Torino, il pagellone di fine 2019: Lyanco 6, carattere e personalità. Ma gli infortuni…

Torino, il pagellone di fine 2019: Lyanco 6, carattere e personalità. Ma gli infortuni…

Pagellone / Poche le presenze del difensore a causa dei troppi infortuni, ma quando è stato chiamato in causa ha sempre risposto presente

di Luca Sardo

Troppo poche fino a qui le presenze da inizio stagione per Lyanco. Sono solo 6 infatti le gare a cui ha preso parte il difensore brasiliano scendendo in campo con la maglia granata: i tre infortuni rimediati fino ad ora lo hanno costretto a saltare molti match, dai preliminari di Europa League a più della metà di partite in Serie A. Il calvario del numero 4 è iniziato fin da subito nel ritiro di Bormio: una distrazione di basso grado del muscolo flessore alla coscia sinistra lo ha costretto ad abbandonare il ritiro e tornare a Torino in anticipo. Una volta smaltito il problema alla coscia, è arrivata un’altra tegola: una distrazione al muscolo semi-membranoso della coscia sinistra che ha fatto sì che saltasse tutti i preliminari di Europa League e le prime partite di campionato con Sassuolo e Atalanta. Tornato poi regolarmente a disposizione di Mazzarri Lyanco ha ottenuto 6 presenze – di cui 4 giocando dal 1′ – dimostrando di avere le doti necessarie per essere il titolare in difesa. Ma neanche il tempo di rientrare in condizione che, durante il Torneo di Tenerife con il suo Brasile U23 lo scorso 17 novembre, ha riportato una lesione isolata al legamento collaterale mediale del ginocchio destro per la quale non è ancora tornato a disposizione di Walter Mazzarri.

Toro, che tegola per Lyanco: lesione del collaterale, rischia uno stop di due mesi

PARTITA TOP – La miglior partita giocata in questa prima parte di stagione da Lyanco è molto probabilmente il derby contro la Juventus. Dalla sua parte c’era Paulo Dybala e il difensore brasiliano non gli ha concesso mai spazio: sempre in anticipo sull’argentino, che non è riuscito ad incidere nel match grazie proprio all’ottima prova difensiva del granata. Non solo nel derby della Mole, anche nel match casalingo contro il Napoli e la gara successiva ad Udine il numero 4 ha disputato due buone prestazioni difensiva: puntuale nelle letture e tempestivo negli interventi.

PARTITA FLOP – Si può dire che l’unica partita insufficiente giocata dal difensore brasiliano sia stata a Marassi contro la Sampdoria. All’esordio in campionato in questa stagione lo scorso 22 settembre, il numero 4 granata è stato autore di una disattenzione difensiva che ha causato la rete dell’1-0 blucerchiato. Il suo errore è costato poi la sconfitta alla squadra di Mazzarri: il classe ’97 – complice il tocco di Gabbiadini ai suoi danni – non ha rinviato bene il pallone e, lo stesso Gabbiadini, ha approfittato dell’errore e trafitto Sirigu. Molti i dubbi e le proteste sul fallo non fischiato ai danni di Lyanco e che Giacomelli – probabilmente – non ha visto o reputato corretto (QUI i dettagli). Ma il suo voto rimane fin qui pienamente sufficiente: 6.

Presenze Goal  Assist Minuti giocati Cartellini gialli Cartellini rossi VOTO
Serie A 6 469′ 1 6
Qualificazioni EL

Goal

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy