Toro, Cinaglia fa 20 anni… E attira gli sguardi della Serie B

Toro, Cinaglia fa 20 anni… E attira gli sguardi della Serie B

Calciomercato / Il difensore classe ’94 in comproprietà col FeralpiSalò ha risolto i problemi di pubalgia e sta trovando sempre più spazio con Scienza. Il Pescara guarda interessato

di Diego Fornero, @diegofornero

I tifosi granata si ricorderanno di Davide Cinaglia, difensore nato a Roma il 10 aprile 1994 e prelevato sedicenne dal Torino tra le fila del Pomezia, passato attraverso la trafila nel settore giovanile granata, fino a giungere in Primavera nel 2011 con Antonino Asta (esordio il 17 settembre di quell’anno, nel pari per 1-1 con il Siena), diventarne un titolare inamovibile con Moreno Longo nel 2012/2013 e, meritarsi la convocazione da parte di Giampiero Ventura per il ritiro invernale di Ragusa, al posto dell’acciaccato Angelo Ogbonna, oltre che una convocazione in Serie A, senza esordire, il 13 gennaio 2013 in Torino – Siena 3-2.

CI METTE IL FISICO – Difensore centrale dal gran fisico, 185cm di altezza, Davide è un destro naturale abile nel gioco aereo, già nel giro della Nazionale Under 19: l’estate scorsa, per lui, tante voci di mercato, addirittura con l’interessamento della Juventus sullo sfondo e con il Torino alla ricerca della soluzione migliore per la valorizzazione del giocatore, che fece propendere per una stagione stagione da titolare in Lega Pro 1° divisione, precisamente al FeralpiSalò della vecchia conoscenza granata Beppe Scienza, piuttosto che per il prestito in Serie B alla Virtus Lanciano di mister Marco Baroni, che tanto lo apprezzo già da avversario, in quanto ex allenatore della Primavera bianconera.

SALO’, UNA SFORTUNA CHIAMATA PUBALGIA – A Salò, purtroppo, è stata la pubalgia a beffare Davide, e ad impedirne addirittura una vera e propria preparazione estiva coi compagni, rimandandone al 13 ottobre 2013 il debutto tra i professionisti, nel pari per 1-1 tra FeralpiSalò e Vicenza. Da allora, 17 presenze, pur con qualche strascico degli acciacchi estivi che talvolta è tornato a farsi sentire, ma senza pregiudicarne valore e rendimento. Non a caso, le prestazioni del giocatore, che ha raggiunto anche la convocazione in Nazionale Under 20 di Lega Pro non sono passate inosservate, con gli scout del Pescara che l’hanno tenuto d’occhio per valutarne un possibile ingaggio nella prossima stagione.

SERIE B, LA GIUSTA SOLUZIONE? – Davide, che proprio oggi compie 20 anni, si è trasferito nel bresciano con la formula della comproprietà: una formula che consentirà, ovviamente, al club di Lega Pro di monetizzarne un’eventuale ulteriore cessione, anche se il cartellino non ha raggiunto ancora cifre particolarmente onerose. Ecco, dunque, che il Torino potrebbe trovarsi a risolvere in proprio favore la comproprietà per aprirne una nuova, magari virando verso la cadetteria, palcoscenico nel quale il giovane difensore potrebbe finalmente esprimere appieno il proprio valore mettendosi alla prova. Nessuna trattativa aperta, se non qualche chiacchierata, ma una cosa è certa: la storia di Cinaglia, cui facciamo i nostri più cari auguri, con il calcio che conta… è appena cominciata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy