Serie A, quando la società paga i danni per conto del tifoso: Hellas, Lazio ed Inter da record

Serie A, quando la società paga i danni per conto del tifoso: Hellas, Lazio ed Inter da record

Inchiesta TN / Ecco la classifica generale delle squadre multate a causa dei comportamenti dei propri sostenitori: il Toro è quindicesimo

In questi giorni abbiamo avuto modo di presentarvi il lato “più caro” del tifo italiano, ovvero – dividendo il tutto in due tronconi – il costo che le società devono pagare per colpa del comportamento rivedibili dei propri sostenitori. La giustizia sportiva, infatti, goni giornata, punisce per responsabilità oggettiva diverse squadre, ree di non aver fatto “abbastanza” per impedire ai rispettivi tifosi di uscire dai canoni della leagalità: nella prima parte della nostra piccolissima inchiesta (leggi qui), abbiamo analizzato la situazione di quelle tifoserie colpevoli di cori di dicriminazione territoriale o razzisti, mentre nella seconda (leggi qui) ci siamo occupati di quei comportamenti considerati anti-sportivi o violenti, come il lancio di bengala, gli sputi e gli insulti all’arbitro, o l’utilizzo di laser atto a disturbare gli avversari di turno.
SQUADRE PUNITE PER CORI DI DISCRIMINAZIONE
1 HELLAS 70.000
2 LAZIO 65.000
3 INTER 30.000
4 JUVENTUS 30.000
5 ATALANTA 15.000
5 BOLOGNA 15.000
5 MILAN 15.000
5 ROMA 15.000
5 SAMPDORIA 15.000
SQUADRE PUNITE PER COMPORTAMENTI ANTISPORTIVI
1 NAPOLI 62.000
2 FROSINONE 60.000
3 INTER 33.000
4 SAMPDORIA 22.000
5 GENOA 10.000
5 CHIEVO 10.000 
5 MILAN 10.000
8 PALERMO 8.000
9 BOLOGNA 6.000
9 JUVENTUS 6.000
11 ROMA 4.000
12 FIORENTINA 3.000
12 LAZIO 3.000
12 TORINO 3.000
Come si nota, il Torino non è presente nella prima classifica perchè non è mai stata punita – in questa stagione – per cori inneggianti la discriminazione razziale o terriotirale. La Curva granata, inoltre, si conferma focosa, ma corretta, anche dando un’occhiata alla seconda classifica: solamente 3.000 gli euro di multa comminati dal Giudice Sportivo, a causa di cori contro l’arbitro Russo durante Carpi-Torino. Una “violazione” tutto sommato leggera, se confrontata con gli atti discriminatori o violenti di cui si sono macchiate altre tifoserie italiane. Ad ogni modo, come più volte sottolineato, le cifre accumulate dalle varie società sono nell’ordine delle migliaia di euro, e dunque davvero irrisorie se si pensa ai bilanci societari, che coinvolgono numeri sopra il milione di euro. Tuttavia, abbiamo avuto modo di osservare come il danno d’immagine possa essere davvero elevato, se si pensa che la nostra Serie A viene vista in tutto il mondo, e il biglietto da visita fornito da molte tifoserie non è certo dei più invitanti. Concludendo, ecco la somma delle due classifiche, che dà vita ad una graduatoria mostrante – in generale – quali sono le squadre ad aver pagato di più per i propri sostenitori. Meglio del Torino, solamente Empoli, Carpi, Sassuolo ed Udinese, a quota 0 euro di multa. Hellas, Lazio ed Inter le più multate: le prime due si sono “contraddistinte” negativamente per quanto riguarda li episodi di razzismo (qui i dettagli), mentre le “inseguitrici” Napoli e Frosinone per antisportività, con i ciociari habituè degli sputi e delle pallonate agli assistenti del direttore di gara (qui i dettagli).
CLASSIFICA SOCIETA’ CHE HANNO PAGATO DI PIU’ PER COLPA DEI TIFOSI
 1 HELLAS 70.000
2 LAZIO 68.000
3 INTER 63.000
4 NAPOLI 62.000
5 FROSINONE 60.000
6 SAMPDORIA 37.000
7 JUVENTUS 36.000
8 MILAN 25.000
9 BOLOGNA 21.000
10 ROMA 19.000
11 ATALANTA 15.000
12 GENOA 10.000
12 CHIEVO 10.000
14 PALERMO 8.000
15 FIORENTINA 3.000
15 TORINO 3.000
CARPI ZERO
UDINESE ZERO
SASSUOLO ZERO
EMPOLI ZERO
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy