E’ un Toro a tinte sudamericane

E’ un Toro a tinte sudamericane

Calciomercato / I granata con gli arrivi di Peres e Martinez acquisiscono sempre di più una caratura internazionale. Il prossimo potrebbero essere Sanchez Mino

di Redazione Toro News

L’Europa League piano piano si avvicina e il Toro in attesa di conoscere i propri avversari al terzo turno preliminare rafforza la propria rosa. Contando infatti che i granata il prossimo anno saranno impegnati in tre competizioni (Europa League, campionato e Coppa Italia) ci sarà bisogno di una rosa numerosa e soprattutto di qualità.

Cairo e Petrachi stanno lavorando proprio in quest’ottica e il Toro che verrà sembra sempre di più a tinte sudamericane. Con gli arrivi dell’esterno brasiliano Bruno Peres, ancora da ufficializzare ma ormai cosa fatta, e dell’attaccante venezuelano Josef Martinez la squadra di Ventura acquisisce sempre di più un carattere internazionale, elemento reso ancora più evidente dall’acquisto di Pontus Jansson, difensore svedese classe ’91 arrivato mesi fa dal Malmo.

Nonostante la partenza di un talento come Immobile il Toro non sembra intento a stare con le mani in mano e sta già mettendo mano alla squadra del futuro; anche perché se si analizzano i tre acquisti sopra citati si può notare come siano tutti giovani (Perez è un classe ’90 mentre Martinez addirittura è un classe ’93). Il prossimo potrebbe essere Juan Sanchez Mino, centrocampista argentino classe ’90 del Boca Juniors, che su queste colonne vi segnalammo già mesi fa, utile soprattutto qualora non si riscattassero Omar El Kaddouri. A Gianluca Petrachi il giocatore piace eccome, ma la richiesta del club di Buenos Aires è ancora alta (circa 3.5 milioni) ed, al momento, il ragazzo non ha ancora passaporto comunitario, anche se ci si sta lavorando a livello burocratico. Avendo già prelevato due extracomunitari dall’estero, Peres e Martinez per l’appunto, il club granata ora potrà soltanto fare riferimento a calciatori con passaporto comunitario.

Il Toro del futuro, insomma, prende forma… Ed ha una dimensione sempre più internazionale.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy