Toro, il blocco mentale è evidente. Longo suona l’allarme: “Così non va”

Approfondimento / Squadra ancora una volta contratta e poco propositiva: non a caso il gol di Edera è arrivato a partita ormai chiusa

di Nicolò Muggianu

AAA personalità cercasi. Il Torino colleziona la sesta sconfitta consecutiva in Serie A. Un match mai in discussione quello andato in scena al San Paolo: un Napoli padrone del campo e del gioco da inizio partita, con di fronte un Torino contratto e poco più che spettatore non pagante. Una squadra troppo molle e mai veramente pericolosa dalle parti di Ospina quella di Longo, eccezion fatta per i primi due e gli ultimi due minuti di gioco; da cui – guarda caso – è scaturito l’inutile gol della bandiera di Edera. I limiti psicologici della squadra sono sotto gli occhi di tutti e ora anche Longo suona l’allarme: “Ci serve chi ha il coraggio di osare“.

Torino, a Napoli la 6° sconfitta consecutiva: record negativo eguagliato

PROBLEMA – La fragilità psicologica del Torino è ormai sotto gli occhi di tutti: alla prima difficoltà i giocatori si sciolgono come un cumulo di neve al sole. Lo si era già visto contro la Sampdoria – alla prima apparizione di Longo sulla panchina del Torino – quando l’1-1 di Ramirez aveva destabilizzato a tal punto la squadra da permettere a una Samp tutt’altro che irresistibile di ribaltare il risultato e vincere 1-3. E al San Paolo, se possibile, è andata persino peggio: un Torino troppo contratto e mai realmente pericoloso nei confronti di un Napoli che, numeri alla mano, aveva avuto soltanto tre giorni di riposo. Pochi, specialmente se rapportati agli undic avuti dalla squadra di Longo.

LIMITI – Un problema evidente, denotato anche da Moreno Longo: “Paradossalmente – ha detto il tecnico del Torino nel post partita (LEGGI QUI) – il 2-0 del Napoli ci ha liberato la mente e abbiamo cominciato a giocare più liberi, tant’è che nel finale abbiamo una bella azione da cui è scaturito il gol di Edera. È stato come se la consapevolezza di aver perso ci avesse tolto un peso a livello mentale“. Un limite emerso in maniera limpida per tutto il corso del match: tanti errori tecnici e una permanente sensazione di timore nel provare a creare gioco da parte dei calciatori del Torino. “Abbiamo bisogno di chi in questo momento ha la capacità e il coraggio di osare – ha proseguito Longo – perché non possiamo giocare con giocatori che a livello psicologico sono frenati“. Adesso serve una scossa: perché starà ai giocatori e all’allenatore dimostrare che questo Torino vale di più di quel che hanno detto le ultime sette sconfitte consecutive tra campionato e Coppa.

LEGGI ANCHE – Torino, Longo come Lido Vieri: terza sconfitta su tre partite in panchina

129 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. enrico - 9 mesi fa

    Ok mettiamoci tutta la pazienza di questo mondo, va bene, ma:
    perché a Napoli longo ha aspettato 80 minuti per togliere Zaza e Rincon?
    Perché Belotti non é più lui..?
    Perché Ansaldi non è più lui…?
    Perché non c’è uno straccio di gioco?
    Perché per decine di minuti non si riesce a superare la metà campo con due passaggi decenti?
    Ora io aspetto con pazienza e calma olimpica aspetto aspetto aspetto….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pesce - 9 mesi fa

    Un’altra cosa che faccio fatica a capire è perché dopo un simile disastro (6 sconfitte, lo 0-7 in casa…), la concreta prospettiva di finire in b, non ci sia stata neppure una parola. da parte di quelli che si possono definire tifosi illustri del Toro (mi viene in mente Gramellini, Aldo Grasso, Simona Ventura e chiedo aiuto qui nel forum a tirarne fuori altri). Se noi tifosi qui su questo forum sfoghiamo tutta la nostra immensa delusione/incazzatura, immagino che anche costoro siano profondamente incazzati e delusi, quindi non mi dispiacerebbe che dall’alto della loro visibilità la manifestassero concretamente. Vero che in molti casi Cairo è il tuo datore di lavoro, ma se sei granata veramente devi avere il coraggio di sbattergli in faccia tutta la tua delusione per la SUA gestione della TUA squadra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Pesce - 9 mesi fa

    Il fatto che dopo 6 sconfitte consecutive (di cui 3 con il nuovo allenatore che hai scelto e presentato per provare a salvare la barca), Cairo non ci mette la faccia (ancora nessuna dichiarazione dopo ieri), mi fa seriamente pensare che non può mettercela, perché in difetto nei confronti dei giocatori. Cioè, in altre parole, il non dire niente di Cairo è come la conferma della voce che secondo cui non ha pagato i premi e/o avevo promesso la cessione a qualcuno, ma non ha mantenuto. Ma se ciò è vero allora non stento a credere che certe voci circa alcuni atteggiamenti dei calciatori negli spogliatoi (vedi voce riguardante izzo/magazziniere/sigaretta) siano vere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Granatissimo1973 - 9 mesi fa

    Tranquillo Roberto64, in b ci siamo già stati e se ci tocca ci torneremo.

    Noi comunque in b ci siamo andati sempre per demeriti sportivi, non per violazione del codice penale come voi rigadini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mimmo75 - 9 mesi fa

    A chi ancora smarrona con il discorso della condizione fisica dico che Moreno ci sta lavorando su da un mese, con continuità negli ultimi 15 giorni e che ieri il gol della bandiera è arrivato nel recupero. Questa squadra ha mollato nello spirito, mano mano, nel corso della stagione. A partire da chi è stato trattenuto a forza piuttosto che convinto a restare con fatti concreti (mercato all’altezza e tempestivo) e un progetto ambizioso, proseguendo con chi non ha le palle o la voglia o l’esperienza per reagire nei momenti difficili come la durissima contestazione messa in atto ANCHE SE LA SQUADRA VINCEVA ED ERA ALLE SOGLIE DELL’EUROPA. In una situazione di profonda depressione e reale pericolo di retrocessione, Cairo ha pensato bene di affidare la barca a un giovane allenatore che tutto può ispirare alla squadra fuorchè autorità e fiducia, vuoi per il pessimo curriculumin in serie A (esordio con esonero e una sola vittoria in 16 presenze, anche se allenava una squadra pessima) vuoi per la poca esperienza, vuoi per il contratto ridicolo che altro non dice che è Cairo in primis a non aver fiducia in lui. E qui si continua a parlare di condizione atletica! Se così fosse dovremmo almeno giocare in modo decente per un tempo, minimo minimo per un tempo, no? E invece niente, niente di niente. Manca lo spirito, non c’entra nulla la condizione fisica. Hanno mollato, chi per un motivo, chi per un altro e l’arrivo di Moreno non li ha scossi. Mazzarri, almeno, ogni due per tre, qualche punto lo stava racimolando. Ha voluto andarsene perchè ne aveva evidentemente piene le scatole dell’atteggiamento societario e, di conseguenza, di quello dell’ambiente e della squadra. Ma Cairo al suo posto avrebbe dovuto prendere un vecchio marpione sporco, brutto e cattivo con età ed esperienza tali da poter parlare ai calciatori come un padre e non come un fratello maggiore, con un’autorità derivante, se non da un contratto pluriennale, da una carriera lunga durante la quale ne ha viste e gestite di tutti i colori. Delio Rossi, Reja, De Biasi, Prandelli, Guidolin, Del Neri, Ballardini, Cagni, Colantuono, Mutti… sarebbe andato bene chiunque per tentare di salvare il salvabile e poi ripartire con un nuovo progetto tecnico, magari proprio con Moreno. Invece Cairo ha preferito placare la folla che salvare la barca puntando su un allenatore nel quale lui per primo non crede: lo dice il contratto.
    Risultato? Ora la gente non sa più che fare, ammutolita perchè in panchina siede un cuore Toro, accanto a lui ce n’è un altro, il Fila è quasi sempre aperto ma la squadra continua a fare schifo e retrocedere in classifica. Che si fa? Eureka: diamo la colpa alla condizione atletica!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. GranaSiempre - 9 mesi fa

    C’è qualcosa che non mi torna, soprattutto nella rassegnazione di vederci consapevoli, fin dall’arrivo di Longo e a maggior ragione dopo le sue prime 3 disfatte, di una conclamata lotta salvezza.
    E mi stupisce ancor di più la “rassegnazione” con la quale molti di noi lo hanno accettato.
    Ma come, dopo il campionato dell’anno scorso, se c’era un pizzico di senso sportivo nel clima delgi ultimi mesi in teoria doveva essere proprio un rendimento sotto le attese; e ora che parliamo di salvezza “ce ne facciamo una ragione”?

    In proporzione, se abbiamo lanciato bombe carta dopo una vittoria in trasferta, a questo punto non so cosa dovrebbe succedere, tra l’altro con tutti i giocatori recuperati e senza più alcun problema ambientale.
    E invece sembriamo addormentati e contenti perchè tanto c’è il clima politico che ci interessa, con i figli del Fila, un entusiasmo ricreato sulla base di non so cosa. Bah!
    Se ci sta bene questo… Io me ne faccio ben poco e sono inc***ato forte!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 9 mesi fa

      La rassegnazione serpeggia in chi fino a 40 giorni fa diceva che il problema era Mazzarri. E ora sta pensando a chi dare la colpa. Fra questi un buon 70% si sta rendendo conto chi é il vero cancro di questa pseudo società. Il restante 20% ha paura di ammetterlo perché crede che senza Cairo il toro smetterà di esistere. Il restante 10% ha interesse a difendere il padrone…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

        Se devo distribuire colpe Il Grande Mazzarri ne prende una bella fetta abbondante, sempre e comunque. Cairo il resto della torta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 9 mesi fa

          Allora non sarai preoccupato. Perché chi ha “una bella fetta di colpa non cé più”…il nuovo allenatore ha il tempo di fare almeno 15/18 punti. Visto che l incapace ne ha fatti 27.questa é la logica che porta il tuo discorso.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

            Sbagliato. Il Grande Mister ha creato talmente tanti problemi (fisici, psicologici,tattici, di mercato, e persino ambientali), e il Megapresidente ha talmente tanto tergiversato a mandarlo via, che oggi potrebbe essere troppo tardi, non solo per il povero Longo ma per chiunque al suo posto.

            Mi piace Non mi piace
          2. Bischero - 9 mesi fa

            Sono discorsi sterili I tuoi di chi non sa cosa dice. Tu eri uno di quelli che… “chiunque con questa squadra farà meglio di mazzarri”.si capisce da come parli. Non ha tempo ma come?? È arrivato da 30 giorni. Gente come te da per scontato e viceversa a secondo da cosa gli fa più comodo dire.

            Mi piace Non mi piace
          3. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

            Da quello che scrivi, e da come lo scrivi, invece si capisce che tu sai quello che dici. I tuoi interventi non sono mai sterili, anzi, si capisce che capisci di calcio, come Il Grande Mazzarri d’altro canto.
            Complimenti per il modo che hai di colloquiare.

            Per una squadra costruita male da Mazzarri e allenata male da Mazzarri a Moreno io darei un altro po’ di credito invece di adossargi colpe non sue.

            Per voi invece mai sterili che volete tutto e subito, fatevene una ragione: Mazzarri è stato un disastro.

            Mi piace Non mi piace
        2. ALESSANDRO 69 - 9 mesi fa

          Infatti andato via Mazzarri quella “bella fetta di problemi ” sono svaniti insieme a lui. Allora perché quella piccola fetta di problemi rimasta mi preoccupa al pari di quella grossa andata via…..????? Ovviamente non vuole essere un accusa a Moreno che si è preso quella ” Piccola fetta di problemi rimasta” e ce la sta mettendo tutta ma evidentemente quella piccola e quella grossa fetta fanno parte di una gigantesca torta di problemi che vanno molto al di là dei limiti tecnici di squadra e allenatore ..o per come dovrei dire ..allenatori…..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

            Sbagliato anche questo, Moreno si prende carico proprio della bella fetta creata da Mazzarri… il resto della torta solo il Megapresidente può risolverla.

            Mi piace Non mi piace
    2. GlennGould - 9 mesi fa

      Per quanto mi riguarda, la rassegnazione è legata al fatto che siamo a 5 punti dalla b, facciamo schifo, perdiamo nettamente e meritatamente con chiunque e la società non esiste.
      Poi mettila come vuoi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bischero - 9 mesi fa

    Chi pensa che siano problemi mentali secondo il mio modesto parere non ha ancora capito molto. I problemi sono strutturali. Partono dalla società che ha fatto una marea di errori sotto parecchi aspetti. Errori a cui non può più rimediare. E che non sta facendo nulla per programmare il futuro. Perché ci salveremo. Ma il bello verrà dopo con una squadra da rifondare senza nessuno esperto a livello dirigenziale che sia in grado di sopperire alla partenze facendo partire un nuovo progetto tecnico. È il fallimento a 360 gradi di un padre padrone spilorcio che dopo 15 anni non ha ancora capito come si gestisce una società di calcio. E non parliamo di soldi o conti. Parliamo di calcio. Perché anche io o il primo direttore d azienda é capace a tagliare i costi a discapito di tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 9 mesi fa

      Eh si, intanto latalanta ne fa sette al Lecce

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 9 mesi fa

        L Atalanta é un sistema di professionalità che lavora al meglio. Percassi é un uomo e un imprenditore intelligente. Cosa che non é Cairo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ALESSANDRO 69 - 9 mesi fa

          Aggiungi anche che Percassi ha un passato da calciatore professionista in serie A che unito alla sua intelligenza di imprenditore ne fa il presidente più competente del campionato…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ezio 76 - 9 mesi fa

    Caro Moreno così non và. Accettando la proposta di Cairo, sapevi a cosa andavi incontro? Hai anche detto che il Toro l’hai sempre seguito, e sicuramente con gli agganci che hai in società, su tutti Bava e Comi spero ti sarai informato sulle problematiche esistenti sia nello spogliatoio e sia fuori. Dopo quasi un mese nessun miglioramento, altri allenatori subentrati con risultati del genere avrebbero fatto le valigie. Ti va bene che WM ha rescisso il contratto, anche rinunciando a molti soldi, cosi fortunatamente per lui non essendo a libro paga non può essere richiamato.
    Se le cose stanno così, o sei stato un ingenuo ad accettare ad occhi chiusi la proposta di Cairo, senza informarti sulle reali cause di questa crisi, oppure, spiace dirlo non hai le caratteristiche giuste come capacità ed esperienza per guidare questo gruppo, che ti ricordo ha fatto 27 punti nel girone d’andata anche giocando male. La squadra per quello che fa vedere attualmente non è in grado di vincere con nessuno, salvo un miracolo, per chi ci crede, probabilmente andrà in serie B, e tu sarai ricordato da tutti coloro che ti hanno acclamato e voluto, come quello che ci ha riportato in serie B dopo 8 anni.
    Come detto non credo nei miracoli, ma mi rimane solo questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 9 mesi fa

      Quindi la colpa di Moreno sarebbe quella di aver accettato la condizione di una squadra rivrlatasi più di merda di quello che sembrava???E lui si sarebbe dovuto informare da Bava e Comi, a libro paga della società, i quali gli avrebbero amichevolmente consigliato di starsene fermo perché c’è un ambiente di merda???Quindi ieri le colpe erano di Mazzarri e oggi passano a Moreno Longo..Giusto???
      Vabbè……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ezio 76 - 9 mesi fa

        Siamo almeno d’accordo che in altre società dopo 3 sconfitte consecutive sei messo in forte discussione e rischi di saltare?
        Finora non vedo nessuna reazione della squadra, e l’incubo della B è sempre più reale. Quindi o non era a conoscenza di tutto e si trova in enorme difficoltà oppure non è all’altezza perché giovane e inesperto e gestire gente come Zaza, Izzo e compagnia non è semplice. Lui non ha un palmares che parla per lui, e non è facile farsi ascoltare e accettare da giocatori navigati, ma questo capita ovunque.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ALESSANDRO 69 - 9 mesi fa

          Ezio76 , ma non si può cambiare allenatore ogni tre partite anche se sono 3 sconfitte. Poi adesso chi pensi sia disposto a entrare in questo merdaio…??? Diciamo la verità : la società è la prima e maggiore responsabile che da fine giugno in avanti ha commesso tutti gli errori che si possono commettere da dilettanti allo sbaraglio,non c’è una mossa che hanno azzeccato , la primavera devastata e in lotta per non retrocedere, Il caso Nkoulu gestito da cani, acquisto di Verdi tardivo e inspiegabile, mercato di gennaio inconcepibile ,sostituzione tecnico a mercato di gennaio chiuso e con la rosa ancora più impoverita, la cessione di Jago Falque è un mistero e anche quella di Bonifazi inspiegabile , non perchè sia un fenomeno ma per caratteristiche si sarebbe meglio adattato a una difesa a 4 che guarda caso Longo avrebbe preferito. Insomma un ecatombe di errori talmente abnorme che mi viene da pensare sia stata compiuta con metodo….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Vlad51 - 9 mesi fa

        Certi tifosi non osano ancora scrivere Longo vai a Casa perche’ e Granata….se fosse per certi che scrivono dovremmo cambiare allenatore ogni domenica….Ben venga Longo..al limite se ti salvi hai gia da chi ripartire….i problemi sono due il non mercato in ben due sessioni ed il braccio di ferro che si e creato tra societa procuratori e calciatori….si sono trattenuti scontenti gente che voleva andare via convinti che la riconferma fosse un premio…si e’ usato il pugno di ferro (Mazzarri) per fare stare al toro Gente che non ci vuole stare….l’errore Madornale se la situazione e’ degenerata e’ non cambiare allenatore a Dicembre prima del mercato….Detto questo atleti strapagati e coccolati quando si comportano cosi non solo al toro ma anche in altre squadre sono da sputo in un occhio con la rincorsa…si devono vergognare….visto che ormai lo sport e’ uno show considerato che hai un pubbico che ti paga con diversi sistemi abbonamenti biglietti pay tv….mi devi fare divertire…perche la collettivita’ ti paga per questo non per fare il debosciato che si trascina come uno zombie in campo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. granataLondinese - 9 mesi fa

      A me pare che gattuso ci abbia messo un tot a sistemare il Napoli.. E lui in squadra ha un tot di campioni…
      stesso discorso per pioli.

      3-4 giornate servono a tutti.

      Lo stesso Mazzarri mica cambió il modulo di Miha dalla sera alla mattina

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ezio 76 - 9 mesi fa

        Allora aspettiamo l’Udinese. Ma vedendo la squadra e in particolare gente come Belotti e Ansaldi così dimessi c’è poco da sperare.
        Spiace doverlo dire ma a mio parere Longo non era l’allenatore giusto da prendere, altro errore macroscopico di Cairo e dei suoi yesmen.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Vlad51 - 9 mesi fa

        …a me pare che gattuso abbia una squadra una panchina ed il Napoli sia anche corso ai ripari nel mercato….Noi abbiamo Zio Paperone Come Presidente e Paperoga come direttore Sportivo i 7 nani come trequartisti 4 troll a centrocampo e la banda bassotti in difesa….Gattuso dopo un po ha ingranato perche ha una squadra noi abbiamo i ragazzi del campetto di Paperopoli….Questa e’ la differenza oggi tra il Napoli ed il Toro….hanno una panchina lunga hanno fatto mercato hanno anche loro Zio Paperone ma tutto il resto e’ diverso….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. miele - 9 mesi fa

    Contro il Napoli, a livello di risultato non mi aspettavo altro. Speravo invece che ci fossero segnali positivi sotto l’aspetto del gioco. Invece, il nulla, diagramma piatto. Questa, al di là dell’ aspetto psicologico che viene sovente tirato in ballo, è la conferma lampante di come i giocatori del Toro, salvo 1/2 eccezioni, non siano in grado di giocare in A. Quando non vanno a buon fine 2 passaggi consecutivi, quando si regalano palloni agli avversari o ci si addormenta su una marcatura ed il pallone sembra una saponetta incontrollabile, la diagnosi non può che essere impietosa: manca la qualità necessaria per poter giocare a certi livelli. Il Toro è la peggiore squadra del campionato e difficilmente si salverà proprio perché non ne ha i mezzi tecnici, con buona pace del volpone che andava affermando come questa accozzaglia non fosse migliorabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 9 mesi fa

      Secondo me sarebbero da serie a con la dovuta preparazione, almeno saremmo una squadra fisica, ma senza quello siamo un castello di carte

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. TOROPERDUTO - 9 mesi fa

    Ma il premio promozione è stato già messo o stanno aspettando che venga messo per giocare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. G.GRANATA - 9 mesi fa

    DOTT. Cairo, ma lei non parla? Non dice niente? Lo sa che lo scempio di tutto questo è solamente merito sui?. Nessuna società, degna di questo nome, è all’osso come il suo Torello. Si faccia un esame di coscienza, lei non ha fatto nulla per il Toro in questi quindici anni,. Non faccia il buon samaritano facendo credere che ha fatto è speso di più,. Lei non ha fatto niente. Se ne vada e sparisca. Se ne vada e non si faccia più vedere da queste parti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Ciccio Graziani - 9 mesi fa

    Longo non ha dato nessuna scossa, e questo è preoccupante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 9 mesi fa

      A questa masnada di incapaci, la scossa non la darebbe neppure Klopp.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 9 mesi fa

        Nemmeno il defibrillatore….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. TOROPERDUTO - 9 mesi fa

    Purtroppo finiremo in b causa un copione scritto ad inizio stagione, salvo ancora qualche ritardato che pensa che la situazione attuale sia dovuta ai tifosi, ma ci sta a presidente ritardato corrisponde anche tanta gente ritardata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. nonnogranata - 9 mesi fa

    Alla vigilia qualcuno in risposta ad un mio commento aveva pronosticato “ci vorrebbe un miracolo”, ed infatti il miracolo non è accaduto, per il semplice fatto che in questo momento siamo così, poco concentrati in difesa, inconsistenti a centro-campo e balbettanti in attacco.
    Longo nelle sue dichiarazioni punta il dito sulla mancanza di coraggio e sulla necessitò di osare di più, io tifo per lui e credo sempre nella rinascita del Toro ma devo rimarcare che purtroppo il primo a non aver avuto coraggio è stato lui : come si fa a non vedere che con uno Zaza del tutto inconcludente, persino irritante, andava bocciata la riproposizione del duo Belotti-Zaza ???
    Invece per tutti e 90 minuti abbiamo giocato in pratica con un uomo in meno…e bisognava effettuare i cambi ben prima dei pochi minuti mancanti alla fine.
    Probabilmente non sarebbe servito a nulla, ma almeno avrebbe dimostrato di “osare” !
    A parziale scusante dell’ennesimo tonfo direi a tutti noi, avviliti e scoraggiati, che abbiamo incontrato in ogni caso un Napoli obiettivamente forte nei singoli e in uno stato di forma incredibile, pensando che dopo una partita come quella contro il Barcellona hanno avuto solo pochi giorni per recuperare.
    Spero che anche noi riusciamo a recuperare iil senso della squadra,come hanno fatto loro con l’arrivo di Gattuso, ognuno deve fare la propria parte, ora la priorità è il bene del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Renato - 9 mesi fa

      Per me questo è la dimostrazione che Mazzarri tutte ste colpe nn le aveva…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. granataLondinese - 9 mesi fa

      Intanto ha almeno avuto il coraggio di non cominciare con Verdi.
      Ora può archiviare i mogugni di Zaza.
      quei due non meritano di giocare, magari li vendiamo a fine anno dando la colpa a tutto tranne che a loro così non si perdono troppi soldi.
      si spera ora che Longo faccia giocare il gallo con i restanti, chiaramente edera merita possibilità..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Dan - 9 mesi fa

    Sono tutti giocatori che un ingaggio in A, magari anche straniera, lo troveranno senza problemi. Probabilmente, dopo quello che hanno fatto l’anno scorso, vogliono spedire nella categoria che meritano quella massa di imbecilli che hanno iniziato a far casino come dementi alle prime difficoltà. Avrebbero pure ragione. Alcuni ciarlatani presunti tifosi nostri meritano solo questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. magliagranata - 9 mesi fa

      Giusto se vincono è merito loro e prendono i soldi, cairo ci guadagna ed è un gran presidente. Se invece perdono è colpa dei tifosi. Nella categoria che si merita ci finisce la cairese e 4 coglioni che la difendono. ,

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 9 mesi fa

      Ma fatti furbo cutu. Sono inguardabili e minimamente professionali. Genta che prende centinaia di migliaia di euro l anno se non milioni. Si devono vergognare. Non hanno un briciolo di dignità, sette sconfitte e nessuna reazione, fanno cagare e basta , non ci sono scuse. Si salvano in due o tre , per il resto sono inesistenti. Questo rimarrà anche nel loro curriculum. Sta a vedere che questo è responsabilità dei tifosi , ma pensa te.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Ardi2 - 9 mesi fa

      Ma ti rendi conto di cosa scrivi Dan? Sembra tu abbia sei anni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. InvincibiliGranata - 9 mesi fa

      Dammi retta, Dan, vai a fare qualche seduta di psicoanalisi da un buon psichiatra perchè, oltre ad essere ripetitivo nei tuoi post e a insultare e provocare i tifosi, ti manca certamente qualche neurone.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Athletic - 9 mesi fa

      Ma ce la fai ad esprimere un concetto o un’opinione senza insultare ? Sono certo che non sei davvero maleducato e lo fai solo dietro uno schermo e non nella vita reale, diversamente ti prenderesti due schiaffi ogni volta che apri bocca e l’educazione la impareresti di conseguenza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Vlad51 - 9 mesi fa

    L’unica Leva Psicologica che si puo’ usare e’ appunto mettere in tribuna meta’ squadra una domenica mettere procuratori e calciatori davanti all’evidenza ed alle loro responsabilita’…..visto che con il clima creato si rischia di andare seriamente in B allora se proprio devo andare in serie B ci vado contraccambiando il danno che stanno facendo procuratori e giocatori alla societa’ alla sua stori ed ai tuoi colori. Posto che tutti abbiamo capito che ormai nessun giocatore offre le sue prestazioni per il colore della maglia….ti faccio stare tre domeniche in tribuna e faccio scendere la tua valutazione a 1500 lire poi vedi se ti viene o non ti viene la voglia di correre sia a te sia al tuo procuratore…..Altra cosa visto che i signori sono lavoratori autonomi o parasubordinati come tutto il mondo sport e spettacolo va inserita la clausola di contestazione sui contratti come si fa per lo spettacolo….io ti pago per ottenere un risultato se vengo contestato perche tu offri prestazioni inadeguate e scadenti posso non pagarti e rescindere il contratto ed in casi gravi pure chiedere i danni…..questi sono super tutelati ivi segli fa la cacca sulla spalla un uccellino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Ardi2 - 9 mesi fa

    Purtroppo dissi che Longo avrebbe preso in mano le rovine di una squadra. Il colpo finale, i giocatori, lo hanno avuto con il mercato di gennaio. Non li giustifico, ma è come se degli impiegati lavorassero per un’azienda che non vuole essere competitiva, dove il capo è il primo a remare contro. Oltre la paura che si è insinuata tra i giocatori, ci sono sicuramente grossi problemi, tra loro e cairo. Dovrebbero, però, tirar fuori le palle e dare il massimo anche solo per la maglia che indossano e per i tifosi che soffrono per il Toro. Poi a fine campionato, come previsto dal benefattore, se ne andranno via di corsa, tutti quelli con un mercato. Devono farci rimanere in serie a e poi bisognerà ricominciare con un nuovo presidente. Che cairo metta, fin da ora, in vendita la società affidandosi a professionisti, invece che arrivare in estate, dopo aver venduto tutto il possibile e poi mettere in vendita il nulla rimasto a due lire a qualche altro sciacallo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vlad51 - 9 mesi fa

      E’ L’azienda che non vuole essere competitiva o gli impiegati che fanno assenteismo e malattia….se ti accorgi che l’azienda fa acqua e rischia di colare a picco metti una marcia in piu per farti notare da altri quindi sei il primo che ha interesse a portare fuori gli stracci il prima possibile o comunque prima del disastro….questi cadaveri non hanno nemmeno questo stimolo….sarebbe anche primo interesse di Cairo vendere la societa’ senza rimetterci troppo….che arrivi o non arrivi lo sciacallo dipende a chi vendi e come vendi…..a parte che gia’ adesso hai una rosa che vale la meta’ dell’anno scorso….quindi oltre il danno sportivo e’ evidente anche il danno economico

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ardi2 - 9 mesi fa

        Primo, allora perché non giocano, secondo, se il Toro non fosse arrivato alle rovine sarebbe stato impossibile vendere tutti in estate. Ti immagini se n’koulou izzo Belotti ecc. stessero giocando bene, almeno come lo scorso anno e magari si fosse raggiunta l’Europa, quanto sarebbe stato difficile per cairo venderli? Invece fanno tutti schifo, così se vengono venduti nessuno a nulla da ridire. Terzo, credo che già tutti o quasi sappiano dove giocheranno il prossimo anno. Comunque sono due visioni diverse e tutte sono possibili

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 9 mesi fa

        Cairo se regalate la squadra, non ci metterebbe proprio nulla. Con tutti i soldi che ha incassato e portato a patrimonio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

    TROVA LE DIFFERENZE

    17/02/2018
    Napoli – Torino 0-0
    26 a 10 TIRI TOTALI
    9 a 1 TIRI IN PORTA
    65% a 35% POSSESSO PALLA
    526 a 293 PASSAGGI RIUSCITI
    4 a 0 FUORIGIOCO
    15 a 4 CALCI D’ANGOLO

    01/03/2020
    Napoli – Torino 2-1
    18 a 7 TIRI TOTALI
    6 a 2 TIRI IN PORTA
    64% a 36% POSSESSO PALLA
    737 a 409 PASSAGGI RIUSCITI
    1 a 0 FUORIGIOCO
    7 a 1 CALCI D’ANGOLO

    Ora, per chi si ricorda la partita dell’anno scorso, l’unica vera differenza e riassumibile con il vocabolo “CULO”.
    Messi in campo dal Grande Mazzarri lo scorso anno subimmo anche di più della partita di ieri ma fummo pervasi da un culo enorme, roba che da questa parte del Po non si era mai vista (e mai più si vedrà, temo).

    Il punto è che, secondo me, Moreno pùo essere giustamente criticabile ma più per quello che non ha (ancora) avuto il coraggio di fare (442?) che per quello che si è visto ieri perchè, come possiamo notare dalle statistiche (fonte sito Serie A), siamo la fotocopia di un anno fa, solo molto, ma molto meno fortunati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

      Perdonate il doppio messaggio, qualcosa è andato storto…
      P.S. la data corretta della gara dell’anno scorso è 17/02/2019

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bollinger - 9 mesi fa

      Grazie Hector è quello che io sostengo da sempre e questi numeri lo dimostrano. L’anno scorso è stato molto fortunato. La società però non ha fatto niente anzi a gennaio ha dato via uno che se in forma poteva servire. Puoi mettere anche guardiola….non cambierebbe niente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. magliagranata - 9 mesi fa

      E fosse solo quella.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

    TROVA LE DIFFERENZE

    17/02/2018
    Napoli – Torino 0-0
    26 a 10 TIRI TOTALI
    9 a 1 TIRI IN PORTA
    65% a 35% POSSESSO PALLA
    526 a 293 PASSAGGI RIUSCITI
    4 a 0 FUORIGIOCO
    15 a 4 CALCI D’ANGOLO

    01/03/2020
    Napoli – Torino 2-1
    18 a 7 TIRI TOTALI
    6 a 2 TIRI IN PORTA
    64% a 36% POSSESSO PALLA
    737 a 409 PASSAGGI RIUSCITI
    1 a 0 FUORIGIOCO
    7 a 1 CALCI D’ANGOLO

    Ora, per chi si ricorda la partita dell’anno scorso, l’unica vera differenza e riassumibile con il vocabolo “CULO”.
    M

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Madama_granata - 9 mesi fa

    Bravo, “user 14153144”!
    Parole sagge, e da vero tifoso, complimenti!
    Crederci fino alla fine e sostenere allenatore e squadra, principalmente
    quando giocheremo con compagini alla nostra portata.
    Se nemmeno i tifosi sperano più nella “rinascita, e quindi nella salvezza del Toro, come riuscirà la squadra a recuperare un po’ di sicurezza nelle proprie capacità??
    Io penso che, psicologicamente, debbano sentire “anche” la nostra “fiducia” per recuperare la “fiducia” in se stessi.
    Per me è una “molla” che deve scattate nella testa dei giocatori: da lì in poi, non voglio nemmeno pensare “se”, ma “quando” avverrà, le cose si sistemeranno.

    Parimenti, però, dò ragione a Longo.
    Cito:
    “Abbiamo bisogno di chi in questo momento ha la capacità e il coraggio di osare, perché non possiamo giocare con giocatori che a livello psicologico sono frenati. Adesso serve una scossa”
    Ed ancora:
    “Paradossalmente il 2-0 del Napoli ci ha liberato la mente e abbiamo cominciato a giocare più liberi, tant’è che nel finale abbiamo una bella azione da cui è scaturito il gol di Edera. È stato come se la consapevolezza di aver perso ci avesse tolto un peso a livello mentale“.

    Non voglio pensare che, come da taluni ventilato, con i 5 minuti iniziali e finali, i giocatori abbiano voluto dimostrare “che sanno ancora fare” ciò che invece “non vogliono fare”: sarebbe, oltre che non professionale, addirittura delittuoso!
    Delittuoso verso il Toro, la Sua Storia ed il Suo Passato. Verso i tifosi e verso la Società, che tuttora “paga” loro stipendi da favola!
    Infine controproducente per la loro carriera e la loro futura “valutazione”.
    Credo quindi nel loro “stordimento” e nella loro “buona fede”.
    Ora, però, mi aspetto dall’allenatore la scelta, magari rischiosa e difficile, di lasciare in panchina qualche “pezzo da 90”, se con “la testa altrove”, demotivato e/o svogliato, per dare spazio a “seconde linee” in cerca di affermazione, grintose e determinate a volersi mettere in mostra e a lottare nel Toro e per il Toro.
    Tutti sono utili, nessuno indispensabile (forse tranne Sirigu).
    Meglio una “promessa” o un “calciatore medio” al 100℅, che non un “campione” al 20/30℅!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vlad51 - 9 mesi fa

      Gia’ le seconde Linee….peccato che quelli che abbiamo questi sono….la famosa panchina corta zero acquisti…..adesso queste mirabolanti seconde linee con grinta e ardore dove sono e chi sarebbero….quest’estate il toro avrebbe dovuto comprare due giocatori Krunic e Bennacer io lo avevo gia detto a marzo dell’anno scorso….con 18 milioni li portavi a casa tutti e due ne abbiamo spesi 25 per verdi quindi chi e’ causa del suo mal pianga se stesso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 9 mesi fa

        Lo so, nessuno più di me ha criticato Mazzarri ed “odiato” la panchina corta!
        Scelta irresponsabile e scellerata, la sua e quella di chi gli ha dato retta!!!!
        Oggi, senza spendere, pagando solo gli stipendi x qualche mese, avremmo almeno Falque, Laxalt e Parigini, x i quali il Toro non ha avuto nessun rientro economico!!!
        Dei tre solo Falque porterà poi, forse, una modesta quantità di danaro in futuro!
        E solo Bonifazi ha “portato soldi in cassa”!
        Ma Longo deve far fuoco con la legna che ha a sua disposizione, purtroppo scarsa e, ad oggi, pure “umidiccia”!
        Come non sostenerlo?
        Paga gli errori degli altri, e, a quanto leggo dai co-tifosi, per “amore del Toro” ha accettato la nostra panchina, e si è caricato di responsabilità e grane a cui altri hanno risposto: “No, grazie!”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 9 mesi fa

          La scelta di privarsi di Bonifazi Laxalt Falque e Parigini è di CAIRO.
          Signora con tutto il bene che le voglio non attribuisca a Mazzarri la scelta di ridurre spese e di passare all’incasso per Bonifazi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 - 9 mesi fa

      Dopo il gol subito per “colpa” di Bremer ti saresti mangiato vivo Mazzarri che insisteva nel farlo giocare. Ora che c’è Longo, invece… a proposito di buona fede.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. mauro69 - 9 mesi fa

    Chiamate De Biasi, subito, prima che sia troppo tardi!
    Longo sembra una voce nel deserto, le sue parole rimarranno inascoltate.
    Qui ci vuole concretezza, servono i fatti non le parole.
    Qui ci vuole qualcuno coi controcazzi che imponga il proprio credo allo spogliatoio.
    Cosa aspettiamo, di essere terzultimi?
    Guardate che con l’Udinese e col Parma la musica non cambierà se non si cambia lo spartito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mauro69 - 9 mesi fa

      Longo sta cantando con lo spartito di Mazzarri.
      SE VOGLIAMO SALVARCI BISOGNA CAMBIARE!!!!!!!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 9 mesi fa

        Longo è praticamente come Bugo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Vlad51 - 9 mesi fa

      Puoi Chiamare Gesu Cristo Ad Allenare…. che credo puoi imporre ad una societa’ allo sbando uno spogliatoio sfasciato ed una preparazione atletica discutibile che non garantisce nemmeno benzina per 60 minuti…..secondo te un allenatore cosa dovrebbe fare…..dire no grazie per l’offerta….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mauro69 - 9 mesi fa

        Allora felice retrocessione a tutti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Vlad51 - 9 mesi fa

          Certo che la strada che si e’ imboccata ha un ampia percentuale di retrocedere ma i disastri di oggi sono figli degli errori del passato Magari Vanno Bene i Vari Comi per Immagine ma alle spalle in una societa’ devi avere dei manager con gli attributi…noi abbiamo zio Paperone Tirchio ed Accentratore…Andato via il Petracchio dovevi epurare il resto di societa’ e spogliatoio quindi vendere chi voleva andarsene e comprare gente diversa….non ultimo dovevi pensare che una rosa corta con i preliminari di europa e quindi esposti ad una maggior frequenza di infortuni o squalifiche era da incoscienti…..l’unico acquisto che si e’ fatto il doppione di quelli che abbiamo gia’…essere tifoso e’ una cosa essere coerenti e vedere che la situazione reale e’ questa senza se e ma….dirigenti inadeguati mancate cessioni preparazione sbagliata spogliatoio allo sfascio….aprono inevitabilmente la possibilita’ del baratro della serie B….il bello che adesso piu cambi e peggio rischi di ottenere.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. mikc_345 - 9 mesi fa

    In questa squadra si parlava di problemi mentali già da quando c’era Mihajlovic e non si è mai smesso. Evidentemente non è un problema che gli allenatori possono risolvere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vlad51 - 9 mesi fa

      Secondo me quando uno si accorge di avere piu’ di meta squadra con dei ferri da stiro al posto dei piedi svogliati molli etc….miracolosamente appare il problema mentale il blocco psicologico….una scusa che va bene per tutte le stagioni fa fine e non impegna

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. eurotoro - 9 mesi fa

    ma quale blocco mentale..3 difensori centrali e manolas tutto solo libero di colpire!..basta con la difesa a 3 non se ne può più.. toglie un uomo a centrocampo e non garantisce solidità..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vlad51 - 9 mesi fa

      Tanto se ti perdi gli uomini in area e continui a marcare dietro e non davanti all’avversario puoi mettere la difesa anche a 6 diciamo la verita’ una volta che le cose che abbiamo visto nelle ultime 6 partite gli errori individuali e di squadra non si vedono in serie B….da anni!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Vlad51 - 9 mesi fa

    Appunto Cosi Non va fuori i Vari IZZO N’KULU De Silvestri ZAZA e per certi Versi Rincon….si abbia il coraggio di fare giocare i ragazzi della primavera….Almeno CORRONO e si DANNANO….il calo atletico questi cadaveri lo subiscono dopo 2 minuti….Se ieri il Napoli ne faceva 4 non avrebbe rubato nulla….Se un giocatore e’ buono ed ha i piedi buoni li ha a diciotto anni come a 35….hanno rotto le palle con tutte queste storie melensa i giovani devono farsi le ossa devono giocare 10 anni in prestito….la verita’ e; un altra non c’e’ proprio un progetto giovanili e crescita di talenti come non c’e’ una squadra c’e’ una serie di mediocri che se sono ultra pompati atleticamente forse in A ci stanno come scendono di tono atletico i piedi sono da C2

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maxilopez - 9 mesi fa

      La primavera sta lottando per non retrocedere… in un momento così delicato meglio non dare a dei ragazzini una responsabilità così grande!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vlad51 - 9 mesi fa

        …Si Ma almeno se provi a lasciare fuori meta’ prima squadra una partita magari la scossa la dai sul serio…..se si continua cosi con alibi su alibi la preparazione atletica il blocco psicologico….chissa come mai a quelli che fanno un mestiere normale e devono lavorare tutti i giorni il blocco psicologico non viene mai….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Ciccio Graziani - 9 mesi fa

    Quello che imputo a Longo non è il gioco inesistente, ma il non avere nemmeno dato una scossa alla squadra, si può perdere a Napoli, ma in 3 partite i ragazzi non hanno dato una minima reazione. Mi spaventa questo e la sua inesperienza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 9 mesi fa

      Può essere che stia cambiando i carichi di lavoro e che che stia provando la difesa a 4 in settimana.

      Ha bisogno di tempo.. E ha del materiale scadente o meglio.. Scaduto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. federicogranata69 - 9 mesi fa

    pazzesco parlare di salvezza….cmq di punti ne mancano 13/14 in 13 gare…in questa situazione viene difficile pensare dove si potrebbero fare si punti, ci rimane solo di creder che avvenga, ci rimane solo la fede granata…e che Longo capisca come traghettare questo motore in panne

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. valex - 9 mesi fa

      La salvezza passa per tre vittorie con Udinese, Genoa e Spal in casa. Poi servono due o tre pareggi per arrivare ai 38/39 che vorrebbero dire permanenza in serie A, ma non sarà per nulla facile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Antoniogranata76 - 9 mesi fa

        C’è anche il Brescia in casa da vincere assolutamente, io le altre ,sarò pessimista, ma le considero tutte già perse

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. valex - 9 mesi fa

          Giusto. Ho confuso la partita in casa col Brescia con quella della Spal che invece è in trasferta.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. ForzaToro - 9 mesi fa

    La teoria della panchina corta di Mazzari è una cagata pazzesca che ha prodotto diversi danni. Ogni allenatore vorrebbe più giocatori possibili tra i quali scegliere di volta in volta. Per quanto riguarda ila partita di ieri, come si sul 2 a 0 a non cambiare subito 3 giocatori visto che quelli in campo non riescono a fare completamente niente???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Fabio19 - 9 mesi fa

    E’ un fatto innegabile che la mente giochi un ruolo fondamentale in ogni situazione umana ma non possiamo limitare a questo la crisi della squadra. Per giocare a pallone serve la mente ma servono anche i piedi. I nostri non hanno nessuna di queste due doti. E’ inutile nascondercelo nel Toro ci sono al massimo 5 elementi di ottimo livello, la restante parte del gruppo farebbe fatica a giocare in compagini di categorie inferiori. Non si possono regalare 2 elementi alle squadre avversarie, figuratevi quando questo numero triplica. Se non ci sono i piedi, non dico buoni ma, almeno decenti per non sbagliare un passaggio di 10 metri, non c’è la testa per riuscire a capire che colpire l’avversario in zone del campo cruciali e, a fronte di questo subire punizioni devastanti, se poi non esiste una struttura tecnica per capire queste evidentissime cose, non possiamo che subire una tale situazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. robert - 9 mesi fa

    Quando dicevo che il Toro era la peggiore squadra di Serie A nonostante fosse a meta’ classifica nessuno ci credeva e ora si vedono i risultati.E’inutile che giriamo intorno alle parole, e’una Societa’con un Presidente non all’altezza, con uno staff mediocre,con vari allenatori uno peggio dell’altro,e con giocatori scarsi che farebbero brutta figura anche in Serie D.A questo punto meglio andare in Serie B e rifondare tutto dalla a alla z.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. user-14153144 - 9 mesi fa

    Leggo commenti….tutti a rimpiangere Mazzarri e a tirarvi la retrocessione così si fa il dispetto a Cairo…purtroppo Longo è stato un po’ sfortunato nel subentrare con un calendario difficile…ma la nostra salvezza passa da altre partite (Parma Udinese Genoa spal Brescia Verona Bologna…)ora c è da soffrire e sostenere i ragazzi,poi si tireranno le somme di tutto e li usciranno fuori gli errori,quali e di chi….chi crederà ancora nel toro e chi chiederà di lasciare…e ricordo tanti allenatori e giocatori che hanno rimpianto il toro subito dopo….sosteniamoli perché nulla è perduto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pupi - 9 mesi fa

      Calendario difficile? Ha esordito in casa contro una squadra allo sbando che aveva appena preso 5 gol in casa e ci ha rifiutato 3 pappine! Noi un tiro in porta sbagliato che aveva portato il vantaggio. Più di culo di così non poteva andare fino a quel momento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Maxilopez - 9 mesi fa

        Con la Samp Longo era appena subentrato, in 4 giorni non si fanno miracoli e neppure in un mese. Anche il Napoli appena è subentrato Gattuso ha perso un po’ di partite, ora è in zona Europa League. L’errore è stato non cambiare prima l’allenatore ma aspettare di essere in zona retrocessione per esonerare mazzarri!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. pupi - 9 mesi fa

          È il contrario, di solito invece anche un allenatore modesto da, bene o male, una scossa psicologica e di carattere, poi casomai si perde. Invece encefalogramma piatto da subito.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Paul67 - 9 mesi fa

    Ora però tutto è condizionato dal filotto di sconfitte e la paura della retrocessione, ieri si è meritato di perdere, come a Milano, il Napoli ci è superiore e ci sta perdere.
    Il gol subito però sta diventando una costante, quando prendi gol da palla inattiva 9 su 10 è mancanza di concentrazione&determinazione, Manolas ha impattato in mezzo all’area N’Koulou nn c’è arrivato e Bremer nemmeno saltato, di questi gol lo scorso anno se ne prendevano pochissimi, quest’anno troppi.
    Io sono preoccupato perché i giocatori faranno fatica a tornare a livelli sufficienti, Longo con lo staff tecnico e “dirigenti” a questo punto possono ben poco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. rogozin - 9 mesi fa

    Una società che affida le proprie sorti ad un allenatorino senza esperienza, con un curriculum penoso e scelto dalla folla inferocita è certamente allo sbando. Costui ha gli occhioni azzurri e i modi gentili, qualità che faranno palpitare il cuore alle signore agée, ma sugli energumeni in mutande (ed ai loro procuratori) pare non facciano gran presa ed il suo contratto a tempo determinato gli da ben poca autorità. Longo è lì col solo scopo di placare l’ira della folla e portare avanti la baracca fino a giugno. Ci si arrabatta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gisncarlomareng_13974210 - 9 mesi fa

      Non dirlo perché i tifosi veri si arrabbiano

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Maxilopez - 9 mesi fa

      Da donna agée posso dirti che è un commento del bip! Il cuore mi palpita e ci palpita (mi permetto di parlare a nome di tutte le donne) per il TORO in quanto squadra! Ti stupirà ma anche le donne capiscono e parlano di calcio e non solo di occhioni azzurri, di taglio e cucito e di unghie rifatte! Mi spiace solo per Longo che è stato usato come agnello sacrificale ed ora parecchi gli daranno contro chiamandolo allenatorino, quando si è trovato a dover salvare una squadra allo sbando, priva di personalità e di calciatori di qualità (ne potremo contare 2 o 3 non di più). Per di più una squadra che ha avuto una pessima preparazione atletica (siamo la squadra più lenta e che macina meno km di tutto il campionato) e demotivata da un ex allenatore che si accontentava di pareggi contro squadre alla nostra portata e giustificava le sconfitte con le più forti, che usava come esempio un gobbo testa di caxxo e che chiedeva scusa solo ai veri tifosi! Per quanto riguarda la società (prima e grande e direi unica responsabile di questo disastro) non ho più parole, spero solo che Cairo finalmente ci lasci liberi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. rogozin - 9 mesi fa

        Da donna attempata tornatene alla calza, che non ci hai capito una mazza. La prossima volta per non ferire la tua sensibilità, madame Maxi Lopez ( perdio ), aggiungerò: ” fa palpitare i cuori… e degli uomini agée omosessuali”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Sentenza - 9 mesi fa

    Il cambio allenatore non ha dato la scossa. L’opera di “granatizzazione” è una farsa. La società(farlocca) è incapace di gestire la situazione perché ne é la causa principale. Una squadra di budini molli il cui capitano ha il carisma di una ciabatta…eeh ma l’ambiente, i fischi, il campo, le congiunzioni astrali…qualcuno sopprima ‘sto animale in agonia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 9 mesi fa

      Nn riesco a darti torto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Thor - 9 mesi fa

    Che non si presentino più in campo con la prima maglia fino a salvezza raggiunta. Non ne sono degni. La fiducia e la maglia granata va riconquistata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. uiltucs.pesar_12159015 - 9 mesi fa

    I colpevoli sono due: Mazzarri, che ha messo addosso a questa squadra la paura di osare e Cairo che, non sfruttando il mercato di gennaio, non ha dato alternative a Longo (complice sempre Mazzarri e le sue teorie di panchina corta). Adesso i giocatori sono senza alibi (e con mille problemi di spogliatoio): mi auguro solo che il pensiero della retrocessione (e il conseguente “deprezzamento” del loro valore) li porti almeno a raggiungere la salvezza (tanto, a loro della Maglia e di noi tifosi, frega nulla!)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 9 mesi fa

      E Sinisa niente? Anche Ventura ha colpe e a pensarci bene anche il primo De Biasi.
      Tutti però ingaggiati dallo stesso personaggio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Fede Granata - 9 mesi fa

    Certo che parlare di blocco mentale per dei professionisti di serie A ….È un po stonato. Vada una partita o due. Ma 6 partite. Cosa è successo di tanto traumatico? Non prendono soldi?? Han bisticciato fra di loro? Oppure con la Società? Cioè con Cairo??? Sembrano ammutinati..arreSi. .sembrano senza dignità. Come se non importasse più niente del Toro. Cosa ci può fare Moreno con gente così???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. magliagranata - 9 mesi fa

      Iniziano ad assomigliare al loro presiniente; incapaci, cercatori di scuse e disinteressati alla maglia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Renato - 9 mesi fa

    Allora? Dove sono tutti i detrattori di Mazzarri e Cairo? Ancora pensate che la colpa sia dell’allenatore? Del presidente che per la prima volta ha rinunciato a fare plusvalenze confermando tutti? Quando io dicevo che se pure fosse venuto Gesù a fare l’allenatore sarebbe stato inutile non tutti mi hanno creduto. Ora, andato via Mazzarri, tutti danno addosso a Cairo. Io invece penso intanto che i danni maggiori li abbia fatti Petrachi, dalle scelte all’impiccio ‘Nkoulou. Infatti sta facendo danni anche alla Roma, dove ha fatto spendere milioni per giocatori che valgono la metà. Poi fondamentalmente c’è un mix di carattere, qualità e preparazione atletica sbagliata. Sarà un miracolo non finire in B. Longo o Mazzarri conta poco. In campo scende Zaza. Poi gli infortuni non hanno aiutato. Millico integro, ad esempio, vale tre volte Zaza. Ansaldi e Baselli fermi da mesi… Annata negativa che deve finire al più presto. Non credo alla malafede di Cairo, piuttosto all’incompetenza. Ma cambiare un allenatore ogni anno e mezzo non porta a nessun progetto. Il problema non è tanto aver buttato un anno. Il problema è il rischio che ci sia un’evacuazione di massa in estate, che ci farà perdere pezzi pregiati, come accadde con Immobile, Maksimovic…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 9 mesi fa

      ..tutti sti pezzi pregiati io non li vedo..ce ne fossero tanti non vivremmo questa situazione..2 sono i pezzi pregiati sirigu e belotti..tutti gli altri si possono perdere e rimpiazzare..a livello atletico poi in serie b c’è gente una spanna sopra a queste amebe pizzemoscie..in serie b c’è gente cattiva affamata che gli piscia in testa a ste pappemolli rifilateci da giuda petrachi e confermate da mazzarri…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Renato - 9 mesi fa

        Mi riferisco a Sirigu, Belotti, Izzo, Ansaldi che il mercato c’è l’hanno, Baselli pure.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. Maxilopez - 9 mesi fa

    Magari un mental coach potrebbe essere d’aiuto! Cmq siamo alla frutta… il fallimento di una società incompetente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Paul67 - 9 mesi fa

    Il blocco mentale è solo uno dei tanti limiti della squadra difficile da migliorare, c’è la scarsa base tecnica, la poca concentrazione, la rosa corta, l’abitudine a giocare solo sull’avversario, reparti dove c’è abbondanza di giocatori altri dove mancano, altri gli stessi sono incompatibili o nn riescono ad esserlo. Mi fermo perché intanto che scrivo me ne vengono in mente altri e altri ne dimentico. Questo parlando solo della “squadra”, se poi andiamo a vedere nella “” società “…….
    Le deficienze sono innumerevoli molte erano emerse già precedentemente questa pena, solo che erano state coperte da quel girone di ritorno che a questo punto sembra sempre piu un miracolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Renato - 9 mesi fa

      Condivido la tua analisi e ti chiedo: cosa c’entra Mazzarri in tutto questo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. uiltucs.pesar_12159015 - 9 mesi fa

        Centra eccome! E te lo dice uno che l’ha difeso fino a prima della trasferta con il Genoa: ha messo in testa delle tare ai giocatori difficili da rimuovere: questa squadra é fatta a sua immagine e somiglianza… lo dimostra il fatto che Longo la sta facendo giocare alla stessa maniera perché se dovesse cambiare lo spartito rischierebbe di fare danni ancora più grossi (sic!)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Paul67 - 9 mesi fa

          Guarda che anche Longo nn è poi tanto diverso da Mazzarri come filosofia di calcio.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Paul67 - 9 mesi fa

        In questo disastro anche Mazzarri ha responsabilità, noi nn sappiamo cosa sia successo, il perché si è rotto il” giochino”, la rosa corta comunque è un’arma a doppio taglio basta un infortunio e una squalifica di 2 titolari e sei nella merda. Poi comunque nn é riuscito a gestire lo sfascio, forse nn ci sarebbe riuscito nessuno, nn lo sapremo mai…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. eurotoro - 9 mesi fa

          ..era chiaro che mazzarri non aveva la squadra dalla sua parte..il caso nkoulu sarebbe rimasto nello spogliatoio..invece uscito apposta x far fare figura di merda ad allenatore e società…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. FVCG69 - 9 mesi fa

    Ho le palle piene di scuse e giustificazioni questo non è il TORO .Le parolare non contano servono i fatti .
    Contro L’Udinese maglia blu per favore quella granata non la meritate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. granataLondinese - 9 mesi fa

    Non riesco piu’ a guardarle fondamentalmente perche’ non giocano piu’ a calcio e se devo spendere 2 ore della mia vita almeno voglio vedere del calcio (neanche buon calcio).

    Rimane di fondo il timore che tutto questo sia pianificato, che Cairo vendera’ i pezzi e poi la squadra, ormai in B.
    Se non e’ pianificato e’ ancora peggio, perche’ ci vuole dell’impegno ad arrivare a questi livelli.

    Sara’ una questione mentale? Boh. CMQ Ansaldi e Baselli vanno recuperati, Zaza messo in quarantena a casalpusterlengo, il modulo va cambiato.

    Perso per perso tanto vale almeno cambiare seriamente, non puo’ far male, magari aiuta i giocatori a liberarsi del passato.

    Direi sempre e solo Millico Gallo Edera, Baselli e Rincon centrali, Ansaldi e Berenguer sulle fascie e poi difesa a 4.

    Mi pare anche troppo semplice per non essere fatto, ecco, c’e’ puzza, grossa puzza qua.

    Pero’ credo in Longo (a meno che anche lui non lavori per sacrificare due anni di toro per liberarsi di cairo.. una brutta stagione in a e poi la rinascita in b)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andrea 86 - 9 mesi fa

      Se potessimo giocare con la formazione che hai detto ci metterei la firma subito, visto che giocheremmo in 12, ma probabilmente riusciremmo a giocare male lo stesso. 😉

      Il lato positivo di tutto questo è che almeno stamattina a Londra c’è il Sole..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granataLondinese - 9 mesi fa

        Mai scritto tutti assieme, puoi farti gli applausi per saper contare fino a dodici

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Andrea 86 - 9 mesi fa

          Si, ma stai calmo Camomillo!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Andrea 86 - 9 mesi fa

          Dopo esserti calmato rileggi il tuo post.. “Direi SEMPRE E SOLO Millico Gallo Edera, Baselli e Rincon centrali, Ansaldi e Berenguer sulle fasc(I)e e poi difesa a 4”.
          1) mi sembra una formazione
          2) se la vuoi mettere in maniera letterale come hai poi replicato, allora non so cosa intendi per SEMPRE E SOLO, ma se sono SOLO 11 di quei 12 da te elencati allora NON è SEMPRE, se è SEMPRE quelli che hai scritto allora si gioca in 12.
          3)La mia risposta era palesemente scherzosa. Se sei piu irascibile e permaloso di una bertuccia con le emorroidi, la camomilla è il primo di tanti step.
          Ora l’applauso fattelo tu, ma metti la faccia in mezzo alle mani, sia mai che ti calmi. 😉

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Torosempre - 9 mesi fa

    Solo un allenatore da primavera può dire “manca chi ha il coraggio di osare”.
    Solo nelle giovanili ci sono evidenti differenze di capacità fra i giocatori, da giustificare affermazioni di questo tipo. Nemmeno Messi sarebbe utile ai vaneggiamenti di Longo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Fantomen - 9 mesi fa

    Ho tanta stima di Longo per il passato granata……ma non credo che nella situazione in cui versa il toro sia stata una decisione giusta ,Purtoppo si vedono i risultati, ci vuole uno che non faccia calcio champagne ma un esperto di salvezze tipo ballardini iachini ecc…..quegli allenatori che sanno toccare le corde giuste , con esperienza e calcio SALVEZZA (botte anima e coraggio)……..poi di cosa succederà il prossimo anno sarà un incognita……ma ora deve prendere un allenatore così già da domenica senza stare a guardare di chi sono le responsabilità……..ma lui fa solo scelte sbagliate

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. magliagranata - 9 mesi fa

      Peccato che un allenatore capace in questa società di perecottari non venga. può mettere in panca Comi o Bava

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Fantomen - 9 mesi fa

      Purtroppo hai ragione……siamo impresentabili ammetto che mi vergogno quando in tv ci vanno comi e bava …..quando va cairo invece spengo …….però un debiasi ballardini ecc sono messi male come noi …..dovrebbe accettare….detto che sono allenatori inguardabili, ma necessari per salvarci

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Maxilopez - 9 mesi fa

      De Biasi sarebbe venuto volentieri, ma il pres ha preferito il colpo ad effetto e mettere Longo (cuore granata) per placare gli animi e le contestazioni… questa volta però Cairo l’ha fatta fuori dal vaso e per fortuna sta perdendo consensi perchè i tifosi (e mi ci metto pure io che per anni l’ho giustificato) stanno aprendo gli occhi! Mi spiace solo per Longo che ha fatto da agnello sacrificale, spero non si rovini la carriera da allenatore

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. ALESSANDRO FIENAURI - 9 mesi fa

    Sinceramente io nanche quando giocavo in terza categoria avevo perso 6 partite di fila ed….eravamo i peggio non siamo retrocessi perche’ oltre la terza categoria non esiste piu’ nulla…c’e’ solo scapoli & ammogliati. Bene questo e’ il campionato che si meritano sti campioni …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. scifo66 - 9 mesi fa

    È vero che la.situazione è grave, non c’è dubbio. Mancano però 13 partite, tante. La squadra deve sapere che se ha voglia c’è tempo per salvarsi. Non voglio credere al altre 13 prestazioni come quella di ieri sera

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 9 mesi fa

      Pensa che io non ci volevo credere dopo la spal, figurati dopo tutte le partite venute dopo! Contro l Udinese è già spareggio, se facciamo la partita di ieri ne prendiamo ancora. Io spero che qualcosa succeda nella testa dei giocatori, ma se si perde domenica si va in serie b.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. GlennGould - 9 mesi fa

    L’unica buona notizia, si fa per dire, a riscontro di una retrocessione oramai sempre più probabile, è che il prezzo della società nel caso si svaluterebbe, e di conseguenza faciliterebbe una ipotetica trattativa. Ipotetica poi mica tanto..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torosempre - 9 mesi fa

      … e diventerebbe facile preda di avventurieri con le pezze al c.

      Ma questa nota non fa parte dello story telling dei petardari.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GlennGould - 9 mesi fa

        Guarda, che tu mi dia del petardaro, è più che ovvio sia irrilevante.
        D’altronde, discutere senza offese, seppure in inglese, è virtù non da tutti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Torosempre - 9 mesi fa

          Non a caso c’è uno spazio fra prima e seconda frase. La seconda non è strettamente legata a te.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. scifo66 - 9 mesi fa

      Bisogna vedere se Cairo vuole cedere davvero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. blubba - 9 mesi fa

    Vorrei mettere le carte in tavola. Il problema del blocco mentale ė una eredità della precedente gestione ,se qualcuno pensa ke wm avrebbe risolto tutto si sbaglia di grosso perché questa voragine nella quale si sono imbucati da soli i giocatori nn ė scalabile se nn da loro stessi. La unico motivo valido per mandare via Mazzarri ė stato perché era riuscito a farsi nemici anche nei bar di Torino altrimenti poteva restare alla guida tecnica ma nn avrebbe risolto nulla. Moreno nn ha nulla da impara re dal punto di vista tattico ma se i giocatori stessi nn gli fanno una mano nn se ne esce e ieri si ė visto. Ė una stagione piena di errori da parte di soci e staff tecnico ke va salvata a qualunque costo poi penseremo al futuro, l ultimo errore ė stato far accasare Nicola a Genova quando era la prima scelta nostra se nn fosse stato per Cairo e la sua ostinazione a tenersi wm

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ardi2 - 9 mesi fa

      L’ostinazione non era di tenere mazzarri, ma di tenerlo sino alla fine del calciomercato di gennaio, così da poter vendere e risparmiare sugli ingaggi, visto che wm non pretendeva nulla

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. mp63 - 9 mesi fa

    Non è certo colpa di Longo. La causa più grave è l’ammissione all’Europa League. Partire presto con la preparazione crea problemi.
    Un altra causa è che certi giocatori hanno un ingaggio importante ma un rendimento veramente scadente ( esclusi Belotti e Sirigu che si impegnano sempre ).
    Forza Moreno, cerca di far mangiare un pò di erba a questi ragazzi, e cerca di renderli più umili. Puoi anche comunicare a ZAZA che la sua posizione è sempre rivolta verso la sua porta!!!!
    Un saluto a tutti i tifosi granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy