Toro, il Messina si fa avanti per il giovane Ientile

Toro, il Messina si fa avanti per il giovane Ientile

Calciomercato / Lo stakanovista difensore della Primavera del Torino richiesto ufficialmente dal club di Lo Monaco: si può chiudere per il prestito

di Diego Fornero, @diegofornero

La più che convincente stagione appena conclusa dalla Primavera del Torino ha tanti volti: non soltanto i “gioielli” più in vista, quelli che si sono già meritati la chance della prima squadra e di una chiamata di Giampiero Ventura, ma anche alcuni giocatori che, silenziosamente, hanno contribuito in maniera determinante alle prestazioni straordinarie del collettivo.

STAKANOVISTA IENTILE, TITOLARE INSOSTITUIBILE – Uomo-simbolo di questa formazione, ad esempio, è stato il difensore centrale Andrea Ientile, classe ’95, vero e proprio stakanovista della squadra, schierato titolare da Moreno Longo in tutte le partite di campionato (soltanto due stop, neppure in panchina, contro Genoa e Spezia), per un totale di 24 presenze, sommate alle 4 di Viareggio, alle 2 di Coppa Italia ed alle 3 della Final Eight, corredate anche di alcuni goal pesanti (su tutti, il momentaneo 1-0 nel derby di andata contro la Juventus ed il 2-2 degli Ottavi di finale contro l’Atalanta), per un totale di 4 reti stagionali.

LASCIATO PARTIRE DALLA JUVE, GRANDE INTUIZIONE GRANATA – Numeri a parte, il grandissimo rendimento di questo difensore, tra l’altro cresciuto nella scuola calcio dei “cugini” bianconeri, non confermato tra i Giovanissimi Nazionali e prelevato, con una grande intuizione, quattordicenne da Antonio Comi, ha destato molte attenzioni tra club di Lega Pro che, a vario titolo, hanno chiesto informazioni a Massimo Bava, delegato da Gianluca Petrachi per il mercato degli Under 21.Tra questi, il più interessante porta il nome del Messina, neopromosso nella Lega Pro unica dopo l’inferno della Serie D e della Lega Pro 2° divisione. Club ambizioso, che vuole tornare grande dopo i fasti dei primi anni 2000 (nel 2005 i siciliani raggiunsero addirittura il 7° posto in Serie A) spazzati via dal fallimento, anche grazie alla proprietà: è il “mago” Pietro Lo Monaco ad essersi aggiudicato il club nel 2012, ed il noto dirigente calcistico e la sua mano si vede, con il club giallorosso che si candida ad essere uno dei più seri candidati addirittura alla promozione in Serie B.

LO MONACO CHIAMA DA MESSINA – Un contatto, sia col Torino, sia con l’entourage del giocatore, c’è già stato: il difensore granata potrebbe trasferirsi sullo stretto in prestito sia con un contratto di addestramento tecnico, sia, eventualmente, con un triennale da professionista, soluzioni sul quale il Torino lavorerà a partire dalla prossima settimana, al rientro da qualche giorno di meritata vacanza per Massimo Bava. I giovani granata fanno gola, e questo non può che essere motivo di soddisfazione…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy