Torino-Milan 1-1, Gattuso: “Toro ben costruito: è un pari da tenersi stretto”

Torino-Milan 1-1, Gattuso: “Toro ben costruito: è un pari da tenersi stretto”

Post partita / Le parole dell’allenatore rossonero al termine della sfida

di Redazione Toro News

Al termine di Torino-Milan, ecco le dichiarazioni dell’allenatore rossonero Gennaro Gattuso: “Abbiamo sofferto gli ultimi 20′. La partita era sotto controllo, ci sta prendere gol per un errore, la squadra era un po’ stanca e nel finale abbiamo sofferto. Se analizziamo bene la partita, la squadra alla fine non ne aveva più. Oggi potevamo vincerla come perderla. Dobbiamo pensare ad attaccare e a vincere a anche a difendere il risultato, perché oggi il Toro negli ultimi 20′ ci ha messo in difficoltà. Discussione con Mazzarri? Era stata messa fuori la palla perché Obi si era fatto male, abbiamo discusso, poi ci siamo dati la mano ed è finita là. Comunque sia dobbiamo chiudere le partite. Dobbiamo migliorare quando siamo in difficoltà, come sui calci piazzati – dove ci sono stati degli errori. Dobbiamo capire come migliorare, e chiudere le gare. Problema attacco? Oggi quando abbiamo messo le due punte abbiamo dato più campo agli avversari e non abbiamo creato tanto. Dobbiamo sviluppare meglio il gioco. Non è solo colpa dei giocatori, è anche demerito mio.”

QUI LE PAROLE DI MAZZARRI

Ancora Gattuso: “Stasera prendevamo palla, sviluppavamo ma non in modo pulito. Ci deve essere più cattiveria. Dobbiamo migliorare sotto questo punto di vista. Chi ha giocato a calcio sa che gli errori ci stanno, dobbiamo migliorare sotto il punto di vista della cattiveria. Champions? Siete voi che ne parlate. Io so da dove sono partito e ciò che ho passato per vincere delle partite. Dobbiamo difendere l’Europa League ma non siete voi che dovete ricordarmelo. Il mercato? Io faccio l’allenatore, non il dirigente”.

TURIN, ITALY - APRIL 18: Andrea Belotti (C) of Torino FC and Gianluigi Donnarumma of AC Milan at the end of the Serie A match between Torino FC and AC Milan at Stadio Olimpico di Torino on April 18, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – APRIL 18: Andrea Belotti (C) of Torino FC and Gianluigi Donnarumma of AC Milan at the end of the Serie A match between Torino FC and AC Milan at Stadio Olimpico di Torino on April 18, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Negli studi di Mediaset c’è un siparietto con Ciro Ferrara. L’ex Juventus afferma: “Io darei un 4 in pagella a Rino per il paragone che ha fatto tra Belotti e Shevchenko”. Il tecnico risponde: “Io il paragone l’ho fatto sui tiri e sulle conclusioni. Perché se il capitano del Toro tira 30 volte in porta, 28 o 29 prende lo specchio E’ ovvio che se oggi dovessi paragonare Sheva con il Gallo, mi meriterei uno zero in pagella”.  A Radio Rai l’allenatore del Milan continua: “Champions? Pensiamo all’Europa League (ride, ndr). Quello che mi fa arrabbiare è che diamo la sensazione di avere la partita in mano. Abbiamo patito l’aspetto fisico, negli ultimi 20′ il Torino ci ha messo sotto. Non hanno rubato niente, bisogna essere onesti. In questo momento la cosa importante è riuscire a recuperare energie, anche in vista della Coppa Italia. Abbiamo perso Chalanoglu, sta a noi far esprimere al meglio la rosa”. 

Gattuso prosegue in conferenza: “Mi preoccupa la stanchezza dei singoli, mancano 25 giorni alla fine del campionato e ci sta. Ho visto che anche loro erano stanchi, ci sta. Suso oggi non è stato al top, abbiamo perso Chala. Dobbiamo migliorare su tante cose, come sul gol in cui ci siamo addormentati. C’è andata anche bene, perché il Torino poteva vincere e alla fine anche noi“.

QUI LE PAGELLE

Gattuso prosegue: “Condizioni dei singoli? Bonucci ha preso una botta, così come Biglia. Spero non ci siano problemi muscolari. Domani Chala farà una risonanza, ha pizzicato il collaterale per una pallonata. In questo momento non mi preoccupano i giocatori, ma la condizione con cui devono fare queste ultime partite. Abate e non Calabria? Calabria spende tanto quando gioca, non si conosce ancora abbastanza. E’ uno che si ferma spesso per piccole contratture e non ci possiamo permettere altri infortuni. Oggi se ci girava male un paio di cose potevamo perderla. Dobbiamo essere obiettivi. Il Torino è una squadra ben costruita, che sa giocare a calcio, fisica e di qualità. Noi siamo venuti qui a fare la nostra partita, loro giocavano a uomo a tutto campo. Non è facile.  Mi tengo stretto questo pareggio“.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ALESSANDRO 69 - 8 mesi fa

    Se un giorno venisse ad allenare il Toro sarei davvero onorato.
    Un guerriero in campo e fuori ma soprattutto una persona vera ,con una passione per il calcio che riversa benissimo nel suo lavoro, una persona così potrà sempre fare solo bene ovunque.
    I tifosi milanisti devono essere orgogliosi di poter contare su quest’uomo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robertozanabon_821 - 8 mesi fa

    Bravo Rino, in mezzo a tanti venditori di Champagne taroccato è bello ritrovare onesti e schietti personaggi a base di pane e salame (anduja). Complimenti per il bel lavoro al Milan. Meriti i migliori auguri che ti faccio di cuore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ottobre1955 - 8 mesi fa

    Sarà anche ruvido, ma rimane un allenatore onesto e schietto e non mi pare poca roba.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy