Torino, con Longo riecco il vero Filadelfia. E la gente risponde “presente”

Il punto / Un primo passo avanti nel processo di granatizzazione: ora il Filadelfia può tornare ad essere quello per cui era stato originariamente concepito

di Nicolò Muggianu
Allenamento Filadelfia Moreno Longo

Rendere il Filadelfia ciò per cui originariamente era stato concepito. Questa la prima mission di Moreno Longo, arrivato sulla panchina del Torino in punta di piedi ma già pioniere – a suo modo – di una piccola, grande rivoluzione: quella di restituire il Filadelfia ai tifosi granata. Una scelta in netta discontinuità rispetto al recente passato, visto che Mihajlovic prima e (soprattutto) Mazzarri poi avevano ormai abituato tutti ad allenamenti a porte aperte con il contagocce.

Dai dilettanti alla Serie A: ecco chi è Moreno Longo, il nuovo allenatore del Torino

PORTE APERTE – Un passo in avanti verso il “vero” Filadelfia: quel luogo di aggregazione a tinte granata che molti tifosi del Torino sognavano sin dalla posa della prima pietra (evento a cui, non a caso, Moreno Longo partecipò nel 2015). Non a caso ieri sono stati più di mille i supporter a rispondere “presente” alla chiamata di Longo. Poche altre volte dopo la ricostruzione si erano visti un migliaio di persone per un normale allenamento a porte aperte. Sintomo del fatto che tra la gente c’è ancora tanta voglia di Toro, nonostante un campionato non esaltante e addirittura deprimente nelle ultime due partite. E anche la società, dopo l’ermetismo per certi versi smisurato di Mazzarri, ha capito – anche grazie a Longo – che il Filadelfia può essere un’arma in più.

Longo, Coppola, Filadelfia

LE PAROLE – In occasione dell’inaugurazione del Filadelfia, d’altronde, lo stesso Longo – allora allenatore della Pro Vercelli – dichiarava ai nostri microfoni: “Quello del Filadelfia era un piazzale che abbatteva i ceti sociali. L’augurio è che non rimanga solo una struttura, ma che si riesca a coltivarlo giorno dopo giorno”. Ed è proprio questo che il nuovo allenatore del Torino cercherà di fare per il periodo in cui rimarrà sulla panchina granata. Il prossimo obiettivo adesso è quello di ultimare il Filadelfia, per renderlo finalmente la struttura che si era immaginata in sede di progettazione. A partire dal completamento dei lotti 2 e 3, per i quali la Fondazione e SCR hanno già provveduto ad avviare l’iter (LEGGI QUI). Soltanto allora il Filadelfia potrà essere definitivamente la casa che tutti i tifosi granata sognano da tempo. Nel frattempo la speranza è che le porte aperte diventino e restino una bella abitudine.

30 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granata63 - 9 mesi fa

    Secondo me, con l’ambiente che si è venuto a creare, l’unico allenatore che cairo poteva prendere era Moreno. Adesso speriamo bene. Sono felice per Asta. Sono fiducioso, anche perchè peggio di così non si può andare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Patatrack - 9 mesi fa

    Grazie a TOROPERDUTO e maisenzatoro per i loro emozionanti contributi squisiti, genuini ma, soprattutto, Granata.

    Ciò non fa altro che confermare, se ancora ce ne fosse bisogno, la vergognosa, infame ed inaudita colpevolezza di Mazzarri e Cairo i quali, per pura codardia, avevano trasformato il Tempio del Fila in una galera, chiudendolo ed impedendone l’accesso ai Tifosi Granata

    Adulteriore conferma che Cairo, del Toro e della Sua Tifoseria, oltre a non essere degno, non capisce una emerita fava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Granata1950 - 9 mesi fa

    La mia speranza che il Presidente Cairo dia massima fiducia (e soldi a sufficienza)al DS Bava.Dico questo perché tra allenatore e DS deve esserci la stessa idea di calcio , e visto anche la chiamata di Asta voluta proprio da Bava.Penso che siamo sulla giusta via. E Sabato sarò allo stadio a tifare più forte che mai FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. TOROPERDUTO - 9 mesi fa

    @ maisenzatoro,
    Che poi ci potrà essere anche qualcuno che non avrà buone intenzioni ma state sicuri che non sono la maggioranza e che poco possono nuocere.
    Siamo in una città piccola a dimensione di uomo e allora sfruttiamola cazzo, fate ancora venire lì gente che certe cose le ha vissute, abbiamo perso 15 anni e loro non saranno eterne mentre devono raccontare qualcosa che dovrà essere eterno.
    Ma possibile che nessuno lo capisca, dateci un nostro tempio ma vero, guardate come ci teniamo ad una parvenza di tempio figurati se ce lo facessero come Dio comanda.
    La gente che a parlare di toro piange va fatta vedere non va tenuta nascosta e repressa.

    Comunque sono TOROPERDUTO, in quanto anche TOROSEDUTO si addiceva bene 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maisenzatoro - 9 mesi fa

      Orca miseria, scusami, direi che è ora di cambiare occhiali 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. TOROPERDUTO - 9 mesi fa

    Con buona pace di tutti quelli che asseriva o l’impossibilità nel calcio moderno di una cosa così.
    Ma si sa meglio giustificate l’incompetenza che a metterla.
    Al tifoso del toro basta poco ma se gli impedisci di sognare e sperare diventa una iena.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maisenzatoro - 9 mesi fa

      Buongiorno TOROSEDUTO,
      hai pienamente ragione.
      Senza il Filadelfia a noi torinesi e torinisti manca un luogo dove parlare e vivere di “Toro”. Va bene il forum di toronews, ma va meglio guardarsi in faccia con la sciarpa granata al collo e parlare, parlare, parlare di Toro con le persone, BAMBINI, RAGAZZI, ADULTI e ANZIANI, guardandole in faccia.
      Parlare, raccontare, fare commenti tecnici in piemunteis sui giocatori che si stanno allenando senza capire un granchè di calcio, parlare di gossip dei calciatori, tifare alla partitella di fine allenamento, insomma, vivere un’ ora di “Toro”.
      Per me il Fila è la frase di mio figlio quando, emozionatissimo, l’ ho portato per la prima volta: “Papà, ma come è possibile che esistano persone al mondo che non tifano TORO?”.
      Ogni tanto ricordiamocelo e sempre ricordiamolo a tutti gli altri “FORZA – VECCHIO – CUORE – GRANATA!”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ardi2 - 9 mesi fa

    Meraviglioso post Daniele, non riesco a rispondere sotto il tuo commento sul derby, mi ha emozionato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 9 mesi fa

      @Ardid2 e a chi ha apprezzato: Grazie a voi per aver letto il mio ricordo.
      Il Toro è questo e diventa unico nel momento in cui celebriamo i nostri eroi. Abbiamo questo grande privilegio di essere una tifoseria che conserva la memoria e ha avuto in dono il Grande Torino per cui non saremo mai come gli altri.
      Senza voler essere blasfemo (d’altronde sono di madre e nonna ebrea ) noi siamo un po’ come gli ebrei: perseguitati dalla sfiga, da chi ci vuole far fuori (la juventus) e siamo come gli indiani che citava Mondonico. Meno attrezzati dei cowboy, ai margini, quasi in estinzione.
      Quasi.
      Chi vorrebbe che scomparissimo è così sciocco che pensa che il Toro sia mortale.

      Scusate l’eccessivo romanticismo ma quando il Toro va male io divento ancora più granata !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Ardi2 - 9 mesi fa

    Conoscendo ormai il nostro benefattore, avevo previsto quello che dici, attende la chiusura del calciomercato e poi prende Longo, non mi aspettavo l’aggiunta di Asta, ma il concetto è quello, calmare le acque, per poi terminare la svendita in estate . Nonostante sappia questo sono comunque contento, contento e mi godo Longo (spero),ma non scemo di sicuro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. suoladicane - 9 mesi fa

    piu di mille persone al FILA!!!!!
    nessun fischio, nessuna contestazione, volti allegri e sereni, VOGLIA DI TORO di TORO VERO!!!
    questo con buona pace di tutti quegli addetTi ai lavori, forumisti e commentatori che dicevano che il calcio moderno, che tutti gli altri, che bisogna lavorare al chiuso nascosti, tranquilli……
    semplicemente tutti gli altri non hanno il FILA E LA SUA GENTE!!!!
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Patatrack - 9 mesi fa

    Ad imperituro monito di tutti quei codardi, paurosi e vigliacchi, NESSUNO ESCLUSO (vero presiniente?), che hanno sempre rifiutato (e continuano tutt’ora) di confrontarsi con i Tifosi Granata, avendo trasformato il Filadelfia in una prigione e avendo cercato di distruggere completamente i nostri 113 anni di storia con la loro violenza, il loro menefreghismo e il loro squallore.

    Non ci riuscirete MAI e poi MAI.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spelli_446 - 9 mesi fa

      Sei ripetitivo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Patatrack - 9 mesi fa

        Mai abbastanza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marcogol - 9 mesi fa

      Tutti sappiamo che abbiamo un presidente di merda, però c’è un momento per contestare e uno per appoggiare la squadra, altrimenti mio caro patatrak si finisce di fare la fine del tuo nick, sarai mica solo un provocatore??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Patatrack - 9 mesi fa

        E chi dice di non appoggiare Moreno e Squadra.

        Farai meglio a rileggere bene chi è il soggetto interessato alla contestazione.

        Sul sostegno ad oltranza a Moreno e Squadra non si discute.

        Per il resto (la fine del tuo messaggio, per spiegarci) mi fai sogghignare, come sempre.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ElettoreReazionario - 9 mesi fa

      Un caloroso “affanculo” agli autori dei pollici versi a questo messaggio, che siano essi umani o macchine…e allo spacciatore di pubblicità di questo sito che ama cestinare i commenti a lui sgraditi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-14554814 - 9 mesi fa

    Il fatto che Cairo abbia mostrato un amore così viscerale per Mazzarri – il quale come ben sappiamo ha fatto quel che ha fatto tenendo chiuso il Filadelfia e dimostrandosi così una persona totalmente sbagliata a rappresentare il toro – evidenzia una volta di più quanto questo presidente sia totalmente avulso dallo spirito che governa questi colori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. granata63 - 9 mesi fa

    Non c’è niente da dire. Finalmente Cairo ha fatto qualcosa per il Toro. Adesso speriamo che Moreno rimetta in carreggiata la squadra. Io sono fiducioso. Sia per le sue capacità, sia perché l’organico è ottimo e non possono andare così male come le ultime gare. Speriamo anche in un po’ di fortuna, che non guasta mai. Sabato abbiamo i gobbi blucerchiati. Tre punti. Dai Moreno. SEMPRE FORZA TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Patatrack - 9 mesi fa

      Cairo farà qualcosa per il Toro nel momento in cui alzerà i tacchi, insieme ai suoi tirapiedi, e lascerà per sempre il Toro.

      Per il resto, se non voleva che la tifoseria lo assediasse ad oltranza e per evitare di andare in serie B (e perdere così i lauti diritti televisivi), ha dovuto rinunciare al suo amato Mazzarri, l’aziendalista perfetto, e prendere Moreno Longo.

      E il fatto che se ne freghi altamente del Toro è dimostrato dal contratto di 6 mesi fatto firmare a Longo, per pararsi il sedere nel caso che Moreno non riesca a dare la sterzata necessaria da qui a fine campionato.

      Ormai lo conosciamo benissimo il mandrogno editore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Valdo - 9 mesi fa

        Senti, hai decisamente rotto.
        Non se ne può più di tifosi come te, tifosi CONTRO.
        I mille e passa presenti ieri al Fila sono i veri Tifosi di cui ha bisogno adesso il Toro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. spelli_446 - 9 mesi fa

          Concordo assolutamente.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Patatrack - 9 mesi fa

          Chiedi a Loro cosa ne pensano di Cairo, visto che io ero presente, ieri e i “pareri” che si sentivano su Urbano si sprecavano….!!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. Patatrack - 9 mesi fa

          Ti basti una pernacchia sonora.

          Di più non meriti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Daniele abbiamo perso l'anima - 9 mesi fa

    Lo scrivo senza retorica, ma ciò che è accaduto ieri è qualcosa di più importante di quel che sembra. Vedere tifosi del Toro applaudire i giocatori dopo aver preso 15 gol in 3 partite poteva succedere solo al Filadelfia e in nessun altro campo del mondo.

    Recuperare il tremendismo granata. Anche attraverso la memoria.
    Torino Juve 3 a 2
    Ho 11 anni e sono nei distinti con mio padre. Bandiere bianconere e granata si incrociano (quelli eran derby )
    Stiamo perdendo 2 a 0.
    Un bambino gobbo a fianco a me mi sta sfottendo.
    Ho gli occhi lucidi e mio padre vuole interrompere il supplizio e mi trascina verso l’uscita. Arriviamo ai gradini del tunnel e sento un boato. Questa volta proviene dalla Maratona: 2 a 1
    Trascino mio padre al nostro posto. Non faccio in tempo a guardare il bambino gobbo che segniamo di nuovo: 2 a 2 !!
    Urlo. Forza Toro ! Sto ancora urlando quando il Toro segna ancora: 3 a 2 !!!
    Mi giro e grido il risultato al bambino gobbo che tace : 3 a 2.!!!
    Stavolta è il papà del bambino gobbo che trascina il figlio fuori dallo stadio, e lui non rientra più.
    Mentre io resto li, pieno di felicità, e adesso vedo sventolare solo bandiere granata.
    E sono ancora lì.
    E finché avremo vita e memoria le bandiere granata sventoleranno.

    Forza Toro! (Non una squadra di calcio )

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabio.tesei6_13657766 - 9 mesi fa

      Mi hai fatto venire le lacrime Grazie!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. suoladicane - 9 mesi fa

      ero un adolescente e stavo in MARATONA, al terzo gol abbiamo esultato talmente tanto che abbiamo divelto una di quelle barriere metalliche tubolari cui ci si poteva appoggiare, e non ci credevamo e piangevamo e ridevamo dalla gioia e dalla felicità…………
      SFT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. LeoJunior - 9 mesi fa

    Questo è un esempio tangibile di come molte volte il pensiero integralista delle persone le porti a prendere decisioni assurde. Come non capire che allenare il Toro vuol dire anche acquisire queste tradizioni? E come non capire che avere un popolo che ti segue agli allenamenti non può che essere un vantaggio; che qualche mugugno o rimbrotto non sono nulla in confronto alla carica che può darti nel sapere di avere l’attaccamento di tifosi particolari?
    E qui sta la differenza tra chi capisce di calcio (WM, la ns dirigenza … forse!) e chi capisce IL CALCIO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Daniele abbiamo perso l'anima - 9 mesi fa

    Non basterà certo riaprire il Fila e creare il senso di appartenenza per migliorare i risultati, ma era la prima cosa da fare e Longo lo ha capito subito.
    Ora tocca ai tifosi rispondere sabato allo stadio, e ai giocatori dimostrare che non sono solo professionisti ben pagati ma giocatori del Toro.
    Poi ci sarà da lavorare sulla tattica e Longo dovrà far vedere che se Mazzarri è colui che ha ottenuto lo scorso anno i risultati migliori dell’era Cairo è perché aveva la squadra più forte dell’era Cairo. Non perché era un genio incompreso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. luna - 9 mesi fa

    “Quello del Filadelfia era un piazzale che abbatteva i ceti sociali”, concetto chiaro, limpido puro come una sorgente, siamo sulla buona strada.
    Vedere Longo ed Asta con i loro collaboratori, adoperarsi per ricostruire il gruppo mi fa ben sperare ma soprattutto da un immenso piacere ai miei occhi.
    Non è lavoro è passione è amore per il Toro, FORZA TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy