Granata in prestito, altro week-end senza gioie: giocano solo in tre

Granata in prestito, altro week-end senza gioie: giocano solo in tre

Italia Granata / Sono solo tre i giocatori che sono scesi in campo in questo fine settimana: in Serie A e Serie B nessuna presenza

SERIE A

Cagliari Calcio v Atalanta BC - Serie A

Altro fine settimana da archiviare al più presto per i giocatori del Torino in prestito in giro per l’Italia e nel mondo: sono solo 3 gli individui a riuscire a scendere in campo nella propria formazione, e tutti e tre per gli interi 90 minuti della partita che hanno giocato. Parliamo di Diop in Lega Pro e Jansson e Silva all’estero. In Serie A e in Serie B non è sceso nessuno in campo, sono tutti rimasti in panchina come spettatori non paganti. Mancano all’appello Kevin Bonifazi e Lorenzo Carissoni, impegnati stasera in Spal-Trapani, ma i due ragazzi non sono certo tra i titolari di emiliani e siciliani.

TACHTSIDIS (Cagliari) Niente “derby” fra ex granata contro Parigini in Chievo-Cagliari perchè il greco è assente per infortunio, dopo l’acciacco rimediato con la propria nazionale. 

GOMIS (Bologna) – La squadra del portiere granata in prestito vice il confronto contro il Palermo per 3-1, ma in porta per i rossoblù scende, come di consueto, Da Costa, che subisce un solo gol. Ancora una panchina per l’estremo difensore del Torino, che non ha ancora trovato il modo per scendere in campo per un solo minuto. Qui l’intervista concessa in esclusiva per queste colonne, dove ammette che per il futuro la possibilità di cambiare aria è alta.

PARIGINI (Chievo) – Anche per lui un’altra giornata passata in panchina: l’attacante del Torino deve guardare da bordocampo la sua squadra prendersi un’importane vittoria contro il Cagliari. Il giocatore classe 1996 resta così fermo a quattro presenze stagionali per un totale di appena 26 minuti giocati.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 2 settimane fa

    I nostri giovani hanno difficoltà a giocare perchè anche nelle serie inferiori i tecnici nostrani, come i loro colleghi più famosi, preferiscono l’usato sicuro all’incognita dell’esordiente, finendo così per rimestare sempre nello stesso brodo. Un caso particolare è Zaccagno: non penso che si stia bruciando, Longo ha solo un portiere in questo momento affidabile e più esperto. Infatti la Pro Vercelli perde e vince poco. E’ afflitta da pareggite acuta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy