Toro, De Silvestri: elogio di un professionista impeccabile

Toro, De Silvestri: elogio di un professionista impeccabile

Focus On / Il terzino destro granata decisivo contro l’Inter e contro il Milan. A Bergamo la sua sarà un’assenza pesante

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Il Torino andrà a Bergamo a giocare contro l’Atalanta la partita più importante della stagione, quella che può riavvicinare i granata al settimo posto o, viceversa, spegnere le residue velleità europee. Ci andrà senza Lorenzo De Silvestri, squalificato per l’espulsione riportata sui titoli di coda della sfida contro il Milan, e per Mazzarri non è una buona notizia. Il terzino romano, ieri autore del gol che ha permesso al Toro di acciuffare meritatamente il Milan, sarà un’assenza importante. Affermazione, questa, che fino a poco tempo fa sarebbe sembrata esagerata, ma che oggi è calzante con la realtà del periodo recente granata.

BEL PERIODO – Il quinto gol stagione di De Silvestri (il terzo in campionato, mentre gli altri due sono stati segnati in Coppa Italia) gli vale il record personale. Un piccolo traguardo che Lollo si era posto ad inizio stagione, quando ancora non era chiaro che sarebbe stato lui il titolare della corsia di destra granata, prima della partenza di Zappacosta. E’ un gol, quello segnato con lo stacco perentorio di testa che ha asfaltato Abate e bruciato sul tempo Donnarumma, che arriva a completamento di un periodo assolutamente positivo per l’ex pupillo di Mihajlovic. Il Toro di Mazzarri sembra aver trovato la quadratura giusta, da cinque partite a questa parte, anche per merito suo. Già contro l’Inter era risultato decisivo, “inventandosi” un assist per Ljajic inseguendo quello che sembrava un pallone perso, e andando vicino al gol, con una girata incredibile che costrinse Handanovic al miracolo. Contro il Milan si è ripetuto. Il gol ma anche una prestazione positiva, pur con la piccola macchia di un rinvio non perfetto in occasione del vantaggio milanista, che resta comunque più merito di Bonaventura che demerito della difesa granata. In generale, la posizione di esterno a tutta fascia sembra essere un ruolo che De Silvestri può ritagliarsi addosso con grande disinvoltura.

LEGGI: De Silvestri difende Belotti: “Sbagliare un rigore non è niente di trascendentale”

VERSO IL FUTURO – Come in passato si erano sottolineati suoi errori marchiani, dunque, ora è evidente la crescita di De Silvestri, che sta attraversando un buon momento di forma. Personaggio intelligente e sensibile, a tratti sembra che il buon Lollo assorba il momento della squadra che lo circonda, perdendosi in incertezze quando le cose vanno male e invece trovando ottime partite quando i meccanismi collettivi girano meglio. Ciò che però non può mai essere messa in discussione è la professionalità del giocatore, la cui abnegazione è sempre stata una certezza. Per il futuro, il Toro potrebbe cercare un profilo di maggior qualità, per la corsia di destra. Ma sicuramente De Silvestri (il cui contratto scadrà nel 2020) rappresenta un giocatore che, per qualità umane e tecniche, all’interno di uno spogliatoio il suo spazio se lo ritaglia sempre.

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. TORO1960 - 6 mesi fa

    Bravo Lorenzo, ottima stagione non è colpa tua se rendi al meglio in una difesa a 5 invece che in una a 4, continua cosi e farai breccia anche nel cuore dei più scettici. F.V.C.G.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. drino-san - 6 mesi fa

      Va bene avere opinioni discordi, ma “ottima stagione” è bestemmiare in chiesa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 6 mesi fa

    Ottimo nel centrocampo a 5, ma quanti punti persi/goals subiti nella difesa a 4.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. torinodasognare - 6 mesi fa

    Il tifoso soffre sempre di disturbo bipolare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. LeoJunior - 6 mesi fa

    e aggiungo anche che credo sia un ottimo giocatore da spogliatoio. Uno che tiene il gruppo unito. Non sottovalutiamo mai questi aspetti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. okami - 6 mesi fa

    professionista che gioca e sta zitto, non un campione ma buon giocatore.
    Naturalmente insultato una domenica si e una no da noi “tecnici del fantacalcio”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Daniele abbiamo perso l'anima - 6 mesi fa

    Come difensore non mi piace. Meglio quando spinge e ottimo nei calci d’angolo a nostro favore.
    Però è uno tosto. Non molla mai, anche quando subisce le critiche lui ricomincia come niente fosse. Ha carattere e fisico. In squadra alla fine servono anche i De Silvestri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. abatta68 - 6 mesi fa

    Da quando si ha iniziato a scagliarsi contro de Silvestri questo qui ha iniziato a piacermi, che vi devo dire… Schifo per schifo, si rialza sempre, combatte fino all’ ultimo… Insomma la maglia ha sempre cercato di onorarla, facendo anche bei goal. Certo non é il massimo per una squadra da Europa, ci mancherebbe, però ne vorrei 11 che lottano come lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 6 mesi fa

      Basta che stia fuori dalla nostra area di rigore… Solo quello!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. drino-san - 6 mesi fa

    Gliene ho dette di tutti i colori ma da quando giochiamo a 3 dietro sta facendo bella figura anche lui. Rimane un giocatore scarso, ma probabilmente senza l’ansia di dover difendere 1 contro 1 ha acquisito sicurezza e sbaglia meno. Comunque non salta l’uomo e non sa crossare, che per un terzino sono limiti non da poco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13793800 - 6 mesi fa

    A me appare sempre in difficoltà e poco sicuro,alterna nella stessa partita buoni momenti ed episodi da dimenticare.Ottimo rincalzo direi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 6 mesi fa

      io credo che sia meglio ad offendere che non a difendere il che per un terzino ci puo’ stare, ma non per il tipo di gioco che abbiamo noi da 10 anni a sta parte e comunque tecnicamente rimane scarso, possiamo girarlo come vogliamo, poi se lo definiamo rincalzo OK, ma di chi di Barreca? Che ora come ora non sembra cosí pronto come ci aveva fatto credere l’anno passato?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. fabrizio - 6 mesi fa

    profesionista ineccepibile. Ma scarso! quindi via

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. renato - 6 mesi fa

    Scusa Steac ma mi sembri un po’ troppo severo nei confronti di Lollo. Anche ieri ha fatto una partita più che buona e il suo contributo è stato essenziale. Se poi vogliamo continuare a fare critiche a prescindere, anch’io non avrei mai venduto Zappa che gli è decisamente superiore, però penso che a volta si debba anche imparare a fare di necesità virtù come dice il proverbio. La squadra non è di nostra proprietà, critichiamo pure Cairo che a volte se le tira proprio però cerchiamo di vedere (ogni tanto…) il bicchiere mezzo pieno anzichè sempre eternamente mezzo vuoto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 6 mesi fa

      Renato come ho detto umanamente non ho niente da eccepire ma definirlo “impeccabile” in un articolo del genere mi sembra rinnegare il passato dove una serie infinita di errori suoi ci é costata punti.

      Il sostituto di Zappacosta é Ansaldi, non c’entra con Lollo.

      Ieri ho scritto al termine della partita che andava bene cosí, il pareggio ci stava, abbiamo giocato tutto sommato bene e per me i veri problemi sono a centrocampo, pero’ se il DIRETTORE di ToroNews mi sfodera un’articolo di elogio ad un giocatore mediocre che ci é costato punti fino a 2 giornate fa, mica posso fare come tanti tifosi qua dalla memoria corta e fare finta di niente, la mia é che non é un giocatore adatto ad una squadra che ambisce ad andare in EL (se sta societá ha veramente ambizioni) e con lui ci metto un elenco lunghissimo di altri paracarri da Molinaro a Obi, da Aquah ai pensionati Burdisso e Moretti (che anche loro si impegnano, ma hanno 40 anni dai).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 6 mesi fa

        Ci è costato punti???
        Perché le cazzate le ha fatte solamente lui….????
        Suvvia, se dovessimo vendere tutti coloro che ci sono costati punti dovremmo cambiare squadra totalmente…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. user-13685686 - 6 mesi fa

    Andales

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. steacs - 6 mesi fa

    Bene, rinnoviamo il contratto pure a lui altri 10 anni, visto che ci ha fatto recuperare un paio di punti dopo che ne ha fatti perdere una dozzina.
    Dimenticandoci che un terzino deve saper difendere: ai tempi di Bruno Peres ci si diceva contenti per averlo venduto perché non difendeva e invece questo che di Bruno ha solo il taglio di capelli ora é un fenomeno…

    Lollo umanamente si vede che é una brava persona, calcisticamente si impegna, ma il suo livello é veramente basso, fino a che continueremo a pensare che uno cosí é un calciatorei, semplicemente continueremo a chiudere i nostri sogni stagionali a Dicembre, per la gioia del Padrone.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy