Pellegatti: “Giampaolo al Milan ha perso lucidità, ma saprà far giocare bene il Torino”

Pellegatti: “Giampaolo al Milan ha perso lucidità, ma saprà far giocare bene il Torino”

Esclusiva TN / Il giornalista che da sempre segue il Milan racconta i mesi rossoneri del nuovo tecnico granata

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Se si parla di Milan a livello giornalistico non si può non pensare a Carlo Pellegatti. Voce, penna e volto storico dell’informazione sul mondo rossonero. L’esperto collega ha avuto anche modo di conoscere Marco Giampaolo visto il suo recente e negativo passato sulla panchina del Milan. E, gentilmente, concede a Toro News qualche riflessione.

Cosa non è funzionato al Milan per Marco Giampaolo?

All’inizio in realtà sembrava funzionasse tutto bene. Io ho seguito il Milan in tournée ed era un Milan straordinario. Era bello vedere quello schieramento con Suso dietro le punte, tanto che Marco mi aveva detto che addirittura i giocatori del Bayern avevano fatto i complimenti al Milan. Poi quasi esotericamente il Milan si è fermato a Cardiff, dove è stata giocata l’ultima amichevole internazionale contro il Manchester. Torna in Italia e gioca un brutto 0-0 contro il Cesena. E il Milan è rimasto brutto fino al primo tempo contro il Torino. Per prendere Giampaolo, Cairo deve prendere i giocatori funzionali e che vorrebbe Giampaolo. Chiaramente non gli chiederà gente come Mbappè”.

Il Milan dopo il suo addio ha svoltato. Sono più meriti di Pioli o l’arrivo di Ibrahimovic ha dato uno scossone alla squadra? Se Giampaolo avesse avuto lo svedese avrebbe potuto ottenere gli stessi risultati?

Il ‘se’ è sempre delicato. Con Ibra anche le squadre che hanno vinto il campionato sarebbero migliorate. Ibra migliora il gioco, la personalità e le qualità di una squadra. Anche Giampaolo avrebbe avuto bisogno di lui. A Giampaolo non è stato dato tempo, ma non si può sapere”.

Lei gli chiese se era un saggio più evoluto o un sciocco più ignorante e lui rispose di essere un talebano. Quale di queste definizioni gli si addice di più?

Saggio evoluto sarebbe piaggeria, sciocco ignorante no sicuramente. Talebano non mi piacerebbe definirlo. Io avevo parlato dopo l’amichevole con il Cesena con Francesco Modesto (l’allora allenatore della squadra) e mi aveva detto lui che come insegna il 4-4-2 e il 4-3-1-2 Giampaolo non ce ne sono altri. Però senza risultati è difficile. Evidentemente i giocatori non si sono trovati bene”.

LEGGI ANCHE: Toro, da De Biasi a Giampaolo: per Cairo 13 allenatori in 15 anni di presidenza

Lei si chiese: ‘Dov’è finito il maestro?’. Che risposta si è dato?

È una maestro che è andato in difficoltà. Ha perso controllo e lucidità, perché la pressione era pesante. Soprattutto dopo un buon inizio il vero Giampaolo non si è mai potuto vedere. Era un Milan in difficoltà con giocatori che non riuscivano a rendere come Piatek. Adesso il Toro è per lui una bella prova”.

Su Giampaolo come persona, che idea si è fatto?

Persona educata, affabile, gentile. Sempre disponibile. Io lo conoscevo perché lo avevo intervistato ai tempi dell’Ascoli. Abbiamo avuto un rapporto professionale. È sempre educato e gentile”.

A Milano c’è molta pressione, a Torino ora il clima non è dei migliori. Una situazione così potrebbe non aiutarlo.

I tifosi del Torino sono reduci da una brutta stagione, ma quando vedranno miglioramenti nel gioco non saranno critici. Ma a Giampaolo va dato tempo. E ci dovrà essere una sintonia perfetta con Vagnati e Cairo”.

Tra le richieste di Giampaolo ci sarebbe anche il rossonero Krunic. È possibile la sua partenza, per quel che le risulta?

Krunic piace molto anche in Germania, ma il Milan non lo vende a scanso di offertone. Secondo loro può fare diversi ruoli ed è un eccellente giocatore. Krunic è un giocatore la cui vendita non è prioritaria. È un giocatore con l’ingaggio basso e il Milan non ha proprio alcuna esigenza di farlo andare via. Il Toro se lo vuole dovrà tribolare”.

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. MASSIMO64 - 2 mesi fa

    Di quello che dice Pellegatti frega 0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. maxx72 - 2 mesi fa

    Fantastico, se lo dice uno come pellegatti siamo a posto. Praticamente un finto giornalista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Cuore granata 69 - 2 mesi fa

    Pioli aveva la stessa media su e giu’ prima della sopsensione campionato(ed era anche lui in bilico)..dopo ha fatto bene ma davanti aveva Ibra e non suso.credo che anche Giampaolo con Ibra avrebbe fatto lo stesso..giocatore che da peso all attacco,forza, carisma e gol..caro yes man pellegatti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lemmy - 2 mesi fa

      Finalmente uno che lo dice….9 punti in 7 partite Giampaolo, 8 punti in 7 partite Pioli per l’esattezza, il secondo però è un “normalizzatore” e l’hanno tenuto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ardi - 2 mesi fa

    Ma l ufficialità di Giampaolo niente?! Tanto i giorni passano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gelofsgranat - 2 mesi fa

      Devono limare gli ultimi dettagli: Giampaolo ha chiesto al mandrogno di essere invitato a colazione, pranzo e cena a casa sua per i prossimi due anni, con opzione per il terzo, e il mandrogno ha controfferto casa di Comi con cornetto e caffelatte a colazione e tramezzini assortiti a pranzo e a cena.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. sigfabry - 2 mesi fa

    Al Milan lo hanno esonerato dopo 7 partite con 9 punti, praticamente non ha allenato.
    A Torino non giocarono male , primo tempo tutto Milan, poi nella ripresa il Capitano la vinse da solo
    Se non ricordo male Pioli nelle successive 7 fece 8 punti con vittorie fortunose.
    Come facciano a valutarne l’operato è un mistero .
    Comunque criticarlo o elogiarlo ora non ha senso , vedremo e poi si potrà valutare il tutto
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sigfabry - 2 mesi fa

      Dimenticavo, l’unica cosa sicura è che anche lui come mazzarri é un simpaticone , ma se allena bene mi diventa anche simpatico .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Bela Bartok - 2 mesi fa

    Ah Pellegatti. L’ufficio stampa del Milan travestito da giornalista. Ricordo quando imperversava sui canali di Silvio incensando ogni giocatore rossonero da Van Basten a Graffiedi. Cairo dovrebbe fare la stessa cosa per noi, mettere su La7 un tizio che passi le giornate a spiegarci perchè Ola Aina è un fenomeno richiesto da tutto il mondo ma noi non lo cederemo facilmente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi65 - 2 mesi fa

      eheheh

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. gelofsgranat - 2 mesi fa

      Basta che “attinga” dal sito: ha solo l’imbarazzo della scelta. 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Luigi65 - 2 mesi fa

    se lo dice Pellegatti allora stiamo tranquilli…forza mr !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Guevara2019 - 2 mesi fa

    Il peso di un allenatore “nella media” conta tra il 10-20% dei risultati ottenuti, ma se non hai la materia prima,i calciatori, o se hai solo dei brocchi, puoi chiamarti Guardiola o Klopp e i risultati saranno pessimi. Quindi, Giampaolo prego si accomodi, vedremo chi gli compreranno, veda di creare gioco e punti, altrimenti braccino corto butterà dalla finestra 3 milioni in due stagioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi65 - 2 mesi fa

      questo secondo te, io non enuncio % ma di certo l’allenatore è importantissimo e a parità di organico può fare la differenza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Guevara2019 - 2 mesi fa

        Io rimango della mia idea, c’è un esempio lampante proprio di quest’anno.
        Arriva Pioli e fa leggermente meglio di Giampaolo, ma chi fa esplodere il Milan, migliore squadra dopo il lockdown? Ibra!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Luigi65 - 2 mesi fa

          su Ibra e il Milan sono d’accordo con te
          comunque il rendimento delle squadre post lock-down è difficilmente valutabile…campionato troppo anomalo e poco tempo in settimana per poter lavorare anche a livello tattico

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. gelofsgranat - 2 mesi fa

    Se al Milan ha perso lucidità, con il mandrogno e la cairese perde la bussola e ne esce pazzo…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marcogol - 2 mesi fa

      ma stai zitto che fai più bella figura sei un troll

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. filippo67 - 2 mesi fa

    Si,immagino Cairo che tribola per comprare un giocatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy