Maggio: “Torino? Ragiono sul futuro a 360°. Mazzarri mi esaltava”

Calciomercato / Il terzino: “Difficile che resti a Napoli”

di Marco De Rito, @marcoderito

“Il modo di giocare di Mazzarri avvalora le mie doti fisiche”. Così Christian Maggio ha parlato a Radio Kiss Kiss, esprimendo un elogio importante all’attuale tecnico granata. Il terzino però frena su un suo eventuale trasferimento al Torino. Raggiungere Mazzarri al Torino è una ipotesi? “Ora sto ragionando a 360 gradi su me stesso. Non è neanche ancora detto che vada via da Napoli. Ieri dovevo salutare. E’ difficile che rimanga, quindi sto vedendo un po’ di situazioni per scegliere quella migliore per me e la mia famiglia”.. Il giocatore poi continua: “Non è ancora decisa la mia cessione al Napoli. Ieri dovevo salutare perché comunque la mia permanenza è difficile”.

Positivi i ricordi del classe 1982 delle sue due esperienze con l’allenatore granata: “Mazzarri aveva un modo di giocare che avvalorava le mie doti fisiche, con lui sia alla Samp che al Napoli ho fatto anni importanti. Anche Benitez è un allenatore importante, una persona molto colta che riusciva a mettere tutti in riga i calciatori. Aveva una gestione positiva, che faceva bene al gruppo. Con Sarri non ho avuto un grandissimo rapporto, ma di qualità il voto è 10. In tre anni si è visto. Se rimarrà spero che possa fare bene, è un allenatore che ha fatto qualcosa di incredibile”. Ma un po’ di amaro in bocca per il fatto della mancata passerella finale contro il Crotone c’è: “Sono rimasto un po’ deluso, non posso negarlo perché ci tenevo a chiudere questo ciclo mio nel miglior modo possibile. Non c’è rimorso, solo la delusione. Ma fa parte un po’ dell’ambiente. Nel bene e nel male bisogna accettarlo”.

 

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 3 anni fa

    Le qualità tecniche del giocatore ci sono, il feeling con l’allenatore pure, il vero problema sono le sue reali condizioni fisiche. Se Sarri gli faceva fare tanta panchina a Napoli avrà avuto le sue brave motivazioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13799950 - 3 anni fa

    Se è integro, motivato, con la voglia di essere uomo spogliatoio , come riserva di Lollo potrebbe andare bene per un anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Wallandbauf - 3 anni fa

    Bhè a questo punto spero petrachi e Mazzarri abbiano visto ieri sera la partita d’addio a Pirlo, in campo c’erano dei profili interessanti per il Toro del futuro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. granatadellabassa - 3 anni fa

    Il ruolo di esterno richiede molta dinamicità e quindi è poco adatto ad un 36-enne.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. pinomu_368 - 3 anni fa

    Mi auguro sia solo per riempire lo spazio, in caso contrario la conferma di cosa pensa del Toro braccino corto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Calogero - 3 anni fa

    Franco Baresi gioca ancora? Potremmo prendere lui. Ma scherzate o fate sul serio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. cerved68lu - 3 anni fa

    Ragionando in questa ottica, ci tenevamo Burdisso, con le sue qualità e i suoi limiti già conosciuti, ma con la certezza di professionalità e buona fisicità e già inserito nella squadra.
    Visto le condizioni di Lyanco il cui recupero e la data di rientro sono ancora da definire, servono due centrali forti (Tonelli del Napoli, se va via Sarri) e un giovane. Se il giovane individuato non è forte, tanto vale tenersi sia Burdisso sia Moretti per la panchina, sapendo che probabilmente almeno uno dei due giocherà quasi sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-1196220 - 3 anni fa

    Ricambio generazionale: via Burdisso, ecco Maggio. Largo ai giovani…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13685686 - 3 anni fa

    Rimani dove sei nonno

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy