Torino, Guillermo Rodriguez piace al Verona. Ma il Cordoba…

Torino, Guillermo Rodriguez piace al Verona. Ma il Cordoba…

Calciomercato / Numerose richieste per “El Pelado”, si fanno avanti anche gli scaligeri: per il Toro, però, l’ideale sarebbe l’estero

di Redazione Toro News

Cordoba, Danubio, Bologna, Chievo, ed oggi… Hellas Verona. Queste le società che hanno chiesto informazioni al Torino su Guillermo Rodriguez, difensore centrale in uscita dal club granata e neppure convocato per il ritiro estivo 2014. Una situazione, quella del “Pelado”, ormai arcinota a tutti i nostri lettori: il giocatore, uruguaiano e dal passaporto extracomunitario, dovrebbe essere ceduto all’estero per liberare un posto per un nuovo tesseramento (il principale indiziato è, ovviamente, il brasiliano Bruno Peres), ma, per il momento, il trasferimento non si riesce a concretizzare.

Dopo l’iniziale interessamento del Penarol, club di origine del difensore, poi defilatosi, hanno richiesto informazioni anche Cordoba e Danubio, con gli spagnoli che non mollano e tentano di convincere il giocatore: ostacolo maggiore nella chiusura dell’affare. Il Toro, infatti, non ha alcun problema a firmare e fosse per i granata la trattativa sarebbe già chiusa. Interessanti anche le piste interne, Bologna e Chievo, che non libererebbero, però, un posto da extracomunitario in rosa. Nelle ultime ore, inoltre, si è fatto avanti con Gianluca Petrachi l’Hellas Verona, alla ricerca di un’alternativa per la propria retroguardia, che avrebbe individuato nel Pelado un usato sicuro pronto all’impiego.

Sean Sogliano, ds dei veneti ed ex calciatore del Torino, ne ha già parlato col collega granata, che in queste ore si trova a Riscone di Brunico, ma il responsabile del calciomercato del Toro per ora prende tempo. La priorità è, e resta, l’estero, se, come pare, Abou Diop e Alen Stevanovic dovessero restare nel campionato italiano, magari in Serie B. In particolare, come vi avevamo già riferito, il serbo classe ’91 é diretto al prestito a Bari, in compagnia del compagno Marco Chiosa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy