Calciomercato, per blindare Belotti al Torino serve un rinnovo in estate

Calciomercato, per blindare Belotti al Torino serve un rinnovo in estate

Calciomercato / Tante le voci di mercato sull’attaccante in un momento delicato per la società. Intanto il Torino studia il rinnovo di contratto

di Redazione Toro News

Tutti pazzi per Andrea Belotti. Da settimane circolano voci di mercato sul capitano del Torino: Fiorentina, Napoli e Monaco sono tra le squadre interessate all’attaccante granata. Tanti sondaggi, almeno per il momento, ma ancora nessuna offerta formulata concretamente da parte dei tre club che sanno bene di doversi scontrare con la ferrea volontà del presidente Cairo di non cedere il giocatore.

Calciomercato, dalla Francia: “Il Monaco pensa a Belotti per l’attacco”

RINNOVO – La volontà del presidente però potrebbe non bastare e dunque sarà fondamentale nel prossimo futuro affrontare la questione rinnovo di contratto. L’attuale accordo tra Belotti e il Torino, infatti, scadrà il 30 giugno 2022: una scadenza troppo vicina, che ha portato diversi club italiani e non a prendere informazioni sulla situazione del capitano granata. In estate se ne parlerà: il rinnovo del Gallo è certamente tra i primi punti della check list della società e a campionato concluso bisognerà discuterne eccome.

SALVEZZA – Prima di qualunque discorso, ovviamente, il Torino dovrà pensare a raggiungere la salvezza sul campo con Belotti che avrà un ruolo di primo piano nel rush finale dei granata. Poi ci sarà tempo e modo di sedersi a un tavolo e parlare di rinnovo. Come anticipato, il contratto di Belotti scade a giugno 2022 e l’obiettivo del Torino dovrà essere quello di prolungare ulteriormente la durata dell’accordo garantendo al giocatore un innalzamento degli emolumenti. Una cifra importante per il Torino, che rappresenterebbe il massimo mai percepito nella storia da un calciatore granata. Ma per Belotti, che il Torino vorrebbe far diventare una bandiera, la società è disposta a fare un sacrificio economico in più.

LEGGI ANCHE: Belotti, le parole dell’ex allenatore del Gallo: “La nonna conferma: la Fiorentina lo tratta”

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. nopainnogain - 3 mesi fa

    purtroppo dobbiamo “ringraziare” il cielo che le medie realizzative del Gallo (pur rimanendo sempre molto buone) non abbiano ripetuto i numeri della stagione 2016/17.
    Fosse stato così, tutti i top club italiani (e anche molti stranieri) sarebbero arrivati con l’offerta giusta per portarcelo via.
    Inoltre credo la sua “normalizzazione” abbia persuaso il Gallo stesso che il Toro possa essere la squadra giusta per lui, senza avere pruriti da top-club. Nell’estate 2017 era piuttosto chiaro che aveva una gran voglia di andarsene.
    Trovo semplicemente ASSURDO anche solo parlare della fascia di capitano al suo braccio. Il suo modo di stare in campo è 110% TORO: come tutti i veri leader, da l’esempio con i fatti, facendosi un mazzo assurdo (pure troppo, forse…) Se questo non è carisma, non so cosa altro possa esserlo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. altoro - 3 mesi fa

    E’ un dato oggettivo che il “Gallo” Belotti, in seguito al grave infortunio accadutogli quasi 3 anni fa, non ha più replicato la straordinaria Stagione 2016/17 in cui realizzò 26 reti in 35 presenze. Quella stagione del Capitano fu una continua crescita e infatti tutti i tifosi granata e la stampa specializzata in genere ammirarono la sua esplosività agonistica accompagnata da una ottima tecnica individuale. Ribadisco, anche in seguito al sopracitato infortunio. durante le successive stagioni le sue prestazioni individuali non hanno più avuto la medesima continuità di rendimento nè la stessa qualità, sotto l’aspetto tecnico. Infatti la media reti si è abbassata progressivamente, sebbene chiudesse sempre la stagione nella doppia cifra di realizzazioni. Personalmente ritengo che il suo apporto e la sua determinazione alla causa rimane di ottimo livello tecnico e improntato ad una grandissima generosità personale che lo fa svariare sull’intero fronte d’attacco, partendo dalla linea di centrocampo. Personalmente la sua encomiabile generosità nel gioco di squadra mi ricorda quella di “Ciccio” Graziani, centravanti del 7° Scudetto granata datato Maggio 1976.
    Condivido l’opinione del tifoso Christian85 che il “Gallo” Belotti non è dotato di quella personalità carismatica che dovrebbe essere una caratteristica peculiare del Capitano che trascina i compagni alla massima carica agonistica ma, sotto questo aspetto, non ritengo sia giusto addossargli una responsabilità specifica.
    Immagino che durante queste cinque stagioni sia la Società sia la stessa squadra in genere siano sempre stati concordi concordi nell’assegnazione della fascia di Capitano sul braccio del “Gallo” Belotti per farlo sentire, sotto l’aspetto psicologico,sempre e comunque, l’uomo faro ossia l’indiscusso leader del gruppo.
    Il prossimo 20 Dicembre il Capitano compie 27 anni e il suo contratto scade nel Giugno 2022, come cita l’articolo di ToroNews. Si tratta di un contratto indubbiamente importante per il fatturato e il bilancio della Società TORINO F.c., che si aggira attualmente sul milione e settecentomila euro netti a stagione. La sua quotazione di mercato si è abbassata nel tempo dalla famosa clausola di 100 milioni per i Club esteri, voluta dal patron Cairo, nell’estate 2017 sino all’attuale quotazione di 40 milioni.
    In considerazione della giovane età anagrafica, ritengo assolutamente auspicabile che il “Gallo” Belotti prolunghi ancora ben oltre la prossima scadenza contrattuale la sua militanza in maglia granata, con la speranza che da ottimo attaccante, quale risulta attualmente, torni ad avere nelle gambe e quindi nella condizione atletica la dirompente esplosività agonistica ammirata in modo particolare nella citata Stagione 2016/2017. In questa ottica, sotto l’aspetto tattico, ritengo che il tecnico Longo fa assolutamente bene a provare a convincerlo, durante le sessioni di allenamento in corso allo Stadio Filadelfia, di rinunciare, almeno in parte, alla sua nota generosità di giocare “a tutto campo” per il proseguo della stagione in modo tale da preservare importanti energie fisiche in quanto, posizionandosi centralmente almeno 10/15 metri più avanti, egli abbia l’opportunità di essere maggiormente lucido e determinante in modo da sfruttare interamente la sua potenzialità offensiva nei pressi della porta avversaria, nella sostanza divenendo quindi nella fattispecie il classico attaccante dell’area di rigore che incide in modo decisivo sulle finalizzazioni.
    Quindi Forza Capitano “Gallo” Belotti, con l’augurio che le tue reti decisive permettano al nostro amato TORO di conservare la categoria che gli compete. Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 3 mesi fa

      Cioè fammi capire, tu non conosci il Gallo e sei in accordo con un affermazione fatta a vanvera da chi non ha mai giocato a pallone a livello professionistico ? Complimenti vivissimi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Pimpa - 3 mesi fa

    Sono proprio curiosa di vedere dove andrebbe,se ci fosse davvero qualcuno disposto a comprarlo.
    A Napoli non giocherebbe mai titolare coi giocatori che hanno, se deve andare alla Viola tanto vale che rimanga qui perché il livello è lo stesso (ma purtroppo non il numero dei tifosi allo stadio).
    Rimango della mia idea: più di una squadra come la nostra non può ottenere,se vuole giocare titolare,altrimenti al massimo può andare a fare la riserva al Napoli.
    E con questo ho detto tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. CUORE GRANATA 44 - 3 mesi fa

    “Ferrea volontà del Presidente Cairo di non cedere il giocatore….”Vedremo.Certo la permanenza in A sarà il presupposto per iniziare qualsivoglia discorso così come pure i programmi della Società…FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. maxx72 - 3 mesi fa

    Parole al vento quelle dell’articolo, tanto se non si rimane in A il rinnovo Belotti ce lo da sui denti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

    Discorso inutile fin quando non abbiamo la certezza di rimanere in serie A…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 3 mesi fa

      Giusto, condivido, purtroppo!
      Incrociamo le dita..

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy