Buon compleanno Rampanti: “Toro, si sfrutti la pausa per riflettere sugli errori”

Parola al Mister / Serino commenta così il momento del calcio nel giorno del suo 71° compleanno

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

13 marzo 2020, Rosario Rampanti compie 71 anni: nel giorno del suo compleanno, il nostro apprezzatissimo Serino scambia con noi qualche riflessione in una puntata speciale della rubrica “Parola al Mister”.

Serino, tanti auguri, certo non è il più felice dei contesti… 

“Guardo la tv e rabbrividisco nell’apprendere le situazioni degli ospedali in zone come quelle di Bergamo e Brescia. Credo che Cairo negli scorsi giorni abbia ben descritto la portata di questa emergenza. Di questo passo, le proiezioni parlerebbero di un numero impressionante di morti. Per fortuna sono arrivate le misure del governo. Secondo me servirebbe qualcosa di ancora più drastico, ma ora pensiamo tutti a rispettare le regole. E’ facile parlare ora, ma io già da qualche tempo avevo sensazioni negative sulla situazione. Infatti sono isolato a casa già da qualche settimana: certo non sono uno che abbia mai amato le occasioni di mondanità, ma alla mia età devo stare molto attento”. 

La Serie A avrebbe dovuto fermarsi prima?

“Certo, le istituzioni hanno titubato troppo nel prendere il provvedimento di fermare tutto lo sport. Ora sorge il grande problema di capire cosa fare di questo campionato. Ci sono aspetti economici enormi da considerare oltre a quelli sportivi, visto quanto incide uno scudetto, una partecipazione alla Champions o una retrocessione sui bilanci di un club. E temo che non si tornerà così presto in campo. Vedremo cosa succederà, di sicuro mi pare difficile che il campionato possa avere una sua normale conclusione nei tempi previsti visti anche i casi di positività tra i calciatori”. 

Rampanti: “I giocatori del Torino hanno accusato oltremodo la contestazione”

In che direzione si andrà, secondo te?

“La UEFA dovrà capire che l’unica soluzione è rinviare gli Europei al prossimo anno per permettere ai campionati di concludersi anche a giugno o a luglio. L’emergenza sanitaria di questo passo avrà un impatto importante anche per le altre leghe europee, le cui nazioni hanno preso sottogamba il problema. L’Italia è stato il primo paese ad essere colpito così duramente ma sarà anche il primo a uscirne. Detto questo ci vuole un percorso comune, le varie federazioni si devono coordinare, e spostare l’Europeo mi sembra l’unica soluzione possibile”.

E il Toro?

“Il Toro forse è l’unico che in parte ci guadagna da questa disgrazia collettiva che ci sta colpendo. Nel senso che la squadra sembrava in un vortice negativo infinito, l’emorragia era da interrompere; e a interromperla ci ha pensato questa terribile situazione che nessuno si augurava mai potesse capitare. Sento parlare di ipotesi riguardo alla conclusione del campionato, come il playout a quattro squadre, che garantirebbero la salvezza automatica. Vedremo come andrà a finire tutto questo. Di sicuro spero che la pausa possa essere sfruttata da chi di dovere per fare tesoro, una volta per tutte, degli errori commessi”. 

Il “Decameron granata”: condividi con noi i tuoi ricordi sul Toro

Ad esempio?

“I problemi è meglio prevenirli che curarli. E chi gioca al Torino deve avere la motivazione giusta. Bisogna ragionare più approfonditamente su acquisti e cessioni, senza preconcetti, in modo da assicurarsi che a vestire la maglia granata siano esclusivamente giocatori che sposino un progetto e non tendano a vivere di rendita per quanto fatto in passato. Chi gioca nel Torino deve sapere bene una cosa: il tifoso granata vuole vedere giocatori che diano tutto. Chi lo fa avrà il sostegno della piazza: poi si può vincere o perdere, ma la grande motivazione è la base che non potrà più mancare”. 

Grazie Serino e ancora tanti auguri.

“Grazie davvero, è un compleanno un po’ atipico, lo festeggerò in casa con la moglie e la mia figlia più piccola, Sara. Ma sarà comunque un giorno speciale”. 

 

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. giancasortor - 8 mesi fa

    Meno male che è una pausa lunga,forse infinita!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ardi2 - 8 mesi fa

    Difficile trovare giocatori buoni che sposino un progetto dolosamente fallimentare come quello dell’attuale Torino fc

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granataLondinese - 8 mesi fa

    Buon compleanno Serino, mi trovo di nuovo d’accordo, avendo scritto commenti simili in precedenza.
    Comunque e’ meglio ‘cancellare’ quest’anno, niente coppe, niente campionato, molto piu’ facile.
    Putroppo batteranno i pugli sopratutto le prime quattro del campionato, volendo comunque soldi.

    Ma tutte le societa’ (di calcio e non) soffriaranno questa disgrazia del corona virus, in questi momenti si va al sodo, ai beni essenziali.

    Quando si ripartira’, pero’ il calcio, aiutera, come sempre, almeno per 90 minuti a settimana a dimenticarsi dei problemi del mondo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13967438 - 8 mesi fa

    Auguri a mister Rampanti.
    Ma per stendere la tensione degli arresti domiciliari da Covid-19 e parlare di calcio, a dirla con tutta franchezza, non mi è piaciuto il sottolineare del “riflettere sugli errori”.
    Per tirarci fuori dalle pesti bisogna lavorare sodo sulle possibili soluzioni.
    Chi si ferma a rimuginare sugli errori è perduto.
    Per fare il paragone con la pandemia è come se vedendo che qualcuno guarisce spontaneamente si smettesse di lavorare alla ricerca sul vaccino.
    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. proget_mec_237 - 8 mesi fa

    auguri Serino! Sempre in gamba. Noi over 70 dobbiamo fare attenzione ma cmq ora e sempre Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 8 mesi fa

      E mi permetto di dire scherzosamente che siete anche i più indisciplinati 😀

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Torello di Romagna - 8 mesi fa

    Bentornato Sig. Rampanti ….
    ma come ? Fino a qualche mese fa lei decantava la grande rosa di qualita’ del Toro di quest’anno e le grandi doti del suo condottiero WM …
    Cambiato idea ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 8 mesi fa

      Tanti non mi piace, pero’ e’ la prima volta che Serino ammette che forse si e’ sbagliato “Tutto”, ha difeso WM ad oltranza, e magari ci sta, ma WM non si e’ mai reso conto che tre quarti della squadra che e’ stata ‘trattenuta’ in pompa magna da Cairo non aveva piu’ voglia di giocare, che fosse per WM stesso o che fosse per il Torino o meglio, la dimensione del Torino Calcio gestito da Cairo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy