Il Torino di Cairo e i mercati di gennaio: quest’anno serve qualcosa di diverso

Approfondimento / Negli ultimi 5 anni, il mercato invernale in entrata è sempre stato (quasi) sterile. Il copione deve cambiare

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero
Cairo

Il Torino si presenta alla fine di questo 2020 all’ultimo posto in classifica in Serie A. Nonostante le buone impressioni arrivate a livello di gioco, i numeri parlano di una crisi con pochi precedenti. Ed è per questo che servirà un intervento serio dal punto di vista del calciomercato, con azioni societarie ben definite, rapide e mirate a migliorare quello che è l’organico del mister Giampaolo, per poterlo mettere nelle piene condizioni di dare una svolta alla stagione. Questo nonostante il patron Cairo abbia sempre mostrato una certa “allergia” ad interventi importanti in entrata nella sessione di riparazione a stagione in corso.

ACQUISTI – Ma quest’anno occorrono operazioni in entrata che portino giocatori funzionali alle direttive del tecnico. E ci dovrà essere un’inversione di tendenza totale rispetto all’operato messo in atto nella maggior parte dei mercati invernali dell’era Cairo. Prendendo in esame solo l’epoca più recente, quindi negli ultimi cinque anni, dal 2016 a gennaio il Torino ha acquistato solo quattro giocatori a titolo definitivo e due in prestito. L’operazione più importante fu quella che riportò Ciro Immobile in granata per sei mesi, per il resto i nomi parlano da soli: Pryyma, Carlao, Iturbe, Damascan e Adopo (Primavera). Va menzionato anche l’arrivo di Stephane Singo, prelevato in Costa d’Avorio nell’ultimo giorno di mercato del 2019 sulla scorta dei rapporti intercorsi tra la società e il procutore di Nkoulou, Maxime Nana. Insomma, il consueto immobilismo non potrà andare in scena quest’anno alla luce della posizione in classifica della squadra. Ci vorrà un mercato con un impatto chiaro sulla squadra per potenziare un organico non all’altezza della caratura del Torino da diversi punti di vista.

CESSIONI – Ma è chiaro che dovranno anche esserci delle cessioni di alcuni giocatori che non sono più integrati con il progetto granata, partendo da Nkoulou passando da Edera. Si dovranno fare scelte mirate anche in questo caso, con soluzioni rapide per riuscire a monetizzare e quindi reinvestire. E la società granata nelle cessioni invernali ha un po’ più di esperienza se si guardano gli ultimi 5 anni: Quagliarella, Martinez, Bonifazi e Parigini solo i nomi più altisonanti che hanno lasciato i granata nel mercato invernale dal 2016 ad oggi. Anche in questo caso si dovranno fare scelte più oculate, in linea con la cessione di Bonifazi, che è fruttata al Torino circa 13 milioni.

LEGGI ANCHECalciomercato, per il Torino idea Lobotka: il Napoli può liberarlo in prestito

ACQUISTI E CESSIONI INVERNALI DAL 2016:

2015/2016

Acquisti: Immobile (prestito), Pryyma (Svincolato).

Cessioni: Quagliarella (prestito con obbligo).

2016/2017

Acquisti: Iago Falque (riscatto), Carlao (definitivo), Iturbe (prestito),

Cessioni: J. Martinez (definitivo), Bovo (definitivo), Vives (svincolato)

2017/2018

Acquisti: Damascan (definitivo)

Cessioni: Boyé (presitito), Gustafson (prestito)

2018/2019

Acquisti: /

Cessioni: Soriano (fine prestito)

2019/2020

Acquisti: Adopo (definitivo, Primavera)

Cessioni: Bonifazi (prestito con obbligo), Parigini (definitivo), Iago Falque (prestito), Laxalt (fine prestito)

43 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tremendismo granata - 4 settimane fa

    Oppure potrebbe vendere la società in tempo utile, in modo tale che un altro proprietario possa acquistare qualcuno per provare a salvarci, evitando così l’ennesimo record negativo di Cairo.

    Cairo potrebbe vendere quel che rimane del Torino gentilmente?

    Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. LeoJunior - 4 settimane fa

    Io non chiedo nomi altisonanti venduti come salvatori della patria ma un progetto. Un’idea che parta a gennaio e vada avanti nel tempo, possibilmente in serie A.
    Quindi giocatori e UOMINI funzionali alla nostra idea di Toro. Che oggi lottino per salvarci e domani lo facciano per scalare le posizioni che ci competono.
    No figurine da dare in pasto a noi tifosi, non ci servono.
    Però poi dico a noi tifosi: non è che a ogni nome parliamo di scarto di altre squadre! Non è che li compriamo su Marte quindi sono sempre lo “scarto” di qualcuno, se arriva da squadra più forte (altrimenti non lo venderebbe a noi!). l’alternativa è uno forte da squadra piccola (alla quale puoi offrire un prezzo irrinunciabile); ma parliamo di serie B. E allora sarebbe una scommessa.
    Quindi cerchiamo di giudicare il giocatore (sia profilo tecnico che umano … ergo per me il Nija può restare dov’è) a prescindere dalla provenienza.

    PS Ma se avessimo preso Theo Hernandez dal Real, cos’era? Uno scarto? Spesso anche le Big non sanno valutare i giocatori….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 4 settimane fa

      Bravo leojunior

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 4 settimane fa

      Considerata la posizione di classifica non andrei tanto per il sottile.
      Il progetto di cui parli va fatto in estate, di certo non a gennaio, ultimi in classifica, e con la peggior difesa del campionato.
      Il binomio Cairo-Vagnati ha toppato in tutto e per tutto ed ora, se avessero un briciolo di umiltà, dovrebbero alzare i tacchi entrambi ma sappiamo tutti che cosi non accadrà.
      Che almeno provassero a risollevare la situazione andando a prendere quei 2/3 giocatori (cacciando i soldi VERI) che potrebbero veramente cambiare le sorti di questa stagione.
      Ora come ora c’è da salvare la stagione, per i progetti (se mai Cairo li ha avuti) ci sarà tempo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 4 settimane fa

        Certamente Simone. Non voleva essere un commento “accontentista” ma un invito a iniziare a lavorare con la testa. Che, avendo la volontà, potrebbe anche farci sperare in qualche acquisto di peso. Ma io vorrei fosse comunque ponderato e pensato anche in prospettiva.
        Prendere 3 nomi a caso di gente che se ne frega del Toro e viene solo per passare la primavera, ne faccio a meno.
        Quindi eviterei i Naijngolan di turno e i prestiti in genere se non casi ben ponderati di giocatori che vengano anche per rilanciarsi ma convinti di dove e cosa devono fare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 3 settimane fa

          In tutta onestà me ne frego se a loro interessa o meno del Toro, a me preme che giochino da professionisti essendo pagati. Se vengono è xkè avranno la quasi certezza di giocare (a proposito mi ricordo che qualcuno obiettò quando Ljajic chiese proprio questo) cosa che nel club dove attualmente risiedono non hanno.
          E’ difficile sapere a priori se un giocatore ci terrà o meno al Toro mentre è piuttosto sicuro che un giocatore che nella sua carriera si è comportato da professionista lo farà anche da noi. Ma magari venisse il Ninja visto a Cagliari che, nonostante gli fregasse il giusto del Cagliari, non ha esitato a tornare all’inter a fare panchina.
          Prendi un Professionista e non avrai sorprese ma per quelli ci vogliono i soldi…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. stanislaobozzi - 4 settimane fa

    non verrà fatto nulla come al solito… quindi siamo nella m….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. microbios - 4 settimane fa

    Per avere qualche speranza bisogna irrobustire il centrocampo con giocatori come Nainggolan. Vuole andare a Cagliari, ma un tentativo, almeno per un semestrale, varrebbe la pena farlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paulinStantun - 4 settimane fa

      Mettiti nei panni di Naingollan: trova un solo motivo per cui dovrebbe preferire il Toro al Cagliari.
      Dopo questo riflettiamo un attimo sul fatto che Naingollan è abbastanza una testa quadra, quindi può fare la differenza soltanto se si trova in un ambiente che gli va a genio:sicuro che sarebbe un investimento e non soldi buttati per un altro spaccaspogliatoio??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Tarzan - 4 settimane fa

    Ragazzi per favore, vi prego di non dimenticare mai che questa squadra è difficilmente migliorabile. Si farà, se sarà possibile, senza scontentare nessuno, ma non è che si possono fare miracoli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paulinStantun - 4 settimane fa

      Certo che ne avete di costanza nel ripetere sempre come una cantilena quelle 3 o 4 frasi (o meglio caxxate) famose dette da Cairo. Cambiate registro, attaccarlo in questa maniera fa semplicemente ridere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mimio - 4 settimane fa

    Per salvarsi ci vogliono giocatori veri! Quindi oltre Belotti cerchiamo di recuperare Izzo e Sirigu, perché sono gli unici tre veri giocatori che abbiamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. PotenzaGranata - 4 settimane fa

    “….Nonostante le buone impressioni arrivate a livello di gioco,….”

    Cos’è uno scherzo, oppure vi siete bevuti il cervello ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Marco Toro - 4 settimane fa

    Soldi non ce ne sono, sarà un mercato di scambi.. Il Milan cerca un vice Kessie e un difensore affidabile per la difesa a 4 visto l’infortunio di Kjaer io proverei a proporgli N’Koulou e Meite’ in cambio di Musacchio e Krunic.
    La Fiorentina vuole un difensore affidabile e una prima punta visto che probabilmente partirà Cutrone e rimangono con il solo Vlahovic nel ruolo, a loro proporrei Izzo e Zaza per Pulgar e Kuaume.. Non sarà facile che Milan e Fiorentina accettino (ci va quasi un miracolo) ma se ti liberi di Izzo, N’Koulou, Meite, Zaza portando a casa Pulgar (Regista), Kuame (seconda punta), Krunic (trequartista o mezzala) e per la panchina Musacchio la salvezza sarà molto più probabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pedro - 4 settimane fa

      Il Milan cosa se ne farebbe di Meite?
      Lo metterebbe a cambiare le lampadine negli spogliatoi di Milanello?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marco Toro - 4 settimane fa

        Penso nulla ma in un mercato senza soldi a volte bisogna accettare dei compromessi.. Il Milan non se ne fa nulla ne di Meite, ne di Musacchio ne tanto meno di Krunic come noi non ci faremmo molto di Musacchio.. In compenso N’Koulou potrebbe essere molto utile al Milan un po come Krunic potrebbe essere utile a noi..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. AppianoGranata - 4 settimane fa

          Quoto Marco al 100%. Il Toro ha bisogno di aria nuova nello spogliatoio e gli scambi non possono che produrre effetti migliorativi rispetto ai 9 punti raccimolati fino ad oggi e l’innominabile posizione in classifica.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Marco Toro - 4 settimane fa

        Ad ogni modo il Minutaggio di Meite al Milan non potrebbe essere in alcun modo inferiore al minutaggio di Krunic che in campionato è 0 minuti. Krunic al Milan non serve a nulla perché non può fare ne il mediano, ne il regista ne il trequartista (Il Milan sulla trequarti ne ha molti migliori) Quello che gli manca è un mediano in panchina vice Kessie e Meite fisicamente può essere più appetibile di altri

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Bischero - 4 settimane fa

        Meité in un centrocampo a 2 é più utile che come mezzala in un centrocampo a 3.potrebbe fare la riserva in un Milan o Napoli per esempio. Marco toro ha dato delle possibilità non campate in aria. Anche se krunic non mi sembra adatto a giocare in un rombo come fantasista ma più come mezzala.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. paulinStantun - 4 settimane fa

      Si una roba del genere non dispiacerebbe neanche a me (in particolare Pulgar che mi è sempre piaciuto come giocatore).
      Però mi fa ridere Meitè-Kessie: per carità come tecnica pura Meitè è pure superiore, ma l’altro ci mette una quantità ed una garra che paragonarlo alla mosceria di Meitè è quasi comico. Per sostituire Kessie forse cercano un Gazzi, non una ballerina.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. policano67 - 4 settimane fa

    A me basterebbe che cairo vendesse il toro.a o b nn mi interessa.basta sparisca

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paulinStantun - 4 settimane fa

      Chi dice “A o B non mi interessa” non è del Toro, punto e basta!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Héctor Belascoarán - 4 settimane fa

        Io dico A ma se mi compra la Lavazza dico anche B. Per capirci.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. paulinStantun - 4 settimane fa

          Se Lavazza non ti compra in A non si sogna certo di comprarti in B. Chi aspetta che vada in B probabilmente ha meno disponibilità e meno voglia di spendere di Cairo, spera di prenderti a poco e in qualche maniera di riuscire a salire in A per attaccarsi alla tetta delle tv (tetta che in B ci butta solo qualche goccia).

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Simone - 4 settimane fa

            La Red Bull ha preso il Lipsia in V divisione tedesca e l’ha portata ai vertici della Bundesliga

            Mi piace Non mi piace
          2. paulinStantun - 3 settimane fa

            Tu citi il Lipsia: sai perchè la RedBull ha scelto in particolare quella squadra???
            Perchè era la squadra di una città con grande potenziale di tifosi e senza concorrenza in zona, l’esatto contrario del Toro che è in una città politicamente ed economicamente soggiogata dall’altra squadra della città.

            Mi piace Non mi piace
  10. Paul67 - 4 settimane fa

    Io ho fiducia nel PRESINIENTE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Toroperduto - 4 settimane fa

    Non sappiamo farlo d’estate figurati a gennaio.
    Quest’anno è andato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Messere Granata - 4 settimane fa

    Giampaolo ha dimostrato di essere confuso e incerto nella gestione del gioco e dei giocatori, cambiando sempre ruoli e posizioni a tutti. Come si fa a capire cosa servirebbe? In ogni caso servirebbe una maggiore qualità che Cairo non può e non vuole pagare. Scambiare solo delle “figurine” non servirebbe a nulla. Ho paura che il cambio di allenatore sia solo rimandato. Ho visto e rivisto la partita col Napoli e, a parte la “vigoria” di Izzo, abbiamo giocato malissimo contro una Squadra molto rimaneggiata e dimessa. Non mi faccio illusioni. La speranza resta, ma l’agonia continua.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paulinStantun - 4 settimane fa

      Non lo so sei GP sia confuso e incerto o semplicemente sta cercando di far fuoco con la legna che ha, provando tutte le alchimie possibili e immaginabili…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Emilianozapata - 4 settimane fa

    A gennaio o prendi gente come Ibra o, con 9 punti in classifica, meglio lasciar perdere e pianificare la squadra per la stagione successiva. Non fatemi dire in quale campionato. Ma come sappiamo Cairo è convinto cge il verbo “pianificare” nel calcio non esiste.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. AUGUSTO - 4 settimane fa

    No, non serve nessuno: siamo a posto così

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. SIMOLINCE - 4 settimane fa

    Non ho letto l’articolo, mi basta il titolo per ricordare che è un copia-incolla degli ultimi 14 anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. AppianoGranata - 4 settimane fa

    EPURAZIONE: è da un po’ che lo scrivo, ma preferisco rifarlo per sgombrare il campo da equivoci e malintesi: EPURAZIONE.

    Via, anche solo in prestito o in scambio:

    Sirigu
    Ridriguez
    Nkoulu
    Rodriguez
    Izzo
    Meite
    Rincon
    Verdi
    Zaza
    Edera

    Al loro posto in prestito o in scambio giocatori seri, onesti e lavoratori.

    Chiedo troppo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pedro - 4 settimane fa

      Per andare in B vanno bene quelli che ci sono già. Inutile agitarsi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. paulinStantun - 4 settimane fa

      Si credo che tu chieda l’impossibile: mandare via 10 giocatori, che poi devi sostituire, già in estate sarebbe una sfida, nel mercato di gennaio è sostanzialmente impossibile.
      Io mi accontenterei di 4 o5 partenze con dei sostituti come dici tu: seri, onesti e lavoratori; succedesse sarebbe già tanta roba.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. rb27 - 4 settimane fa

    Sono anni ed anni che serve qualcosa di diverso… per questo ci sarebbe da dire già oggi che la serie B è purtroppo assicurata. Ma vediamo se sono capaci una volta di smentire le critiche, io davanti ad una mentalità determinata e fatti concreti non sarei ostile a cambiare pensiero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Bischero - 4 settimane fa

    Bisogna fare qualcosa di diverso? 🙂 io direi che bisogna fare qualcosa visti i precedenti.
    Preso per buono il modulo del mister 4-3-1-2 e il rientro di baselli almeno play, fantasista,difensore centrale di riserva. Se parte Sirigu anche un portiere perché i 3 dietro di lui non fanno 1 suo guantone messi insieme.
    Ceppitelli in difesa potrebbe essere un occasione anche per un eventuale retrocessione. Uno scambio di prestiti con la viola meité pulgar o con Napoli meité lobotka. Uno scambio di prestiti con la Roma con izzo per Villar. Vasquez come fantasista potrebbe essere un opzione arrivasse a praticamente 0.cosi come ramirez della doria. Via nkoulou e zaza definitivo. Via millico in prestito.
    Sirigu. Sìngo bremer lyanco Rodriguez. Baselli lobotka/pulgar linetty. Vasquez Belotti verdi.
    Rosati vojvoda buongiorno Ceppitelli murru rincon lukic gojak edera bonazzoli ansaldi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. AppianoGranata - 4 settimane fa

      Scusa Bischero ma stai confermando in blocco la difesa che ha incassato 3 goals di media nel girone di andata.

      Sirigu è irrecuperabile e Rodriguez, qui in pochi lo ammettono, è una delle principali cause della disfatta di questa stagione.

      Se li confermi non vuoi bene al Toro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 4 settimane fa

        Ho confermato la difesa perché per me non é il vero problema. Il 50% delle azioni che subiamo e i conseguenti gol é su ripartenza di palloni persi malamente in mediana e attacco. I nostri 2 centrali per me sono validi in rapporto all esperienza e l età che hanno. Sbagliano anche loro. Ma credo che avessimo nesta e cannavaro avremmo subito pochi gol in meno. Quando difendi a 4 e spesso vai all uno contro uno il gol é dietro l angolo a prescindere. Io voglio bene al toro ma nesta e cannavaro non lo avremmo mai. Ti invito ad andarti a rivedere le azioni. Dobbiamo parlare di fase difensiva carente. Non di difesa carente. Sono cose diverse. Poi con il tempo si può costruire. Penso che con baselli lobotka e Vasquez potremmo perdere molti meno palloni rispetto ad un centrocampo con meité rincon e lukic. Sto parlando di rombo a centrocampo con linetty che sarebbe cmq titolare. Serve gente che una volta che ha la palla non la perde e magari ti salta anche con un dribbling la prima linea di pressing a centrocampo. Un centrocampo a 3 con un 10 per me non si improvvisa. Servono piedi e un po’ di dinamismo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Cuore granata 69 - 4 settimane fa

    Per me inutile illudersi più di tanto..a gennaio si fa sempre poco ma in generale..qualche scambio..qualche prestito per esubero…leggevo nomi che alcuni tifosi fantasticano insieme ai giornalisti, mi vien da sorridere Gomez,Naingolan, Vasquez si saranno sul mercato ma primo bisogna vedere con che formula, secondo hanno tutti ingaggi alti se non altissimi vedi naingolan anche 6 mesi minimo 1.5 li vuole…terzo e cosa che pere chiude ogni discorso questo tipo di giocatore sta giocando in squadre che lottano da anni per europa per lo scudetto vhe fanno vannp6 a giocare con la squadra seppur con un nome glorioso ma pur sempre ultima classifica in serie a..quindi non fantastichiamo troppo se esce qualcuno ( nkoulou edera millico per citarne 3) magari prendi un ceppitelli e roba simile,qualche giovane ma non aspettiamoci chissa’ che..personalmente aspetto Baselli che può darci una buona mano tecnicamente e con qualche gol li.in mezzo..sperando si sia ripreso.il resto prevedo come tanti nomi buttati li dai giornali e pochi pochi se non nulli i dati di fatto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Nero77 - 4 settimane fa

    Anche in questa sessione di mercato ci attaccheremo “ar cazzo “..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. paulinStantun - 4 settimane fa

    Io non ingenererei grandi attese sul mercato di gennario: già normalmente non è mai stato caratterizzato da grandi nomi in entrata, e quest’anno è obiettivamente più difficile degli altri anni. Trovare un giocatore affidabile che lasci una squadra di metà classifica per venire a giocare in una squadra dove il rischio di essere coinvolto in un macello è più che concreto.
    Io spero si trovino un paio di vecchietti terribili (per intenderci dei Palacio in altri ruoli) che hanno poco da perdere e che non abbiano granchè da rimetterci in termini di carriera per vedere se si riesce a risollevare la baracca (magari depurata da qualche personaggio inutile/dannoso che probabilmente c’è ora in rosa).
    Aspettarsi qualcosa di più lo vedo come fantascienza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy