Diana, fumata nera

di Ivana Crocifisso

 

Ancora fumata nera. L’annuncio ufficiale del trasferimento di Aimo Diana era previsto per questo pomeriggio, ma il Bellinzona e il giocatore non hanno ancora trovato un accordo. La difficoltà principale è l’ingaggio del giocatore. Il budget a disposizione della società ticinese non è altissimo ed è per questo che la…

di Redazione Toro News

di Ivana Crocifisso

 

Ancora fumata nera. L’annuncio ufficiale del trasferimento di Aimo Diana era previsto per questo pomeriggio, ma il Bellinzona e il giocatore non hanno ancora trovato un accordo. La difficoltà principale è l’ingaggio del giocatore. Il budget a disposizione della società ticinese non è altissimo ed è per questo che la trattativa non è arrivata a una conclusione. Diana, come risaputo, è di proprietà dei granata, ma non è ancora chiaro se, nel caso si faccia, il suo sarà un trasferimento definitivo o no.

Ci sono tre ipotesi. Il giocatore potrebbe rescindere il suo contratto con il Torino e quindi essere libero da qualunque vincolo, oppure potrebbe rimanere granata e andare in prestito. Spesso, quando la questione è economica, la società di appartenenza può arrivare a pagare una parte dell’ingaggio del giocatore, e ciò risulterebbe meno dispendioso che in una terza ipotesi, e cioè quella di Diana a Torino, presumibilmente fuori rosa ma pur sempre nel libro paga di Cairo.

Ma l’affare Diana è anche legato a filo doppio a quello di Andrea Russotto. Non è escluso infatti, che il giovane giocatore, quest’anno al Crotone, non possa essere decisivo per buona riuscita della trattativa. Russotto è uno degli obiettivi primari di Petrachi e Lerda, e difficilmente i due se lo lasceranno sfuggire.

(Foto M. Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy