Torino, Parigini non si ferma più: adesso mette Mazzarri in difficoltà

Torino, Parigini non si ferma più: adesso mette Mazzarri in difficoltà

Focus On / L’attaccante segna ancora con la Nazionale, e lancia messaggi al tecnico: si vuole prendere il Toro

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Torna alla vittoria l’Italia Under 21, che vince contro la Tunisia per 2-0 e riscatta la sconfitta contro il Belgio arrivata nel finale. Per rifarsi dopo la beffa, la squadra di Di Biagio ha avuto a disposizione Vittorio Parigini che già contro i belgi era stato il migliore in campo (QUI i dettagli), e ieri sera ha dato conferma di essere uno dei giocatori azzurri più in forma del momento. Infatti l’attaccante della Nazionale giovanile ha segnato il gol che ha spianato la strada all’Italia Under 21, che ha poi chiuso la partita con un rigore di Kean.

Video – Italia-Tunisia 2-0, Parigini sblocca la gara

STRARIPANTE – Una prestazione che in realtà va oltre il gol. Tanta voglia, corsa, sacrificio: Parigini ha messo sul campo tutte le qualità alle quali ha abituato anche i tifosi del Torino. Con la sua consueta grinta si è anche preso la soddisfazione di tornare al gol con la maglia azzurra addosso, proprio come era capitato a settembre, quando aveva realizzato un’altra bellissima rete (QUI i dettagli). Ieri sera, poi, il gol è stato molto più importante: la marcatura del giocatore granata dopo 33 minuti ha permesso all’Italia di condurre un match in tranquillità, chiudendolo già nel primo tempo.

Video – Italia-Albania, il gol di Parigini in Nazionale Under 21

MAZZARRI – Ed ora il tecnico del Torino Walter Mazzarri si trova in una – relativamente – piacevole situazione. Nella rosa ha a disposizione un ragazzo in un momento di forma impressionante, che continua a dare dimostrazioni del suo valore, sia in maglia granata ma soprattutto con quella della Nazionale. L’allenatore del Toro lo dovrà sicuramente tenere in considerazione, anche per il fatto che Parigini può ricoprire anche più ruoli. Si può trovare bene già sulla fascia destra nel 3-5-2 (come contro il Frosinone), ma anche come trequartista nel 3-4-2-1 dietro Belotti (come a Bergamo); oppure, potrebbe anche ricoprire il ruolo di esterno in un eventuale nuovo 4-4-2 nelle prossime partite. Ciò che è certo, è che Mazzarri ha voglia di sfruttare il momento d’oro di questo ragazzo, che ha voglia di giocare e di stupire. Ma che in granata ha davanti giocatori del calibro di Soriano, Baselli, Zaza e Falque. Sì, ora Mazzarri può finire in difficoltà nelle scelte.

27 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Hagakure - 1 mese fa

    Li ripropongo e li riproporrò sino allo sfinimento:

    1) Vai Vittorio, alla faccia di tutti coloro che, qui sopra e non solo, Ti definivano uno scarso e un buono a nulla. Gente che di Vivaio Giovanile non ha mai capito, non capisce e non capirà mai un cazzo.

    E anche alla faccia di quei coglioni della società (primo tra tutti quell’ebete di bracciamozze…che adesso peraltro vuole farti rinnovare il contratto a tutti costi…!!) che Ti hanno fatto perdere almeno un paio d’anni in prestiti gratuiti inutili e controproducenti (meno male che il Benevento non Ti ha riscattato…!!!), facendoti scaldare l’altrui panca senza una benchè minima fiducia e soddisfazione.

    Almeno in questo devo essere riconoscente a Mazzarri, il quale ha capito il Tuo impegno dentro e fuori del campo e Ti ha concesso gli spazi e la fiducia che meriti.

    Daje sec, Vittorio, prenditi il posto da Titolare e non mollarlo più.

    2) Cari merdaioli e denigratori di Parigini: il Ragazzo non aveva alcun bisogno di andare a “scaldare le panche” di altre squadre (tipo Benevento & C.).

    Il Ragazzo deve giocare SEMPRE e con continuità in prima squadra: mentre altri “fenomeni” attualmente titolari, i quali stanno dimostrando di essere dei lavativi e dei fancazzisti, possono tranquillamente marcire in panchina o in tribuna sino a che non si “svagliano” e dimostrano di valere i prezzo al quale sono stati pagati.

    Vero Baselli, vero Soriano….???

    VAI VITTORIOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO…!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alrom4_322 - 1 mese fa

      Mi permetto di dire che si possono esprimere le proprie idee senza offendere chi la pensa diversamente . Non sempre condivido ciò che appare sul forum ma certi epiteti sarebbe meglio evitarli o usarli in privato tra consimili . Alessandro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Hagakure - 1 mese fa

        Caro Alessandro, tu non immagini nemmeno quali epiteti avevano usato certi “elementi” (che si dichiarano Tifosi Granata) per definire Parigini negli ultimi due anni.

        Dunque nessuna pietà per costoro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

      Hagakure, io sono uno di quelli che hanno criticato più volte Parigini non perché lo ritenessi scarso ,ansi , bensì perché se un giocatore di talento come lui ha faticato a trovare spazio in ogni squadra in cui aveva giocato fino a adesso, non ti piace sentirlo dire ma i fatti sono questi, evidentemente ci ha messo anche un po’ del suo…Non ti viene questo dubbio…???
      Probabilmente quest’anno gli è scattata una molla che gli ha fatto comprendere come il talento da solo non basta per diventare professionista a tutto tondo, probabilmente avrà avuto un ruolo fondamentale Mazzarri che evidentemente è riuscito psicologicamente a toccare le corde giuste del ragazzo con i risultati che adesso abbiamo sotto gli occhi.
      Puoi non essere d’accordo ma io sono sempre convinto che le fortune di un giocatore dipendono avanti tutto dal giocatore stesso. Lo ha fatto capire lui stesso in un twett dove ha chiaramente parlato che solo con il sacrificio potrà avere certe soddisfazioni…..
      Chi poi lo ha definito un bidone magari è lo stesso che ha definito un bidone Nkoulu , oppure è lo stesso , in folta compagnia , che ha bollato come scarso Berenguer e potrei continuare un bel po’ ……Io ho un grosso difetto , nutro fiducia incondizionata negli allenatori ,essi possono anche tatticamente non piacere ma nella scelta dei giocatori da mandare in campo i fatti danno quasi sempre ragione a loro. Quando Mazzarri parlava di Zaza e Soriano che non erano in condizioni atletiche ottimali chi aveva ragione…???Comunque ,credimi se Parigini esplode finalmente come talento comanda io sono il primo a esserne felice e a riconoscere di avere sbagliato valutazione, per me conta l’interesse del Toro……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Hagakure - 1 mese fa

        Non ho dubbi che ci abbia messo del suo e che la sua maturazione si stia realizzando, grazie anche a Mazzarri, come non ho nessun dubbio sul “trattamento” che fu riservato al Ragazzo dall’asino serbo nel ritiro di Bormio, sia il primo che il secondo anno della sua tragica e vergognosa “gestione della squadra”.

        Come non ho alcun dubbio che quell’incompetente di bracciamozze sia stato complice dell’asino serbo e abbia contribuito a “destabilizzare” il Ragazzo e a farlo allontanare dal suo Amore per la società che lo aveva cresciuto per due anni, con prestiti che gli hanno portato solo malumore e frustrazione.

        Ed ora che è stato considerato e “coccolato”, come si dovrebbe fare SEMPRE con i Nostri Giovani del Vivaio, ha ritrovato Amere e Fiducia, ma soprattutto si è messo i gioco Anima e Corpo, sapendo di essere tenuto in considerazione.

        Non ti viene il dubbio…????

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

          L’asino serbo è lo stesso che ha promosso Edera ,che qualche soddisfazione effettivamente gliel’ha data, mi dispiace ma io non sono d’accordo con il tuo modo di vedere questa cosa. I giovani vanno sicuramente tutelati e gli deve essere data l’opportunità di giocarsela, dopodiché sta a loro giocarsi al meglio le proprie carte. Quando un giovane approda in prima squadra si trova a dover competere con gente molto più esperta e per nulla disposta a concedere quello che ritengono il loro spazio, è lì che il ragazzo deve tirare fuori i coglioni sfruttando ogni minima occasione per mettere in mostra le proprie qualità e la propria fame. L’asino serbo in una intervista dopo la partita di coppa Italia vinta con fatica contro il Pisa disse una cosa per me molto azzeccata ” Quando faccio entrare in campo un giocatore che tengo spesso in panchina mi aspetto che dentro di se dica ” quella merda di allenatore non mi fa mai giocare ,adesso gli faccio vedere io…”. Secondo me Vittorio sta emergendo dal momento che ha capito che alla altissima qualità di cui è indubbiamente dotato deve aggiungere una massiccia dose di cattiveria agonistica altrimenti rimarrà un eterna promessa….Meglio così, non è mai troppo tardi e lui ha solo 22 anni …..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Hagakure - 1 mese fa

            L’asino serbo ha “promosso” Edera solo perchè era alla disperazione e perchè non sapeva più che pesci pigliare. Ed è ovvio che il Ragazzo ce l’abbia messa tutta per giocarsela, vista la “fame” e la voglia di emergere.

            Poi, sulle “interviste e dichiarazioni pubbliche” e sulle azioni in campo e fuori fatte vedere dall’asino serbo durante la scorsa stagione, beh è meglio stendere un velo pietoso.

            Mi piace Non mi piace
  2. alrom4_214 - 1 mese fa

    Non sono un patito di tattiche e non mi ci voglio cimentare oggi anche perché secondo me il calcio è assai più bello e più semplice senza tanti numeri astrusi( 3-4-3 , 4-3-3, 5-3-2 ? ) : alla fine si tratta sempre di difendere bene se attaccano gli avversari e di costruire se si torna in possesso palla. Per fare ciò occorrono i giocatori adatti e/o far giocare quelli più in forma e vengo al dunque : se hai un Soriano che stenta parecchio ( le cause le deve cercare il mister )e tieni in panca il Parigini di questi tempi giochi a perdere e ciò con qualsiasi modulo tu adotti. Ed il discorso vale non solo per Soriano ( oggi ) ma per altri giocatori mandati in campo quando non sono all’altezza : non è il modulo che permette di vincere ma i giocatori in forma e motivati .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. alètoro - 1 mese fa

    Parigini ha davanti a sé nel ruolo sotto l’aspetto gerarchico Iago Falque e Soriano.
    Il suo ruolo naturale è quello di esterno alto sia a destra sia a sinistra, come il Ct Dibiagio lo schiera nell’Under 21. Ad oggi credo che Mister Mazzarri è in forte difficoltà nelle scelte in quanto la crescita esponenziale, sotto l’aspetto tecnico-tattico, di Parigini è realmente oggettiva agli occhi di tutti i tifosi granata e dei media in genere. Grande Vittorio, continua così alla grande! Alè TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pimpa - 1 mese fa

    Rispondo così,granata,senza considerarmi una espertona per usare il tuo linguaggio.
    Innanzitutto gli allenatori che hai citato allenano e vincono ad eccezione di Spalletti e Di Francesco tra le migliori squadre di europa e non mi pare si possa dire lo stesso di Mazzarri. Mi piacerebbe che Spalletti e Di Francesco allenassero il Toro ma so che non può accadere.
    I fatti mi pare che siano questi: giochiamo male, segnamo poco, prendiamo lo stesso numero di gol degli anni scorsi.
    Se con questo riusciremo a migliorare il piazzamento degli anni scorsi saremo tutti contenti senza dubbio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 1 mese fa

      Intanto l’espertone era per chi non condivide un dato tecnico, quindi oggettivo, e non argomenta, nascondendosi dietro un pollice verso. Poi chi ho citato usa il modulo a 3 che tu definisci in modo negativo per non dire peggio e non uso il tuo linguaggio. Non avendo argomenti fai il confronto fra allenatori che io non faccio e ,magari, non consideri che quegli allenatori allenano campioni, Mazzarri no. Mazzarri ha qualche buon giocatore e stop. I risultati si giudicano a fine campionato e non dopo 8-9 giornate. Chiaro che ognuno ha i propri gusti ma di allenatori che usano i 3 difensori ce ne sono tanti. Basta osservare bene.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Pimpa - 1 mese fa

    Concordo sul fatto che continuare a giocare a tre in difesa è prova di ottusità e arretratezza.
    Per due motivi:primo,non si può giocare con tre difensori centrali con Udinese Frosinone Chievo e via dicendo,cioè con squadre che non hanno attacco,è proprio una cosa orribile da vedere e ancor di più da concepire; secondo,perché in effetti coi giocatori che abbiamo mi sembra il sistema di gioco più confacente alle loro caratteristiche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 1 mese fa

      Guardiola,Zidane,Inzaghi (lazio), Spalletti,Di Francesco, Allegri, Conte, sono arretrati ? No sai,perché loro giocano a tre quasi sempre in fase di possesso per ripartire, soprattutto contro squadre che non siano speculari per aggirare il pressing, ed altre volte anche in fase difensiva. Mi sono limitato a 7 allenatori di grido ma se insisti te ne tiro fuori altri. Cosa rispondi ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Riba - 1 mese fa

        rispondo io per lui se non ti dispiace: non sono solo i moduli a far si che un allenatore sia bravo. Hai citato dei nomi che con Mazzarri non c’entrano niente altrimenti ad allenare il Real Madrid avrebbero chiamato WM…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 1 mese fa

          Le risposte vanno sempre bene. L’interpretazione di un modulo è sempre soggettiva. Dipende cioe dalle caratteristiche tecniche/comportamentali dei singoli. Mai detto che Mazzarri sia uguale ai succitati. Qui si diceva di difesa a tre e chi ho citato usa difesa a tre.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Riba - 1 mese fa

            ok perfetto! scusami ma erano veramente dei paragoni che trovavo poco corretti, ma ho compreso la tua risposta. Come avrai ben capito non sono un estimatore di Mazzarri e anche se ho molti dubbi che ciò avvenga spero di potermi ricredere…Forza Toro!

            Mi piace Non mi piace
        2. Granata - 1 mese fa

          @Riba, io guardo il bilancio a fine anno. Se la squadra è in buona posizione bene, altrimenti male. L’estetica me la danno i fuoriclasse e noi non ne abbiamo. Non credo possiamo pretenderla, poi ognuno ha i propri gusti e ci mancherebbe.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Riba - 1 mese fa

            @granata, sono d’accordo con te. Bisognerebbe aspettare a fine anno ma sono un po’ stufo…tifo Toro da 52 anni, ho avuto la fortuna di vederlo giocare molto meglio e anche di gioire per aver visto vincere qualcosa. Ad Amsterdam in curva, vederli dominare con quella grinta sul campo dell’Aiax è stato entusiasmante anche se non abbiamo vinto. Non ti dico la gioia per lo scudetto e la delusione per il furto subita dai gobbi l’anno successivo. Però permettimi, guardarli adesso è deprimente (es con l’Atalanta)e credo che il gioco di WM sia uno dei peggiori che abbia mai visto. Ma questa è una mia opinione personale e non deve per forza essere condivisa, però con la squadra di quest’anno e con qualche bel giovane granata di prospettiva credo che potremmo giocare meglio. Intanto non vinceremo niente, difficilmente andremo in EL, e a questo punto arrivare noni giocando male o decimi giocando a calcio con in squadra qualche giovane granata dentro, preferirei arrivare decimo…

            Mi piace Non mi piace
        3. Granata - 1 mese fa

          @Riba io vedo giocare allo stadio il Toro , e non solo, dagli anni 70 per cui posso dire di sapere di cosa scrivi. Devi ammettere che molto è cambiato, dai palloni, in cuoio, alla forma dei pali , che erano quadrati, alla velocità delle azioni. Ci sono persone che si divertono solo se vincono. Altri solo se si gioca bene. Altri ancora pretendono tutto. Io personalmente cerco di capire le potenzialità,
          ed anche se vorrei il bel gioco ,so che non l’avrò quindi spero nel risultato. La rabbia o delusione non mi darebbero soddisfazione.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Riba - 1 mese fa

            Apprezzo la tua analisi e ti invidio un po’. Io sono un nostalgico del Toro dei suoi valori e del bel gioco.

            Mi piace Non mi piace
      2. Granata - 1 mese fa

        Invece di mettere i meno ,che non portano a nulla, argomentate con i fatti, espertoni

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Madama_granata - 1 mese fa

    In Nazionale Parigini segna di più perché gioca da attaccante, cioè in quello che era il suo ruolo primario.
    Poi, visto che, a dispetto di tanti tifosi “criticoni”, sta facendo molto bene, si adatta ai ruoli più svariati, e, dovunque lo mettano, non delude!
    Importante è che Mazzarri trovi a Parigini un posto in squadra. Un posto che gli sia congeniale, nel quale possa esprimere tutte le sue capacità e crescere ancora, per il bene suo e del Torino!
    Presto per dirlo, ma forse i campioni non arrivano solo da fuori, magari qualcuno ne nasce anche in casa!
    E speriamo che le stesse chances vengano date anche ad Edera. Speriamo che gli permettano di esprimersi per un tempo ragionevole (cioè che non lo mettano in campo tra l’87° e l’89°!) e che presto anche lui possa sbloccarsi ed dimostrare , con il Toro e per il Toro, tutta la sua abilità!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Rock y Toro - 1 mese fa

    Scusate ma mi ci scappa: Parigini val bene una messa… in campo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. PrivilegioGranata - 1 mese fa

    Più che Mazzarri spero che metta in difficoltà il Bologna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. SiculoGranataSempre - 1 mese fa

    Concordo con “granata”. Abbiamo due esterni buoni, Parigini e Berenguer che però non sono bravissimi nella fase difensiva. Parigini ha il fisico per poter essere efficace anche in copertura. Purtroppo con la difesa a 3 questi uomini perdono il 30% minimo della loro forza. Come si legge in giro, mi sa che WM sarà costretto spesso al 442 o addirittura al 433.Vedremo. Ma meglio tanti giocatori buoni che pochi. E se ci fosse un Allan o un Jorginho!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. rokko110768 - 1 mese fa

    Il Vitto ha i mezzi da sempre. Se la testa come sembra ora è centrata non può che essere una gran bella risorsa per noi, peraltro di Pelle Granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Granata - 1 mese fa

    Più stacca il cordone ombelicale familiare, più cresce di testa e piu potrà dimostrare di essere un gran bel giocatore. Se impara anche a difendere , beh, il posto è assicurato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy