Toro, dal recupero degli infortunati al lavoro di Verdi: mai sosta fu più opportuna

Toro, dal recupero degli infortunati al lavoro di Verdi: mai sosta fu più opportuna

Il punto / La pausa Nazionali ha permesso a Walter Mazzarri di inserire Verdi e recuperare gli infortunati

di Luca Sardo

Mai come questa volta, la sosta fu più opportuna per il Torino di Mazzarri. La pausa di due settimane, a causa dei match di qualificazione per i prossimi campionati Europei del 2020, ha permesso alla squadra granata di rifiatare: ai giocatori non convocati dalle rispettive Nazionali sono stati concessi quattro giorni liberi in questi giorni. E’ stato un inizio di stagione molto intenso per il Torino di Walter Mazzarri a causa dell’impegno nei preliminari di Europa League, che ha costretto i granata ad iniziare la stagione in anticipo.

Torino, si aspettano le scuse di Nkoulou: i compagni sono pronti a riabbracciarlo

INFORTUNATI – La sosta ha permesso inoltre a Mazzarri di recuperare gli infortunati: Iago Falque, Lyanco, Zaza ed Edera sono praticamente rientrati in gruppo in questi giorni e dovrebbero essere tutti a disposizione per il match casalingo contro il Lecce. E’ da vedere se in attacco, al fianco del Gallo Belotti, il tecnico toscano si affiderà alla qualità ritrovata di Iago Falque, alla grinta di un Simone Zaza, ritrovato in questo inizio di stagione, o addirittura ad entrambi. In difesa torna a disposizione anche Lyanco che, con il Brasile U23, si è rivisto in campo per 60′.

Toro, Izzo brilla anche come terzino a quattro: ma Mazzarri lo sapeva già

VERDI – La pausa è servita anche a Simone Verdi. L’attaccante ex Napoli, arrivato in extremis l’ultimo giorno di mercato, sta avendo così la possibilità di inserirsi con calma negli schemi del Toro. Le due settimane di sosta stanno dunque permesso al numero 24 granata di recepire al meglio gli schemi e le tattiche di Mazzarri, in modo tale che, per il prossimo appuntamento di campionato lunedì 16 settembre in casa con il Lecce, il tecnico toscano potrebbe anche decidere di farlo esordire con la maglia granata.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. soloperlamagliagranata - 2 settimane fa

    testa bassa e pedalare
    massima concentrazione,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Paul67 - 2 settimane fa

    A punteggio pieno, mercato chiuso con la ciliegina,recupero infortunati, prossima partita in casa con una neopromossa nettamente inferiore, praticamente un cammino in dolce discesa. Permettetemi invece una grattatina, sono le situazioni che temo di più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolino Paperino - 2 settimane fa

      Fai bene a darti una grattatina (io mi associo). E’ proprio in queste situazioni che siamo campioni del mondo nel complicarci la vita…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13958142 - 2 settimane fa

    Un’altra cosa opportuna è giocare lunedì, almeno i nazionali si abituano al fuso orario e si riposano qualche giorno (dato che il Lecce non ha nazionali è un problema solo per noi)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. RobyRaby - 2 settimane fa

    Lecce in casa: mi aspetto un toro all’attacco, con belotti-zaza titolari ed una staffetta tra iago e verdi (o viceversa) ad imbeccarli. Anche laxalt lo vedo come possibile subentrante, anche perchè era via con la sua nazionale.
    Forza ragazzi, massicci ed incazzati!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Paolino Paperino - 2 settimane fa

    Un po’ un peccato non aver potuto sfruttare la pausa per lavorare anche con Laxalt, ma direi che visto come ha giocato con la sua nazionale, possiamo anche passar sopra a questo “problemino”… Avercene di problemi così…
    La cosa fondamentale quest’anno è non darci la zappa sugli zebedei contro le squadre più abbordabili. Se penso ai punti seminati in giro l’anno passato con Bologna, Empoli e compagnia cantando mi viene male.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ardi - 2 settimane fa

    Quest’anno dobbiamo assolutamente vincere contro le più piccole

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Toro Forever - 2 settimane fa

    Il giusto “mix” di adrenalina e rabbia ci ha fatto vincere le prime due partite. La sosta potrebbe aver raffreddato un po’ i “bollenti spiriti”. Toccherà a Mazzarri tenere dritta la barra, facendo leva sul tasso di testosterone dei ragazzi. Famelici e spietati. Così andremo lontano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. mikc_345 - 2 settimane fa

    E Laxalt?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. PrivilegioGranata - 2 settimane fa

    Io darei ancora fiducia allo zoccolo duro, in attesa di inserire più efficacemente Verdi nel gioco della squadra.
    3-4-2-1
    SIRIGU
    IZZO DJIDJI BREMER/BONIFAZI
    DE SILVESTRI RINCON MEITE’/BASELLI OLA AINA
    LUKIC BERENGUER
    BELOTTI

    con la possibilità di passare all’artiglieria pesante (3-4-1-2) sostituendo Lukic o Berenguer con Zaza

    In caso di punteggio rassicurante spazio a Verdi e/o Iago.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cerutti_Gino - 2 settimane fa

      Concordo, ma penso che in casa con il Lecce schiererà le due punte.. con possibilità di ingressi dalla panchina di gente che sa saltare l’uomo come Verdi e Laxalt quando le difese calano di intensità

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. GlennGould - 2 settimane fa

    Decisamente vero, sosta opportuna.
    Lunedi, contro il Lecce, l’opportunità di ritrovarsi, dopo 3 giornate, primi in classifica a punteggio pieno.
    Stimolante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy