Petrachi al lavoro per la Roma: ma continua il tira e molla con Cairo

Petrachi al lavoro per la Roma: ma continua il tira e molla con Cairo

Il fatto / Il direttore sportivo è volato a Madrid con Fienga per parlare con Fonseca, potenziale allenatore dei giallorossi. Ma è ancora ufficialmente il direttore sportivo granata

di Redazione Toro News

Gianluca Petrachi già al lavoro per la Roma. Come noto da giorni, il direttore sportivo salentino ha abbandonato il Torino, presentando a Urbano Cairo le proprie dimissioni. E in questi giorni è già operativo a tutti gli effetti per la sua nuova società: ieri è volato a Madrid, insieme all’altro dirigente della Roma Fienga, per incontrare Paulo Fonseca, probabilmente il nuovo allenatore dei giallorossi. E poi è stato intercettato all’aereoporto di Fiumicino, come attesta questo video del Corriere dello Sport:

Con Fonseca, Petrachi e Fienga avrebbero trovato un accordo di massima. A Petrachi, invece, manca ancora quello per sancire ufficialmente il via libera dal Torino. Tant’è che l’ufficialità della sua partenza al momento non c’è ancora. Come detto, Petrachi ha presentato le sue dimissioni, ma manca ancora il via libera di Cairo così come quello della federazione. Per facilitare il buon esito del passaggio di Petrachi alla Roma, il club giallorosso potrebbe mettere sul piatto il cartellino di un proprio giovane. Tra questi c’è Mirko Antonucci, il giovane attaccante esterno che piace al Torino.  In ogni caso, non c’è dubbio che l’accordo presto o tardi verrà trovato e che Petrachi verrà ufficializzato come nuovo uomo-mercato della Roma.

LEGGI: Petrachi, pronto il matrimonio con la Roma
LEGGI: Petrachi, un addio non all’altezza dell’operato

40 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 2 mesi fa

    Io spero che il Presidente Cairo adisca per vie legali al fine di far pagare a Petrachi e alla Roma fior di quattrini di multa.
    Petrachi lavora per la Roma, ma ufficialmente è ancora dipendente del Toro?
    Manca ancora il “via libera” del Torino e della federazione, e costui lavora già in un’altra squadra?
    Quindi, oltre alla penale x non aver rispettato ancora un anno di contratto con il Toro, si tratta pure di concorrenza sleale?
    Bene! Speriamo ci frutti tanti soldi, tra multe e penali!
    Spero che il Torino Calcio sia inflessibile, non molli e faccia valere i suoi diritti nelle sedi opportune.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Kieft - 2 mesi fa

    A me piacerebbe un ritorno di Renato Zaccarelli in quel ruolo che ha già ricoperto in passato. È un cuore toro vero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 2 mesi fa

      Sono un po’ curioso di sapere il motivo di chi non è d’accordo….317 presenze con uno scudetto è una coppa Italia non sono sufficienti? Ho modo di apprezzarlo come commentatore su Sky, è una persona perbene e anche l’ultima volta che ci ha allenati in serie B negi play off l’ ho apprezzato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 2 mesi fa

        Concordo in pieno, gran signore è campione in campo.
        Magari !
        Anche se devo dirti che mi piace forse di più la figura dell’allenatore/manager, come in certi prestigiosi club Inglesi.
        Renato Zaccarelli comunque meriterebbe un posto d’onore e di alta responsabilità nel Toro, insieme ad altri nostri ex beniamini.
        Mi piacerebbe vederlo nella veste di DG.
        Darebbe lustro, credibilità e grande identità di “ Granatismo DOC”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13966263 - 2 mesi fa

    Spero prenda una bella multa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Karmagranata - 2 mesi fa

      Il calcio, il meraviglioso universo chiamato calcio. All’occorrenza, quando serve, tutti allenatori, direttori, medici, economisti e avvocati. Ahhhh…quanto mi piace il football…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. gianTORO - 2 mesi fa

    …nel modo del lavoro fino a che io azienda ti pago tu non lavori per nessun altro, anche se mi hai dato le dimissioni. ma qui è un altro mondo pare…le regole sono fatte per agirarle o per fregarsene…la mia banca è differente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Alberto Fava - 2 mesi fa

    Bah nulla da obiettare, fa il suo mestiere.
    Ci mancherà ? Ai posteri l’ardua sentenza.
    Personalmente mi piacerebbe una soluzione all’inglese , con il Mister che agisce anche come Manager con responsabilità più ampia di quella puramente tecnica.
    Bye Petrachi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13651922 - 2 mesi fa

    ma stiamo scherzando???
    non può comportarsi così???
    é perseguibile legalmente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. maxx72 - 2 mesi fa

    Caro Petrus ti devi vergognare per il tuo comportamento e non ti preoccupare: Cairo non è più quello di una volta, vedrai che affaroni che farai con lui…altro che portarti Izzo e Belotti a Roma, ti porti Zaza ma per 40 cucuzze se vuoi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. LeoJunior - 2 mesi fa

    io mi chiedo per quale motivo nel mondo del calcio si firmino ancora dei contratti. Non c’è più nessuno che li rispetti. E’ una cosa vergognosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. robertozanabon_821 - 2 mesi fa

    È una vicenda che poteva e doveva finire meglio. Ormai il Calcio si è affidato al cinismo più spietato nel gestire i suoi “comportamenti”. Senza pietà. Altro che stretta di mano. Quella la porgeva Orfeo Pianelli, rimpianto Paladino di un tempo che fu. Altri Uomini. Altra Dignità. Altra Stoffa. Forza Toro. Orgogliosi di essere “diversi”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. TOROSEMPRE - 2 mesi fa

    Non è così che funzionano i rapporti dirigenziali … anche se io comunico la mia dimissione dalla carica dirigenziale regolarmente contrattualizzata verso la società per la quale ho lavorato per nove anni non è che domani posso andare a lavorare per la concorrenza !! I rapporti vanno gestiti in totale equità ed accordo tra le parti.
    Che ne sappiamo noi cosa c’è dietro ? Il presidente di certo non è l’ultimo arrivato ed è consigliato da ottimi consulenti commerciali e legali , pertanto saprà come e cosa fare anche in questo frangente.
    FORZA TORO SEMPRE !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ProfondoGranata - 2 mesi fa

    Comunque vada è una uscita che la Roma deve compensare lautamente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Tifoso Obiettivo - 2 mesi fa

    Beh siamo al 5 di giugno e siamo senza ds. Quanto hanno ancora intenzione di andare avanti? Se va tutto come deve andare il 25 luglio abbiamo il preliminare.
    Sveglia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

      In ds c’è già… Non lo ufficializza finché non ha tolto anche le mutande a Petrachi e a pallotta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. PaulKersey - 2 mesi fa

    Bastardo giallorosso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Mimmo75 - 2 mesi fa

    Ragazzi, leggo commenti di stupore per quel che sta accadendo. Petrachi non è un cretino e le società di calcio sono gestite esecutivamente da fior di professionisti. Se Petrachi agisce per la Roma è perché ha il nulla osta di Cairo. Se la Roma lo lascia agire è in virtù di accordi legali già esistenti. Se Cairo non interviene è perché ha dato il suo assenso. Non confondiamo la mancanza di comunicazioni ufficiali con l’assenza di documenti ufficiali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SiculoGranataSempre - 2 mesi fa

      Sarà per forza come dici tu. Altrimenti sarebbe un folle. Ma aspettiamo domani per vedere se Cairo si fa sentire.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. SiculoGranataSempre - 2 mesi fa

    O ci è oppure ci fa. Ma è folle a lavorare così alla luce per una società mentre è sotto contratto con noi. Un folle! Spero Cairo gli stringa ben bene gli zebedei e ci ottenga qualcosa. Ma roba da matti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. mah... - 2 mesi fa

    Comunque l’addio al Torino di “a fari spenti” è stato commovente…Un addio sobrio, con il suo stile. Prima di iniziare il lavoro per la futura società, ha ringraziato, commosso per i nove anni i stipendio, la società, il Presidente, ma sopratutto i tifosi. Tifosi che già lo rimpiangono per non aver portato a Torino Paulo Fonseca: un allenatore con il cognome simile ad una pantofola, esonerato, tempo fa, dal Porto, ma che ha avuto un strepitoso successo in Ucraina…in Ucraina…chiaro? Sembra di essere in un film di Verdone. Mancano solo i collant per le polacche. Perché ci ha lasciati!? Perché!? Elaboriamo il lutto..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Tarzan - 2 mesi fa

    Se Cairo riesce a dimostrare che sta lavorando per la Roma mentre è sotto contratto con noi altro che indennizzo… Piena fiducia in lui, non si farà fregare di sicuro. Invece petrachi, se la notizia del viaggio fosse vera, è davvero un ingenuotto..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. SemperFidelis - 2 mesi fa

    Pessimo finale di una buona collaborazione, Petrachi continua a dimostrarsi un buon professionista e un uomo senza onore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

    Cairo si farà indennizzare pesantemente dalla Roma, anche per far da monito ad altre società… Punirne uno (giustamente) per educarne 100!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 2 mesi fa

      magari!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

        Vedrai

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Bischero - 2 mesi fa

    Petrachi é un dipendente del Torino. Alla Roma in questo momento può solo dare suggerimenti. Il caos che cé a Roma é dovuto da questo. Non può portare avanti trattative in prima persona. Cé rischio squalifica. E le società con cui va a trattare lo sanno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. user-13963316 - 2 mesi fa

    sono e saranno per sempre 2 buffoni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 2 mesi fa

      Pensa invece che buffone è uno che non riesce nemmeno a mettersi un nickname!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Bischero - 2 mesi fa

    Cairo lo tiene per le palle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. LeoJunior - 2 mesi fa

    state tranquilli. tutto si può dire del ns Presidente ma non certo che non sappia farsi valere. Forse senza strapitare e fare sceneggiate modello DeLaurentis, ma da imprenditore vero. Eccome se la fa pagare a Petrachi e alla Roma. Non denuncerà in cambio di condizioni di favore su qualche operazione. Non ne usciamo certo mazziati! Cairo è uno di quelli che ci guadagna da ogni situazione.
    E credo che il fatto che non abbiamo ancora il DS sia dovuto a questa strategia. Se assumesse un DS renderebbe la sua posizione più debole in quanto andrebbe letta come accettazione implicita delle dimissioni.
    Così invece lui sosterrà che non ha avuto il DS in tutto questo periodo ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. DenisLaw - 2 mesi fa

    Roba da denuncia. Io sono pagato per lavorare per uno e lavoro per un altro? non esiste

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. user-13963758 - 2 mesi fa

    vai cairooooooooooooooooo… togligli tutto a sto infame… denunciali all’uefa. devono pagare. basta con sti comportamenti da impuniti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. toropersempre - 2 mesi fa

    incredibile !!!!
    Spero che Cairo gli dia una bella lezione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

    Petrachi è a tutti gli effetti un dipendente infedele così come configurato dall’art. 2105 del codice civile.
    Fossi in Cairo gli leverei anche le mutande.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 2 mesi fa

      Si e dopo che gli ha levato le mutande a quel punto non mi fermerei…eh eh eh

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

        Granatiere hai gusti orrendi, certe pratiche lasciale ai lapi di turno

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. dattero - 2 mesi fa

    e’da mesi che lavora x la roma..DA MESI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. alètoro - 2 mesi fa

    In ogni azienda non è oggettivamente tollerato un dirigente, il quale assume un atteggiamento del genere iniziando a collaborare con una altra azienda concorrente in quanto, nel suo ruolo specifico, a me personalmente, risulta che non è così semplice liberarsi di un rapporto contrattuale prima della sua naturale scadenza.
    Pertanto ritengo che, se soltanto vuole, il patron Cairo è legittimato ad adire alle vie legali nei confronti del dirigente salentino per documentate inadempienze contrattuali. Vedremo gli sviluppi di una vicenda ancora da definire … Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. user-13963758 - 2 mesi fa

    minchia… io lo denuncerei… e mi farei dare schick come indennizzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy