di Gasperini per paura della “piazza”; l’ acquisto di Verdi per 25 milioni; l’ ingaggio di Mazzarri per 2 milioni netti l’ anno. Non ho ancora messo fra le cantonate Giampaolo (1,5 milioni netti di ingaggio), anche se una riflessione sul fatto che a tempo di record, dopo soli 3 mesi, il Milan l’ aveva fatto fuori con evidente gran beneficio, l’ avrei fatta. Giampaolo ha iniziato nel peggiore dei modi, anche perchè ha preteso una campagna acquisti “clientelare”. Da questo punto di vista Cairo avrebbe dovuto porsi un’ altra domanda: come mai quel bel tipetto di Ferrero pareva ben contento di farsi fuori i vari Murru Rodriguez, Lynetti, Bonazzoli? Ed ora si domandi: come mai la Sampdoria sembra essersene avvantaggiata? Ora, io spero che Giampaolo abbia l’ umiltà di fare autocritica, il coraggio di accantonare alcuni dei suoi coccolini e provare nuove soluzioni, anche tattiche. Possibile che non si sia accorto che la doppietta di Verdi alla fine del secondo tempo supplementare e contro il modesto Lecce non poteva essere la prova che avevamo trovato un nuovo goleador? Verdi è quello lì, un mangiagol, ma ha discreta tecnica e, forse, si potrebbe farlo giocare alla Iago Falque (Iago non si offenda per il paragone), mettendo Belotti al centro dell’ attacco, con una vera seconda punta. Un po’ quello a cui era arrivato il modesto Longo (con il trio Belotti-Zaza-Verdi). E poi Giampaolo ammetta che non ha un vero regista, che Rincon non lo può fare, che il centrocampo continua ad essere un bel problema. Trovi un posto a Segre (che è una mezz’ ala e non un mediano, quindi non il vice Rincon, come da lui avventatamente detto), si renda conto dei limiti di Lynetti e Meitè; la smetta con quella soluzione assurda di Lukic molto avanzato in mezzo alle due punte; cerchi un posto a Singo senza penalizzare Vojvoda e si rassegni a sacrificare qualcuno di quelli che ha voluto. Per quanto riguarda il management societario, mi chiedo perchè, dopo la deludente stagione dell’ anno scorso, non abbia cercato gente di buomna esperienza per elevare immediatamente il tasso tecnico della squadra: parlo di Zappacosta, Darmian, Candreva (tutta gente valutata fra i 2 e i 2,5 milioni di euro) e alla fine della ciliegina sulla torta, Madzukic, un fior di attaccante ancora senza contratto. Non mi si dica che Madzukic non sarebbe venuto, tutto sta a come gliela presenti, Moggi ingaggiò il miglior centrocampista della Liga spagnola, Martin Vazquez, a parametro zero, che fra lo stupore generale lasciò il Real Madrid per arrivare in una neopromossa italiana dalla Serie B. Certo bisogna avere le palle e, mi pare, che questo sia un attributo molto carente nel nostro club.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Gigiotto - 3 settimane fa

    Dato che la squadra a parte eccezzioni è la stessa dello scorso anno, chi ha dato questa mentalità di perdente alla squadra se non il sug Mazzarri, vedo ancora oggi squadre più scarse della nostra che la partita la giocano fino alla fine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. granatasky - 3 settimane fa

    Finito lo scorso campionato e non rinnovato Longo, forse colpevole di troppo amore per i nostri colori, un certo cavaliere ha ingaggiato un filosofo sacchiano del calcio, dal palmares brillante di esoneri con, quale massima vetta scalata, un 9° posto in serie A. Un mister che, da quando siede sulla nostra panca, non è mai riuscito a vincere una partita nei tempi regolamentari, salvo l’amichevole precampionato con il Novara che milita in serie C, acquisendo l’inglorioso titolo di filoso del risultato debole e mister sconfitta: Campionato, 4 sconfitte ed un pareggio; Coppa Italia, un pareggio al termine dei tempi regolamentari in casa contro il Lecce di serie B; amichevoli precampionato una sconfitta ed un pareggio contro le formazioni di serie C Pro Patria e Pro Vercelli, oltre alla vittoria con il Novara su detta.

    Poi, quel certo cavaliere, indossando il suo miglior abito da marinaio, ha solennemente promesso al mister filosofo un attaccante di livello, un trequartista e, soprattutto, un regista… che, magia delle magie, si son rivelati essere Verdi per l’attacco, Lukic quale trequartista e Rincon per la regia, piedi bullonati per tutte le occasioni. Non ancora contento, quel certo cavaliere ha inoltre assunto un bel ragazzotto alla carica di DS, che, vistolo all’opera, risulta certamente più esperto di moda che di calcio; d’altra parte cosa si può pretendere da chi ha qual unico trascorso di massima serie una retrocessione con la Spal.

    Ed ora siamo ad 1 punto su 5 partite, ultimi a pari merito con il Crotone che, però, sovrastiamo alla grande per una differenza reti che brilla per i soli 15 gol subiti, rispetto ai 17 subiti dei calabresi. E si, cari fratelli, siamo formalmente davanti a quel Crotone che, al suo primo scontro con i gobbi, è riuscito a portare a casa un pareggio. Che dire… tutto perfettamente sintonico con una volontà presidenziale sempre più chiara nel suo intento distruttivo.

    Un intento distruttivo incontrovertibilmente comprovato con l’assunzione di mister sconfitta e del DS modaiolo, nonché dall’allestimento di una squadra formata da giocatori scoglionati (Sirigu in testa) o inadeguati alla serie A (la stragrande parte della rosa). Tornando all’odierna partita, non è poi mancata la ciliegina sulla torta, ovvero la dichiarazione di Vagnati: “Vincere per Cairo”. Una dichiarazione a cui la squadra a dato un bel 3 a 4 di risposta, subendo una rimonta che ha dell’incredibile Volendo quindi trarre una sintesi da questa prima fetta di campionato, non possiamo che dire: “tutto secondo logica e progetto”…con però ancora un manipolo di autoproclamatisi tifosi arroccati in quel di Masio, a parlare di Europa e ad inneggiare la grandeur colui che ci ha rovinato ed ora sta per darci il colpo definitivo.

    (Avv. Gigi Marengo)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nero77 - 3 settimane fa

      Condivido appieno,30 minuti d applausi.Non ci resta che piangere e finire in b grazie al nostro presidente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Ciccio Graziani - 3 settimane fa

    Con Mazzarri alla guida 63 punti. In campo Rincon, Baselli, Berenguer, Izzo, Meite. Dove è l’inghippo?? Non andava bene Mazzarri. Prendiamo Longo, il grande cuore Toro ora Giampaolo il maestro. Ora chi arriva? Mourinho? Capello? Al Torino?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 3 settimane fa

      Il tempo è quasi scaduto per l’allenatore del Torino Marco Giampaolo: la beffarda sconfitta contro la Lazio ha reso ancora più pericolante la sua posizione e, se nel recupero di mercoledì contro il Genoa e nel successivo impegno col Crotone non arriverà la svolta, l’esonero si materializzerebbe in maniera inevitabile. Ventura, Semplici e D’Aversa sono i nomi sullo sfondo.

      Per carita’ con ventura andiamo in B, sicuro.
      Semplici? Diventiamo la SPAL coi giocatori (gli scarti) della Samp.

      Mazzarri fece piu’ punti per un tot di motivi:

      – tento’ di aprire un ciclo, novita’ al primo anno
      – Aveva Izzo da Nazionale, che giocava nel suo ruolo
      – NKolou in fase di crescita, senza di lui andiamo male
      – Baselli presente (mi ricordo commentare piu’ volte, ci lamentiamo di lui, ma senza di lui non vinciamo mai)
      – Meite il primo anno era molto buono, si sta riprendendo
      – Rincon a giocare nel suo ruolo
      – Sirigu completemente dedicato al Toro e con la testa sulle spalle

      Ripeto non e’ un discorso di allenatore.

      Ci sono un paio di scarsi inutili ancora dai tempi di WM (Zaza, Verdi) e ci sono un tot di nuovi buoni (Singo, Segre)

      Ma siamo cmq la stessa squadra che nel 2020 ha fatto pochissimi punti.

      C’e’ chi dice che lo sport sia 90% testa 10% fisico, anche perche’ a questi livelli il fisico ce l’hai ci mancherebbe.

      Credo che quello sia il problema.

      Devono assumere un mental coach, altro che un esorcista, se Giampaolo non ce la fa a sistemare la testa dei giocatori.

      Se tutto quello che sei abituato a fare e’ perdere, perderai.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. granataLondinese - 3 settimane fa

    Vinto con Udienese, Brescia, Genova, Novara, Lecce (ai supplementari)

    Da FEBBRAIO DI QUEST’ANNO. E lui non dovrebbe perdere la testa? Non doveva firmare per questa sciagurata SPA

    17/02/20 Milan 1 – 0 Torino
    29/02/20 Napoli 2 – 1 Torino
    20/06/20 Torino 1 – 1 Parma
    23/06/20 Torino 1 – 0 Udinese
    27/06/20 Cagliari 4 – 2 Torino
    30/06/20 Torino 1 – 2 Lazio
    04/07/20 Juventus 4 – 1 Torino
    08/07/20 Torino 3 – 1 Brescia
    13/07/20 Internazionale 3 – 1 Torino
    16/07/20 Torino 3 – 0 Genoa
    19/07/20 Fiorentina 2 – 0 Torino
    19/07/20 Torino 1 – 1 Hellas Verona
    26/07/20 SPAL 1 – 1 Torino
    29/07/20 Torino 2 – 3 Roma
    02/08/20 Bologna 1 – 1 Torino
    29/08/20 Torino 4 – 1 Novara
    02/09/20 Torino 1 – 1 Pro Patria
    05/09/20 Torino 1 – 2 Pro Vercelli
    19/09/20 Fiorentina 1 – 0 Torino
    26/09/20 Torino 2 – 4 Atalanta
    18/10/20 Torino 2 – 3 Cagliari
    23/10/20 Sassuolo 3 – 3 Torino
    28/10/20 Torino 3 – 1 Lecce
    01/11/20 Torino 3 – 4 Lazio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 3 settimane fa

      ma andiamo piu’ indietro..

      18/01/20 Sassuolo 2 – 1 Torino
      25/01/20 Torino 0 – 7 Atalanta
      28/01/20 Milan 4 – 2 Torino
      02/02/20 Lecce 4 – 0 Torino
      08/02/20 Torino 1 – 3 Sampdoria

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granataLondinese - 3 settimane fa

        figa i non mi piace sui risultati incollati del toro sono impegno, grazie

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. TOROPERDUTO - 3 settimane fa

        Poteva andare peggio…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. granatasky - 3 settimane fa

    Semplici pronto a subentrare a Giampaolo: altro possibile “regalo” dell’aziendalista Vagnati, pescato nel letamaio Spal.

    Con un DS così, incapace e inutile, servo e lacchè del mandrogno, la scomparsa dei resti del Toro è cosa certa e sicura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. CalcioFanto - 3 settimane fa

    Qui non è questione di testa o meno. E stendiamo un velo pietoso sulle parole e lo standing di Giampaolo ieri…

    L’unica verità è che più andiamo avanti e più c’è da riconoscere che Mazzarri aveva fatto un miracolo dietro l’altro, mentre noi abbiamo pensato bene di farlo fuori, forse per colpire Cairo, ma di fatto facendo come quello che si taglia i maroni per non far godere la moglie…

    Per curiosità mi sono andato a vedere i suoi numeri: 29 punti nel ritorno 17/18, 63 stratosferici punti nel 18/19 e 27 a fine andata l’anno scorso.
    Parliamo di 60 punti di media a campionato in 2 anni netti.
    E guardiamo il rendimento dopo di lui: di cosa stiamo parlando??

    Probabilmente era l’unico con le p***e e l’esperienza per far rendere al meglio questa squadra e gestire un ambiente “isterico” (per non dire esoterico ultimamente…) come il nostro.

    Purtroppo il senno del poi spesso fa male, ma tant’è…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. lucabenzoni7_8317634 - 3 settimane fa

    In questo scoramento io voglio essere ankora ottimista e dico che tutto sta andando come bene o male si poteva immaginare : il mister ha bisogno di tempo soprattutto per le valutazioni sui singoli a disposizione ed oggi forse ha capito qualcosa e sicuramente farà le scelte che deve fare da qui in avanti, questo sbotto non è negativo anzi magari sarà la svolta ……. io vedo miglioramenti di gara in gara e sono certo che aggiustando l’undici, e non arretrando più a 3 in difesa, si potrà fare un passo alla volta per cambiare il corso di questo duro momento iniziale di campionato …… dai raga ……. FT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Mimmo75 - 3 settimane fa

    A chi critica Giampaolo dico di prendere atto di due cose e di rifletterci un po su: 1) dal punto di vista tattico e di produzione di gol la squadra ha svoltato nettamente, gioca bene nonostante sia ancor un cantiere ed esprime il capocannoniere della serie A, ergo il mister il suo lo sta facendo eccome; 2) i limiti mentali sono gli stessi della scorsa stagione perchè in gran parte è la rosa stessa ad essere la stessa, ma qui il mister può farci poco o nulla, visto che la legna la compra e la vende la società. In conclusione, pare evidentissimo che Giampaolo stia facendo il massimo con la legna in gran parte bagnata che la società gli ha messo a disposizione. Qualche ciocco produce una bella fiamma in grado di scaldare ma la maggior parte produce solo un sacco di fumo che intossica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 3 settimane fa

      Concordo ma la mossa del 5311 e’ sempre finita male… Poi per carita’ sbaglia anche lui, magari smette di fare quella mossa e la prossima volta infoltisce il centrocampo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 3 settimane fa

        Ha già spiegato di essersi fatto violenza passando a tre dietro ma di essere stato costretto a farlo perchè la squadra si abbassava troppo e a quel punto andava in difficoltà con la linea a 4. Il passaggio alla difesa a 3 è una conseguenza, non la causa. E’ figlia proprio di quella melma e della paura fottuta di perdere le partite di cui parla Giampaolo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. alberto.brun_664 - 3 settimane fa

      Concordo su tutto. Secondo me, bisogna un attimo far sbollentire la rabbia e partire da quanto fatto di buono e dai giocatori in forma, senza guardare in faccia nessuno. L’unico per cui chiuderei ancora un occhio è Sirigu. A Genova (sperando nel recupero di Belotti) giocherei in questo modo: Sirigu, Singo, Lyanco, Bremer, Ansaldi, Segrè, Meitè, Gojak, Lukic, Bonazzoli, Belotti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Radix66 - 3 settimane fa

    Di solito sono pacato ed oltremodo tollerante, ma oggi è impossibile.
    Dopo una partita del genere, avessimo un DG degno di questo nome, sarebbe entrato nello spogliatoio ed avrebbe fatto il diavolo a 4, faceno il c.lo a tutti quanti. Invece di nuovo l’allenatore lasciato solo. Perdere per perdere allora chi, nonostante sia lautamente retribuito, “non ha la testa” non venga nemmeno convocato, direttamente in tribuna a meditare finché non avrà capito come si sta in campo, anche a costo di giocare con quel che resta della primavera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. suoladicane - 3 settimane fa

    e’ talmente evidente che alcuni non hanno più voglia, dirigenti compresi, che verrebbe da tirare tanti begli schiaffoni nel cortile del fila, vedi poi come corrono e come mettono la gamba ste merde.
    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. pupi - 3 settimane fa

    L’ex arbitro Chiesa
    Torino-Lazio: Chiffi 4 (Var Massa). “Ha sbagliato tutto e lo ha fatto da solo. ​Al 23′ Belotti cade a terra in area dopo un contatto con Pereira: giusto assegnare il calcio di rigore. Al 38′ manca un altro penalty ai granata: Luiz Felipe atterra fallosamente Verdi, ma Chiffi e il Var inspiegabilmente non intervengono. ​Nel finale di gara molto teso Chiffi va al monitor dopo le proteste laziali per un mani di Nkoulou, ma il pallone che impatta sull’addome del giocatore e poi carambola sul braccio: il rigore realizzato poi da Immobile non c’era”.
    Lo so, non c’era bisogno che lo dicesse Chiesa, così come Marelli in TV, così come lo scibile degli opinionisti.
    Non ho dormito un cazzo, per dirla alla GP, Kafka a noi ci fa un baffo! Zio marzian…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Salentogranata - 3 settimane fa

      Sull’articolo che si fa qui ” sulle reazioni dal web” c’è un commento con due foto:
      Bonucci con mani larghe : rigore no

      Nkoulou palla che sbatte sul corpo e poi..:
      Rigore si

      È inutile parlarne!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. granatasky - 3 settimane fa

    Con Cimminelli/Romero Il Torino Calcio è fallito, ma con il mandrogno e soci non resterà più nemmeno la cenere di quel che restava del Toro.

    Fine dei giochi e cairese in serie cadetta (tanto per incominciare).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 3 settimane fa

      Ciao caro fratello,
      on Cimminelli/Romero e’ fallito il Toro,
      con il Mandrogno spariranno i tifosi. Ancora 3 o 4 anni e saremo in 50 mila.
      I bambini non sapranno neppure piu’ cos’e’ il toro, in questo Cai vo e’ stato quello che ci ha distrutti.
      Ha distrutto la memoria storica granata…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granataLondinese - 3 settimane fa

        Ormai verremo ricordati come quella gloriosa squadra con quel capocannoniere della nazionale ma ultimi in classifica e retrocessi.

        oppure la gloriosa squadra che non ha saputo rinnovarsi e e’ stata presa a pallonate la lecce, atalanta, ecc

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. ALELUX777 - 3 settimane fa

    Credo che Giampaolo abbia ben chiara la situazione e le parole molto semplici di ieri lo dimostrano. Il problema è che ora non c è più spazio per perdere punti. E ciò che ha detto ieri va in questa direzione, o i giocatori sapranno tirar fuori il “figlio di puttana che è in loro”, tirar fuori le malizie del mestiere del calciatore..oppure queste partite si perdono perché non si ha quell istinto del “Killer”(che avevano caicedo e immobile) per battere l’avversario. Sono Dell idea che devono arrivare 6(anche 4 ma dipende come..) punti in questa settimana oppure sarà dura che Giampaolo continui. (Nicola è lì che aspetta una telefonata??..)
    La mia fiducia rimane in Giampaolo ma servono i punti e serve che la squadra gli dia i risultati per rimanere, altrimenti la classica “Scossa” del cambio allenatore sarà inevitabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. TOROPERDUTO - 3 settimane fa

    Boh io proprio non riesco a capire come facciate a scagliarvi contro la allenatore.
    È evidente che abbiamo giocatori deboli mentalmente per concentrazione, è un problema che al netto del gioco brutto aveva anche Mazzarri ed era evidente agli occhi di tutti.
    Verona dello scorso anno ne è l’esempio lampante.
    Il Toro ha bisogno di mental coach da tempo.
    Lo scrisse cassardo.
    Ma in tanti qui l’hanno riempito di insulti perché è molto più facile prendersela con Giampaolo, stavolta, la prossima sarà un altro allenatore.
    Giampaolo, che sta cercando di portare per quanto può qualcosa di diverso e nuovo.
    Ah per quelli che dicono che ha sbagliato i cambi, potrebbero anche avere ragione, riguardate come prendiamo gol e poi riparliamo se si tratta di questioni tattiche o di altro.
    Stiamo di nuovo perdendo di vista la realtà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 3 settimane fa

      È lo sport nazionale scagliarsi contro l allenatore. A Torino poi raggiunge il massimo. Gli allenatori passano. I problemi restano. Anzi. Il problema resta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. robinhood_67 - 3 settimane fa

    Un punto in 5 partite, il primo sul banco degli imputati è sempre l’allenatore. Bene. Ma non cominciamo a dire che ha perso la testa, il controllo, che la squadra non lo segue magari per coprire errori evidenti della società. Come giocava Giampaolo lo sapevano tutti, che rosa ereditava dall’era Mazzarri, anche. Invochiamo pure lo psicoanalista, ma che la squadra non sappia difendere un vantaggio non è una scoperta di questa settimana.
    Che prenda goal da tutti è una sorpresa? Eravamo impermeabili, prima, con 42 reti subite nel girone di ritorno??
    Chi dovrebbe cambiare tutto, Vojvoda al posto di De Silvestri?
    La squadra non ha fiducia. Ma dai?! La stessa che aveva fatto 13 punti e vinto 3 partite in tutto il girone di ritorno: chi l’avrebbe detto?
    Certo, la follia. L’imponderabile. I rimpalli. La sfortuna però ci vede bene, col Toro, e qualcosa vorrà pur dire.
    Una volta in vantaggio, chi dovrebbe congelare la partita? In stadi deserti abbiamo sentito Giampaolo sgolarsi per urlare ‘gioca, palleggia’. Ma a chi?
    Inebriati dalla farsa Torreira, traditi dalla cupidigia di Gaston Ramirez, non potevamo certo comprare Bennacer o Fabian Ruiz. Ma Marin? Cigarini? Ricci? trovare un Nandez da qualche parte? Tutti inutili? Se Giampaolo tiene fuori Nkoulou ci meravigliamo; quando lo vediamo in campo, capiamo che non è più lo stesso. La società sul suo futuro non ha deciso; su quello di Ansaldi, sì, salvo poi tentare di mandarlo a Genova per Murru. Edera non è parte del progetto: bene, e che ci fa ancora al Toro?. Serviva un attaccante con strappo nell’uno contro uno, tipo Gervinho, keita, tanto che si è andati a sondare Niang coprendosi di ridicolo. E poi è arrivato Bonazzoli: giovane e bravo, ma sostanzialmente sovrapponibile a Zaza, un altro eternamente in partenza. Il percorso di crescita di Millico resta un mistero. Giampaolo, di nuovo lui, aveva chiesto Andersen in difesa per giocare a 4. Ora capiscono tutti perché. Pensiamo davvero che qualcuno a gennaio darà 25 milioni per Izzo? Non si può rifare la Samp di 3 anni fa, costa troppo. Per fortuna. Ma quali sono le alternative date dal club al tecnico? Rincon regista?
    Se la società è solida, resta accanto a Giampaolo, lo supporta parlando chiaro nello spogliatoio con una voce sola e lavora da subito per rimediare al possibile a gennaio (quando si spera rientri anche Baselli).
    Se no, lavora già all’ennesimo appello ai cuori granata, magari contatta Nicola o Camolese o Mandorlini per il dopo che si avvicina, e innalza il prescelto a parafulmine granata come già accaduto con Longo, aggrappandosi allo stadio svuotato dal virus per evitare una rovinosa contestazione aperta.
    Servono punti subito. Il come non conta più. Tutti con il Toro e per il Toro.
    Sperando di rivederlo in campo per 5-6 partite di seguito, non per una mezz’ora che precede il puntuale tracollo.
    Forza Toro sempre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. LeoJunior - 3 settimane fa

    Guardiamoci negli occhi senza prenderci in giro. Ma quali scorie?! Quando sei a 5 min dalla fine non è che pensi al campionato scorso o altro ma devi SOLAMENTE impegnarti e stare concentrato. E devi esserlo più dell’altra squadra. Ma se della tua squadra ti frega poco o nulla allora scendi quel tanto che non ti permette di contrastare la voglia che hanno gli avversari.
    Noi attualmente abbiamo almeno 2 giocatori che sono in campo (NK e Sirigu) ai quali interessa zero di compagni e società. E fanno danni. Non di proposito (spero) ma perchè non ci sono con la testa.
    E in panchina ne abbiamo altrettanti che soffiano sul fuoco.
    GP, che avrà mille difetti ma non ha paura di andare controcorrente, si è reso conto di questo ed è sbroccato come mai aveva fatto.
    Risultato: se cerco di capire come è fatto il personaggio, NK e Sirigu hanno chiuso con il Toro e non vedono più il campo. E credo non saranno i soli.
    Metterà i giovani e non posso che sostenerlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bastone e Carota - 3 settimane fa

      E io sarò con te e con lui.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Cuore granata 69 - 3 settimane fa

    Aggiungo..Giampaolo ieri a fine partita mi è parso molto lucido altro che perdere la testa..ha messo davanti alle proprie responsabilità tutti..quando dice voglio dei giocatori figli di puttana si riferisce a gente che ha centinaia di partite in a e che al 90 la palla deve scomparire..devono andare in terra ai minimi contatti..fingere crampi..vedo alcune partite dove appunto ci sono sti figli di buona donna che su 5 min ne fanno giocare forse 2…poi chiaro che se in campo 8 tirano la caretta e 2/3 non hanno voglia più di granata non ne può niente Giampaolo..che dai parliamoci chiaro tra Sassuolo e ieri esce con 6 punti non ruba niente e aggiungo pure il secondo tempo di col cagliari verdi rigore in movimento alto..a rovesciata del gallo parata..e tutti lo.elogerebbero per gol e occasioni create..a sassuolo ha parato solo consigli oltre i gol.almeno 5 occasioni potenziali…ieri i gol.il palo che era più facile segnare che sbagliare il.rigore non dato…insomma li davanti si propone..se poi la squadra ha scorie mentali di un anno fa e ha paura a portare a casa i 3 punti quando ormai sono li non credo che Giampoaolo centri molto…ogni giocatore deve dentro di se trovare quel qualcosa che anche al 95 la partita va lottata e se la palla va spazzata in tribuna si spazza..senza rubare niente il Toro poteva avere 7 punti e una partita in meno..ne ha 1 e non solo per colpa di Giampaolo ma di scorie che durano da quasi un anno e purtroppo tasto dolente giocatori rimasti contro voglia che giocano senza entusiasmo e cattiveria..ieri Nkoulou sul cross in area del gol finale lho rivisto più volte avrebbe tutto il tempo di andare di testa e spazzare quella palla 8invece resta li la spazza di piede sui piedi di caicedo e la frittata è fatta…qui Giampaolo non ne può nulla se questo non lotta da un anno…Genoa e Crotone o si fanno dai 4 ai 6 punti o se no è durissima lottare per star su..dopo la sosta inter a s.siro…o si reagisce a ste rimonte o si rischia come il cagliari lo scorso anno rimontato proprio nel recupero dalla lazio dal 1 a 2 al 3 a 2 fi non vincere per mesi.per poi far arrivare zenga er maran..la differenza che il cagliari aveva già fatto più di 20 punti in quel momento ed arranco’ ma poi con qualche vittoria si salvo’ tranquillamente..qui 1 punto..in 5 partite se va avanti così se fai 10 punti a fine girone d’andata devi accemdere un cero..serve subito una vittoria se no non se ne esce da sto periodo..e in tutto questo la società non parla e invece dovrebbe dire e incitare..dire che ieri l’arbitro ha sbagliato..dire ai giocatori sveglia se ci sono problemi ne parliamo a gennaio ora si gioca..inveve silenzio assordante da chi sembra già essere condannato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Bacigalupo1967 - 3 settimane fa

    .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 3 settimane fa

    Troppo facile adesso, dire: l’avevo detto. Lo evitero’. La squadra e’ la stessa dello scorso anno, con in piu’ un’allenatore che non c’entra nulla con i giocatori che abbiamo. La differenza e’ solo che Belotti adesso segna e Sirigu che non para piu’. I risultati invece di essere 0 a 4 sono 3 4. Sembra che chi ha fatto girare le scatole lo scorso anno continui a farlo. Gente come Sirigu deve andare via, Belotti se ne andra’, Nkoulu non deve piu’ vedere il campo per un po. Izzo se ne vada a Dicembre. La squadra sembra un mucchio di gente mediocre che non ha dignita’. La societa’ non esiste e viene mandata avanti a “margine” di altre attivita’. Noi siamo ostaggi di questa situazione. Questo non e’ il Toro, lo dico per i soliti che arrivano nuovi e bombardano di meno quelli che secondo loro sono disfattisti. Ora vedo che anche questi ultimi nuovi del forum che cominciano anche loro a vedere la situazione cossi’ com’e’.
    Questo non e’ piu’ il Toro, e’ la squadra mediocre di Cairo che manda avanti da Milano a margine delle sue attivita’.
    Non c’e’ piu’ nulla che caratterizzava il Toro anni 60-80. E’ un surrogato. Mi spiace per i giovani.
    A Belotti, l’unico che ammiro per impegno e come persona, auguro di andarsene in un posto che lo valorizzi e che possa giocare con persone al suo livello.
    L’allenatore almeno non faccia piu’ vedere il campo a certa gente e piuttosto faccia giocare dei giovani, tanto… per andare in B e’ lo stesso.
    Repulisti, ci vuole un repulisti, a cominciare dalla societa’, chiamiamola cosi’, dal pv esidente al Mangiabignole all’ultimo Nkoulu. Via tutti! Vendano solo prima che ci troviamo in serie C. E’ una vergogna vedere il monte ingaggi da centro classifica giocare in questo modo.
    Adesso si torna a parlare del vate come Ds…..
    per la carita’… una pena senza fine…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 3 settimane fa

      Il vero problema del Toro è lo stesso sia per la rosa che per i tifosi, ossia la paura. Come ben dici, e chi se ne frega dei meno, sono tanti anni che la situazione è questa ea società tiene in ostaggio molti tifosi per la “paura” di ricominciare, paura di fallire ecc. Peccato che fallire non vuol dire necessariamente sparire, ma può voler dire rinascere e preferisco provare a rinascere con dignità e con un Toro più modesto, ma simile a quello degli anni passati, almeno per carattere se non per risultati, piuttosto che vedere sto scempio.
      Lo spauracchio della B, del fallimento ha dato tempo a questa società di intrallazzare perché molti preferivano questo affarista come presidente fino alla scorsa stagione, ora tutti vedono i risultati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 - 3 settimane fa

      Invece è giusto dire “l’avevo detto”, non per glorificarsi (sarebbe ridicolo e infantile) ma per ricordare a chi ancora difende la società che quando si diceva che i presupposti per una stagione fallimentare erano identici a quelli dello scorso anno, finito malissimo. E’ da due anni che in molti parliamo di mercato e gestione societaria scriteriati ed i fatti ci hanno dato ragione. Ne prenda atto chi ancora sostiene questa società, giustificandone le scelte con le difficoltà ora legate al Covid, ora all’addio di Petrachi, ora al traditore N’Koulou, ora al pauroso Mazzarri (il tempo gli sta dando clamorosamente ragione, fece miracoli su miracoli con questa banda di smidollati, due anni fa), ora all’inadatto Longo, ora all’integralismo tattico di Giampaolo eccetera, eccetera, eccetera. Aprite gli occhi, non è difficile capire che quando si agisce senza convinzione, quando si promette e non si mantiene, si creano alibi ai calciatori e si manda un segnale di menefreghismo alla squadra che, a sua volta, si sente autorizzata a sbattersene, tanto alla società sta bene così. Ecco perchè Giampaolo ieri ha rotto gli argini e ha iniziato a mettere i puntini sulle i, sparando ad alzo zero su società e calciatori, nessuno escluso, Sirigu in primis.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 3 settimane fa

        Mi son perso per strada un pezzo… “quando si diceva che i presupposti per una stagione fallimentare erano identici a quelli dello scorso anno, finito malissimo” non lo si faceva per il gusto di remare contro ma perchè era evidente anche ai più miopi che si stava andando nella direzione sbagliata

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 3 settimane fa

        condivido in toto,
        Aggiungo che secondo me i vari “disadattati” N’Koulu Sirigu Izzo. sono rimasti solo a causa Covid, almeno svernano al caldo con stipendio assicurato fin che tutto passa…
        Questo Covid sebra pero’ che durera’ molto e molto … poi vorrano fare il grande reset …
        Lasciamo pure che in questi frangenti la squadra sia in mano al mandrogno… tutto verra’ al pettine. tra due o tre anni ci sara’ un casino nel calcio…. Se fosse venuta una vera cordata adesso sarebbe subito bruciata per via del covid.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Bob Rokk - 3 settimane fa

    non condivido..

    bisogna smetterla di tentare di ‘aggiustare’ ciò che non è aggiustabile da tempo..anche a costo (quasi certo) di finire in B o altro..a me (personalmente) non frega nulla delle conseguenze, mi interessa azzerare tutto e ripartire da una squadra che abbia dignità (chi ha detto: ‘ah..quanto ci manca un Vives..’)

    ..che volino gli stracci, i cappotti e i cappelli..

    e, fino a quando la squadra potrà essere rivista (gennaio/prossima estate), chi è scontento per scelte (sbagliate) della società, ma si porta a casa più di 1 milione di Euro all’anno, o pedala o va fuori rosa subito (vero Sirigu e N’Koulou?)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. LeoJunior - 3 settimane fa

    io invece vado in direzione esattamente opposta! Gianpaolo PERDI LA TESTA e inizia a farti sentire. Ieri mi è piaciuto tantissimo. E non tirate fuori problemi tattici, mercato, etc. Non è quello il problema di adesso. Non stiamo commentando un 4-0 ma la seconda sconfitta con squadre buone dopo essere andati in vantaggio. é solo un problema di concentrazione e attccamento alla maglia. Se c’erano 10 di noi tifosi volenterosi in campo non ci avrebbero fatto 2 goals. Perchè? Perchè io mi sarei appeso ai cabasisi di Caicedo piuttosto che farlo tirate, altro che balle. Ecco perchè GP DEVE perdere la testa ed iniziare a fare nomi e cognomi, estromettendo i pavidi a costo di farsi esonerare. Io sto con lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 3 settimane fa

      infatti non centra nulla il mercato,Cairo o Vagnati nella sconfitta di ieri,anche giocatori di infima categoria l’avrebbero portata a casa a quel punto,altrimenti bisognerebbe elogiarli perchè sia a Sassuolo che ieri avevamo fatto una buona partita PS ovviamente l’ultima frase è un pradosso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Messere Granata - 3 settimane fa

    Quando l’emotività è così alta, diventa impossibile ragionare per tutti. Calmiamoci o assisteremo alla “autodistruzione” del Torino. La delusione è fortissima e lo scoramento serpeggia, ma è in questi momenti che bisogna saper reagire. Keep calm and play. Ne usciremo. SFT.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Charlie - 3 settimane fa

      Questo è il modo di pensare di un tifoso del Toro! Ricordo che il 14/10/2001 stavo guardando il derby, eravamo a fine primo tempo, perdevamo 3-0 senza appello, ma io ci credevo, credevo che avremmo tirato fuori gli attributi, quegli attributi che hanno sempre caratterizzato la storia di questa squadra… Sappiamo tutti com’era andata, si era riusciti anche ad esorcizzare la malasorte e la solita malafede degli arbitri, quando venne concesso il rigore che il buon Salas tirò in curva nelle braccia dei suoi “tifosi”. Quella era stata la giornata che ricordo e che ha incarnato più di tutte che cosa significa essere Tifosi del Toro. FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. drino-san - 3 settimane fa

    Secondo me vuole togliere gli alibi a qualche giocatore che sta rendendo meno perché vuole partire (Nkoulou). Io la leggo così la conferenza post partita. Questi sono giocatori che hanno come minimo 15 anni di calcio alle spalle. Sanno benissimo tutti come si giocano gli ultimi minuti di una partita del genere. Il pallone deve sparire dal campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 3 settimane fa

      E’ così! non arrivo a pensare che lo facciano apposta, per carità. Ma certamente non ci mettono quel qualche cosa in più che servirebbe per evitare che accada l’inevitabile …. e ci siamo capiti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Mestregranata - 3 settimane fa

    Urge un iniezione di fiducia bisogna fare punti altrimenti la squadra cadrà in un tunnel senza via d’uscita. La società vediamo che è inesistente. Il Toro non ha nessun appeal ormai vista la pochezza dirigenziale che abbiamo. GP forse ci credeva all inizio ma scommetto che se tornasse indietro rimarrebbe a libro paga dal Milan. Certi giocatori ormai hanno chiuso un ciclo ma la società non vuole privarsene.Sirigu ormai la nazionale la vedrà in tv e il Gallo per il momento ancora ci crede…..ma fino a quando. Se tra 1/2 mesi siamo ancora nelle sabbie mobili anche lui si risparmierà e tirerà a campare perché dopo gli europei lui cambierà aria. Pochi in questa squadra sprofonderanno in serie B con essa. I giocatori cadono sempre in piedi pur essendo causa di retrocessioni. Quindi punti servono punti e a gennaio fuori le mezze seghe dal Toro. Sarebbe il max anche un nuovo presidente ma quello……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Fb - 3 settimane fa

    Che poi sono gli stessi che quasi andavano in CL…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. WGranata76 - 3 settimane fa

    Ho scritto in tempi non sospetti di mercato che con una dirigenza simile e questo allenatore, senza prendere un vero regista e trequartista di ruolo, si sarebbe rischiata la B. Non bisogna essere veggenti per capire che un allenatore mediocre, questo è, senza giocatori adatti non produrrà e abbasserà il suo livello e quindi avrà scarsi risultati. La dirigenza non esiste e lo sappiamo da 15 anni, quindi questi sono i risultati, c’è tanto da remare per il solo risultato possibile ossia la salvezza.
    Inoltre non so con quali occhi speranzosi vedo la partita chi scrive l’articolo, ma il tecnicamente e tatticamente non ho visto nulla di buono contro Sassuolo e Lazio. I gol non sono mai arrivati da azioni di bel calcio o semplicemente pulite, neanche uno. Praticamente il nostro gioco e pressing alto, quando si riesce e poi contropiede se si recupera palla, ma il più della azioni si fa un lancio lungo dai centrali o esterni di centrocampo, all’altezza della mediana, e si spera nell’aggancio del pallone da parte del Gallo e Verdi. Questo è più o meno il gioco di Mazzarri, ma con un poco più di giro palla fitto dietro e difesa meno attenta.. questo ha fatto vedere il nostro maestro di calcio.
    Ha fatto vedere più schemi Longo nel finale dello scorso anno che Giampaolo ora ad essere onesti. Almeno Longo proponeva lo scambio stretto tra punte e trequartista, cosa praticamente mai vista con GP, poi si puntava all’inserimento di mezzali in area suo cross, mai vista con questa rosa che avrebbe anche Vojvoda e Rodriguez che sanno crossare.
    Siamo scarsi, dal presidente in giù, tranne 5-7 giocatori e bisogna rendersi conto che il Milan l’hanno scorso ha cambiato questo allenatore in tempo, seguiamo esempi validi e prendiamo uno che sa lottare per la salvezza. Nicola, Longo, Donadoni, d’Aversa gente così che sanno fare legna quando serve. Se la società non si sveglia sarà presto troppo tardi per rimediare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. avvopal_14171626 - 3 settimane fa

      Longo?? ma per carità…fosse rimasto, sarebbe scappata mezza squadra (e forse era meglio….)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. WGranata76 - 3 settimane fa

        Se paragoni i primi anni di carriera professionistica di Longo con Giampaolo vedrai che è meglio il primo.. e non sto dicendo che Longo è un grande allenatore, perché ha ancora tutto da dimostrare ed quindi una scommessa, ma la certezza è che questo attuale è mediocre, nulla di piu, parlano i risultati..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. avvopal_14171626 - 3 settimane fa

          Giampaolo è tutto fuorchè mediocre….ma il suo calcio non può essere adatto in piazze come la nostra dove non si può aspettare…guardate de zerbi a sassuolo…due anni mediocri lontani dalla zona EL con tanti risultati negativi ma con un progetto saldo senza rivoluzioni e con innesti mirati ogni anno…è ancora lì e forse quest’anno sarà la nuova Atalanta….tutto questo è stato possibile per la tranquillità in cui ha lavorato….cosa che a Torino non potrà mai capitare visto che ci sono tifosi che rimpiangono il tremendismo….SVEGLIATEVI CAZZO, non ci sono piu giocatori che stanno una carriera intera in una squadra e che sentono la maglia!!!!!!!!!!! Lo volete capire o no????????????????

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Salentogranata - 3 settimane fa

      Scusami se dissento Wgranata

      Con la stima ed il bene che voglio a Longo,ma dove hai visto questi scambi stretti tra trequartista e punte? Io ricordo un calcio fatto di passaggi all’indietro da sfinimento e lanci per Zaza o Belotti..ora va bene tutto ma dire che si giocava meglio con Longo che ha proposto lo stesso gioco dell’ultimo Mazzarri è troppo!
      Ricordiamoci che se non era per il Bologna non so se saremmo in A! Poi ognuno la pensa come vuole..ok..ma si dica anche come sono andate le cose!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Salentogranata - 3 settimane fa

        E poi..ok su Rodriguez, anche se lui è un terzino più difensivo..ma due di sicuro o 3 goal di Belotti sono arrivati da cross di Vojvoda

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. moulinsk_937 - 3 settimane fa

    Ci sta che si incazzi vedendo gol che non si beccano in terza categoria… A Genova si vince e si svolta… Sta facendo un buon lavoro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. gpmorano - 3 settimane fa

    Sono d’accordo solo a metà con Sartori che, naturalmente, la vede da giornalista. La frase “conferenze del c….” è infelice e figlia della rabbia del momento ma, effettivamente, questo obbligo di dover dire qualcosa nel pre e post partita (il più delle volte grandi banalità) é a solo uso dei media. Non scopro le carte prima e non ti dico che sono contento dopo partite come ieri (sappiamo di allenatori che si sarebbero fatti squalificare parlando di quell’arbitraggio), per cui capisco certi silenzio-stampa, a volte. Se Vagnati è un buon comunicatore, deleghiamo lui, perché Giampaolo non mi sembra proprio l’ideale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. abatta68 - 3 settimane fa

    Ma secondo il giornalista GP ha perso la testa perché ha detto cazzo? Oppure si è scandalizzato per via che un personaggio del mondo del calcio abbia finalmente ammesso che le conferenze stampa sono solo delle comparsate in cui si dicono le solite frasi di circostanza, tipo “adesso la testa va alla prossima partita, dobbiamo metterci a lavorare, ne parlerò con i ragazzi,ecc”? GP ha manifestato la sua incazzatura per un atteggiamento remissivo della sua squadra, punto. Ovvio che le colpe non sono sue, ma di una società inesistente, senza obiettivi sportivi e senza ambizioni.. sono queste le cose fondamentali nello sport e su questi intenti si cementa l’unione di un gruppo che diventa squadra! Ma quando un presidente dice che un gruppo è difficilmente migliorabile pur senza aver vinto mai un cazzo…scusate, ho detto cazzo…devo aver perso la testa, cazzo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Jerry - 3 settimane fa

    Follia, rigori figli del calcio di oggi, pali presi a due cm dalla porta, tutto vero. Ma la domanda che mi faccio è: che segnale mandi in campo a i tuoi giocatori, inserendo un difensore al posto di una punta? Lo stesso identico segnale che hai dato la settimana precedente a Reggio Emilia…. lLa chiave della follia è lì. All’opposto Inzaghi, l’ha vinta facendo recepire alla squadra un messaggio completamente opposto, e con un pizzico di fortuna ci ha dato la mazzata. E vero le panchine sono differenti, ma se al posto di Nkoulou, inserivi un centrocampista come Segre o Gojak, mantenevi lo stesso assetto e infondevi un messaggio differente…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bastone e Carota - 3 settimane fa

      Se permetti il messaggio lo ha mandato Chiffi, forte e chiaro. Rigore solare per noi non concesso, rigore farlocco in un recupero di 5 minuti farlocco pure lui alla Lazio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Wallandbauf - 3 settimane fa

    Sono un inguaribile pessimista se si parla di Toro, purtroppo…ma quanto sarebbe bello se I tifosi in qualche modo dimostrassero un moto di orgoglio e di fierezza e proprio in questo momento sostenessero la squadra? È chiaro che dal punto di vista psicologico siamo a zero, forse I giocatori hanno bisogno di questo in questo momento, qualcosa che esca fuori dagli schemi, dal mercato, dalla società, una sorta di patto tra noi e chi scende in campo, una richiesta da parte nostra di tirare fuori I coglioni e da parte loro di essere sostenuti ora più che mai. E mai avrei pensato di dire queste cose all’indomani di una partita del genere, di una situazione del genere..anche il mister credo ne abbia bisogno, la nostra maglia ne ha bisogno.
    FVCG sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. policano67 - 3 settimane fa

    Dopo la puntule sconfitta ce sempre la voglia di dare(per dire)la colpa a chi nn ha giocato.mettere segre al posto di questo,buongiorno li,edera a destra millico a sinistra e quando baselli recuperera dall infortunio abbiamo risolto il problema del centrocampo.bene allora.l arcano e stato risolto.io la vedo un po diversa la situazione.nulla e stato fatto per migliorarci ed e stato preso un mister tra i piu complicati per la tattica maniacale che vuole apportare con giocatori mediocri abituati ad un calcio di tt altro tipo(mazzarri) ovvero l anticalcio.pur perdendo ieri ho visto un buon gioco ma i limiti si so visti.nn bastera un intero campionato a giampaolo a far capire alla squadra le sue idee.tradotto ha le ore contate.premetto che giampaolo a me nn piace e ha le sue colpe se ha accettato e nn deue fa il paraculo dicendo che la squadra e fragile e nn ha mentalita.so glg stessi che si so salvati a due giornate dal termind lo scorso anno.quindi di che mentalita parli?ti sei adeguato a rincon regista e rodriguez a sinistra?nra so caxxi tuoi.la squadra e la tua.difendere la societa nn ti serve.ti hanno gia lasciato da solo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. avvopal_14171626 - 3 settimane fa

      tutto vero….dopodichè credo che se si facessero 6 punti tra genoa e crotone, forse la sfanghiamo nel senso che la squadra ha bisogno di un miniciclo positivo per buttarsi via la paura….6 punti per ricominicare e forse la barca si raddrizza….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. policano67 - 3 settimane fa

        Con i se ed i ma nn vai da nessuna parte.la realta dice 5 partite un punto e ultimm posto.genoa e crotone per pote sperare altrimenti ce di peggio.ventura.nn sono ottimista mi spiace

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. Nero77 - 3 settimane fa

    Se siamo nella merda la colpa è del giornalaio, da quando il petracchio se ne andato ,ha delegato ogni decisione a lui stesso,confidando nel suo Ego ha creduto di poter condurre da solo ed al risparmio una società calcistica.Nulla mi toglie dalla testa che la scelta del maestro e di rodriguez siano legati a qualche favore fatto al diavolo in cambio di qualche sconto.Siamo alla deriva in ogni cosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. avvopal_14171626 - 3 settimane fa

    Ieri sono scesi in campo 8, diconsi 8, giocatori della rosa dell’anno scorso e cioè del girone di ritorno peggiore di tutta la serie A. In particolare, ha giocato la stessa difesa centrale che, è evidente, doveva essere cambiata per intero. E invece se n’è andato il solo Djidji e sono rimasti gli altri che non hanno minimamente migliorato il loro operato. Che poi meritassimo di vincere sia a Sassuolo che ieri non ha proprio senso: le partite si giocano fino alla fine e noi non ne siamo mai stati capaci. Giampaolo è l’ultimo dei responsabili e spero proprio che rimanga fino alla fine anche perchè i giocatori sono con lui. La dirigenza è come sempre inesistente: dopo l’arbitraggio di ieri, Vagnati/Comi avrebbero dovuto dire qualcosa sul Var: è allucinante che tutti i giornalisti concordano sugli errori a nostro carico e la società non dica nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Guevara2019 - 3 settimane fa

      Sul silenzio societario ho già scritto, è vergognoso,anche se non serve a nulla,non si può essere trombati e far finta di niente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. policano67 - 3 settimane fa

      Prima dovresti averla una societa per poter far senti la tua voce.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. Guevara2019 - 3 settimane fa

    Si sta rendendo conto d’essersi preso un bel fardello,pagato profumatamente sia chiaro.
    Di positivo c’è che finalmente stiamo concretizzando davanti,i filtri a centrocampo e la difesa sono realtà viste e riviste da un anno.
    Ci potrebbe essere chiunque,la nostra forza è questa,chi vuole cambiare il trainer non si rende conto che non cambierebbe nulla.
    La speranza è di far punti negli scontri diretti contro le ultime della classe,a iniziare da Genova mercoledì,altrimenti l’iscrizione alla serie cadetta è già scritta a inizio novembre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. Il_Principe_della_Zolla - 3 settimane fa

    La testa, Giampaolo, ce l’ha ben piantata sul collo. Chi ha perso la testa perché non ce l’ha mai messa è il presidente. E con lui la sua schiera dirigenziale, che non vale una cicca. Giampaolo esplicita senza infingimenti la triste realtà che è il Torino FC: gente con la melma nella testa, senza personalità perché senza vero interesse se non quello economico, una truppa disordinata a immagine e somiglianza della società. Giampaolo andrà sino in fondo, vale a dire che andrà a fondo, come gli altri prima di lui, a partire da De Biasi che chiese Milito (abbordabile a quel tempo) ed ebbe Oguro.
    Se ne vada Cairo, il resto si aggiusterà da sé.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. Aussie - 3 settimane fa

    Lo sfogo di Giampaolo è umanamente più che comprensibile, al goal di Lukic io non ho esultato, ormai non esulto più ai goal del Toro perché sono inutili, infatti ho detto “perché esultano, siamo ancora in grado di perderla”. Non mi sono sbagliato, ero convinto che avremmo perso anche dopo il goal di Chirichens, li almeno in punto lo abbiamo portato a casa. Per il resto ormai la negatività che si respira in sta società e squadra è una cosa stantia e palpabile a qualsiasi livello. Col Genoa non cambierà un cazzo, possiamo vincere di due goal al 90, la partita non la porteremo a casa cmq. Non vedo come uscirne, questa mazzata credo sia storica ed unica, ovviamente non c’è la siamo fatta mancare proprio noi, per me la deriva è totale, spero di sbagliarmi, ma questa squadra scenderà con il minimo di punti storico, non credo riusciremo ad arrivare nemmeno a 25 punto, forse 20… Siamo al capolinea e forse pure quel bastardo di Cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. Aussie - 3 settimane fa

    Come si fa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. 1947 - 3 settimane fa

    Redazione, per cortesia, ripubblicate l’articolo di Marco Cassardo di novembre 2018 ”il Toro è una squadra di perdenti. E la colpa….” Vedrete che dopo 2 anni non è cambiato niente, anzi, si può dire che le cose siano addirittura peggiorate visto che i giocatori che nell’articolo erano indicati come i più solidi mentalmente ( Sirigu e N’Koulou ) sono attualmente tutto tranne che ”solidi mentalmente”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  55. Leojunior - 3 settimane fa

    Subire una rimonta come quella di ieri era ancora una di quelle cose che non avevo visto, oltretutto con un rigore inesistente al 95. Chissà perchè è andato vedere al VAR per questo e per quello su Verdi no. Forse perchè il primo rigore nostro era dubbio? BOH, anche ieri sera alla moviola di Radio RAI Collovati e compagnia dicevano che il rigore su nKoulou era scandaloso. Detto ciò GP deve pensare che qualsiasi squadra ormai ci fa dai due gol in su, e se quello di ieri è stato un episodio incredibile, tutti gli altri sono invece figli di una fase difensiva ridicola. E sinceramente la colpa non può essere solo del Karma o della campagna acquisti ma anche e soprattutto sua. Inoltre ho letto che stiamo incominciando a contestare Sirigu, ma bravi… tre anni alla grande, sbaglia due partite e addirittura lo sento insultare pesantemente. I tifosi del Toro non si smentiscono mai. Oggi niente bombe carte al FILA?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 3 settimane fa

      Sirigu tre partite di fila in tre anni non le aveva mai sbagliate…
      Infatti per due anni non ne sbagliò mai una

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  56. Cuore granata 69 - 3 settimane fa

    A mente più fredda e senza aver dormito molto causa già il periodo di pandemia in più ci si mette pure sta squadra a farti girar e palle a più non posso…mi pare evidente che ci sono giocatori che portano la Croce e si fanno il mazzo e altri che giocano contro la società..perché rimasti contrivoglia..Sirigu lo scorso anno una punizione come quella do Savic la parava stando li fermo..oggi non ha più voglia di Toro..così come NK già declassato da Bremer e Lyanco entra in campo e al 98 su un pallone in area non stacca di testa e sta a guardare che questi segnino..adesso basta questi se non hanno voglia e sono uomini ha detto bene Giampaolo ci vuole gente che al.90 sportivamente parlando o vita o morte per far punti..si facciano da parte come quel coniglio di Izzo che sarebbe servito ma si da come malato immaginario ..e tutti questi sono ben pagati in un periodo dove ce gente che fa fatica a campare divrebbero vergognarsi..si facciano da parte..meglio un errore di inesperienza di Buongiorno che vedere in camente che non rispetta i compagni che la partita la avevano portata in porto sul 3 a 2 e sopratutto non rispettano la storia del.Toro e noi tifosi..misura colma Giampaolo faccia scelte anche drastiche così non ha senso..e non è per la serie b e per almeno onorare una maglia che non merita certi personaggi che non hanno i coglioni…ps: finché siete pagati lautamente e vestite il granata sarebbe gtadito vedere impegno anche se le motivazioni possono mancare, anche se le idee della società non piacciono più..a gennaio anche i prestito via chi non vuole restare..a giugno tanti saluti e a mai più…come diceva il.grande PULICI i giocatori vanno gli allenatori anche la maglia resta e va onorata sempre…per rispetto dei tifosi della storia e dei compagni che lottano..se no fate come coniglio izzo marcate visita e a gennaio andatevene…Genoa ,Crotone vediamo di uscire dal campo dopo aver dato tutto e possibilmente con punti..i tifosi sono stufi dei mercenari e di una società che non si capisce quale sia il suo obbiettivo se non vivacchiare alla giornata..basta si può perdere andare in b ma lottando non così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 3 settimane fa

      Quoto tutto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  57. martin76 - 3 settimane fa

    Non so voi ma io non mi sono ancora ripreso da ieri. Alle sofferenze Noi granata ci abbiamo fatto il callo ma le beffe delle ultime due partite iniziano ad essere veramente troppo. Sto comunque col mister ma, come dicono altri fratelli qua sotto, è ora che chi è scontento e se ne fotte del bene della squadra, si sieda a lungo in panchina a riflettere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. melagranata - 3 settimane fa

      Riprendersi? Io ci sono rimasta peggio di quando abbiamo preso sette gol dall’Atalanta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  58. Blasphemous !Sentenza.3! - 3 settimane fa

    Lo sfogo di ieri forse è frutto della partita e della consapevolezza acquisita in questi mesi di essere finito in una pseudosocietà senza un briciolo di organizzazione e ambizione…comunque, come da copione, ad inizio Novembre hai una mano nel tritacarne, magari una botta di culo o il risveglio di qualche fuoriclasse può salvarti, ma non vedo luce in fondo al tunnel e se ci fosse il Solito staccherebbe l’interruttore come da 3 lustri succcede.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  59. ottobre1955 - 3 settimane fa

    Vanno distinte un paio di punti, il primo negli ultimi due anni sono stati acquistati giocatori per circa 60 milioni Niang, Soriano, Zazza, Verdi di questi 4 solo Soriano ha fatto vedere qualcosa e non a Torino ma a Bologna. La società è un ‘entità metafisica non esiste prova ne sia che dopo questo sconquasso oltre al mister altri non sono intervenuti. Lasciamo perdere, Filadelfia , Roboaldo, Stadio, Museo. Tanto basta perché la proprietà passi la mano, dei suoi errori non ha capito nulla, arrogante e presuntuoso peggio di Berlusconi. Insomma il vaso è colmo, secondo me, Giampaolo sta svolgendo un lavoro che merita rispetto, se ci sono giocatori che vogliono andare via vanno ceduti anche facendo minusvalenze, se Urbano Cairo può permettersi di fare un cambio radicale nella società anche rimettendoci , fino ad ha anche incassato e bene, altrimenti passi la mano. Anche se i soldi sono suoi non è che possa fare quello che vuole il calcio rimane uno sport e i soldi contano ma non sono tutto.
    Per me sempre FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 3 settimane fa

      Concordo con tutto ma non capisco, diciamo di no alle minusvalenze in estate ma poi cosa facciamo?
      Speriamo che arrivi un salvatore della squadra in modo da non finire in B?
      In tanti si diceva che avevano fatto un calcio mercato da retrocessione, specialmente visto il contesto covid e il cambio di modulo.
      Ma in società nessuno?
      Sempre ottimisti perché il bilancio è aposto?
      Che Cairo stia intenzionalmente lasciando scivolare il toro in B per liberarsene?
      Vende i pezzi pregiati più facilmente, nessuno scende in piazza se vende il gallo perché retrocediamo?
      Non mi stupisco più di nulla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  60. tric - 3 settimane fa

    Ma per favore, lasciamo perdere il calcio-mercato ed il presidente. Adesso la rosa è questa e bisogna farla giocare. Ieri non mi hanno neppure colpito gli ultimi cinque minuti, quanto il primo gol della Lazio. Ma da quanto tempo non vedevamo quattro giocatori avversari completamente smarcati in area? Neppure nelle partite tra scapoli ed ammogliati può succedere e, non me ne voglia, ma qui Giampaolo non deve chiamare in causa l’esorcista. Adesso provi piuttosto a mettere in campo la squadra migliore che ha (e giocatori bravi ne abbiamo anche noi). Lasciamo perdere Sirigu, che in questo momento non è in vena di miracoli (anzi!), ma che non metterei in discussione, ma pensiamo piuttosto al resto della squadra.
    Vojvoda a destra e Rodriguez a sinistra; in mezzo Lyanko (o forse Buongiorno) e Bremer; Rincon (in attesa di Baselli) e Segre a centrocampo; Singo (sì proprio lui) e Ansaldi alti a destra e sinistra; Lukic dietro o a fianco di Belotti (speriamo). Avremo almeno una squadra di gente che corre e due “ali” in grado di ritornare un po’ a difendere. Non sono tutti brocchi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata70 - 3 settimane fa

      Ieri meite ha fatto una buona partita. Era su milinkovic e si è pure proposto. Alla fine hai tolto lui e verdi. Non penso sia quello il problema.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. granataLondinese - 3 settimane fa

      Magari se arriva donadoni li fa giocare così…
      Un 433
      Occhio però che fa giocare pure Verdi che invece merita la tribuna ad oltranza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  61. Bastone e Carota - 3 settimane fa

    Che non perda la testa è quello che mi auguro per il bene del Toro. Probabilmente Gp perderà la testa (leggi verrà esonerato) pur avendo i giocatori che lo seguono e sono convinti della bontà del progetto, e pur col fatto che finalmente vediamo giocare a calcio. Purtroppo ci sono almeno tre figure che fin qui hanno affossato ogni velleità di lotta e di vittoria: Izzo, N’Koulou e Sirigu, demotivati, svogliati, molli.
    Per gli altri, a partire da Verdi e Meité, si può parlare di limiti caratteriali e di personalità, come si può rimproverare l’eccessiva irruenza di Rincon in zone nevralgiche, qualche ingenuità di Lyanco e di Bremer o di Vojvoda e Singo, ma sono tutti peccati che col lavoro possono essere mitigati, visto che questi sono giocatori che seguono l’allenatore e in campo danno tutto.
    Izzo è stato subito accantonato, ora propongo di schierare Milinkovic-Savic e Buongiorno, lasciando a meditare le ex-colonne del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. luizmuller - 3 settimane fa

      Eh già, è sempre colpa di Meitè, anche quando gioca bene, come ieri. Mentre Rincon, lui, bravo ragazzo, ma un po’ irruente (a me sembra irrimediabilmente senza testa a 32 anni suonati, un “peccato” purtroppo irrimediabile).
      Poi, la paternale del direttore-ragazzino, tanto diligente e perbene, a un navigato tecnico che si è permesso di dire una parolaccia (?) in confereza stampa è da scompisciarsi. Sempre meglio che piangere, perché non ne vale la pena.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bastone e Carota - 3 settimane fa

        Hai capito male, io non critico Meité. Constato che dà tutto anche se riconosco i suoi limiti, il fatto che ogni tanto stacchi la spina. A Giampaolo va il merito di averlo responsabilizzato e coinvolto, tant’è che si vedono miglioramenti netti, per cui penso che sia sulla strada giusta come anche Verdi, che ci fa disperare ma che riesce anche fare cose buone.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  62. granataLondinese - 3 settimane fa

    Di partita in partita mi affeziono sempre di più al Maestro che ci ha fatto vedere un gran bel toro sia con il Sassuolo che con la Lazio.
    Ma a calcio vince chi fa un goal in più o comunque chi fa più punti.
    Bene andare fuori dalle righe in conferenza stampa, alla Mihalovic, però forse bisogna riflettere che a rinunciare al dogma dei due centrali ci siamo abbassati due volte su due e se il problema è la paura (Mazzariana) allora meglio lanciare segnali diversi dalla panchina, metti un altro attaccante anche quando vinciamo, chiudiamola.

    Ci sono giocatori che vanno messi fuori dalle rotazioni per un po’ (Nkolou, Verdi, Sirigu), la società non ha aiutato in estate? Estremi rimedi.
    Giampaolo sei solo, non c’è il pubblico, non hai manco tutto lo spogliatoio con te, non hai la società.
    È ora di far vedere a tutti che sei anche meglio di quello di Brescia e Milano.

    E comunque neanche una nota da toro news, vergogna, dove era la società ieri, nessuno a lamentarsi dell’arbitro, bisogna urlare forte almeno prima o poi arrivano arbitraggi di compensazione.

    Così si va in B, rinunciatari.

    Spero che Genova non sia fatale ancora una volta con Giampaolo.

    Nessuno tocchi l’allenatore, lui non c’entra, il contratto era chiaro, due anni di 4312, due anni di bel calcio, dovete supportarlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  63. Mimmo75 - 3 settimane fa

    “Le solite conferenze stampa del cazzo” sono figlie delle solite domande del cazzo fatte da giornalisti che si fanno andar bene le solite risposte del cazzo. Mai nessuno che incalzi veramente Cairo, mai. Domande apparentemente scomode travolte da monologhi presidenziali di autoassoluzione e lodi sperticate con tanto di voto finale! E i giornalisti muti! Perchè a chiusura mercato nessuno ha inchiodato il presidente alle sue responsabilità dopo i mancati arrivi in ruoli CHIAVE? Perchè nessuno gli ha chiesto conto della mancata rivoluzione? Della rosa elefantiaca in difesa? Dell’ennesimo errore nel trattenere chi voleva andar via (e non sono pochi)? Ci si è fatti andar bene le solite risposte del cazzo! E oggi, ancora una volta, si mette nel mirino l’allenatore malcapitato di turno. E Giampaolo non dovrebbe perdere la testa? Avreste preferito il solito aplomb da intellettuale anche difronte allo scempio reiterato cui assistiamo? Magari per poi poter dire che non è capace di scuotere l’ambiente?Passano i calciatori, passano gli allenatori, passano i direttori sportivi ma nulla cambia. E i giornalisti muti o giù di li, nicchiano, osano avanzare timidissime critiche al presidente, sempre pronti al richiamo all’unità perchè i conti si faranno alla fine. Beh, forse non ve ne siete accorti perchè lo scempio è stato senza soluzione di continuità, ma il campionato scorso è finito malissimo e quello nuovo è iniziato anche peggio. Nel mezzo le solite promesse presidenziali del cazzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. verarob_701 - 3 settimane fa

      Oltre ad essere un disco rotto, dici delle cose che con la realtà non hanno attinenza…..dove sono le offerte respinte per Sirigu, che oltretutto a detta di quasi tutti era una delle poche certezze,per N’Koulou o Verdi, qualche timida offerta è stata fatta per Lyanco e forse Izzo, e per Belotti, per il quale però va bene che siano state respinte al mittente, i mancati arrivi di cui parli sono trequartista e regista?…hai fatto 2 gol al Cagliari, 2 all’ Atalanta e 3 a Lazio e Sassuolo….magari nel costruire azioni offensive potevi fare meglio, ma mi pare che questi numeri possano bastare….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 3 settimane fa

        Guardati la classifica.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  64. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 settimane fa

    Condivido l’articolo, se anche il posato Gianpaolo inizia a sclerare e a sbracare non durerà molto la sua panchina. Ma non c’è da lavorare solo sulla testa dei giocatori: c’è da lavorare sul mercato, in entrata come in uscita. Bisogna creare un progetto intorno ai giocatori e non solo all’allenatore.
    Con Izzo, Lyanco, N’Koulou, Sirigu ma anche con Zaza, Edera, Millico. Si deve capire chi vuole restare e chi no, e lasciare partire gli scontenti.
    E quando si compra un giocatore non deve essere una quarta scelta come Bonazzoli “.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy