Udinese-Torino 1-1, il lampo di Meitè porta solo un punto. Ma è rabbia Toro

Udinese-Torino 1-1, il lampo di Meitè porta solo un punto. Ma è rabbia Toro

Al 90′ / Gara molto combattuta sul piano fisico, ma i granata non trovano i tre punti. I granata contestano la condotta di Valeri

di Marco De Rito, @marcoderito

Dopo un primo tempo (leggi qui) dove il Torino aveva tenuto il pallino del gioco ma non era riuscito a concretizzare – andando in svantaggio per una ripartenza sfruttata dall’Udinese – Walter Mazzarri dà la scossa ai suoi negli spogliatoi e i granata iniziano la seconda frazione di gara cambiando completamente l’approccio. Dopo 3′ il Toro trova il pareggio. Bellissimo gol di Meite che con un sinistro di controbalzo riesce a mettere la palla sotto il “sette”, nulla può Scuffet. Il match ritorna in parità, è tutto da rifare per l’Udinese mentre i granata possono tentare il colpo in trasferta.

LE MOSSE DI VELAZQUEZ – L’Udinese al 52′ reagisce, Lasagna viene servito in profondità ma l’attaccante a tu per tu con Sirigu sbaglia la conclusione clamorosamente. E’ tutto un altro Toro, che appare rigalvanizzato dopo una prima frazione di gara dove i granata apparivano troppo nervosi e le trame di gioco erano confuse. Al 57′ primo cambio per l’Udinese: esce Pussetto ed entra Teodorczyk. Velazquez preferisce puntare sulla profondità giocando con due punte, allargando un po’ Lasagna. I bianconeri faticano a reagire e così al 69′ Velazquez si gioca la carta Ter Avest, che sostituisce Mandragora. Vicini al gol i padroni di casa, la palla termina fuori di poco. Al 75′ altro cambio obbligato per Mazzarri: Lorenzo De Silvestri lascia il campo dopo aver aver subito una botta, al suo posto entra Ola Aina.

BATTAGLIA SUL PIANO FISICO – La partita si anestetizza, regalando poche emozioni, e la gara si combatte principalmente a centrocampo. All’82’ ottimo spunto di Ola Aina che poi sistema il pallone e tenta il tiro, palla alta ma è apprezzabile il tentativo. Il tecnico granata tenta di dare una scossa ai suoi inserendo Vittorio Parigini – fresco di uno spettacolare gol con la Nazionale italiana – che rileva Berenguer. L’obiettivo dell’allenatore, con l’inserimento della Primavera del Toro, è di cercare una maggiore spinta sulla fasce. Al cross di Soriano – tutte le azioni granata passano dai suoi piedi – Belotti tenta l’eurogol in mezza rovesciata ma la conclusione termina alta.

GLI ERRORI NEL FINALE – Nei quattro minuti di recupero finale, la gara non regala emozioni particolari, da segnalare solo un passaggio in diagonale per Ter Avest che non riesce a controllare. Soriano, invece, – nei secondi finali – sbaglia completamente la misura di un cross ed il pallone finisce sul fondo. Con l’errore dell’ex Sampdoria arriva il triplice fischio di Valeri. Il match termina con un pareggio molto intenso e combattuto sul piano fisico, anche se la gara ha regalato poco spettacolo – a parte il gol di Meitè che vale il prezzo del biglietto. Un pareggio che testimonia che comunque Mazzarri ha ancora molto da lavorare per trovare la giusta squadra ed oliare i meccanismi di gioco in un Toro che non appare ancora ben amalgamato. Sul match, comunque, pesano le decisioni di Valeri: dal gol annullato a Berenguer a un fallo da rigore di Samir su Belotti non ravvisato. E nel postpartita esplode la rabbia di Petrachi: “Valeri? Mi metto a ridere per non piangere…”

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. valex - 4 giorni fa

    E come sempre finiremo intorno al decimo posto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 giorni fa

      Facile…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Hastasiempre - 4 giorni fa

    Mah …solito toro incompiuto , ci sono i fondamentali ma manca la fantasia , un altro anno buttato via .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Vanni - 4 giorni fa

    Questo è un incapace. Ha saputo disfare una squadra che con un paio di ritocchi avrebbe fatto la sua figura. Ma più incapace è chi lo ha scelto, consapevole del gioco delle tre carte. Ogni anno quasi si disfa per poi avere gli stessi risultati. Zero assoluto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 4 giorni fa

      Siamo tutti amareggiati, Vanni, è chiaro. Siamo però solo alla quarta e possiamo immaginare che certi meccanismi non siano ancora pienamente rodati. Sarebbe forse il caso di attendere ancora un po’ prima di buttar giù sentenze.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 4 giorni fa

        Il buon giorno si vede dal mattino.
        In ogni caso a parte i soliti (ci mancherebbe coi giocatori che hanno, pure io al posto di acciuga vincerei il campionato a mani basse) questo campionato fa più cacare degli anteriori e per questo, Cairo avesse preso un allenatore più in sintonia col gioco precedente, un paio di ritocchi, mandando via l’inutile Baselli, avremmo una signora squadra in questo niente assoluto del calcio italiano. Bastava non prendere uno che gioca al contrario. Ma come si fa?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 3 giorni fa

          Già

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14003131 - 4 giorni fa

    Si doveva e si poteva vincere. Peccato per il gol di Berenguer, un vero furto….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. rosario.pac_572 - 4 giorni fa

    non parlo di arbitri in genere ma sul gol di berenguer chiaro errore tecnico. l’azione deve continuare e poi si guarda il var. non ci sono scuse

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Héctor Belascoarán - 4 giorni fa

    La pochezza di fantasia che noi abbiamo sarà il grande nemico di questa stagione!
    La squadra è più solida dell’anno scorso con molti Kg in più, con questa difesa a 3 è probabile che prenderemo pochi gol al passivo, Meitè è davvero una rivelazione, notevole il ragazzo… ma Baselli e Soriano non incidono, troppi errori e giocate scolastiche e rimango convinto che Zaza e Belotti non possano giocare assieme senza pestarsi i piedi.
    Se volevamo giocare, all’occorenza, con un uomo dietro le punte, allora dovevamo pensare a un trequartista anzichè privarcene all’ultimo giro d’orologio.

    Mi dispiace perchè secondo me, al di là delle polemiche, il 29 agosto eravamo una squadra veramente forte e completa… il 1 settembre non più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 4 giorni fa

      Al 29 agosto avessimo avuto un altro allenatore a quest’ora si sarebbe potuto parlare d’altro, non 5 punti in 4 partite.
      Ma la scusa ce l’ha. L’anno scorso al girone di ritorno diceva che le piccole ci mettevano l’anima x salvarsi….ora che dice?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Granat....iere di Sardegna - 4 giorni fa

    Forse ci sarebbe voluto più coraggio, magari quello per buttare nella mischia fin dall’inizio anche gente come Lukic, Edera o Parigini, che hanno fatto tutta la preparazione e magari possono dare qualcosa in più, facendo poi entrare i vari Soriano o Zaza…coraggio però non si addice a Mazzarri la cui parola d’ordine è pragmatismo fino all’ossessione…non so se sarà sufficiente per giungere al risultato finale, tuttavia è lui che deve trovare il bandolo della matassa perché secondo me la squadra c’è e, a differenza dell’anno passato, ci sono anche buone riserve…speriamo di svegliarci presto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 4 giorni fa

      In effetti al posto di Iago ci stava più Edera, ma Zaza scalpita.

      Cmq se non l’aggiusta veloce non va bene… Finiamo dietro e depressi…

      Ok che pure inter Roma…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Vanni - 4 giorni fa

    Vediamo il lato positivo: con il fattore Mazzarri siamo sicuri di salvarci….tanti piccoli pareggi e sconfitte per 1 a 0, ci si salva. Meno male che Bologna e Frosinone ci sono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13814870 - 4 giorni fa

    delusione…si poteva vincere. la squadra grintosa ha lottato.ma è preoccupante che facciamo gol a seguito di una manovra casuale e non a seguito di uno schema di gioco che io…magari mi sbaglio ..Non vedo ancora. Poi per noi il Var non esiste??? Ma se ne accorge qualcuno??..Cominciamo mediocri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Fab - 4 giorni fa

    Partita veramente dolorosa da guardare. Pochissima qualità, errori imbarazzanti, lentezza, zero movimento senza palla. Bselli e Soriano zero passaggi filtranti, possesso di palla assoluto e praticamente nessun tiro dei due attaccanti. Temo un altro mediocre anno da 10° posto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 giorni fa

    Abbiamo dominato il secondo tempo. Ma abbiamo buttato gli ennesimi primi 45 minuti.
    Mazzarri su questo deve lavorarci.
    Belotti non mi è piaciuto.
    Méïté è una belva con i piedi buoni. Godiamocelo a lungo spero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. prawn - 4 giorni fa

    Non ci siamo ancora, rimandati a settembre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. GlennGould - 4 giorni fa

    Due punti buttati. Quando si gioca contro una squadra nettamente inferiore, come oggi, si deve vincere. Fine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 4 giorni fa

      Ineccepibile! Poi possiamo pensare di argomentare ma la sostanza questa è.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy