Rigori e falli di mano: cambiano le regole del calcio, ecco le novità

I cambiamenti entrano in vigore dal 1 giugno 2020 e l’IFAB ha aperto alla possibilità di adottarle già durante la conclusione della stagione 2019/2020

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

In una stagione contrassegnata dalle polemiche sul fallo di mano, è ufficiale l’entrata in vigore di nuove regole riguardo a quest’infrazione ed altri aspetti del gioco come i calci di rigore. L’IFAB, organo internazionale che stabilisce le regole del calcio, ha provato a limare proprio gli aspetti incerti che hanno creato difficoltà agli arbitri e, conseguentemente, polemiche da parte dei club che si sono lamentati dell’incertezza determinata da un’applicazione poco omogenea. Lo stesso Torino ha avuto problemi a causa della mancanza di uniformità di giudizio: sono noti gli episodi delle partite contro Juventus ed Hellas Verona, giudicati con criteri differenti. La modifica principale, però, è stata apportata nei casi in cui a commettere il fallo di mano sono gli attaccanti attaccanti.

COSA CAMBIA –  Le modifiche entreranno in vigore dal 1 giugno 2020 ed è stato proprio l’IFAB a specificare che, se il calcio mondiale ripartisse in estate, le singole competizioni avrebbero la possibilità di scegliere se adottare queste novità anche nei campionati in corso. È stata modificata, innanzitutto, la regola sul fallo di mano in attacco: se fino a poco fa, gli arbitri avrebbero dovuto annullare tutti i goal generati da un tocco di mano, con la novità introdotta, la rete deve essere annullata solo se il tocco di mano è immediatamente precedente alla realizzazione del goal. Per risolvere i problemi di interpretazione sulle zone del braccio in cui si può parlare di fallo di mano, l’IFAB ha fissato una linea di demarcazione al di sotto della spalla.

CALCI DI RIGORE – Per quanto riguarda i penalty: quando il portiere commette un’infrazione durante l’esecuzione di un calcio di rigore e questa non influenza chiaramente il tiratore, il rigore non verrà ripetuto nel caso di errore da parte dell’attaccante. Nel caso in cui il rigore, invece, venisse ripetuto, l’estremo difensore verrà ammonito per la seconda infrazione. E infine, nel caso in cui il portiere e il tiratore commettano entrambi un’infrazione, ad essere penalizzato sarà il tiratore.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CUORE GRANATA 44 - 7 mesi fa

    Che tali nuove regole possano entrare in vigore in caso di eventuale conclusione del presente Campionato mi pare una follia che renderebbe il tutto ancora più assurdo.Come si può pensare di cambiare le regole “in corsa”?A meno che per non perdere i piccioli dei Diritti TV tutte le parti in causa decidano di completare un “torneo farsa” per poi invalidarlo in quanto sommersi dai ricorsi. Da questi mercanti e mercenari ormai,a mio parere,è possibile attendersi qualunque decisione seppur offensiva del comune buon senso e dei più elementari principi giuridici.FVCG!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy