Udinese-Torino 1-0, per i granata la partita è in salita

Udinese-Torino 1-0, per i granata la partita è in salita

Primo tempo / Prima l’infortunio di Iago Falque e dopo il gol di De Paul, adesso tocca a Mazzarri dare la scossa

di Marco De Rito, @marcoderito

Splende il sole alla Dacia Arena di Udine, c’è il clima giusto per assistere ad una bella partita tra Udinese e Torino. Walter Mazzarri conferma le indiscrezioni e schiera la sua squadra con il 3-4-2-1. Tra i pali Salvatore Sirigu, davanti a lui: Izzo, Nkoulou e Moretti. Sulle fasce agiscono De Silvestri e Berenguer – Ansaldi è infortunato, mentre Ola Aina è ritornato da poco da un problema fisico subito nella gara contro la SPAL. A supporto del terminale offensivo Andrea Belotti, sono stati schierati Iago Falque e Soriano – quest’ultimo in fase d’interdizione ripiega a centrocampo in aiuto dei due giocatori in mediana Meitè e Baselli. Julio Velazquez risponde con un 4-1-4-1, nel quale spiccano, nel reparto offensivo, Lasagna e De Paul. L’ex Juventus Mandragora ritorna in campo dopo aver scontato la squalifica per espressioni blasfeme. In porta confermato Scuffet.

L’APPROCCIO – Primi dieci minuti di gara molto combattuti ma le due squadre non sono riuscite a concretizzare, c’è molta lotta in mezzo al campo – zona nevralgica della gara – da segnalare un’ottima giocata di Meitè nella mediana con grazie al suo fisico e all’ottima tecnica riesce a controllare bene il pallone saltando gli avversari come birilli. All’11’ è il Toro ad andare in gol, ma la rete viene annullata. Da segnalare comunque l’ottimo controllo palla di Soriano che poi ha trovato l’intesa con Belotti, il servizio del Gallo a Berenguer si verifica inutile per la posizione di off-side dell’esterno. Lo spagnolo ha avuto un approccio al match complicato, è spesso richiamato da Mazzarri che lo invita a seguire le azioni e a trovare la giusta collocazione in campo. Dopo 3′ l’Udinese risponde con un tiro di Mandragora che si spegne sull’esterno.

Udinese v Torino FC - Serie A

L’INFORTUNIO DI FALQUE – Il match si accende ma al 18′ tegola per il Torino. Iago Falque è costretto ad abbondare il campo per un problema muscolare (leggi qui), al suo posto subentra Simone Zaza e Mazzarri passa al 3-4-1-2. Il Toro mantiene il pallino del gioco e si propone in avanti pericolosamente, anche grazie alla qualità di Soriano. Ma i bianconeri fanno soffrire i granata sulle ripartenze, che i granata hanno difficoltà a bloccare in principio ma che i tre centrali cercando di tamponare. Al 24′ è De Silvestri ad andare vicino al gol: Samir scivola, il numero 29 granata ne approfitta e da dentro l’area di rigore prova la conclusione in diagonale, il tentativo termina fuori di un soffio.

LIVE! Udinese-Torino 1-0

VANTAGGIO UDINESE – Al 28′ è l’Udinese a passare in vantaggio. Rovesciamento di fronte dei friulani, che già avevano messo in difficoltà i piemontesi in più occasioni su queste situazioni: Meitè perde palla dopo un contrasto dubbio con Fofana, i bianconeri ripartono in contropiede ma i granata sono scoperti. De Paul con un destro secco, deviato da Nkoulou, trafigge Sirigu. Il Torino adesso deve cercare di reagire e Mazzarri chiama subito a rapporti i due esterni – De Silvestri e Berenguer – per spiegare ciò che si aspetta da loro, il tecnico non appare soddisfatto del rendimento dei due.

TORO NERVOSO – Al 32′ il Torino prova a reagire: un cross di Soriano – che gioca più largo su indicazioni del tecnico granata -, Belotti tenta la girata ma la conclusione lascia a desiderare. Al 37′ ottimo spunto di Berenguer, che avanza palla al piede poi va al tiro: la palla sfiora il palo alla sinistra di Scuffet. Al 38′ il primo ammonito del match: Zaza per un contrasto su De Paul. Al 42′ altro giallo: Soriano commette un intervento scomposto su Samir. I granata appaiono piuttosto nervosi, fanno difficoltà a riordinare le idee. Accade poco o nulla nei due minuti di recupero assegnati da Valeri. Il Torino conclude la prima frazione di gara in svantaggio, adesso tocca a Mazzarri dare la scossa negli spogliatoi per spronare Belotti e compagni a rimettere in sesto la partita.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

    Intanto pare che il gol di Berenguer fosse regolare ma l’arbitro ha fischiato prima…
    Poi forse c’era un fallo su Méïté sul loro gol.
    Dopodiché possiamo parlare di sfiga, di ennesimo infortunio e squadra che non gira abbastanza.
    Speriamo cambi nella ripresa. Anche la sorte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ddavide69 - 2 mesi fa

    Se non vinciamo queste partite come puoi sperare di andaoin Europa? I tre punti li devi prendere dalle squadre del tuo livello o inferiori. Con le altre di solito racimoliamo una manciata di punti a girone. Ci manca la testa oltre la solita concretezza e solidità a centrocampo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy