Budel si avvicina, o forse no

Un paio d’ore fa, Petrachi contava di poter presentare Alessandro Budel alla stampa già venerdì mattina. Poi, le probabilità che ciò avvenga hanno iniziato a calare lievemente. Già, perché il calciomercato é iniziato ed il ds granata lavora alacremente perché questa sessione invernale presenti soprattutto una sostanziale differenza rispetto alla precedenti edizioni dell’era-Cairo: la chiusura…

di Redazione Toro News

Un paio d’ore fa, Petrachi contava di poter presentare Alessandro Budel alla stampa già venerdì mattina. Poi, le probabilità che ciò avvenga hanno iniziato a calare lievemente. Già, perché il calciomercato é iniziato ed il ds granata lavora alacremente perché questa sessione invernale presenti soprattutto una sostanziale differenza rispetto alla precedenti edizioni dell’era-Cairo: la chiusura degli affari principali in anticipo sui tempi, prima degli ultimissimi giorni, con lo spazio necessario perché i nuovi si inseriscano bene nel gruppo e negli schemi.

La situazione vede -nonostante le dichiarazioni di facciata- il club granata lavorare ai fianchi il giocatore per convincerlo ad accettare Torino. Con il procuratore del centrocampista, Marronaro, i discorsi sono ormai chiari, ed il Brescia sarebbe pronto ad accettare l’offerta granata; ma é lo stesso Budel che non é convinto al 100% di lasciare una piazza in cui sta bene, dove é arrivato un anno fa dando -insieme a Cordova- la svolta al campionato delle Rondinelle, e dove é pronto a giocarsi un posto da titolare. E un posto da titolare nella massima serie non é cosa cui si rinunci a cuor leggero.

Al contrario del consueto prestito con diritto di riscatto, con il Brescia si parla di aprire direttamente una compartecipazione sul cartellino del giocatore. Se infine si decidesse ad accettare le avances granata, Budel confermerebbe la sua natura di giramondo del pallone, non avendo mai vissuto un periodo consecutivo con la stessa società più lungo di un biennio. Eppure, il biondo centrocampista, 30 anni tra un mese, non é certo noto per essere un giocatore che crei problemi in spogliatoio; vedremo presto se il lavoro di Petrachi lo porterà davvero a Torino tra 24 ore o poco più, come oggi pomeriggio sembrava probabile.

(foto M.Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy