Toro: tra cavolate ed eroismi, i punti sono sempre 5…

Toro: tra cavolate ed eroismi, i punti sono sempre 5…

L’Editoriale / … E adesso servirà un colpo contro una “grande”

Zappacosta

Il Torino di Mihajlovic non può che andar via da Pescara con un buon sapore in bocca. Portare via un punto da un match fuori casa, dopo aver passato l’ultimo quarto d’ora in 9 contro 11, è sempre una bell’impresa. A dire la verità, in tutta la ripresa che ha visto il Torino giocare da Toro (già, solo la ripresa: a quando una partita giocata per intero e non per metà?), senza paura dell’inferiorità numerica. La squadra non ha mai abbassato troppo il baricentro e non si può dire che gli abruzzesi di Oddo (non certo una corazzata, questo è certo) abbiano mai messo sotto i granata, neanche quando si trovavano sopra di due uomini. Anzi, gli uomini di Mihajlovic non hanno mai smesso di pensare ai tre punti, e se su quel tiro di Belotti la palla, dopo aver preso il palo interno, fosse finita in rete, adesso staremmo parlando di un’impresa ancora maggiore.

Mihajlovic: “Presto vedremo un Toro diverso. Baselli tiri fuori le p…”

Siamo però certi che alla vigilia nessuno, in casa granata, avrebbe firmato per un pari contro il Pescara. Lo 0-0 è un buon risultato, ma solo ed esclusivamente in relazione alle dinamiche di un match che i granata si sono complicati da soli, prima con la scellerata espulsione di Acquah, poi con l’imprudente calcione di Vives, costato il secondo rosso. Che il Torino possa essere contento di aver strappato il pari a questo Pescara è una verità da collegare strettamente al contesto. Tra cavolate ed eroismi è scivolata via una partita che, alla vigilia, era stata presentata da molti come una gara da vincere.

Le pagelle di Pescara-Torino 0-0

E siamo altrettanto certi che, quando quest’estate è stato sorteggiato il calendario della stagione, in casa Toro non sarebbero stati contenti se avessero saputo che, dopo cinque giornate, il Torino si sarebbe trovato con solo cinque punti in cascina. Lo avevano detto in molti, compreso lo stesso Mihajlovic: “Converrà partire bene nelle prime giornate, perchè poi arrivano le partite difficili”. Con tutte le attenuanti del caso, che esistono eccome, soli due punti contro Atalanta, Empoli e Pescara sono per questo Toro un bottino al di sotto delle attese. Adesso incombe un ciclo di fuoco: Roma, Fiorentina, Lazio e Inter nelle prossime cinque partite, seppur tre delle quali da affrontare in casa. Per non perdere fiducia e buon umore, al Torino toccherà tentare almeno un colpo da tre punti contro una “grande”. Non c’è da disperarsi: quando tutti i giocatori saranno recuperati e alcune pedine torneranno in forma, questo Toro se la può giocare contro tutti. Ma ora è arrivato il momento di tornare a vincere, e i prossimi ostacoli sono rappresentati da squadre tecnicamente di livello superiore. Non sarà facile.

12 commenti

12 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. abatta68 - 3 mesi fa

    a me sembra che Sinisa stia facendo con Baselli quello che ha fatto Ventura con Maxi Lopez, ovvero “si decida, se vuole essere un calciatore fatto e finito oppure no!” mi pare che il papà buono Ventura non ci abbia ottenuto molto, quando molti sostenevano che il problema di Baselli fosse tattico e che Ventura lo impiegava in ruoli non suoi. Qui non si tratta di trasformarlo in un nuovo Gattuso, ma di tirare fuori da un giovane il temperamento che il gioco del calcio richiede, soprattutto quando le cose iniziano a mettersi male. Non è solo questione di essere un giocatore del Toro… se hai la fortuna di avere una buona tecnica tanto meglio, ma se non ci metti grinta e corsa dal campo sparisci e i dribbling o i colpi di tacco fanno solo indispettire compagni e tifosi. si faccia due conti in tasca il buon Baselli… e magari si guardi qualche partita del Chievo, dove gioca un certo Birsa che, molto umilmente, stà facendo grandi cose.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 3 mesi fa

      Concordo, inoltre proprio Birsa e Verdi sono due scartati quasi a priori da Ventura, che aveva il difetto di non essere in grado di testare a fondo un giocatore oltre il suo giudizio iniziale…
      In questo trovo che Mihaloivjc sia più predisposto a provare più volte i giocatori e dare più opportunità.
      Comunque per il bene del Toro spero che Baselli trovi gli attributi e una determinazione adeguata alla squadra in cui milita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. WGranata76 - 3 mesi fa

    Io vedo ancora il bicchiere mezzo pieno per ora.
    Sicuramente tre punti sarebbero stati meglio, ma come si è messa la partita va bene così.
    Le note positive:
    Boye – che ancora non ha i tempi di passaggio,ma sta migliorando a vista d’occhio contro le difese italiane solide. Pian piano sta capendo che i tempi di passaggio sono importanti e che il gioco a 1-2 tocchi è fondamentale, abbandonando un poco il dribbling cocciuto.
    Hart – che ogni partita si abitua di più ai corner e tatticismi tipici della serie A per spiazzare i portieri, ieri un solo errore su corner e due belle uscite, oltre ad una gran parata. (con Padelli avremmo preso il gol sicuro).
    Belotti e Benassi – rientrati da infortuni ed acciacchi adesso sembrano in ottima forma e possono dare un grandissimo apporto.
    Bovo e Moretti – direi che sono solidi e convincenti, con Castan in alternativa che sta migliorando ogni partita siamo a posto fino a Gennaio (salvo infortuni)
    Barreca – ha onestamente ancora due problemi, l’allineamento sul fuorigioco e il corretto tempismo nell’uscire sull’uomo durante i cambi gioco molto larghi in orizzontale, ma per il resto è veramente ottimo e sta maturando in fretta con gran carattere.
    Zappa – finalmente una bella partita di carattere, da vero titolare con palle tirate fuori (a differenza di Baselli). Nella fase offensiva compitino scarso, ma grande prova in difesa, sempre preciso sulle diagonali e spesso a sopperire stringendo al centro sui ritardi dei centrali.
    Obi – si, proprio lui! si sbatte, corre e anticipa bene, da un ottimo apporto specie quando la squadra è in difficoltà e sembra aver imparato (a differenza di Acquah) ad essere meno irruento.

    Note negative:
    Martinez – corre tanto, ma è ancora troppo impreciso sotto porta. Spesso cerca la soluzione da fuori, che non fa male a patto che sia precisa.
    Acquah – troppo irruento, deve imparare a calmare l’animo e trovare un equilibrio durante il match o la sua carica agonistica rischia di rovinare tante partite, magari condividesse una parte della sua rabbia con Baselli non farebbe male.
    Baselli – non c’entra il ruolo, ma solo il carattere. Perde troppi contrasti perchè mette il piede molle e spesso cerca colpi di tacco o dribbling in posizioni rischiosissime. Se non tira fuori il carattere è tempo perso, meglio provare Lukic o Gustafson che hanno fame.
    Miha – errato mettere togliere Aramu al posto di Martinez per Benassi, perchè avrebbe aiutato di più in mediana, magari evitando il rosso a Vives, per il resto direi tutto nella norma. Quello abbiamo per ora, pazienza.

    Trovo in generale dei miglioramenti e la solita aridità in attacco, ma quello che già detto spesso, se gli attaccanti sono di spessore poi ne risente tutto il gioco, perchè il solo Belotti viene raddoppiato e triplicato creando spazi a tutta la squadra.
    Il carattere c’è e si è visto ieri tenendo il pari e anzi provando a vincere (per un soffio…) e ora con il rientro di Belotti e Ljajic vedremo di sicuro miglioramenti.
    Non vedo grandi colpe di Miha, perchè lui a inizio sta provando tutti i giocatori e vede chi escludere, certo ora servono scelte abbastanza nette, tipo Acquah riserva (tanto sarà in coppa d’africa), Baselli riserva finchè non mostra le palle. Barreca titolare sempre e Benassi recuperato uguale. Iago gli darei ancora un paio di chances,ma non di più e Aramu subito al posto di Martinez.
    Provare subito in una partita difficile Lukic e Gustafson per saggiare il carattere, così da capire almeno per gennaio cosa serve.
    Con gli attaccanti recuperati potremmo fare più punti,ma sicuramente la società ha grandi colpe, smontando la squadra a pochi giorni dall’inizio del campionato e acquisendo solo due scommesse a centrocampo e poi un regista di medio livello a stagione già iniziata.
    Per ora aspetto fino ad Ottobre quando nel ciclo naturale delle cose si tirano le somme di un allenatore e squadra nuova.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 3 mesi fa

      Esame approfondito e corretto, da condividere in toto. Grazie, mi ridà un po’ di serenità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. miele - 3 mesi fa

    Invidio sinceramente gli amici tifosi che evidentemente non soffrono o sono contenti di soffrire, io purtroppo non ce la faccio proprio e penso che, ad esempio, con quello che si è speso per i vari Tachtsidis, Gustafson, Lukic e Valdifiori (non ditemi che sia quello che ci serviva), si potevano prendere due BUONI centrocampisti intaccando solo in piccola parte le plusvalenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 3 mesi fa

      ah si? e a quale fantacalcio li avresti comprati questi fantomatici due buoni centrocampisti? con i soldi spesi per Tachsidis e Gustafson? scusa ma… hai letto le cifre di questi? siamo parlando di 4 soldi in croce… se vogliamo criticare il fatto che i soldi andavano tirati fuori è un conto, ma se vogliamo dire che con 4-5milioni si potevano prendere una mezzala e un regista da EL… ma quando mai!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 3 mesi fa

        …solo per un giocatore medio come Soriano volevano 15 milioni…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. abatta68 - 3 mesi fa

          …io avrei preso due giocatori di rendimento come Birsa e Viviani, questo si… e senza spendere una fortuna!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. miele - 3 mesi fa

            Che poi è quello che più o meno volevo dire io e aggiungendo il valore di Valdifiori e un po’ di plusvalenze si poteva tranquillamente fare anche di più.

            Mi piace Non mi piace
  4. Placebo75 - 3 mesi fa

    Avete notato che l’impresa, se così si può chiamare, di ieri è stata compiuta praticamente tutta da coloro che il mister voleva epurare all’inizio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. miele - 3 mesi fa

    Quello che più mi fa incavolare è che questa estate c’era la possibilità di completare dignitosamente l’organico e di allestire una squadra che ci permettesse un campionato almeno tranqillo. Non si chiedeva di più. Ora, invece, siamo alle solite: sofferenze continue, patemi d’animo e rischi per le coronarie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Luigi-TR - 3 mesi fa

    …e potevano essere 4…
    bravi ragazzi in 9 contro 11 solo qualche centimetro ci ha negato di andare in vantaggio…poi come sarebbe finita nessuno può saperlo
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy