Torino Primavera, l’obiettivo è dare continuità: contro il Chievo l’esperienza è l’arma in più

Torino Primavera, l’obiettivo è dare continuità: contro il Chievo l’esperienza è l’arma in più

Giovanili / I granata ritroveranno l’ex capitano della Berretti campiona d’Italia Leggero

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto
Torino Primavera l'esultanza dopo il gol di Rauti contro il Bologna

Dopo la vittoria del suo Torino contro il Bologna, Marco Sesia, tecnico della Primavera granata commentò: “Oggi prendiamoci gli elogi ma le antenne dritte sono per il Chievo che ieri ha vinto contro la Lazio“. Insomma, il tecnico sa per primo che quella contro i clivensi (domani ore 13 a Caselle di Sommacampagna) è una partita da non prendere sotto gamba. I gialloblù, pur essendo penultimi in classifica, hanno dimostrato di essere una squadra con un buon potenziale. I pochi punti raccolti fin qui non rispecchiano le potenzialità del gruppo allenato da Paolo Mandelli (vincitore nel 2017 del Torneo di Viareggio con la Primavera del Sassuolo).

Primavera, Sesia presenta Chievo-Torino: “Sarà dura, loro sono un’ottima squadra”

GIOVANI – A spiegare le difficoltà affrontate dalla Primavera del Chievo Verona basta dare uno sguardo alla carta d’identità dei gialloblù. Quello di Mandelli è un gruppo composto principalmente da 2001 con pochi fuoriquota e qualche giocatore sottoleva (2002). I clivensi, dunque, hanno bisogno di esperienza. Se si va a vedere il loro cammino, si comprende quanto questa crescita ci sia stata. Sconfitti nelle prime 4 uscite stagionali, nelle successive tre gare il Chievo non ha mai perso. Infatti  ha pareggiato con Fiorentina e Napoli per poi vincere l’ultimo match contro la Lazio. Insomma quando Sesia per presentare Chievo-Torino dice che bisogna fare attenzione e che sarà una gara dura non fa pretattica: i clivensi sono in ripresa.

ATTESE CONFERME – Per far fronte a questa squadra, il Torino dovrà mettere in mostra quanto fatto vedere contro il Bologna domenica scorsa. Quella contro la Primavera del Chievo potrebbe essere dunque considerata quasi come una prova del nove, perché i granata dovranno confermare la prestazione contro i felsinei e cercare di continuare nel loro percorso di crescita. Sicuramente Sesia potrà avere dalla sua due giocatori apparsi in particolare forma come Rauti e Singo, oltre a un Lucca finalmente convincente e decisivo nell’ultimo match. Tutti giocatori – ai quali vanno aggiunti ovviamente anche Buongiorno e Onisa – che hanno dalla loro una maggiore esperienza e questa potrebbe essere l’arma in più.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy