Torino, si pensa al dopo Cerci: Zapata o Ferreyra. E su Pazzini…

Torino, si pensa al dopo Cerci: Zapata o Ferreyra. E su Pazzini…

Calciomercato / Ieri cena di mercato a Bormio tra Ventura, Cairo e Petrachi: per rimpiazzare Cerci il tecnico granata vuole una punta solida. Il Napoli offre solo il prestito, lo Shakhtar chiede 5 milioni. Ma occhio all’offerta del Milan…

di Redazione Toro News

E’ stata un’intensa cena di calciomercato quella vissuta ieri sera a Bormio da Giampiero Ventura, Urbano Cairo e Gianluca Petrachi: l’oggetto principale, non tanto l’arrivo di Fabio Quagliarella, ormai pressoché cosa fatta, quanto la preparazione del dopo Alessio Cerci, destinato inesorabilmente alla partenza, nonostante le dichiarazioni di rito dello stesso Presidente, che ieri sera sosteneva di non poter escludere nulla, neppure una permanenza del ricciolone di Valmontone, salvo poi affermare che per continuare bisognerebbe essere felici in due, non solo il Torino.

Il giocatore è chiaramente in partenza, e Ventura ha ribadito alla dirigenza di preferire una punta più solida come sostituto, e non un esterno d’attacco. I nomi sono presto detti: Duvan Zapata del Napoli e Facundo Ferreyra dello Shakhtar Donetsk, da tempo sul taccuino del Torino, piste certamente non tramontate. Per il giovane colombiano, però, l’ostacolo è la formula: il Napoli vorrebbe farlo partire ma soltanto in prestito secco, mentre il Toro vorrebbe assicurarsi almeno un opzione sull’intero cartellino, mentre per l’argentino d’Ucraina servono 5 milioni cash, da versare direttamente nelle casse dello Shakhtar. Una cifra che non spaventa, in caso di cessione di Alessio Cerci, ma che, per il momento, i granata non vogliono ancora spendere.

Attenzione, però, al “terzo incomodo”: parliamo del Milan, che per Cerci ha nuovamente proposto Giampaolo Pazzini come contropartita tecnica, oltre ad un interessante conguaglio economico. L’attaccante di scuola Fiorentina non dispiace affatto a Ventura, anzi… Il tecnico granata avrebbe espresso apertura a riguardo, ma l’ostacolo sarebbe, a quel punto, quello dell’ingaggio del giocatore, reputato altissimo per le casse del Torino.

Insomma, il Toro inizia a guardarsi intorno per il dopo Cerci, su tre piste ben delineate: Zapata, Ferreyra e Pazzini, potrebbe essere questo uno dei sostituti del talento di Valmontone, ormai sempre più lontano da quel Torino che l’ha reso grande dopo gli anni bui di Firenze…

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy