Bonifazi-Spal, le cifre: al Torino 12 milioni con percentuale sulla rivendita

Bonifazi-Spal, le cifre: al Torino 12 milioni con percentuale sulla rivendita

In uscita / Il difensore si trasferirà con la formula del prestito con obbligo di riscatto

di Marco De Rito, @marcoderito

Prestito con obbligo di riscatto fissato a 12 milioni con percentuale di rivendita a favore del Torino. Questa, secondo quanto raccolto da Toro News, la formula con cui Kevin Bonifazi si trasferisce alla Spal. Un prestito con obbligo di riscatto semplice, che può quindi intendersi come titolo definitivo con pagamento “posticipato”. Dopo due trasferimenti a titolo temporaneo a Ferrara, il giocatore di trasferisce in Emilia-Romagna con la prospettiva di restarci a lungo. Infatti, Bonifazi firmerà con la Spal un contratto fino al 30 giugno 2024 a 1.1 milioni l’anno. Per ora l’operazione è slegata da quella relativa a Iago Falque, che comunque è un altro oggetto del desiderio della Spal: una sua risposta in merito è attesa a breve.

63 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Andreas - 7 mesi fa

    continua a vedere sminuimenti x Djidji: Chi si ricorda la difesa a tre dell’anno scorso, quella tra le migliori d’Italia, da chi era composta oltre che da Izzo e Nicolas? Moro a parte che giocò poche ultime partite?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. verarob_701 - 7 mesi fa

    Leggo i commenti e capisco sempre meno….
    Bonifazi nella lista di Mazzarri probabilmente era il sesto, con il rientro di Lyanco non avrebbe visto il campo..
    Giusto? Innanzi tutto il responsabile della formazione è il mister e già questa è una risposta, per alcuni era meglio cedere Bremer o Djidji, il secondo è decisamente il più rapido dei difensori schierati sul centro sinistra quindi può servire, entrambi hanno fatto l’esterno per necessità, e hanno dimostrato sicuramente di star zitti e lavorare quando non utilizzati, quindi comprendo la scelta.
    A fine stagione se restasse Mazzarri sarebbe stato chiuso e avrebbe perso anche valore di mercato, se arrivasse un altro mister da difesa a 4, come fatto anche notare da altri, non parrebbe proprio essere per lui una scelta felice, quindi non capisco come potrebbe arrivare aumentare di molto la valutazione, che non ci sono stati offerti nemmmeno per Izzo e N’Koulou dopo la scorsa stagione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Leojunior - 7 mesi fa

    Ciao ragazzi, concordo sul fatto che probabilmente Bonifazi non è un fenomeno, ma secondo me questa cessione è figlia delle operazioni sbagliate degli ultimi due anni. Una su tutte l’incredibile acquisto di Verdi a 25 milioni. Spendere quella cifra, in quel ruolo, quando avevamo già Parigini, Falque, Edera, Millico e Berenguer (al netto del destro o mancino) e lasciare il centrocampo cosi è il risultato di una politica talmente poco lungimirante che c’è da sospettare che ci sia qualcosa sotto (tipo un rimborso per Maksimovic). Inoltre sinceramente per quanto non un campione sicuramente Bonifazi non è peggio di Didji, e forse neanche di Willy Smith Bremer. Non ha senso spendere 40 Milioni tra Zaza e Verdi, e lasciare andare via un giocatore che nel futuro può fare il suo per fare cassa. E penso anche che non ci voglia un genio di direttore sportivo (tipo un Tare) per capirlo. E 40 milioni sono talmente tanti per le nostre casse che manco è una questione di “Cairo Bracciamozze”… è proprio un’assurdità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 7 mesi fa

      È esattamente questo il punto, sono d’accordo, non è la cessione di Bonifazi in sé, quanto la gestione recente del mercato, ci sono stati errori ripetuti e troppi soldi buttati via. Peraltro anche io ho il sospetto Verdi sia stato comprato a quella cifra per ricucire i rapporti con De Laurentiis, perché diversamente non si spiega, è follia pura.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. christian85 - 7 mesi fa

    Ragazzi, siate intelligenti.
    Di chi stiamo parlando ?

    Di un giovane difensore che prometteva bene ? Ok. D’accordo..
    Cedere uno che nasce dal vivaio è sempre una bestemmia, ma voglio dirvi che Bonifazi è un buon giocatore ma non un top player.

    Da come vi arrabbiate, sembra stiamo cedendo il Nesta della situazione dalla Lazio al Milan..
    12 milioni ? Ma che volete che siano ?
    E’ un prezzo decisamente bassino… visto che pure Atalanta, Milan e altre 2 di premier erano interessate fortemente.
    Non l’ha preso l’Atalanta che è una maestra nel lanciare giovani e valorizzarli al meglio.. ci hanno visto abbastanza bene e non era il caso.

    Dispiace ovviamente anche a me che Kevin se ne debba andare con questa formula, d’accordo anche io con voi che piuttosto si potevano cedere Bremer o Djidji, ma vi ripeto ragazzi, Bonifazi è più grinta e mastino che classe.
    Se fosse così, Cairo avrebbe venduto già 2 anni fa Sirigu e Belotti e ad agosto N’Koulou.

    Ragionate…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maisenzatoro - 7 mesi fa

      Solo per la cronaca, Bonifazi non nasce nel nostro vivaio. Arriva dal fallimento del Siena e gioca 1 anno con la Primavera.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mimmo75 - 7 mesi fa

    Vedo che c’è parecchia disinformazione circa i movimenti di mercato e le cifre che hanno interessato Toro – Spal e Bonifazi, alcuni affermano che l’operazione dal punto di vista economico non abbia generato plusvalenza, altri addirittura tiran fuori le ormai abolite “buste” che servivano per la risoluzione delle comproprietà.
    Se la Redazione pubblicasse articoli più esaustivi non sarebbe male.
    Riporto, a beneficio di chi è incolpevolmente in confusione, quel che TN stesso scrisse quando riscattammo Bonifazi: Kevin Bonifazi è stato contro-riscattato per la cifra di 11 milioni di euro dalla Spal. La squadra emiliana aveva inizialmente riscattato il giocatore in prestito pagando i granata 10 milioni.

    Quindi, essendo arrivato al Toro da svincolato, Bonifazi con la sua cessione genererà una plusvalenza di 11 milioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. BACIGALUPO1967 - 7 mesi fa

    Signora madama questo “autoritario” allenatore chi lo ha voluto? Chi lo paga? Chi non lo esonera? Credo che lei conosca il nome ed il cognome.
    Ps per Edera legga il commento del co-tifoso sopra…
    Ha preferito le vacanze al lavoro….
    Chissà perché poi un allenatore autoritario…lo relega in panchina e gli preferisce Berenguer…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Pesce - 7 mesi fa

    Io spero solo una cosa, che Cairo abbia già in tasca un allenatore per l’anno prossimo che gioca con la difesa a 4 (per la quale riconosco che Bonifazi sia poco adatto), altrimenti non riesco proprio a capire la cessione se non per soldi. Secondo me (ma è solo una mia opinione personale) è molto, ma molto più forte di Bremer e Djidji, quindi era uno di loro che doveva essere ceduto (Djidji al lecce per esempio). Solo Che Mazzarri non la pensa così, però non lo ha mai provato insieme a izzo e N’koulou, è l’unico trio che non è mai dtato provato insieme

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ciccio Graziani - 7 mesi fa

    Se Bonifazi va alla Spal vuole dire che non e’ a livello di Samp, Napoli, Fiorentina, Lazio , quindi buon affare per il Torino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 7 mesi fa

      Aggiungerei un “non è ancora al livello di squadre da alta classifica” magari lo diventerà

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. renato (quello vero) - 7 mesi fa

    Ennesimo mercato stupido, dannoso e inconcludente.
    Diamo via il miglior difensore in prospettiva che abbiamo, non sappiamo che farcene di Feriga che, quando è arrivato, era dipinto come un fenomeno, trattiamo Iago Falque come se fosse uno qualunque che non cambia nulla quando è in campo, ecc. ecc.
    La redazione ha fatto dei sondaggi recentemente che hanno espresso il parere dei tifosi e che nessuno in società prende minimamente in considerazione.
    Per carità, noi non siamo allenatori e non ci permettiamo di dettare le scelte (c’è gente profumatamente pagata per farlo…) ma se il 90% di 2.000 (duemila, non venti!) persone ritiene che un difensore come Bonifazi NON vada ceduto è veramente possibile che siano tutti scemi e incompetenti?
    Nella mia vita lavorativa quando la maggioranza la pensava diversamente da me iniziavo a riflettere seriamente e più di una volta ho dovuto (un po’ a malincuore) ammettere che avevano ragione gli altri.
    Che razza di società è la nostra? Me lo sto chiedendo da mesi, da troppi mesi ormai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. avvopal_14171626 - 7 mesi fa

      Anche nella mia vita lavorativa è capitato…..peccato che questa non è la nostra vita lavorativa perchè non lavoriamo nel calcio e non ne sappiamo davvero nulla…siamo solo tifosi….che giustamente pensano che tizio è più forte di caio o che sempronio va ceduto mentre tizio no….ma non è la nostra vita lavorativa….e quindi lasciamo fare a chi, speriamo, ne sa più di noi….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. rza78 - 7 mesi fa

      Renato beato te che te lo chiedi ancora. Una società da metà classifica. Incredibile che qualcuno si ostini a pensare qualcosa di diverso. Già quest’estate la scelta di non sostituire il DS confermava la direzione. Poi qualcuno si è esaltato per l’acquisto di verdi ma un bologna ti prende a gennaio barrow per la stessa cifra o quasi e senza incassarne 12 con 1 cessione. I viola prendono cutrone. di napoli lazio milan ecc non parlo neanche perché solo chi non capisce un accidente di calcio può paragonare quelle rose alla nostra. A chi insulta mazzarri …ci risentiamo quando ci sarà il prossimo allenatore. Il precedente ha fallito miseramente. Vedremo se il prossimo farà meglio del 7 posto….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. gianni bui - 7 mesi fa

    Bonifazi aveva comprato casa qua a Ferrara e tutti quelli che lo conoscono dicono che avrebbe voluto tornare al più presto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. verarob_701 - 7 mesi fa

    Quello che in generale fa sorridere, è che vengono difese alcune posizioni che nella vita normale attacchereste certamente…
    Il mister non fa giocare Edera perchè è un giovane del vivaio….?
    Edera si è operato alla spalla durante il raduno.
    riporto il comunicato….“Simone Edera è stato operato questo pomeriggio alla spalla destra per risolvere una instabilità articolare. L’intervento – già programmato dalla struttura medica del Bologna FC – è stato effettuato dal professor Giuseppe Porcellini (in presenza dello staff sanitario del Torino FC) presso la clinica Toniolo di Bologna. La prognosi prevista dal chirurgo per il ritorno all’attività agonistica è di 90 giorni”.

    Quindi Simone Edera ha preferito finire la stagione al Bologna, andare a farsi le vacanze con l’amico Parigini, e solo successivamente operarsi perdendo 3 mesi di stagione al Toro o in prestito….
    Se poi finisci in fondo alle rotazioni direi che è una logica conseguenza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 7 mesi fa

      Verarob@ applausi!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. rza78 - 7 mesi fa

      si potrebbe aggiungere: “e poi parliamone del valore di edera….”
      Gente da Europa. Uno che non ha trovato spazio nel bologna

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. FVCG69 - 7 mesi fa

    Cairo mai una gioia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Simone - 7 mesi fa

    Accettano i buoni pasto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Nero77 - 7 mesi fa

    Adesso hanno i soldi per fare la spesa al Discount..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. prawn - 7 mesi fa

    Mettiamo in chiaro una cosa, possono essere opinioni che Bonifazi diventera’ un campione e vestira’ la maglia della nazionale (io credo di si’) ma su una cosa sono sicuro, questi non sono soldi che entrano in cassa!
    Ricordiamoci: era stato prestato alla Spal, poi buste, riscattato (chiaramente cifra ancora non pagata) e ora lo rispediamo al mittente per una cifra simile.

    Semmai, se ho ragione e diventa un campioncino da 20-30 milioni ci facciamo due soldi sulla rivendita.

    Mazzarri vattene negazione del calcio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. verarob_701 - 7 mesi fa

      mi spieghi il succo del tuo ragionamento?…hai un mare di difensori, magari hai pure in testa di cambiare allenatore, e quello che hai in testa fa la difesa a 4 quindi hai un oceano di difensori e non cedi nessuno…?
      Adesso hai 5 difensori, con Singo 6,per giocare 22 partite al max credo nessuna squadra in A abbia tanti difensori …dici Lyanco sempre rotto, ti invito a riguardare il video dell’entrata che ha subito per l’ultimo infortunio,
      e poi scrivi delle assurdità sui pagamenti, chiaramente non pagato?…visto che va in prestito con obbligo di riscatto nemmeno loro lo pagano adesso, mentre se non ricordo male il riscatto era a pagamento, idem il controriscatto che andava esercitato in un paio di giorni….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 7 mesi fa

        Non mi ricordo di aver mai scritto Lyanco rotto e non posso prevedere l’allenatore futuro del toro.
        a me bonifazi mi pare buono, meglio di Bremer, Lyanco (che non è giudicabile, non ha ancora giocato tre partite di fila).
        Se la giocava con djidji, mi pare adeguato al livello medio basso del toro di Cairo.
        su quanti soldi ha mollato Cairo e se erano virtuali non lo so, cmq sono giochini di carta te ne do dieci me ne dai dieci.
        Il risultato è che abbiamo un talento italiano in meno in squadra.
        contento te contenti tutti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 - 7 mesi fa

      Prestato alla SPAL che lo riscatto’ versando 10 milioni al Toro. Le buste non esistono più, si usavano per le comproprietà da risolvere senza accordo. Il Toro incassò 10 per il riscatto e pagò 11 per ik controriscatto, quindi, di fatto, pagò 1 milione di euro come premio di valorizzazione. La plusvalenza, vedendolo a 12, è di 11 milioni di euro (cifre alla buona ma il succo è questo) essendo arrivato al Toro da svincolato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. iugen - 7 mesi fa

    Allora sei difensori in rosa erano troppi, una partenza era ovvia, però avrei preferito che fosse ceduto Lyanco la scorsa estate, tanto è sempre rotto, oppure Bremer in prestito, ma è ovvio che Mazzarri lo preferisca a Kevin. La mia preoccupazione principale è che poi qualcuno parta quest’estate e noi ci ritroviamo col cerino in mano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. verarob_701 - 7 mesi fa

      Se quest’estate parte qualcuno, e giochi ancora a 3, fai come fanno tutti e compri un giocatore dal mercato,cosa che magari stai già valutando, sinceramente non vedo il problema…la scorsa estate non hai voluto far partire nessuno e nessuno è partito,a giugno lo scouting con la partenza di Petrachi e del suo staff si era azzerata, da allora da quel che si legge in giro è stata ricostruita, stanno valutando giocatori in Italia e all’estero, non vedo problemi se servisse ad operare sul mercato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. verarob_701 - 7 mesi fa

    I commenti che leggo, mi ricordano tanto quelli che si leggevano al tempo delle cessioni di Comi, o Benedetti…o addirittura dello svincolo del, più forte difensore della primavera, a mio parere, mai visto al Toro, Mantovani.
    Tutti giocatori che avrebbero, secondo i tifosi,sfondato nel calcio e che invece, al max hanno fatto discrete serie B.
    Il giudizio sui giocatori, lo sbagliano allenatori e ds che vivono con loro almeno 300 giorni l’anno, figuriamoci noi.
    Il Torino calcio ha 6 difensori, un allenatore che ha una sua “classifica” di merito, e che non è certo di rimanere a fine stagione.
    La società ha 6 difensori centrali, un settimo, Singo, che sembra ottimo in prospettiva, i 2 migliori della primavera degli ultimi anni Buongiorno e Ferigra che si spera maturino…non mi pare così fuori dal mondo cederne uno, che avendo richieste potrebbe anche aver richiesto una partenza, e che rispetto ai compagni, non è mai comparso sulle pagine dei media per citarne il duro lavoro, ma esclusivamente perchè esce ( Beato lui ) con una miss via l’altra, cosa che vista l’età sua e loro, mi porta a credere in una vita non proprio irreprensibile da un punto di vista sportivo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. EraldoPecci - 7 mesi fa

    Operazioni per raccattare soldi considerando che l’obiettivo è stare dalla parte destra della classifica o primi nella sinistra…
    Per il bene di Bonifazi a questo punto era meglio l’Atalanta e se Iago “non è in grado” di giocare e lo vogliono dare in prestito non capisco perché resti Lyanco…
    Purtroppo questa società più che creare un po’ di entusiasmo lo distrugge completamente!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 7 mesi fa

      Magari l’obbiettivo fosse essere primi nella parte sinistra della classifica, amico mio!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. christian85 - 7 mesi fa

      primi nella sinistra ?
      Ma hai bevuto EraldoPecci ? hahahahahahah !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. EraldoPecci - 7 mesi fa

        Carissimi Marchese e Grillo… volevo vedere se eravate attenti! Ah! Ah!
        È stato un mio errore ovvio… ma il succo non cambia!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Madama_granata - 7 mesi fa

    Purtroppo temo che Mazzarri parli e Cairo lo assecondi e lo accontenti.
    Il presidente sarà impegnato in altri lavori, poi è sempre stato criticato che faceva tutto lui, quindi ha demandato a Mazzarri le decisioni “calcistiche”.
    Mi torna sempre in mente una recente, democratica frase “mazzarriana”:
    “IO non mando via nessuno, ma le mie scelte le ho fatte e ho deciso chi gioca.
    Basta guardare chi scende in campo ogni settimana!!”.
    Ergo: decide Mazzarri!!
    Ho persin pensato che la “fuga” di Petrachi sia legata all’impossibile convivenza con questo “autoritario” allenatore.
    Voi comprate o trattenete chi volete.
    E io non li faccio giocare.
    (Bonifazi, Zaza, Ljajic, Parigini, Edera, Millico e, se possibile, ora anche Falque)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iugen - 7 mesi fa

      Cairo ha sempre fatto così negli ultimi anni, anche con Ventura (chi li voleva Barreto e Meggiorini?) e Miha (vedi acquisto di Niang e cessione di Benassi), semplicemente perché in assenza di una società qualcuno le decisioni di mercato deve pur prenderle, e questo qualcuno purtroppo nel nostro caso è l’allenatore (tranne forse nel caso di Zaza, che per me rimane un mistero). Petrachi se ne è andato solo perché la Roma offriva probabilmente di più

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 7 mesi fa

        Barreto lo.volle Ventura avendolo allenato al Bari

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. christian85 - 7 mesi fa

        Scusa iugen, ma cosa c’entra questo con Petrachi che è andato via perchè la Roma offriva probabilmente di più?
        Certo che è andato via perchè avrebbe guadagnato quasi il doppio che a Torino, ci mancherebbe altro.. la Roma fattura tre volte il Torino..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. NEss - 7 mesi fa

    Mi sembra che tutti dimentichiate una componente importante: cosa voleva Bonifazi?
    A leggere qui sembra che i giocatori siano dei soprammobili da spostare a piacimento di tifosi e societa’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianni bui - 7 mesi fa

      Bonifazi aveva comprato casa qua a Ferrara e tutti quelli che lo conoscono dicono che avrebbe voluto tornare al più presto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. fabrizio - 7 mesi fa

    percentuale sulla rivendita. Magari in estate Cairo lo ricompra cosi’ ha plusvalenza doppia 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Mimmo75 - 7 mesi fa

    La fila c’era per prenderlo…visto Mazzarri? E tu che non lo facevi giocare! Alla Spal è andato, mica pizza e fichi! Klop e Guardiola non si daranno pace, Gasperini minaccia dimissioni e a Ferrara già sognano il sole a mezzanotte….
    Scherzi a parte…in bocca al lupo Kevin. In quel tipo di difesa farai la differenza. Al Toro una plusvalenza corposissima. La speranza è che dietro la cessione ci sia anche un ragionamento tecnico: se il prossimo allenatore del Toro sarà Mazzarri o uno che gioca con la stessa organizzazione difensiva la cessione di Kevin è cosa buona e giusta. In caso contrario resterebbe tale solo per Cairo e il suo pallottoliere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 7 mesi fa

      ragionamento? tecnico!! Al fantacalcio magari.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Moltrasio - 7 mesi fa

    Seguo il Toro da qualche decade (ho qualche annetto sulle spalle) e non ho mai visto la tifoseria granata tanto divisa.
    Essere del Toro era un legante, un essere parte di qualcosa.
    Sulle pagine di questo sito non lo è più: o sei a favore di Cairo o sei contro, o sei a favore di Mazzarri o sei contro, o i nostri giovani vanno valorizzati o sono delle primedonne sopravvalutate. L’unica cosa che unisce tutti i pensieri è l’offesa per chi non la pensa uguale: gobbo infiltrato.
    Ma è un sintomo dei tempi, da più di vent’anni la nostra società vive le stesse divisioni, la stessa tracotanza, la stessa cultura conflittuale che ci fa dimenticare quello che abbiamo in comune.E quando non ci sono più argomenti, scatta l’insulto.
    Scusate la premessa, ma mi è propedeutica ad una serie di considerazioni che non solo condivido con voi, ma di cui vi chiedo il parere (civile):

    1)
    É pensabile che Bonifazi non sia mai entrato nel mirino della società per una sorta di incompatibilità “caratteriale” del giocatore stesso? O per qualche bizza “non digerita”? O per qualche atteggiamento sopra le righe?
    Forse leggo troppi libri gialli (privilegio di noi vecchietti), ma l’infortunio alla mano potrebbe essere dovuto ad un pugno contro l’armadietto, cioè ad un gesto di stizza e di insoddisfazione? Atteggiamento non gradito a chi poi decide chi gioca e chi no (allenatore e presidente).
    Dico questo perchè mi sembra strano che un allenatore non trovi il modo di far giocare un giovane promettente, fisico e con un buon potenziale come Bonifazi. La storia del suo scarso impiego perchè non adatto al modulo dell’allenatore non mi ha mai convinto pienamente. Un giocatore giovane si modella, se c’è la volontà e la capacità di farlo.
    Senza dubbio, la Spal ha comprato un giocatore da inserire subito e, se valorizzato, può farci anche una buona plusvalenza nel futuro (un mio amico ha detto “chi può dire se tra un anno il Newcastle di turno non fa un’offerta, ci guadagna la Spal”). Tanto è che, per il Torino FC si parla anche di una percentuale sulla futura rivendita.
    Insomma è un affare che fa comodo a tutti: alle due società (intese come aziende) e anche al giocatore.

    2)
    Capitolo Iago Falque. Altre ipotesi da sottoporre al vostro vaglio.
    Ho molta stima per questo giocatore.
    Ma proviamo a pensare da presidenti di una società: ho un giocatore che rientra da una serie di infortuni e con un ingaggio alto, nonostante questo ha un suo mercato, se lo vendo ora compenso l’affare Verdi (che salasso, ma sarà l’oggetto del punto 3) mi tolgo il peso di un ingaggio caro e provo a cercare una nuova plusvalenza all’interno.
    Adesso proviamo a pensare da giocatori: ho 31 anni, la società non sembra puntare su di me, cosa faccio? Accetto un prestito (tanto lo stipendio che me lo paghi il Toro o la Spal o fanno a mezzi, sempre me lo devono pagare) e poi a fine anno torno in Spagna o in un altro club di A? Oppure vado a svernare al caldo del deserto guadagnando più di dove sono ora e di dove potrei essere l’anno prossimo?
    La scelta di Iago non è facile, ma qualsiasi sia potrebbe non essere Torino, anche se spero di sbagliarmi.

    3)
    Ho la sensazione che l’affare Verdi non sia disgiunto da quello di Maksimovic, entrambi sopravvalutati. Più che un reciproco sgambetto tra le due società, mi pare pare più uno scambio di favori per logiche contabili non così leggibili da noi tifosi.
    Ripeto, è solo una suggestione che condivido con voi, un’idea, niente di più.

    Ecco tre punti dove l’unico legame sono i soldi, non si parla di calcio, meno ancora di tifo.
    Questo è il calcio moderno.

    E noi granata ci dividiamo e ci insultiamo a vicenda per questo?

    Grazie per aver avuto la pazienza di leggere queste elucubrazioni di vecchietto. Vecchietto sì, ma di sangue granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianTORO - 7 mesi fa

      ho letto il tuo post e rispetto il tuo pensiero, che in parte condivido. ho diversi lustri (fine eufemismo) sulle spalle.
      credo però che al punto 1) manchi forse un ulteriore ipotesi: e se il giocatore “non capisse” proprio…? ipotesi alternativa alla tua penso ugualmente considerabile.
      concordo sui punti 2) e 3) e purtroppo pure sulla conclusione.
      ne è passato di tempo da quando nei derby al comunale le due tifoserie si trovavano rima dell’inizio della aprtita a metà dei distinti e giù patele per rubare la bandiera dell’altro,come in uno scontro delle varie guerre dal 1700 in avanti. ora il calcio non è più quello, non solo quello ovviamente! il Verona o il Cagliari e soprattutto il Toro non vinceranno mai più uno scudetto, perchè quello è già deciso solo dai soldi …e dalle sponsorizzazioni SENZA CONFLITTI DI INTERESSE che impunemente continuano tra il silenzio più assoluto di tutti.
      il mio calcio è differente.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 7 mesi fa

        Esatto, ormai siamo alle ipotesi e quando si entra in quelle vale tutto, anche che alla società non piacessero i nomi che iniziano x K.
        Il bello è che uno si sveglia e ci scrive anche un post pieno di IPOTESI.
        Bah

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Moltrasio - 7 mesi fa

          Ricordati che siamo solo tifosi, a noi restano i sogni oppure le ipotesi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Simone - 7 mesi fa

            Esatto

            Mi piace Non mi piace
  24. Pesce - 7 mesi fa

    Come previsto la cifra del riscatto doveva essere maggiore di 11 altrimenti da un pinto di vista contabile il buon Cairo avrebbe rilevato una minusvalenza (giocatore iscritto a bilancio per 11) e il buon Urbano tiene molto al bilancio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 7 mesi fa

      Veramente il Torino fa una plusvalenza di 12 milioni… Il giocatore é arrivato gratis dal Siena 4 anni fa. La plusvalenza é piena.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Pesce - 7 mesi fa

      Vero, ma io ho detto solo da un punto di vista contabile, sono gli strani giochetti delle plusvalenze

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Pesce - 7 mesi fa

      In altre parole se cedeva il giocatore a meno di 11, non conveniva il controriscatto fatto in estate, conveniva tenersi il riscatto a 10

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Bischero - 7 mesi fa

    In bocca al lupo per la tua carriera…buona plusvalenza. Speriamo di non pentircene.cmq secondo me bremer non é inferiore a Bonifazi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Jalo - 7 mesi fa

      Bremere è decisamente meglio. Deve solo imparare ad evitare gli errori tipici della sua età, ma è solo questione di tempo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 7 mesi fa

        A parte la tua opinione hai qualche numero che lo confermi?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. fabiodu_766026 - 7 mesi fa

    Vendere Bonifazi per tenere Djidji o Bremer è roba da da vergognarsi a dirlo in giro…sono letteralmente senza parole!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. user-14564253 - 7 mesi fa

    Non ho parole davvero… ma come si fa a vendere uno dei pochi giovani decenti che abbiamo???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 7 mesi fa

      bremer meite’ lyanco sono giovani…. Peccato siano: un pallavolista, uno scarso, uno rotto etc.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 7 mesi fa

        Alla juve i pallavolisti sono i benvenuti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. fabrizio - 7 mesi fa

          una ragione in piu’ per liberarsene e tenere uno che non lo e’…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. peluches - 7 mesi fa

    Senza parole!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. byfolko - 7 mesi fa

    Bravi, bene, avanti cosi’, vendiamo uno dei pochi giovani buoni per tenerci Lyanco sempre rotto, Aina e Meitè. Questi dirigenti sono geniali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tor zone - 7 mesi fa

      Aina Bremer e Lyanco sono giovani quanto Bonifazi.
      A 12 mln è un affare per il toro e per il canterano stesso che potrà giocare di più.
      Non abbiamo un gran presidente né un grande ds e neanche un grande allenatore, ma se i nostri migliori domani chiedessero di andare via sarà per questo clima pesante creato dai contestatori cronici poco capaci di restare veri tifosi!
      Forza toro sempre e comunque è con chiunque!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 7 mesi fa

        Lyanco è sempre rotto, naturalmente la colpa è dei tifosi se i giocatori vorranno andarsene non per il fatto di essere in una società dove l unico obiettivo è il bilancio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. fabrizio - 7 mesi fa

        o forse perche’ capiscono che in questa “societa’” non andranno mai da nessuna parte? Tanto la differenza tra Cairese e spal quale e’? se possono spendere 12 milioni per un difensore valido contro i nostri 25 per uno scarto? Senza togliere che magari giocando qualche squadra piu’ blasonata lo compra..

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy