Gattuso supera l’esame Toro: per Longo tardivi gli ingressi di Edera e Verdi

Focus on / Il confronto tra i due tecnici sorride al Campione del Mondo di Berlino 2006

di Andrea Calderoni

Il Torino al San Paolo si è smarrito dopo appena 120 secondi. Giocare con il coltello tra i denti per due minuti contro un Napoli in salute, nonostante i numerosi impegni delle ultime settimane, è naturalmente troppo poco per poter sperare di evitare la sesta sconfitta di fila in Serie A. Il k.o. al 90’ è arrivato puntuale, ma i primi segnali nefasti sono emersi già sul finire dell’ottavo minuto di gioco con la conclusione di Milik. I granata hanno evidenziato ancora una volta problemi mentali preoccupanti. Una squadra come il Torino che si deve salvare, come ha sottolineato a più riprese il tecnico Moreno Longo durante il suo primo mese sotto la Mole, non può concedere con facilità un gol su calcio piazzato. Invece, ancora una volta è successo e dopo il gol di Manolas la reazione non c’è stata.

GATTUSO PROMOSSO – Il Napoli ha dimostrato di incarnare nel migliore dei modi lo spirito di Gennaro Gattuso. Una strategia chiara e semplice, ma produttiva. I partenopei hanno tenuto il pallone e hanno interpretato la partita in maniera diametralmente opposta rispetto a quanto accaduto contro il Barcellona agli ottavi di Champions League. In entrambi i casi la prestazione è stata importante, ma il Napoli ha saputo intelligentemente calarsi in due match totalmente differenti. Nell’ultima settimana Gattuso ha ricevuto risposte confortanti dalla sua squadra, che ha superato a pieni voti le prime due prove dell’esame di maturità. Al terzo tentativo, invece, Moreno Longo non è riuscito a strappare la prima sufficienza. Le novità tattiche non hanno funzionato non tanto per colpa del tecnico, quanto per l’inadeguatezza delle prestazioni di alcuni interpreti (Zaza su tutti). L’allenatore granata, seguendo da vicino il riscaldamento pre-partita dei suoi, ha provato a caricare ad uno ad uno i suoi ragazzi. I risultati si sono visti in avvio, con i primi minuti disputati in modo gagliardo, ma poco dopo – non appena il Napoli ha preso in mano le redini del gioco – i granata si sono acquattati nella loro metà campo senza più riuscire a ripartire.

Viaggio verso il baratro

CAMBI TARDIVI – A Longo si può rimproverare una cosa, ovvero gli ingressi oltremodo posticipati di Simone Verdi e Simone Edera. Entrambi sono stati gettati nella mischia quando ormai la barca era affondata nel meraviglioso mare campano. Di Lorenzo, infatti, aveva appena siglato il 2 a 0 e l’impresa del Torino si era già trasformata in un qualcosa di impossibile. Tra l’altro Longo avrebbe tranquillamente potuto attingere dalla panchina precedentemente visto che gli interpreti in campo non stavano eccellendo. Nello specifico Tomas Rincon e Simone Zaza, usciti per dare campo a Verdi ed Edera, erano stati tra i più deludenti della notte di Fuorigrotta. L’1 a 0 non era da difendere, l’1 a 1 era da ricercare magari anche con un nuovo assetto offensivo e con giocatori più qualitativi in grado di gestire qualche pallone. Togliere Rincon e Zaza era una scommessa a vincere, perché tanto peggio non si poteva fare. Dunque, si doveva agire prima per tentare di dare una scossa ad un gruppo di agnellini docili senza il fuoco dentro. Non sarebbe servito forse, considerate le premesse, ma il tentativo andava fatto (anche perchè Verdi e Edera a conti fatti sono entrambi entrati nell’azione del gol del 2-1). Di lavoro, perciò, ce n’è ancora tantissimo da svolgere mentalmente e tatticamente, ma settimana dopo settimana la situazione si complica e le sabbie mobili sono ad un passo.

 

22 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fabrizio - 8 mesi fa

    wow come se Einstein avesse passato l’esame di terza media…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tororossogranata - 8 mesi fa

    Secondi me se gioca con il 4321 e questi giocatori ce la fa, Sirigu, De Silvestri, Izzo NKoulu,Ansaldi, Baselli Lukic, Rinco, Verdi Bellotti Berenguer.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. s.debastian_2217706 - 8 mesi fa

    Giocatori allo sbando che non sanno cosa fare. Purtroppo Longo non è la persona adeguata a risolvere i problemi di questa accozzaglia di sbandati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Simone - 8 mesi fa

    Nessuno ha chiesto a Longo x quale ragione ha atteso l’83° x schierare Verdi ed edera come nessuno glielo a chiesto col Milan x Millico all’85°.
    Ma alla conferenza stampa che ci andate a fare?!?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. byfolko - 8 mesi fa

    Avevo scritto (più volte) quando ancora avevamo oltre 10 punti dalla terz’ultima che cambiando allenatore si andava in B. Soprattutto con Longo, che non ha nè l’esperienza nè le capacità per affrontare situazioni come questa. Mazzarri non mi è mai piaciuto granchè, ma con lui sarebbe arrivata una salvezza più o meno tranquilla. Adesso invece è tutto da vedere e con l’aria che tira la vedo abbastanza dura. Giocatori senz’anima e comunque scarsi, tecnico senza idee ed inesperto, società come sempre inesistente…le premesse ci sono tutte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. antonio.aluia@alice.it - 8 mesi fa

    e’ si continua a giocare ( forse) in dieci con quel cadavere di zaza solo falli e risatine da buffone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. EraldoPecci - 8 mesi fa

    Con questa inesistente società e la gestione della rosa di Mazzarri era prevedibile che Longo non potesse far miracoli. Ed era prevedibile, con tutto il rispetto per Longo, che non fosse l’uomo giusto per salvare questa accozzaglia di squadra. Se Longo ci salverà saró il primo ad essere contento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Toro75 - 8 mesi fa

    Mi dispiace dirlo ragazzi ma ieri quando guardavo in tv i calciatori in faccia si vedeva che sembravano spaesati in campo
    A questi non gliene frega piu un caz.. Credetemi aspettano la fine del campionato per scappare tutti via …
    Mi fanno schifo tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. eurotoro - 8 mesi fa

    Non ho mai visto una fase offensiva rasentare il nulla cosmico come negli ultimi 2 anni!… pure il toro sterile di Colantuono aveva almeno la certezza del cross di Gasbarroni x Bianchi…ma come si fa’ ad arrivare a questa situazione…agghiaggiande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. wally - 8 mesi fa

    mi dispiace doverlo dire perchè stimo e voglio bene a Longo…ma tenere in campo Zaza è stato un grave errore..Forse non sarebbe cambiato nulla ma almeno si dava il segnale che a certi livelli si sta in panchina, se non in tribuna o a casa..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Guevara2019 - 8 mesi fa

    Ci sono alcune partite chiave con squadre abbordabili, se dovessimo fallire anche in quei casi, direi che è come staccare la spina a una squadra con l’encefalogramma piatto.

    In questi mesi non so come, non so perché, ma per essere in questo stato comatoso, è evidente che è esplosa anche la società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. gm - 8 mesi fa

    Zaza… Baselli? Il povero lukic che prendeva palla ed era lasciato solo? Tutti fermi a guardare. Con Sinisa o Gattuso col cavolo che si permettevano .. Zaza fuori rosa e vada a giocare in usa!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. chatamula203_12178705 - 8 mesi fa

      Zaza è stato umiliato per due anni una società di incapaci e aspettarsi che sia al 100% dopo un impiego sporadico non ha nessun senso. le accuse di essere juventino sono pretestuose e incivili e non si capisce perché non siano rivolte anche a Moretti (soprattutto) Falque e Rincon.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 8 mesi fa

        ..la penso uguale poi anche all’oratorio i giocatori amatoriali lo capiscono che se hai zaza e belotti in avanti non puoi fare altro che andare sul fondo a fare cross a ripetizione…neanche l’ABC del calcio..messi male!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. G.GRANATA - 8 mesi fa

    Caro Moreno,ma cosa stai facendo continui con il modulo di Mazzarri? Hai 4 caproni in campo, ma fai un 442 mettiti in trincea, ma cosa stai combinando?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 8 mesi fa

      Chi si intende di calcio dice che se sei in difficoltà devi attuare il 4 4 2. Noi invece vogliamo arrivare alla salvezza con il gioco. Ergo…. Retrocederemo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 8 mesi fa

        Scusate eh , non voglio fare polemica con voi ma non pensate che se Longo fa determinate scelte è perchè evidentemente ha i suoi motivi..???Io non so che esperienza avete voi da allenatori ,io ho giocato una vita a pallone (bassissimi livelli) e non saprei schierare nemmeno una formazione di calcio a 5 ,perciò rimango convinto che un tecnico trascorrendo la settimana assieme alla squadra avrà modo di valutare cosa sia meglio. Non credo si diverta a perdere le partite. Tra l’altro il gol lo abbiamo preso su calcio piazzato e lì il modulo non centra nulla se non si sa marcare l’uomo…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. G.GRANATA - 8 mesi fa

          Con questo modulo tu retrocedi Si è visto prima con Mazzarri adesso con Longo. Questi pseudo giocatori non riescono ad assorbire l’onda di qualsiasi squadra avversaria. Mettiti dietro e gioca in contropiede è l’unica strada che hai per fare qualche punto. Qua si rischia di battere un record mondiale. Perdere tutte le partite del girone di ritorno. A meno che il diario non sia già scritto.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. loik55 - 8 mesi fa

    questa squadra già giocava poco… quando giocava e faceva punti, ora che la forza mentale è vicina allo zero, non ci riesce neanche il banale fraseggio e si fa dura. Serve orgoglio, passione e un po di fortuna per risalire dal baratro, sono ancora fiducioso per il valore della rosa, ma non troppo!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. byfolko - 8 mesi fa

      Valore della rosa? A me risulta che Belotti, Sirigu ed Ansaldi-Rincon (forse) a parte,gli altri siano 4 scappati di casa capitati li’ per caso, allenatore compreso, che è riuscito a peggiorare una squadra difficilmente peggiorabile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Daniele abbiamo perso l'anima - 8 mesi fa

    Forse i cambi un po’ tardivi ma non credo che entrando prima avrebbero mutato le sorti dell’incontro.
    Cosa mi preoccupa è l’assoluta mancanza di gioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. magliagranata - 8 mesi fa

      Che va di pari passo con l’assoluta mancanza di una società e di un presidente. Il migliore dopo Novo, ma forse anche prima.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy