La Serie B riabbraccia Bari e Nocerina

La Serie B riabbraccia Bari e Nocerina

Perdendo in casa per uno a zero grazie ad un contestato calcio di rigore realizzato da Pozzi, nel corso della sfida odierna contro la Sampdoria, il Bari saluta la Serie A che aveva ritrovato 24 mesi fa. Lo fa con quattro giornate d’anticipo, e al termine di una stagione che già dopo poche giornate aveva visto i “Galletti” scivolare sul fondo della classifica, senza più riuscire a sollevarsi; l’incredibile quantità…

di Redazione Toro News

Perdendo in casa per uno a zero grazie ad un contestato calcio di rigore realizzato da Pozzi, nel corso della sfida odierna contro la Sampdoria, il Bari saluta la Serie A che aveva ritrovato 24 mesi fa. Lo fa con quattro giornate d’anticipo, e al termine di una stagione che già dopo poche giornate aveva visto i “Galletti” scivolare sul fondo della classifica, senza più riuscire a sollevarsi; l’incredibile quantità di infortuni patita dalla squadra allenata da Ventura prima e da Mutti poi hanno senz’altro condizionato il cammino dei pugliesi, ma non spiegano comunque del tutto la débacle cui é andato incontro il club di Matarrese.

Ma c’é anche chi é felicissimo di tornare in cadetteria. Grazie alla rete realizzata da Bolzan al 51′, la Nocerina espugna il “Pino Zaccheria” di Foggia battendo i diavoletti di Zdenek Zeman, e contestualmente conquista un’incredibile promozione in Serie B. Incredibile, perché solo la scorsa Estate i “Molossi” (nelle cui fila gioca -molto poco- in prestito Gaetano Carieri) dovevano essere ripescati in Prima Divisione, grazie al fallimento di numerose società della vecchia Serie C; e, pochi mesi dopo, é festa grande nelle due Nocera.
I rossoneri vantano, nella loro storia, altre due esperienze in cadetteria, stagioni 1947-’48 e 1978-’79; in entrambe le occasioni, il ritorno nella categoria inferiore fu immediato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy