Torino: per Muriel e Ilicic, ecco cosa cambia in ottica di calciomercato

Torino: per Muriel e Ilicic, ecco cosa cambia in ottica di calciomercato

Calciomercato / Momento di riflessione in casa granata: dopo l’infortunio del colombiano, salgono le quotazioni del viola

di Manolo Chirico, @ManoloChirico

Problemi in attacco per il Torino che a gennaio dovrà senza dubbio intervenire in entrata e in uscita. Perché servono rinforzi in zona gol – così come a centrocampo, nella fase di impostazione finale -, ma non solo: chi non merita la maglia granata, non è giusto che resti sotto la Mole. Un pensiero condiviso e ribadito a più riprese anche dal tecnico Ventura. E in tal senso, i volti su cui provare a concentrare gli sforzi sono noti: da Duvan Zapata a Giovinco, con in mezzo Muriel, Paloschi e nelle ultima settimana anche Ilicic (qui i dettagli). Dopo il recente infortunio dell’attaccante in forza tra le fila friulane, ecco che per il club di via Arcivescovado arriva un momento di profonda riflessione. E nel frattempo le quotazioni del bizzoso gioiello viola iniziano a salire.

IL COLOMBIANO – Luis Muriel piace e non poco al Torino e soprattutto al tecnico Ventura. I granata lo seguono da quando è arrivato in Italia, anzi. Proprio nella stagione 2009-10 l’attuale direttore sportivo Petrachi, appena giunto sotto l’ombra della Mole, si era già messo sulle tracce della punta, ai tempi in rosa nel Deportivo Cali. Non se ne fece mai nulla e a arrivò quindi l’Udinese a portare via tutto. Muriel, cercato già quest’estate, è il nome in cima alla lista dei desideri di Ventura, ma l’infortunio attuale potrebbe complicare le cose. Perché il giovane talento dei friulani potrebbe restare fermo per tutto il prossimo mese…

LA RIFLESSIONE – Non a caso, proprio in questo momento è in atto una grande riflessione in casa granata. Non solo sugli innesti possibili, ma anche e soprattutto su chi dovrà necessariamente cambiare aria. Per quanto riguarda strettamente il ”caso-Muriel”, da un lato bisognerà capire quali saranno i tempi di recupero e le condizioni atletiche del giocatore, dopo questo, ennesimo, stop. Dall’altro lato c’è sempre il club bianconero intento a salvaguardare il proprio investimento. Ventura, nel caso i Pozzo fossero convinti a cedere, potrebbe decidere di raccogliere appieno questa sfida: rivitalizzando il giocatore nei prossimi mesi, per poi inserirlo al centro del progetto targato 2015-2016. E proprio il tal senso, Petrachi e Cairo gradirebbero un prestito con opzione di riscatto, anche a cifre importanti. Sulla falsariga di quanto visto a Verona con Iturbe, ma con le dovute proporzioni.

E CON LA VIOLA – Momento di riflessione, dicevamo, non solo per quanto riguarda Muriel. Un pensiero, forse qualcosa in più, anche su Ilicic. Il bizzoso talento, mai sbocciato completamente sino ad oggi. Con la Fiorentina non ci sono problemi, con il pubblico di Firenze, invece, qualche frizione c’è stata. Ed è proprio per questo che, senza scordare gli altri obiettivi in lista, le quotazioni dello sloveno iniziano a salire. Anche in tal senso l’affare si farebbe sulla base di un prestito con opzione di riscatto e relativa possibilità di contro-riscatto da parte della Fiorentina. A cifre decisamente più contenute rispetto al colombiano. Il riscatto di Ilicic, infatti, verrebbe fissato intorno ai 6 milioni. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy