campionato

La finestra sulla A, commento alla 26^ giornata di campionato

MILAN, ITALY - MARCH 08: A general view during the Serie A match between FC Internazionale and Atalanta BC at Stadio Giuseppe Meazza on March 08, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Claudio Villa - Inter/Inter via Getty Images)

L'analisi e il commento al termine della 26^ giornata del campionato di Serie A. Non cambia la situazione in vetta, si infiamma la lotta salvezza

Davide Fagnani

La 26^ giornata si è conclusa. La situazione in vetta non cambia, con le prime 3 tutte vittoriose. La lotta Champions resta apertissima, mentre in zona retrocessione la situazione si fa infuocata.

 UDINE, ITALY - DECEMBER 06: A general view during the Serie A match between Udinese Calcio and Atalanta BC at Dacia Arena on December 06, 2020 in Udine, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

L'Inter batte l'Atalanta e resta a +6 sul Milan e +10 sulla Juventus. La squadra di Conte lascia il pallino del gioco in mano all'Atalanta, erge il muro difensivo e alla prima occasione punisce la banda di Gasperini. Una strategia che paga, perché finora la dea è il secondo miglior attacco del campionato e solo qualche settimana fa aveva vinto proprio qui a San Siro contro il Milan con un netto 0-3. Invece stavolta chiude senza segnare, calciando solo due volte in 90' verso la porta di Samir Handanovic. La partita dell'Atalanta resta ottima, con tanti minuti giocati nella trequarti avversaria, ma l'Inter ha interpretato la partita come meglio non poteva. Forse non bellissima da vedere, ma estremamente cinica ed impenetrabile, caratteristiche fondamentali per chi punta allo scudetto. Per la squadra di Conte tre punti fondamentali che tengono a distanza Milan e Juventus. I rossoneri vincono una grande partita a Verona, con tanti assenti e senza mai soffrire per tutti i 90'. L'Hellas, autore finora di un'ottima stagione, dimostra però ancora una volta come sia troppo difficile gestire i tre impegni in una settimana come già successo durante l'anno. Vince una partita importante anche la Juventus, che batte la Lazio 3-1 trascinata da Morata e Chiesa e resta all'inseguimento, ma il quadro più chiaro della situazione in classifica si avrà solo dopo il recupero della partita con il Napoli.

Al quarto posto si porta la Roma, che batte il Genoa 1-0 dimostrando finalmente anche la capacità di soffrire e gestire il risultato. Dietro ai giallorossi c'è l'Atalanta sconfitta dall'Inter, e il Napoli ora a -3 con la partita da recuperare all'Allianz Stadium contro la Juventus. Per i partenopei quella in arrivo è una vera e propria settimana decisiva. Domenica infatti saranno impegnati a San Siro contro il Milan, tre giorni dopo nel già citato recupero e infine all'Olimpico contro la Roma. Perde terreno invece la Lazio, sconfitta a Torino e ora a -7 dalla zona Champions.

Situazione infuocata invece in zona salvezza. Se le ultime due posizioni, nonostante i risultati del weekend, sembrano in questo momento tracciate, davanti c'è una vera e propria bagarre. Il Torino viene sconfitto dal Crotone ultimo in classifica e rimane al terzultimo posto con due partite da recuperare. Davanti guadagna un altro punticino il Cagliari, che ottiene il terzo risultato utile consecutivo dall'arrivo di Semplici e sale a 22 punti, a +2 proprio sui granata. La classifica però si accorcia, perché davanti Spezia e Benevento pareggiano e salgono a 26 punti, come la Fiorentina, fermata sul pari dal Parma penultimo. A 27 punti c'è il Genoa e a 28 il Bologna. Tra il Torino terzultimo e con due partite in meno e il Bologna dodicesimo, ci sono quindi solo 8 punti, con altre cinque squadre in mezzo. Una vera e propria corsa che durerà probabilmente fino all'ultima giornata.

Potresti esserti perso